EditorialeInternet

Telegram vs WhatsApp vs Signal. Qual è il migliore per voi?

Le app di messaggistica spuntano come funghi ormai, ma quando si tratta dei prodotti migliori, tre opzioni spiccano sopra il resto. WhatsApp, Telegram e Signal sono stati sulla cresta dell’onda durante il corso degli anni. In seguito alla notizia degli imminenti cambiamenti di politica sulla Privacy di WhatsApp, molti utenti si stanno chiedendo se dovrebbero passare a qualcos’altro.

WhatsApp, Telegram e Signal sono tutte viste come alcune delle migliori app di messaggistica per Android attualmente disponibili, ma ci sono alcune differenze e oggi ti aiuteremo a vagliare tutto e a prendere la migliore decisione possibile.

Che tu sia un utente WhatsApp esistente in cerca di una nuova casa o che tu abbia appena iniziato ecco tutto quello che devi sapere su Telegram, Signal o WhatsApp.

Disponibilità

Telegram

Telegram è disponibile per tutte le principali piattaforme, tra cui Android, iOS, PC, Mac e anche Linux. Ci sono anche applicazioni Web e Chrome, il che significa che è possibile utilizzare Telegram anche su un Chromebook.

Una delle cose migliori di Telegram è che non c’è un limite al numero di dispositivi in cui si può essere connessi contemporaneamente. Anche se hai più telefoni e computer, puoi accedere al tuo account Telegram su tutti e farlo funzionare senza problemi.

Signal

Quando si tratta di disponibilità, Signal è il più debole del gruppo. È possibile scaricare l’app Signal su Android, iOS, Mac, Windows e PC, ma non ci sono app per Web o Chrome.

Si può essere connessi al proprio account Signal su più dispositivi, anche se c’è un limite di 5 connessioni di dispositivi per account. Inoltre, si può essere connessi a Signal solo su un telefono alla volta.

WhatsApp

WhatsApp è abbastanza simile a Signal sul fronte della disponibilità, anche se ha un vantaggio notevole. L’app è disponibile per Android, iOS, PC, Mac, e c’è un client web che accontenta gli utenti di Chrome OS.

Simile a Signal, WhatsApp ha limiti rigorosi sulle connessioni dei dispositivi. Sono consentiti solo 4 dispositivi attivi per account, e quando si tratta di telefoni, WhatsApp può essere utilizzato solo uno alla volta.

Miglior Disponibilità: Telegram

Se usi molti dispositivi e vuoi accedere ai tuoi messaggi ovunque, Telegram è sicuramente il vincitore.

Crittografia

Telegram

Tutte e tre le app offrono la crittografia in una modo o nell’altro, anche se l’implementazione è un po’ diversa per ciascuna. Nel caso di Telegram, tutti i messaggi regolari (aka Cloud Chats) sono criptati utilizzando lo standard client-server/server-client. Questo permette un facile accesso alle tue conversazioni su tutti i tuoi dispositivi, anche se non è lo stesso livello di crittografia end-to-end che si ottiene di default da altri servizi.

La crittografia end-to-end è supportata in Telegram, anche se sarà necessario utilizzare la funzione Secret Chats per poterla utilizzare. Le chat segrete non vengono salvate automaticamente sui server di Telegram per impostazione predefinita, e per abilitare la funzione, è necessario attivare le chat segrete individualmente per ogni singolo contatto. E, purtroppo, le chat segrete non sono disponibili per le chat di gruppo.

Signal

Tutte le conversazioni in Signal sono gestite tramite crittografia end-to-end, il che significa che Signal “non può leggere i tuoi messaggi o ascoltare le tue chiamate, e nessun altro può farlo”. Se invii o ricevi un messaggio in Signal, non importa da chi sia, è crittografato end-to-end.

Questo è il motivo principale per cui Signal ha una disponibilità di dispositivi molto più rigorosa di Telegram. Tuttavia, se la privacy è della massima importanza per voi, potreste essere d’accordo nel rinunciare a questa comodità. Inoltre, le chat di gruppo in Signal sono crittografate end-to-end senza problemi.

WhatsApp

WhatsApp è quasi identico a Signal in questo senso, visto che tutte le conversazioni di WhatsApp sono crittografate end-to-end per impostazione predefinita. Questo significa che solo tu e la persona con cui stai messaggiando potete vedere il contenuto della vostra conversazione e che “nessuno nel mezzo, nemmeno WhatsApp” può vedere quello che state dicendo. Simile a Signal, la crittografia end-to-end si estende alle chat di gruppo.

Questa crittografia predefinita è il motivo per cui si può essere connessi a WhatsApp solo su un telefono alla volta. Aggiunge meno convenienza all’esperienza complessiva, ma se vuoi la tranquillità di sapere che tutte le tue conversazioni sono sicure al massimo, WhatsApp ti dà questa crittografia di alto livello senza che tu debba pensarci due volte.

Miglior Crittografia: Signal e Whatsapp

Pareggio. Signal e WhatsApp offrono entrambi la crittografia end-to-end di default, rendendoli notevolmente più sicuri di Telegram. Mentre è tecnicamente possibile ottenere la crittografia end-to-end in Telegram, anche se l’implementazione non è altrettanto fluida o funzionale.

Privacy e Sicurezza

Telegram

Al di la del sistema di crittografia, un pò scarso, di Telegram, vediamo insieme le dichiarazioni di Telegram in merito alla Privacy:

Potremmo condividere i tuoi dati personali con: (1) la nostra società madre, Telegram Group Inc, con sede nelle Isole Vergini Britanniche; e (2) Telegram FZ-LLC, un membro del gruppo con sede a Dubai, per aiutare a fornire, migliorare e sostenere i nostri Servizi. Implementeremo garanzie appropriate per proteggere la sicurezza e l’integrità di tali dati personali. Ciò assumerà la forma di clausole contrattuali standard approvate dalla Commissione europea in un accordo tra noi e le nostre società del gruppo interessate.

Telegram ha anche il diritto di condividere i tuoi dati con le forze dell’ordine se “riceve un ordine del tribunale che conferma che sei un sospettato di terrorismo”. Per quello che vale, Telegram dice che questo non è mai successo e che, comunque, se dovesse accadere, sarà completamente trasparente.

Signal

La politica sulla provacy di Signal dice che possono condividere le informazioni con terze parti, ma leggiamo insieme:

Per esempio, i nostri fornitori di terze parti inviano un codice di verifica al tuo numero di telefono quando ti registri ai nostri Servizi. Questi fornitori sono vincolati dalle loro politiche sulla privacy per salvaguardare tali informazioni. Se l’utente utilizza altri servizi di terze parti come YouTube, Spotify, Giphy, ecc. in connessione con i nostri Servizi, i loro Termini e Politiche sulla privacy regolano l’uso di tali servizi.

Signal aggiunge che:

  • Per soddisfare qualsiasi legge, regolamento, processo legale o richiesta governativa applicabile.
  • Per far rispettare i Termini applicabili, comprese le indagini su potenziali violazioni.
  • Per rilevare, prevenire o risolvere in altro modo problemi di frode, sicurezza o tecnici.
  • Per proteggere da danni ai diritti, alla proprietà o alla sicurezza di Signal, dei nostri utenti o del pubblico, come richiesto o consentito dalla legge.

WhatsApp

Anche se sotto il punto di vista della Crittografia, WhatsApp ha una politica seria e corretta, per quanto riguarda la sua politica di Privacy, le cose cambiano parecchio, soprattutto dopo le ultime modifiche che autorizzano WhatsApp a condividere i dati dei propri utenti con Facebook, e lo comunica in questo modo:

Come parte delle Società di Facebook, WhatsApp riceve informazioni da, e condivide informazioni (vedi qui) con, le altre Società di Facebook.

Noi possiamo usare le informazioni che riceviamo da loro, e loro possono usare le informazioni che condividiamo con loro per aiutare a gestire, fornire, migliorare, capire, personalizzare, supportare e commercializzare i nostri Servizi e le loro offerte, compresi i Prodotti delle Società Facebook.

Chiaramente non è possibile non accettare questi termini, ma fortunatamente questa modifica non è applicabile in Italia.

Miglior Privacy e Sicurezza: Signal

Signal vince agevolmente questa partita quando confrontato con Telegram e WhatsApp con una politica di tutela della Privacy sicuramente migliore rispetto alle altre piattaforme

Interfaccia

Telegram

Le app di messaggistica tendono ad essere alcune delle nostre applicazioni più utilizzate, e come tali, si vuole fare in modo che qualsiasi servizio si scelga abbia un’app funzionale e piacevole con cui interagire. Nel caso di Telegram, questo è esattamente ciò che si ottiene.

La home page mostra un elenco di tutte le tue conversazioni in corso, e se si tocca l’icona di ricerca nell’angolo in alto a destra, si può facilmente cercare chat, file e contatti. Tutte le altre impostazioni sono nascoste nel menu ad hamburger, che rivela un sacco di opzioni diverse – che vanno dall’avvio di un nuovo gruppo, alla visualizzazione della cronologia delle chiamate, alla ricerca dei messaggi salvati, e altro ancora.

Signal

Signal ha un’interfaccia utente molto simile a quella di Telegram, vale a dire che è molto minimale e facile da navigare. Le conversazioni in corso sono presentate nella schermata iniziale, e se avete bisogno di cercare qualcosa, c’è una funzione di ricerca nella parte superiore dello schermo.

Toccando i tre punti accanto allo strumento di ricerca si rivela il resto delle opzioni, consentendo di iniziare un nuovo gruppo, segnare i messaggi come letti, invitare gli amici o immergersi nelle impostazioni. Personalmente preferisco la presentazione di Telegram, ma alla fine della giornata, entrambe le applicazioni stanno effettivamente mostrando tutte le stesse informazioni.

WhatsApp

Anche l’interfaccia di WhatsApp ha molto in comune con Telegram e Signal, ma delle tre app menzionate qui, è sicuramente quella che ha più successo.

La pagina predefinita di WhatsApp mostra tutte le tue conversazioni, e se hai bisogno di fare una ricerca veloce, hai questa funzionalità nella parte superiore dello schermo. A differenza di Telegram e Signal, però, c’è di più che si può fare senza dover aprire un hamburger o un menu di overflow.

A sinistra della pagina delle chat c’è una scorciatoia per scattare rapidamente una foto o un video, e una volta che hai fatto una fotografia a qualcosa, puoi pubblicarla sul tuo stato o inviarla direttamente a uno dei tuoi contatti. Troverai anche altre due pagine a destra delle tue Chat, comprese le pagine dedicate allo Stato di WhatsApp (aka storie) e alla cronologia delle chiamate.

Per accedere alle impostazioni, creare un nuovo gruppo, e altro ancora, è sufficiente toccare i tre puntini nell’angolo in alto a destra per visualizzare il menu di overflow.

Miglior Interfaccia: Pareggio

In fondo, come scritto prima, le 3 applicazioni sono fatte in maniera molto simile tra loro.

Personalizzazione

Telegram

Telegram offre molte possibilità di personalizzazione, rendendolo una scelta fantastica se si vuole mettere a punto la propria esperienza di messaggistica a proprio piacimento. Dando una rapida occhiata alla pagina delle impostazioni della chat nell’app Telegram, ecco solo un piccolo assaggio di ciò che si può cambiare:

  • Dimensione del Testo
  • Colore del Tema
  • Schermata dei Messaggi
  • Modalità notte automatica
  • Emoji

Noterete che Signal e WhatsApp sembrano offrire opzioni di personalizzazione simili sulla carta, ma quando si tratta di come alcune di queste cose sono implementate, Telegram fa un passo in più per dare a voi maggior controllo.

È possibile utilizzare modalità di base chiaro/scuro per il tema, ma se questo non è abbastanza, è anche possibile personalizzare lo sfondo e i colori delle bolle dei messaggi praticamente a qualsiasi cosa si possa pensare. Hai anche un controllo incredibilmente granulare sulla dimensione del testo dei tuoi messaggi, con Telegram che ti dà un cursore che va da 12 a 30.

Signal

In confronto a Telegram, le opzioni di personalizzazione di Signal sono molto meno impressionanti. È possibile cambiare il tema dell’app, ma solo in modalità chiara o scura. Si può regolare la dimensione del testo dei messaggi, anche se si è limitati a quattro opzioni preimpostate.

Alcuni utenti potrebbero trovarsi comunque bene con le caratteristiche di personalizzazione che Signal fornisce, ma rispetto a Telegram, è oggettivamente più debole.

WhatsApp

Anche in questo caso, il confronto con Telegram è a vantaggio del secondo. La personalizzazione è limitata alle sole modalità chiara e scura. È possibile cambiare lo sfondo dietro le conversazioni e regolare la dimensione del carattere utilizzando tre opzioni – piccolo, medio e grande.

Purtroppo, non c’è davvero molto altro da dire oltre a questo.

Miglior Personalizzazione: Telegram

Non c’è altro da aggiungere.

Chat

Ci sono un sacco di caratteristiche diverse che vanno a fare un’app di messaggistica robusta, e dando un’occhiata a tutti e tre i servizi di cui stiamo parlando, troviamo questo:

Migliori Caratteristiche Chat: Telegram

Come si può vedere, Telegram offre il più grande set di funzioni rispetto a Signal e WhatsApp. Questo ovviamente a costo della sicurezza rispetto agli altri concorrenti, ma dobbiamo ancora dare credito a Telegram per aver stipato così tanto nella sua app, pur fornendo un’interfaccia pulita e facile da capire.

Gruppi

Telegram

Telegram è una delle app per la messaggistica di gruppo, e dando un’occhiata a tutto ciò che l’app offre, è facile capire perché. Non solo Telegram permette le più grandi chat di gruppo (fino a 200.000 persone), le caratteristiche che si ottengono all’interno delle chat sono anche le più espansive. Ecco cosa si ottiene:

  • E’ possibile menzionare altri utenti
  • Utilizzare bot
  • Rispondere ad uno specifico messaggio
  • Inviare link
  • Gruppi pubblici

Non hai necessariamente bisogno di tutte queste caratteristiche se vuoi solo avere una semplice chat di gruppo con i tuoi amici, ma se stai cercando di portare la messaggistica di gruppo al livello successivo, Telegram è quello che fa per te.

Signal

Signal è una grande piattaforma per le chat di gruppo, e proprio come le vostre conversazioni individuali, le chat di gruppo sono supportate dallo stesso livello di crittografia end-to-end. Per quanto riguarda i limiti di dimensione, è possibile avere fino a 1000 persone in una singola chat.

Avrai anche alcune utili funzioni per le tue chat di gruppo, tra cui:

  • Invitare con un QR Code
  • Menzionare altri utenti
  • Controlli da amministratore

WhatsApp

Le chat di gruppo sono supportate anche in WhatsApp, ma tra tutti i servizi di questa lista, è il meno espansivo dei tre. È possibile avere solo fino a 256 persone in una singola chat di gruppo, e mentre questo può essere più che sufficiente per alcuni utenti, potrebbe essere un problema se si desidera una chat di gruppo con più persone.

Per quanto riguarda le caratteristiche della chat di gruppo, gli aspetti fondamentali ci sono. È possibile impostare limiti su chi può/non può unirsi al vostro gruppo, gli amministratori possono impostare alcuni messaggi da inviare solo ad altri amministratori, e le menzioni del nome utente sono supportate.

Miglior gestione dei Gruppi: Telegram

E’, senza dubbio, il servizio di messaggistica che meglio integra la gestione dei gruppi.

Chiamate e Videochiamate

Telegram

Le chiamate vocali e video sono entrambe supportate in Telegram, permettendoti di conversare oltre la chat basata sul testo. Le chiamate vocali sono crittografate end-to-end utilizzando la stessa tecnologia dietro Secret Chats e utilizzando connessioni peer-to-peer, e Telegram dice che si ottiene una “qualità cristallina” con i migliori codec audio.

Telegram utilizza anche l’AI per migliorare le videochiamate nel tempo.

Signal

Le chiamate vocali e video sono supportate anche in Signal e, come per Telegram, troverete molte delle stesse grandi caratteristiche.

  • Crittografia end-to-end per chiamate vocali e video one-to-one
  • Chiamate di gruppo nelle chat di gruppo
  • Impostazioni personalizzabili per cambiare il layout e le opzioni dell’altoparlante/microfono

Tuttavia, qualcosa di cui prendere nota è che le chiamate di gruppo sono limitate a un massimo di 8 persone.

WhatsApp

L’esperienza di chiamata voce/video di WhatsApp è abbastanza simile a quella di Signal. Sono disponibili chiamate vocali e video, e come le altre due app, sono supportate dalla crittografia end-to-end. Sono supportate anche le chiamate di gruppo, anche se l’implementazione è un po’ diversa.

Proprio come Signal, le chiamate di gruppo di WhatsApp sono limitate a 8 persone alla volta.

Migliori Chiamate e Videochiamate: Telegram

Conclusioni

E quindi, quali sono le conclusioni? Se quello che stiamo facendo è scegliere un vincitore in base a quale app ha vinto il maggior numero di categorie, è chiaramente Telegram. Tuttavia, la risposta può essere più lunga è più complicata.

Telegram è un’app fantastica in molti modi: è il servizio di messaggistica che uso principalmente per molte delle mie conversazioni. La mancanza di qualsiasi limite di dispositivi e l’ampia disponibilità di app lo rende una delle app di messaggistica più accessibili. È pieno di opzioni di personalizzazione e funzioni, e mi piace molto l’interfaccia di Telegram. Per le mie priorità, è la migliore del gruppo.

Ma ci sono due grossi “ma”.

  • Gestione della crittografia che non mi da tutta la sicurezza che vorrei, anche se nel mio caso non ho nulla da nascondere, non tutti hanno le medesime esigenze
  • Purtroppo è ancora poco utilizzata e questo è uno dei più grossi limiti perché, volente o nolente, dovrete utilizzare anche altre app di messaggistica.

In ogni caso, tutte e tre le applicazioni sono più che valide, ben fatte e ben supportate. Tutto dipende dall’uso che dovrete/vorrete farne, ma il mio personalissimo parere è che Telegram sia il vincitore incontrastato sulla carta, ma nella pratica WhatsApp è insostituibile.

Spero di essere riuscito a darvi una buona panoramica del mondo delle app di messaggistica presente nel mercato e di avervi dato i mezzi per decidere quale tra queste sia la migliore per voi.


Fonte AndroidCentral

banner telegram - canale offerte

Potrebbero interessarti
GuideInternetRisorse gratis

I 15 migliori siti torrent del 2021 per scaricare file in sicurezza!

AppleEditorialeMac

Apple manterrà macOS sui propri computer per i prossimi 20 anni?

GuideInternetRisorse gratis

Scaricare ebook gratis: i 17 migliori siti del 2021 per trovare libri

GuideInternet

Come raggruppare le schede di Google Chrome