Consigli per gli acquisti

Migliori proiettori e guida all’acquisto

Migliori proiettori

Parliamo di proiettori e dei migliori modelli attualmente disponibili sul mercato e lo facciamo in maniera completa, dettagliata e utile. Vogliamo innanzitutto capire quali sono i vantaggi di questo tipo di dispositivi elettronici che da molti anni a questa parte sta riscontrando un enorme successo. Successivamente entreremo nel dettaglio di ogni aspetto dei proiettori in modo da capire quali sono realmente i migliori e quali rispondono al meglio alle esigenze di ciascuno. Infine proporremo una serie di modelli, divisi per fascia di prezzo e tipologia, in modo da facilitare la scelta del miglior acquisto da fare.

In questo post

Guida all’acquisto dei migliori proiettori

Guida all'acquisto di un proiettore

Guida all’acquisto di un proiettore

Come scegliere un proiettore? È bene conoscere quali sono gli utilizzi che vuoi fare di questo dispositivo, quali le caratteristiche tecniche e quali gli aspetti da prendere in considerazione per valutare correttamente il prodotto. Prima di addentrarci diffusamente in questi aspetti nella nostra guida all’acquisto, è bene sottolineare come con un proiettore si possano svolgere diverse funzioni. Esso nasce come apparecchio per la proiezione di video, su una parete o su un pannello delicato, ma sarebbe riduttivo pensare che il proiettore abbia solamente questo utilizzo.

Collegando il proiettore ad un pc o ad una console si possono ampliare notevolmente le dimensioni dello schermo e rendere semplicemente fantastico giocare ai videogame della propria console preferita. Un videoproiettore può adattarsi perfettamente anche alle necessità professionali di un’azienda o a quelle educative di un istituto scolastico.

Negli ultimi anni scegliere un proiettore è diventato molto più semplice essendosi notevolmente ridotti i costi, fornendo anche ad utenti con budget più limitati la possibilità di accedere a dispositivi di alta tecnologia come lo sono i proiettori. La diffusione di questi prodotti ha però inevitabilmente anche aumentato una certa confusione: complici anche le evoluzioni tecnologiche è alto il rischio di confondersi tra le varie sigle, valori e caratteristiche tecniche. Siamo passati dal normale proiettore per diapositive a una serie, come vedremo, di videoproiettori utilizzabili per tantissimi scopi. Ecco quindi le ragioni di questa guida all’acquisto: offrire una panoramica completa sull’argomento in modo da poter comprendere qual è il prodotto più adatto all’utilizzo che si farà del proiettore e acquistare il modello migliore per questo scopo, il tutto senza dimenticarsi del prezzo.

Che cos’è un videoproiettore

Cos’è un videoproiettore

Per capire di cosa stiamo parlando è importante anche capire com’è fatto un proiettore. Come abbiamo anticipato per proiettore si intende quell’apparecchio tecnologico che, collegato ad un pc, a una console o ad un lettore multimediale trasmette, proietta appunto, un’immagine su una superficie posta innanzi ad esso. A differenza del monitor, quindi, il proiettore non è integrato in un altro dispositivo, ma utilizza un altro accessorio, che può essere una parete o un telo (solitamente di colore bianco), sul quale visualizzare l’immagine trasmessa.

Che tipo di proiettore scegliere in base all’utilizzo

Prima di passare ad analizzare gli aspetti tecnici per scegliere un proiettore è bene comprendere quali sono le tipologie di questi dispositivi e quali i principali vantaggi e utilizzi si possano ottenere con l’acquisto di uno dei vari modelli disponibili sul mercato.

Partiamo dai vantaggi: con un proiettore si possono visualizzare, quasi come fossimo al cinema, contenuti di alta qualità sulle pareti di casa o quelle di una stanza che si ha a disposizione. Aumentare in maniera esponenziale la dimensione dello schermo (arrivando anche a 250 pollici di grandezza) significa anche godere pienamente dell’alta risoluzione dei contenuti video (e non solo) che vengono trasmessi. Inoltre il proiettore è un dispositivo molto semplice da utilizzare e configurare e che si rivela estremamente potente e versatile per diversi utilizzi. Vediamo i principali.

Scegliere i migliori proiettori per uso privato

Uno dei principali utilizzi del proiettore è quello per uso privato: adibire il salotto, la camera da letto o una stanza inutilizzata come cinema domestico è sicuramente molto affascinante e suggestivo. La qualità tecnica dei migliori proiettori moderni, soprattutto se si sale di categoria, permette risoluzioni pazzesche che permettono realmente di vedere contenuti ad altissima risoluzione. Per uso privato, inoltre, si intendono tutti quegli utilizzi amatoriali. Il proiettore può essere utile per il karaoke, ma anche per giocare ai propri videogiochi preferiti, vedere foto, riprodurre video amatoriali e farli vedere ai propri amici con una qualità e una comodità decisamente maggiore rispetto a quella di un monitor di un pc o lo schermo di una tv. Come si può facilmente intuire il proiettore per la casa può essere un valido alleato per diversi utilizzi.

Scegliere i migliori proiettori per uso professionale

Per molti aspetti scegliere un proiettore per un uso professionale significa sfrutta al meglio questa tipologia di device. Si passa dal proiettore per pub e ristoranti, utilizzati per la trasmissione su maxischermi di eventi sportivi (principalmente le partite di calcio), all’utilizzo in contesti aziendali come uffici nei quali riprodurre presentazioni, grafici, render e documenti ad alta risoluzione. Inoltre, il proiettore può essere utilizzato anche per effettuare videoconferenze permettendo non solo di ascoltare il proprio collega, ma anche di vederlo e di aumentare la comunicazione tra i vari soggetti.

Infine non è da sottovalutare l’uso educativo nei contesti scolastici, nei musei e negli ambienti di formazione. Molte aule universitarie già dispongono di questi dispositivi e a volte anche le scuole medie e superiori (pubbliche e private) si avvalgono delle loro funzionalità per offrire un metodo di insegnamento diverso ed estremamente attraente e interessanti per moltissimi tipi di corsi di studio.

Economici, di fascia media o professionali?

Migliori proiettori per fascia di prezzo

Migliori proiettori per fascia di prezzo

I vantaggi dei proiettori economici

Un videoproiettore professionale ha inevitabilmente costi maggiori rispetto ad uno economico, ma allo stesso tempo i migliori proiettori economici, nel nostro caso quelli sotto i 200 euro, sono comunque modelli affidabili, con qualità leggermente superiore a quelli con prezzi sotto i 100 euro, che garantiscono una buona risoluzione e sono molto interessanti per via delle numerose funzionalità che mettono a disposizione. Si tratta quindi di modelli molto validi e versatili che possono risultare ottimi e perfetti soprattutto per coloro che non vogliono sostenere un investimento oneroso per un primo modello e che per le necessità che hanno possono ritenersi soddisfatti con un modello di fascia media.

I proiettori semi professionali

Come abbiamo anche ripetuto precedentemente, questi dispositivi permettono diversi utilizzi, da quelli privati a quelli professionali. All’interno di ogni settore sono poi presenti diversi range di prezzo e di caratteristiche tecniche tra le quali orientarsi nella scelta di un proiettore; i proiettori semi professionali garantiscono una qualità dell’immagine, sia in termini di luminosità, risoluzione, contrasto, eccetera, ancora superiore rispetto ai modelli più economici. Inoltre questi modelli permettono di avere ottime proiezioni anche in ambienti meno “ideali”, come possono essere mostre e fiere, su superfici non sempre piatte (grazie alle tecnologie per la correzione dell’immagine) e con collegamenti rapidi che riducano il numero dei cavi e, di conseguenza, anche quello dell’ingombro.

I proiettori per i professionisti

Una delle prime caratteristiche da valutare nella scelta dei migliori proiettori per il business è quella di individuare modelli facili da trasportare e non troppo ingombranti. A differenza dei proiettori professionali, ad esempio, nel caso di quelli per il business l’aspetto della praticità è fondamentale. Per i manager, i rappresentanti o i dirigenti è spesso necessario spostarsi, non solo di ufficio, ma magari anche di sede, motivo per cui il poter contare su un dispositivo affidabile ma comodo è decisamente un valore aggiunto.

Questa comodità va considerata anche in termini di installazione e attivazione del proiettore. Quelli per il business devono essere semplici da regolare, veloci da montare e rapidi da avviare. Essi devono inoltre saper garantire una proiezione eccellente anche se collocati in posizioni non necessariamente ottimali. Quando ci si reca in un ufficio o in una sala che non è predisposta e strutturata ad ospitare una proiezione, non ci si può fermare e bisogna superare questi impedimenti con una soluzione tecnologicamente avanzata. E i migliori proiettori per il business sono sviluppati anche per questo.

Per ogni esigenza corrisponde una specifica tipologia di proiettori; vediamo quali sono i migliori per il business per tutti i professionisti che regolarmente durante il proprio lavoro devono esporre prodotti e servizi tramite l’utilizzo di slide, video e presentazioni multimediali.

Proiettore o tv?

Proiettore o TV?

Proiettore o TV?

Come abbiamo avuto modo di anticipare, il livello qualitativo dei migliori proiettori ha fatto notevoli passi in avanti, tanto da garantire ottime prestazioni, sotto tutti i punti di vista. Sono abbondantemente superati i tempi in cui le immagini proiettate da questi dispositivi avevano colori sbiaditi e si aveva la necessità di isolare luminosamente tutta la stanza pur di avere una qualità decente. Inoltre anche a livello dimensionale non è più necessario avere spazi immensi per collegare un proiettore; questi dispositivi oggi hanno tecnologie capaci di proiettare immagini di altissima qualità anche da breve distanza, permettendo quindi di scegliere anche tra diversi modelli di teli per proiettori anche in base allo spazio a disposizione.

Anche per questo motivo l’ipotetica sfida tra proiettore e televisore non è più solamente ad appannaggio della TV; i proiettori sono un’ottima alternativa, con una serie di valori aggiunti, soprattutto in termini di dimensioni dello schermo e di coinvolgimento.

Immaginare di giocare, sia da soli che soprattutto in compagnia dei propri amici, ai giochi di azione e di guerra o a quelli sportivi più in voga, è un’esperienza sicuramente affascinante e spettacolare che l’acquisto di uno dei migliori proiettori per console permette facilmente di raggiungere.

Inoltre la possibilità di orientarsi verso un proiettore con digitale terrestre integrato, rende del tutto obsoleto l’acquisto di una TV, permettendo di utilizzare solamente il proiettore come unica fonte video della casa.

Non solo il proiettore, servono spazio ed accessori

Come abbiamo avuto modo di apprezzare la scelta di un proiettore si rivela estremamente variegata e utile per diversi utilizzi, da quello privato a quello professionale. C’è però da dire, per completezza d’informazione, che scegliere un proiettore significa anche preventivare l’acquisto di altri dispositivi “accessori” e di avere la possibilità di adattare una stanza per questo scopo.

Installare un proiettore

Installare un proiettore

Installare un proiettore

Per poter utilizzare un proiettore bisogna anche preoccuparsi della sua installazione. Non tutti i proiettori si installano ugualmente (sia se vengono fissati al soffitto che posizionati su un ripiano) e la differenza dipende dal tipo di tecnologia. I proiettori DLP, ad esempio, proiettano l’immagine più in alto rispetto al dispositivo stesso. Per questo motivo in fase di installazione è bene posizionare il proiettore più in alto rispetto al lato superiore dello schermo (quando è fissato al soffitto) o più in basso rispetto al lato inferiore dello schermo (se il dispositivo è posizionato su un tavolino). Il discorso è diverso invece per i proiettori LCD. Questi devono essere posizionati in maniera parallela al lato dello schermo. Il lato cui far riferimento è quello superiore se il proiettore è fissato al soffitto e quello inferiore per i dispositivi poggiati su un tavolo.

La collocazione del videoproiettore è fondamentale sia per ridurre l’ingombro in casa che per migliorare l’esperienza visiva. La scelta di un proiettore a parete o di un proiettore a soffitto permette notevoli vantaggi dal punto di vista estetico e della comodità. La grande versatilità dei modelli permette anche di trovare un modello di proiettore a scomparsa che, quando non viene utilizzato, è come se non ci fosse.

Perché l’immagine trasmessa sia qualitativamente elevata e tale da giustificare l’acquisto di un proiettore è bene garantire una certa distanza tra la fonte della trasmissione (il proiettore) e la sua destinazione (la parete o il pannello). La distanza deve essere di almeno 3 metri e lo “schermo”, solitamente quadrato, dovrebbe avere un’altezza di uno o due metri e una larghezza di due o tre metri. Per quanto il proiettore possa essere posizionato su qualsiasi superficie piana si consiglia l’installazione a soffitto: questa offre una qualità di riproduzione maggiore, ma anche una maggiore comodità e libertà dell’ambiente dall’ingombro dei cavi e dei fili. Non è poi da sottovalutare l’illuminazione dell’ambiente che dovrebbe essere regolabile e permettere un oscuramento massimo e la possibilità di mantenere alcuni punti luce accesi per creare un’atmosfera più gradevole e piacevole per la visione delle immagini.

La distanza dalla parete del proiettore

La distanza dalla parete del proiettore

Inoltre, per quanto sia possibile trasmettere le immagini anche sulle normali pareti di casa, perché il risultato sia eccellente è preferibile acquistare un telo da proiezione che aumenta notevolmente la qualità visiva. In alternativa il proiettore può essere collocato vicino al muro o a una parete e utilizzare quella superficie come schermo per la riproduzione.

Oltre al pannello per la visione dei contenuti bisogna considerare l’acquisto di un impianto stereo per la diffusione del segnale audio (in alcuni casi il proiettore si occupa solamente delle immagini) ed eventualmente anche di un tuner, ovvero un dispositivo che permetta di utilizzare il proiettore anche per la trasmissione dei canali della televisione o delle smart tv.

Ma come si monta un proiettore? Molto dipende dal tipo di collocazione (a parete, sul soffitto, su un ripiano, eccetera) ed è quindi necessario seguire le indicazioni presenti sul manuale del produttore. L’installazione del proiettore a muro o a parete è sicuramente più difficoltosa in quanto bisogna garantire la stabilità del fissaggio. Per i modelli portatili, come può essere anche un proiettore a batteria, è sufficiente collocarlo e azionarlo per iniziare a utilizzarlo.

Infine, anticipando alcuni aspetti di cui parleremo tra poco, è bene sapere che il proiettore necessita di una manutenzione dei componenti che lo costituiscono. Tra questi la lampada è quello che necessita di maggiore attenzione e anche di un maggiore investimento essendo il componente più costoso del proiettore.

Caratteristiche tecniche dei proiettori

Caratteristiche tecniche dei proiettori

Caratteristiche tecniche dei proiettori

La tecnologia

Possiamo finalmente passare all’aspetto tecnico per valutare e scegliere un proiettore. Attualmente sono due le principali tecnologie dei cosiddetti proiettori digitali, e sono quella LCD e quella DLP. Vediamo di cosa si tratta.

Tecnologia DLP

I proiettori DLP sono dotati di un chip ottico (DMD) che ha una superficie composta da pixel o microspecchi; il numero di questi determina la risoluzione del proiettore. La lampada del proiettore emana un fascio di luce che si riflette sull’oscillazione dei microspecchi. Il chip genera un altro fascio di luce e una ruota posta tra l’obiettivo e il chip, girando a velocità molto alta, permette all’immagine finale di essere visibile all’occhio e di essere colorata. Per questo tipo di modelli è possibile che si verifichi il cosiddetto “effetto arcobaleno” (rainbow effect). Si tratta della percezione di flash di colore rosso, blu o verde, che si verifica soprattutto in ambienti dove c’è un forte contrasto. Per questo motivo è consigliabile verificare di acquistare un proiettore DLP senza effetto rainbow.

Tecnologia LCD

I proiettori LCD sono realizzati con un prisma dicroico di forma cubica dove sono installati tre pannelli LCD di tre differenti colori (verde, rosso e blu). Questi pannelli sono detti RGB e in base al numero di pixel si determina la risoluzione dei proiettori. L’utilizzo del prisma permette di comporre in un raggio unico i fasci di luce che ogni pannello riproduce.

In entrambi i casi parliamo di tecnologie all’avanguardia e qualitativamente notevoli. La tecnologia LCD, più economica (ma con costi di manutenzione maggiori) è da preferire per una migliore saturazione dei colori, mentre quella DLP per il migliore contrasto dei colori.

Tecnologia LED

Quale proiettore scegliere tra led vs lcd? Il sistema a LED ha un sistema di quattro matrici di cui una genera una quantità di luce bianca, mentre le altre i colori blu, verde e rosso. Sempre attraverso prismi e specchi viene ricreata l’immagine unita.

Tecnologia laser

Nella sfida tra il proiettore laser vs led, il modello al laser, che ha un costo molto elevato, è contraddistinto dall’utilizzo di tre diversi laser che disegnano le immagini trasmesse. Queste vengono disegnate utilizzando i colori di base e poi unite dal proiettore tramite un sistema a specchio che utilizza dei prismi per ricreare l’immagine finale.

La risoluzione

La risoluzione di un proiettore

La risoluzione di un proiettore

Uno degli elementi su cui si concentra maggiormente l’attenzione nella maggior parte dei dispositivi elettronici è quello della risoluzione. Nel caso dei migliori proiettori possiamo trovare tre differenti risoluzioni: standard, 720P e 1080P. Queste le differenze:

  • Risoluzione standard:  è quella più “datata” che raggiunge un massimo di 800x600px. Si tratta di una risoluzione ormai superata che non permette quindi di riprodurre contenuti in alta definizione. Inoltre un proiettore con questa risoluzione non ha nemmeno le porte di acquisizione video più moderne.
  • 720P HD Ready: in questo caso abbiamo proiettori con porte Videocomponent e HDMI che permettono di raggiungere una visione fino a 250”, ma per una resa ottimale si consiglia di non andare oltre la metà di questa.
  • 1080P FullHD: con questi dispositivi arriviamo a una risoluzione di 1920×1080 pixel, grazie ai quali visualizzare contenuti di altissima qualità, non ultimi quelli in 3D e in alta definizione.
  • 4K: è ad oggi il massimo disponibile, con una risoluzione di 3840×2160 pixel, ma i costi sono decisamente elevati.

La luminosità

La luminosità di un proiettore

Uno dei dati più importanti per scegliere un proiettore è quello della luminosità. Essa, espressa in Ansi Lumen, chiamata anche con il nome di intensità luminosa, indica la quantità di luce che un proiettore è in grado di emanare su una superficie. Non esiste un valore unico sul quale effettuare la valutazione, ma essa deve rispettare le condizioni ambientali nel quale il proiettore dovrà lavorare. Se la stanza ha una luminosità maggiore tale deve essere anche la luminosità del proiettore. A incidere su questo valore sono anche la distanza tra proiettore e schermo e la grandezza dell’immagine da trasmettere.

Rapporto di contrasto

Compreso cosa si intende per luminosità possiamo parlare anche del cosiddetto rapporto di contrasto, ovvero la “differenza massima relativa” alla luminosità del bianco e del nero. Tradotto significa che questo valore (solitamente di almeno 5000:1) sta ad indicare la capacità del proiettore di riprodurre le parti chiare e le parti scure dell’immagine in qualsiasi condizione di luminosità.

L’aspect ratio

L'aspect ratio in un proiettore

L’aspect ratio in un proiettore

Noto anche con il nome di formato dell’immagine, l’aspect ratio è la “forma” con la quale il proiettore trasmetterà l’immagine. Quando il proiettore è in funzione trasmette un fascio di luce su una superficie, che può essere sia la parete che un telo; l’immagine finale è all’interno di una forma rettangolare che può avere diverse proporzioni. Queste sono il formato dell’immagine (o aspect ratio) e possono essere:

  • 4:3 – La forma dell’immagine più simile a quella di un quadrato essendo la larghezza solo leggermente più lunga dell’altezza.
  • 16:9 – Diversamente dall’altro, questo formato è quello di un rettangolo con la base molto più lunga rispetto all’altezza; è il formato dell’immagine utilizzato solitamente nel cinema.

Questi due differenti aspect ratio corrispondono anche a due differenti modalità di visualizzazione, quella tradizionale (4/3) e quello cosiddetto Wide Screen (16:9). Si consiglia di utilizzare il primo per seguire i canali televisivi (analogici, digitali e satellitari) che trasmettono con quel formato, i contenuti da pc e i videogiochi con una bassa risoluzione. È preferibile invece la visualizzazione in Wide Screen (quella con le bande nere) per la riproduzione di film, DVD e contenuti multimediali ad alta definizione.

Le porte

Connettività proiettore

Connettività proiettore

Abbiamo già anticipato come un proiettore possa avere più o meno porte e ingressi che, di conseguenza, determinano la capacità del dispositivo di essere collegato ad altri strumenti. Tra i principali attacchi troviamo:

  • RGB (VGA): si tratta di uno degli attacchi più diffusi ed è costituito da tre ingressi dei tre colori RGB e ognuno di questi attacchi trasmette quel colore primario;
  • S-Video: questa è una presa analogica che trasmette il colore e la luminosità; si utilizza principalmente per il collegamento con i vecchi videoregistratori;
  • DVI: questo tipo di ingresso è quello dedicato per i sistemi informatici (compresi i notebook);
  • USB: la versione più moderna, rapida e di qualità per la trasmissione del segnale digitale verso il proiettore;
  • HDMI: questo è il collegamento ad alta definizione e presente su tutti i migliori proiettori di ultima generazione.

Accessori

Nei modelli più recenti e sofisticati potrete trovare anche le connessioni WiFi e DLNA che risultano utili per collegare dispositivi wireless in maniera pratica e veloce. Nei migliori proiettori troviamo anche a disposizioni un telecomando che risulta comodo ed utile per le impostazioni senza dover usare la pulsantiera posizionata sul proiettore.

La taratura del proiettore

La taratura del proiettore

La taratura del proiettore

Per quanto, come abbiamo detto, l’utilizzo del proiettore è molto semplice è necessario comunque configurarlo o, per rimanere nel linguaggio tecnico, tararlo. Questa procedura va eseguita ogni volta che il proiettore viene spostato da un ambiente ad un altro. Per completarla è bene seguire le indicazioni del produttore del proiettore acquistato e impostare il proiettore in modo che abbia le impostazioni migliori per trasmettere le immagini al massimo della qualità per l’ambiente dov’è installato.

Altri aspetti da valutare

Quelli che abbiamo visto fino a questo momento sono gli aspetti principali che incidono nella valutazione per scegliere un proiettore. Esistono però anche un’altra serie di caratteristiche “minori” che è importante prendere in considerazione. Si tratta di aspetti non propriamente relativi alla trasmissione dell’immagine, ma che incidono sulla convenienza nell’acquisto tra un modello rispetto ad un altro. Uno di questi elementi da considerare è quello della silenziosità della ventola: questa svolge un ruolo imprescindibile per evitare il surriscaldamento del proiettore, ma dovrebbe avere una rumorosità inferiore ai 28 decibel per non essere percepita in maniera fastidiosa dall’orecchio umano mentre fruisce dei contenuti trasmessi.

Anche le dimensioni e il peso possono essere aspetti da prendere in considerazione, soprattutto se il proiettore viene regolarmente spostato da un ambiente ad un altro o viene utilizzato per un’attività mobile (come può essere per un animatore di feste per bambini).

Esiste anche la questione del Keystone Correction (o Correzione Trapezoidale) che ogni proiettore dovrebbe avere. Si tratta di quella funzione che permette di evitare di distorcere l’immagine quando il proiettore non è posizionato in maniera perpendicolare allo schermo.

La durata della lampada

La durata della lampada di un proiettore

La durata della lampada di un proiettore

Un parametro molto utile a capire la longevità del proiettore è quello della durata della lampada che nelle schede tecniche viene indicato con un valore di “migliaia di ore”. Qui per una valutazione corretta bisogna ovviamente stimare l’utilizzo di questo dispositivo, in quanto le lampade sono sì sostituibili, ma molto spesso così costose che per un proiettore di fascia media può non valerne la pena. Un proiettore con una durata di diecimila ore può durare anche più di dieci anni, ma ovviamente tutto dipende dal tipo di utilizzo.

Quale proiettore scegliere?

Quale proiettore scegliere

Quale proiettore scegliere

Come abbiamo potuto scoprire in questo lunga panoramica, scegliere un proiettore non è così immediato e semplice, ma è una decisione articolata. Con i consigli e le indicazioni che vi abbiamo fornito diventa tutto molto più semplice e avrete la possibilità di tradurre le vostre esigenze al tipo di proiettore più adatto ad esse. Non si tratta infatti di adattarsi al modello più potente, ma di trovare quello che fornisca un’immagine qualitativamente migliore per l’ambiente nel quale dovrà essere utilizzato. Per facilitare la scelta del dispositivo ideale per le proprie esigenze abbiamo raccolto i migliori proiettori in base alla fascia di prezzo o al tipo di utilizzo. Con la nostra guida all’acquisto sarà più semplice individuare quale proiettore comprare.

Migliori proiettori a meno di 100 euro

Mpow

Proiettore Mpow

Proiettore Mpow

Il proiettore entry level di Mpow è un prodotto davvero economico ma in grado di darci buone soddisfazioni sotto il lato qualitativo. Nonostante il prezzo contenuto è fra i migliori proiettori economici grazie alle buone caratteristiche tecniche. I contenuti video vengono supportati fino alla risoluzione Full HD e l’immagine viene proiettata con una risoluzione massima di 840 x 480 pixel. Discreta la luminosità massima di 1200 lumen che risulta più che sufficiente per una buona visione di video ed immagini in stanze buie e in penombra. I video e le immagini ottenute sono abbastanza nitide ed i colori sono sufficienti. Buone e molto valide le vie per connetterlo ai vari dispositivi. Parliamo infatti di un proiettore che è possibile collegare sia all’iphone che a qualsiasi altro smartphone cellulare. Inoltre il proiettore Mpow è utilizzabile anche collegato alla TV, al PC e alle TV Box tramite l’utilizzo delle porte HDMI, VGA e AV. Oltre ai classici cavi video è possibile collegare chiavette USB ed hard disk esterni grazie alla pratica porta USB. È infine presente anche uno slot per memorie SD che ci permette di utilizzare memorie di smartphone e fotocamere. Va segnalata anche la presenza di un jack audio da 3,5 mm da utilizzare per connettere delle casse esterne, un impianto audio o delle cuffie.

Nonostante l’economicità questo modello non presenta problemi di surriscaldamento grazie agli efficienti fori per l’aereazione disposti sul case. La calibrazione del video e delle immagini va eseguita manualmente tramite una manopola di facile utilizzo.

Leshp

Proiettore Leshp

Proiettore Leshp

Il prodotto che consigliamo a metà della nostra classifica è il proiettore di Leshp. Questo dispositivo è un proiettore compatto ma con ottime caratteristiche ed uno dei migliori rapporti qualità prezzo disponibili sul mercato. Le immagini proiettate, con risoluzione di 840 x 480 pixel, posso avere dimensioni variabili dai 37 ai 130 pollici con pieno supporto ai contenuti in Full HD. Da segnalare il contrato di 1000:1 e la buona luminosità di 1300 lumen che permette di utilizzarlo anche in ambienti mediamente illuminati senza particolari problemi.

Rispetto ai primi due modelli, questo proietto di Leshp vanta maggiori opzioni di regolazione e settaggio delle immagini che permettono di personalizzare a picare la messa a fuoco, l’altezza e l’inclinazione dell’immagine in base alla distanza fra proiettore e muro. Come nei modelli precedenti troviamo molte porte per la connettività. Sono presenti le porte HDMI, VGA, AV USB e slot SD (ed un jack audio da 3,5 mm) che consentono di collegare TV, smartphone, TV Box, hard disk esterni e chiavette USB. Inoltre il proiettore Leshp può essere utilizzato sia per i PC che per i MAC.

Pregio degno di nota è la presenza degli altoparlanti stereo integrati che ci consentono di poterlo utilizzare senza il bisogno di collegare casse od impianti audio. Questo con le casse audio integrate ha degli speaker che risultano abbastanza potenti ed in grado di fornire un suono alto e pulito. Chiudiamo segnalando la presenza del telecomando che ne permette un comodo utilizzo grazie alla pratica pulsantiera completa.

Yaufey

Proiettore Yaufey

Proiettore Yaufey

Il migliore proiettore economico sotto i 100 euro è quello di Yaufey. Questo proiettore cheap ha un ottimo hardware che riesce a garantirci una qualità dell’immagine superiore a quello degli altri 4 proiettori che vi abbiamo consigliato. Il suo punto di forza e la sua caratteristica che lo differenzia dalla massa è la luminosità, il proiettore Yaufye vanta unaluminosità elevata (per la fascia di mercato) di 1800 lumen, un valore leggermente superiore a tutti i concorrenti. Per una manciata di euro in più è anche possibile acquistare il modello con luminosità a 2200 lumen.

Questa luminosità lo rende un prodotto davvero valido e sopra la media dei concorrenti. Grazie ai 1800 lumen è possibile utilizzare questo proiettore anche in una stanza illuminata senza alcun problema, caratteristica che lo rende molto valido anche per un utilizzo da ufficio. La luminosità elevata rende l’immagine, con un utilizzo al buio, quasi paragonabile alla qualità di una TV. L’immagine può essere proiettata con dimensioni che spazio fra i 32 ed i 120 pollici. La risoluzione rimane uguali ai modelli precedenti, parliamo di 840 x 480 pixel. Anche in questo proiettore sono, naturalmente, supportati i video con risoluzione massima in Full HD. Le immagini e i video risultano sempre brillanti e nitidi anche grazie all’ottimo contrato di 2200:1.

Ottima anche la connettività, tutta via cavo, grazie alla presenza di HDMI da utilizzare per PC, smartphone, tablet e console, ed alle prese VGA ed AV. Ottima la presenza di due porte USB che consente di collegare chiavette USB ed hard disk esterni. Buono anche il sistema di raffreddamento che consente un’ottima aerazione andando ad evitare surriscaldamenti e rumori fastidiosi durante l’utilizzo.

Migliori proiettori a meno di 200 euro

Proiettore Cheerlux C6 Mini

Proiettore Cheerlux C6 Mini

Proiettore Cheerlux C6 Mini

Il Cheerlux C6 Mini è uno dei migliori proiettori economici più piccoli e compatti, ideale per chi deve spostarlo frequentemente. È un proiettore con tecnologia LCD e a LED, con una risoluzione di 800×480 px, luminosità di 1200 lumen, formati supportati 16:9 e 3:4 con compatibilità PAL, NTSC e SECAM, contrasto 1200:1 e uno speaker integrato da 2W. A livello di connettività troviamo una porta USB 2.0, un ingresso HDMI, una porta VGA, quella composite A/V, quella per la TV digitale e un’uscita per le cuffie per poter ascoltare l’audio in maniera autonoma e senza disturbare l’ambiente circostante. Dotato di una lampada con una longevità di 50000 ore, il proiettore Cheerluc C6 Mini dispone anche di una funzione di messa a fuoco manuale e di correzione per la distorsione trapezoidale.

Proiettore portatile WIMIUS T4

Proiettore portatile WIMIUS T4

Proiettore portatile WIMIUS T4

Tra i proiettori economici segnaliamo anche il modello portatile WIMIUS T4 che offre interessanti caratteristiche tecniche ad un prezzo molto vantaggioso. Per quel che riguarda le caratteristiche tecniche troviamo un proiettore on tecnologia LCD, contrasto 2000:1. Risoluzione 1280*800 px, luminosità di 3200 lumen, durata lampada di 20000 ore e ingressi video VGA, 2 porte USB, AV, YPbPr e HDMI con due altoparlanti integrati da 2W ciascuno. Su questo modello troviamo l’obiettivo fisso con messa a fuoco manuale e keystone con correzione manuale da 15°. Disponibile in tre differenti colorazioni (Nero – Argento – Bianco) il proiettore portatile WIMIUS T4 è straordinario per la sua versatilità essendo possibile collegarlo a pc, tablet, smartphone, console, Chromecast, Fire TV, U disk e molti altri dispositivi permettendo di utilizzarlo in qualsiasi circostanza.

Proiettore iUcar FullHD

Proiettore iUcar FullHD

Proiettore iUcar FullHD

Con il proiettore iUcar FullHD abbiamo un dispositivo, disponibile nei colori Nero e Bianco, abbiamo un modello con tecnologia al LED, con risoluzione massima FullHD 1080P, con proporzioni 16:9 e 4:3, luminosità di 3200 Lumen con lampada da 20000 ore, correzione trapezoidale da 15°, altoparlanti stero Hi-HiFi con chip di amplificazione integrato e connettività composta da doppio ingresso HDMI, due porte USB, porta VGA e ingresso TV. Una delle peculiarità di questo modello è il design, unito al materiale e alla tecnologia impiegati per la realizzazione di un sistema di raffreddamento molto potente che riduce notevolmente la rumorosità della ventola. Il proiettore iUcar FullHD può essere collegato al pc, alla fotocamera, alle schede di memoria SD, alle console e ad altri dispositivi portatili.

Proiettore BeamerKing FullHD

Proiettore BeamerKing FullHD

Proiettore BeamerKing FullHD

Passiamo ad analizzare il BeamerKing FullHD, un altro dei migliori proiettori economici molto interessanti. Abbiamo un proiettore con tecnologia LED, risoluzione 1080p FullHD, luminosità di 3500 lumen, contrasto 2000:1 e altoparlante stereo HiFi integrato con chip d’ingrandimento sonoro e sistema di elaborazione sonora. Ottimo anche il sistema di raffreddamento innovativo per la riduzione della rumorosità della ventola e la grande connettività essendo possibile collegare questo dispositivo sia allo smartphone che al pc, alla console, alla scheda di memoria SD, al lettore DVD e a qualsiasi dispositivo multimediale.

Proiettore Joyhero ad Alta Definizione

Proiettore Joyhero ad Alta Definizione

Proiettore Joyhero ad Alta Definizione

Concludiamo questo nostro viaggio parlando del proiettore Joyhero ad Alta Definizione. La prima cosa che colpisce in questo modello è la luminosità: 4000 lumen, un valore altissimo per questa tipologia di proiettori. Le altre caratteristiche tecniche ci parlano di un dispositivo con tecnologia LED, risoluzione 1080p, rapporto di contrasto 1000:1 e correzione trapezoidale di 15°. Su questo proiettore è possibile collegare dispositivi USB, VGA, schede TF e dispositivi con ingressi AV; l’aspetto molto importante è la funzione di sincronizzazione USB che permette di collegare lo smartphone e gli altri dispositivi solamente utilizzando il cavo USB e senza utilizzare l’adattatore HDMI.

Migliori proiettori a meno di 500 euro

Epson EB-W05

Proiettori a meno di 500 euro: Epson EB-W05

Proiettori a meno di 500 euro: Epson EB-W05

L’Epson EB-W05 è uno dei migliori proiettori a meno di 500 euro soprattutto perché è un modello leggero, pratico, maneggevole e semplice da configurare e utilizzare. È ottimo per chi necessita di spostarlo spesso e di doverlo utilizzare in diversi ambienti. A livello tecnico abbiamo un proiettore con tecnologia 3LCD, luminosità di 3300 Lumen, contrasto di 15000:1, risoluzione di 1280×800, correzione trapezoidale, 1 ingresso HDMI, 1 porta USB e livello della rumorosità della ventola di 37dB.

BenQ MS527

Proiettori a meno di 500 euro: BenQ MS527

Proiettori a meno di 500 euro: BenQ MS527

Il proiettore BenQ MS527, con un ottimo rapporto qualità-prezzo come da tradizione BenQ, si presenta semplicemente perfetto per utilizzarlo in ufficio o in un’aula scolastica anche per via della grande silenziosità della ventola. Entrando nel merito delle caratteristiche tecniche di questo modello troviamo un proiettore con tecnologia DLP, contrasto 13000:1, lampada con una durata di 10000 ore, luminosità di 3300 Lumen, risoluzione 1080 FullHD, VGA (640×480) e WUXGA (1920×1200), 1 ingresso USB 2.0, 1 ingresso HDMI e 3 porte VGA. Ottima la modalità SmartECO che riduce i consumi mantenendo un livello di prestazioni elevato.

Acer P1186

Proiettori a meno di 500 euro: Acer P1186

Proiettori a meno di 500 euro: Acer P1186

Tra i migliori proiettori a meno di 500 euro segnaliamo anche l’Acer P1186, un proiettore con tecnologia DLP 3D, luminosità di 3200 Lumen, contrasto 20000:1, risoluzione 1080P HD, WUXGA (1920×1200), 1 speaker integrato, 31dB di rumorosità della ventola, 1 ingresso USB 2.0, 2 porte HDMI, 1 porta VGA e supporto alla connessione Bluetooth. È un modello adatto a tutti e dalle caratteristiche tecniche eccezionali, soprattutto in termini di nitidezza e qualità delle immagini; pensato in maniera specifica per l’utilizzo professionale è splendido per l’home cinema e grazie alla tecnologia Acer ColorBoost II+ e a quella DLP 3D Ready si avrà un’esperienza visiva meravigliosa.

Optoma H183X DMD/DLP

Proiettori a meno di 500 euro: Optoma H183X DMD-DLP

Proiettori a meno di 500 euro: Optoma H183X DMD-DLP

Il proiettore Optoma H183X DMD/DLP si rivela un acquisto azzeccato soprattutto per coloro che cercando un proiettore ottimo per l’home cinema e per un utilizzo domestico senza rinunciare alla comodità di trasporto. Con questo modello, infatti, ci si può organizzare portandolo a casa di amici per vedere eventi sportivi o per organizzare serate di giochi. Il videoproiettore Optoma H183X DMD/DLP ha una risoluzione WXGA di 1280×800, contrasto di 25000:1, luminosità 3200 Lumen con una lampada con una durata di 6000 ore, connessioni VGA, HDMI, RS232 e Composite, altoparlante integrato da 2W e una tecnologia BrillantColor che permette di riprodurre colori molto realistici e con una precisione spettacolare. Oltre alla correzione Keystone questo proiettore permette di riprodurre qualsiasi tipo di contenuto tridimensionale se connesso a una sorgente 3D.

Acer H5382BD

Proiettori a meno di 500 euro: Acer H5382BD

Proiettori a meno di 500 euro: Acer H5382BD

Completiamo la nostra rassegna dei migliori proiettori a meno di 500 euro con l’Acer H5382BD, un modello con tecnologia DLP, luminosità di 3300 Lumen con un’autonomia della lampada di 600 ore, contrasto 20000:1, risoluzione WUXGA (1920×1200), formato di proiezione nativo in 16:9 e compatibile con il 4:3: modalità di riproduzione 3D, connessioni VGA, Wireless MHL, USB e HDMI, 3 speaker integrati da 3W. Questo modello fa parte della gamma Acer Home ed è per questo motivo ideale per utilizzarlo in casa grazie alla qualità dei colori, capace di realizzare un’esperienza visiva notevole.

Migliori proiettori semi professionali a meno di 1000 euro

BenQ MX631ST

BenQ MX631ST

BenQ MX631ST

Tra i migliori proiettori semi professionali partiamo con il BenQ MX631ST che, ad un prezzo molto contenuto, riesce ad offrire elevate caratteristiche tecniche. Questo modello si rivela ideale per gli istituti scolastici e per le realtà aziendali di piccola e media dimensione, grazie soprattutto alla capacità di proiettare immagini molto grandi (fino a 55”) in spazi molto ristretti (anche solo ad un metro di distanza). Il BenQ MX631ST è un proiettore con la scocca in plastica e metallo con tecnologia DLP, con risoluzione FullHD (1024×768 pixel), contrasto immagine di 13000:1, luminosità di 3200 Lumen (con una lampada da 10000 ore di vita), tecnologia SmartEco per il risparmio energetico, 1 porta MHL e 2 porte HDMI, 1 speaker integrato e un livello di rumorosità di 33dB.

WOWOTO H8

WOWOTO H8

WOWOTO H8

Tra i migliori proiettori semi professionali a meno di 1000 euro troviamo il WOWOTO H8, un modello con tecnologia DLP, risoluzione nativa di 1280x800px, supporto anche per la riproduzione di contenuti 3D, luminosità di 3500 Lumen con una lampada che ha una vita di 20000 ore circa, contrasto 10000:1 e un display touch per il controllo dei comandi e delle funzioni. Questo proiettore si caratterizza per la sua dimensione Smart e la sua estrema versatilità: dotato di sistema operativo Android con processore quad-core e 8GB di memoria interna (espandibile tramite microSD), permette di riprodurre qualsiasi tipo di contenuto anche senza collegarlo ad una sorgente esterna, una soluzione molto comoda e pratica per chi utilizza spesso il proiettore anche e soprattutto in ambienti diversi.

Optoma EH416

Optoma EH416

Optoma EH416

Un proiettore molto valido tra quelli semi professionali è sicuramente l’Optoma EH416 sviluppato principalmente per un utilizzo professionale, anche in diversi ambienti data la semplicità di installazione e configurazione. Parliamo di un proiettore che vanta la capacità di offrire una risoluzione pazzesca in qualsiasi tipo di ambiente, a prescindere dalle condizioni luminose. L’Optoma EH416 è un proiettore con tecnologia DLP con formato immagine in 16:9, contrasto di 20000:1, luminosità di 4200 Lumen, risoluzione massima di 1920x1080px, livello di rumorosità di 32dB, 1 speaker integrato e ingressi MHL, VGA e HDMI. Ottime anche la tecnologia Eco+ per il risparmio energetico e la presenza di uno zoom molto potente che permette di collocare il proiettore in qualsiasi punto.

XGIMI Z6 Polar HD

XGIMI Z6 Polar HD

XGIMI Z6 Polar HD

Splendido per ricreare l’home cinema in casa ecco il proiettore XGIMI Z6 Polar HD. Tra le caratteristiche tecniche di questo proiettore con tecnologia DLP troviamo la possibilità di priettare le immagini anche su uno schermo da 180” con risoluzione 1080P HD e supporto anche al 4K, luminosità di 700 Lumen, rapporto di proiezione di 1,2:1, messa a fuoco automatica, riproduzione 3D e connettività WiFi Dual Band fa 2.4/5GHz. Ottimo anche il comparto stereo grazie all’impianto Harman Kardon che permette la riproduzione di un suono preciso e vibrante. Questo proiettore 4K è eccezionale sotto tutti i punti di vista.

Acer H5380BD

Acer H5380BD

Acer H5380BD

Concludiamo questo nostro viaggio all’interno dei migliori proiettore semi professionali a meno di 1000 euro. Si tratta di un proiettore adatto per l’home entertainment (sia 2D che 3D), compatibile con il gaming e caratterizzato dal supporto al Mobile High-Definition. L’Acer H5380BD è un proiettore con tecnologia DLP, risoluzione 720P, luminosità di 3000 Lumen (con durata della lampada di circa 5000 ore), contrasto immagine di 13000:1, formato 16:9 widescreen, tecnologia di Correzione Keystone verticale, scheda Nvidia 3DTV, 1 speaker integrato, tecnologia Acer EcoProjection per la riduzione dei consumi energetici e connettività di due porte VGA, un ingresso S-Video, uno video composito e una HDMI (che supporta anche l’MHL); una delle particolarità è la disposizione delle porte sulla parte laterale del proiettore e non sul retro come capita solitamente in modo da rendere più agevole l’accesso alle stesse.

Migliori proiettori business per professionisti

Epson EB-S04

Epson EB-S04

Epson EB-S04

La Epson è uno dei principali marchi impegnati a realizzare proiettori di assoluta qualità e versatilità. Nel caso dell’Epson EB-S04 abbiamo un ottimo proiettore per il business soprattutto per quel che riguarda la praticità e le potenzialità nell’utilizzo. Parliamo di un proiettore LCD con una risoluzione di 800×600 px, rapporto di contrasto di 15000:1, luminosità 3000 lumen e supporto alle connessioni WiFi, USB, HDMI, VGA e MHL Mobile. Questo modello è consigliato per coloro che cercano un modello semplice da utilizzare e configurare e che assicuri grande affidabilità in termini di prestazioni d’uso.

ViewSonic PA503S

ViewSonic PA503S

ViewSonic PA503S

Passiamo ora al ViewSonic PA503S, un proiettore di medie dimensioni che si rivela estremamente potente soprattutto in ambienti più piccoli e contenuti. Si tratta di un proiettore DLP con una risoluzione di 800x600px, un rapporto di contrasto di 22000:1, una luminosità di 3600 lumen e una connettività garantita dagli ingessi S-Video, Composito, VGA e HDMI. Uno dei punti di forza di questo modello è la modalità SuperEco, capace di ridurre del 70% la luminosità e incidere in maniera significativa sul risparmio energetico, aumentando anche la longevità dei componenti interni.

Optoma ML750e

Optoma ML750e

Optoma ML750e

Tra i migliori proiettori per il business l’Optoma ML750e è uno dei modelli più luminosi e più efficienti in termini di connettività. Parliamo infatti di un proiettore DLP con una risoluzione di 1280x800px, rapporto di contrasto di 10000:1, luminosità di 700 lumen e la connettività composta da ingressi VGA e USB, ma anche microSD. Inoltre l’Optoma ML750e è un proiettore con porte HDMI che assicurano prestazioni elevate per la trasmissione video e audio. Nonostante le dimensioni compatte è un proiettore molto potente, leggero e facile da trasportare. È inoltre possibile ampliarne le funzionalità acquistando a parte un dongle per la connettività WiFi.

Asus ZenBeam E1

Asus ZenBeam E1

Asus ZenBeam E1

Con l’Asus ZenBeam E1 abbiamo un vero e proprio proiettore per il business portatile, della grandezza di una mano. È un dispositivo DLP, con una risoluzione di 854x480px, luminosità di 150 lumen, rapporto di contrasto di 35000:1 e una connettività composta da un ingresso HDMI e uno MHL. È un dispositivo per particolari tipologie di esigenze business, come ad esempio quelle estemporanee o all’aria aperta. Anche per questo motivo l’Asus ZenBeam E1 è un ottimo proiettore per uso esterno. L’Asus ZenBeam E1 è infatti dotato di una batteria integrata da 6000mAh che assicura un’autonomia di circa 5 ore. Non è certamente la soluzione più potente, ma si rivela come una scelta vincente e pratica anche perché non necessita di installazione, ma è sufficiente solamente accenderlo per poterlo utilizzare.

Epson EB-S41

Epson EB-S41

Epson EB-S41

Un altro dei migliori proiettori Epson, piccolo ma elegante e soprattutto efficiente: ecco l’Epson EB-S41. In questo caso abbiamo un dispositivo LCD con una risoluzione di 800×600, una luminosità di 3300 lumen e un rapporto di contrasto di 15000:1. Dal punto di vista della connettività abbiamo un’ampia gamma di possibilità, tra cui il WiFi, l’USB 2.0, l’HDMI, il VGA e l’S-Video. L’aspetto più affascinante di questo modello è quello delle dimensioni estremamente ridotte, estremamente facile e comodo da trasportare, ma che non deve sacrificare niente in termini di prestazioni.

Migliori proiettori per console e gaming

BenQ W1090

BenQ W1090

BenQ W1090

Un ottimo modello, capace di offrire una vivacità dei colori unita ad un realismo pazzesco, è il proiettore BenQ W1090. Parliamo di un modello con tecnologia DLP, luminosità di 2000 Lumens, risoluzione di 1920 x 1080 px, rapporto di contrasto di 10000:1, 2 ingressi HDMI (di cui uno MHL), e uno MiniUSB, RS232, USB, VGA, composite e S-Video. L’aspetto migliore di questo modello è dato dalla ruota dei colori RGBRGB (a sei segmenti) che ha una velocità di 6X e con il supporto della tecnologia BrillantColor rende le immagini brillanti, profonde ed estremamente realistiche.

Acer H6518BD

Acer H6518BD

Acer H6518BD

Tra i migliori proiettori per console troviamo l’Acer H6518BD che con nella sintesi tra luminosità e risoluzione si rivela con un ottimo alleato per il gaming. È un proiettore con tecnologia DLP, luminosità di 3400 Lumens (Durata della lampada di 6500 ore), risoluzione massima 1920 x 1080px FullHD, formato 16:9, contrasto 20000:1, tecnologia opzionale per il trasferimento di dati wireless (in modo da utilizzare questo proiettore anche senza fili), supporto ai contenuti in 3D e collegamento tramite porte HDMITM/MHL. Questo è un modello di proiettore che prevede anche la presenza del Bluetooth con la quale collegare cuffie o altoparlanti senza fili. Questo proiettore è, al pari dei migliori della famiglia Acer, dotato di tecnologia Acer EcoProjection per la riduzione dei consumi e l’ottimizzazione dell’efficienza energetica.

Epson EB-U05

Epson EB-U05

Epson EB-U05

Un ottimo proiettore per il gaming è sicuramente l’Epson EB-U05, che si rivela molto interessante non solo dal punto di vista tecnico, ma anche per la sua semplicità di utilizzo e configurazione. Questo modello è dotato di tecnologia LCD, luminosità di 3400 Lumens, rapporto di contrasto di 15000:1, formato dell’immagine in 16:10, risoluzione 1920 x 1200 px WUXGA, zoom di 1.2x, correzione verticale automatica e correzione orizzontale manuale e un altoparlante da 2W integrato. La connettività è assicurata grazie a 2 ingressi HDMI (di cui uno MHL) e complessivamente si rivela un ottimo modello anche in funzione del rapporto qualità-prezzo.

LG PF1500G

LG PF1500G

LG PF1500G

Tra i migliori proiettori per console l’LG PF1500G è quello a LED con la migliore luminosità. È un modello con risoluzione FullHD di 1920 x 1080px, contrasto di 150000:1, zoom 1.1x, luminosità di 1400 Lumens (durata della lampada di 30000 ore), formato dell’immagine 16:9, rumorosità di 34dB e con una connettività di 2 ingressi HDMI, due USB e uno VGA. Dalle dimensioni compatte questo proiettore, dotato di correzione trapezoidale a 4 punti si rivela estremamente comodo da installare in qualsiasi ambiente potendo proiettare le immagini da qualsiasi angolazione. Inoltre permette di riprodurre contenuti in 3D e di convertire quelli in 2D in formato 3D.

Optoma GT760

Optoma GT760

Optoma GT760

Un’alternativa molto interessante è quella offerta dall’Optoma GT760, un proiettore straordinario in quanto riesce a proiettare un’immagina da 60” anche da una distanza minima di 68cm, ideale per tutti gli ambienti più piccoli. È un proiettore con tecnologia DLP, luminosità di 3400 Lumens (con una durata della lampada di 4500 ore), formato 16:10, risoluzione di 1280 x 800 WXGA, supporto al 3D, contrasto di 20000:1, rumorosità di 31dB, un altoparlante integrato e una connettività composta da un ingresso USB, 2 ingressi VGA, uno HDMI, uno S-Video e uno RS232. Complessivamente un modello affidabile che garantisce un’esperienza visiva e di gioco assolutamente affascinante.

Bio autore

Romano, laureato in Lettere, amante della scrittura e del suo ruolo nel descrivere e raccontare il mondo della tecnologia, del digitale e del web.
Potrebbero interessarti
Consigli per gli acquisti

Black Friday 2019: gli smartphone da tenere d’occhio su Amazon

Consigli per gli acquisti

Migliori cuffie per il gaming su PS4, Xbox e PC del 2019

Consigli per gli acquisti

5 migliori schede SD per smartphone e fotocamere quale acquistare?

Consigli per gli acquisti

6 migliori smartphone con Android One