Nel corso dell’MWC di quest’anno Wiko si è contraddistinta per gli smartphone Wiko View 2 e View 2 Pro grazie a design ispirati ed alle nuove interfacce stock. In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di avere fra le mani Wiko View 2: uno dei migliori smartphone di fascia bassa del 2018 grazie ad un buon hardware e ad un prezzo di circa 170 euro. In questo articolo vi presento la recensione di Wiko View 2 nella sua versione standard, non Pro, e vi spiego quali sono i suoi segreti, pregi e difetti.

Confezione, contenuto ed unboxing

wiko view 2 - contenuto confezione

La scatola di View 2 si presenta fin da subito con un formato diverso da quelle a cui ormai ci siamo abituati, più piatta e larga ed in grado di contenere tutto quello che serve. Nella confezione dello smartphone Wiko trovano posto: un alimentatore USB 5V/2A compatibile con la ricarica veloce, un cavo microUSB da utilizzare per ricarica e trasferimento dati ed un paio di cuffie stereo in ear di media qualità. Niente di eccezionale ma ci si trova tutto il necessario per utilizzare il device.

Design e costruzione

wiko view 2 - notch

Un device molto bello esteticamente e dotato di carattere ed originalità

Wiko View 2 prende spunto della linee di iPhone X e dalle idee di design di Essential Phone: il risultato è un device molto bello esteticamente e dotato di carattere ed originalità. Il profilo esterno è realizzato in metallo e dona allo smartphone eleganza e robustezza. Il retro è realizzato in plastica lucida, che fa un po’ effetto vetro, e rende piacevole anche la parte posteriore. Al centro di quest’ultima trovano posto un veloce sensore per le impronte digitali e, nella parte alta, la fotocamera con flash LED. La realizzazione della cover in plastica risulta, sul lungo periodo, un po’ “cheap” e si noterà fin da subito qualche ditata, è però onestamente difficile chiedere di più ad uno smartphone di questa fascia di prezzo. La parte frontale è sgombra, ad esclusione della parte alta dove trovano posto il led di notifica RGB, la sottilissima capsula auricolare ed il notch per lo sblocco con il volto. Sui lati trovano posti i classici pulsanti, il connettore microUSB, il jack per le cuffie ed il doppio speaker mono. Piacevole la zigrinatura del tasto Power che lo rende facilmente utilizzabile e identificabile.

Il design è complessivamente molto piacevole e la realizzazione solida grazie all’utilizzo di buoni materiali. Il device è bello da vedere, comodo ed ergonomico da utilizzare.

Hardware e connettività

Vanta una dotazione completa di sensore per le impronte e sblocco facciale

La scheda tecnica di View 2 è in linea con gli altri device di fascia bassa ma vanta una dotazione completa di sensore per le impronte e sblocco facciale. Dietro l’ottimo aspetto estetico e la buona qualità costruttiva troviamo un buon hardware composto da: processore Qualcomm Snapdragon 435 MSM8940 Octa-Core 1,4GHz, scheda grafica Adreno 505 e 3 GB di memoria RAM. Grazie a queste specifiche è possibile ottenere buone performance in tutti i settori di utilizzo e la totalità delle app presenti nel Play Store funzionano in maniera fluida. Qualche sofferenza in più si nota nel gaming, campo dove View 2 non brilla ma fila sempre liscio, senza problemi e blocchi.

Le memoria interna è di 32 GB, più che sufficienti per la grandissima parte degli utenti, e risultano espandibili grazie all’utilizzo di memorie microSD. E’ presente anche la possibilità di utilizzare due SIM grazie al buon funzionamento della connettività Dual SIM, qualora decidiate di utilizzarle entrambe però dovrete sacrificare lo slot ibrido della memoria SD. Lo speaker mono, posizionato nella parte inferiore del device, ha una buona qualità ed una potenza in linea con i device della stessa fascia di prezzo.

Valido anche il reparto connettività con connessioni 4G LTE fino a 300 Mbps, WI-FI 802.11 b/g/n mono banda, Bluetooth 4.2, Radio FM, chip NFC e la presenza della porta microUSB (si sarebbe potuto optare per una USB type-C) e del jack audo da 3,5 mm.

Display

wiko view 2 - display

un bel display IPS con rapporto 19:9 e risoluzione HD+

Wiko View 2 ha uno schermo che ci ha piacevolmente stupito e convinto. I device di fascia bassa tendono solitamente ad avere nello schermo il loro punto debole, View 2 non rientra fra questi grazie ad un bel display basato su tecnologia IPS e dotato di un rapporto 19:9 e risoluzione HD+ (1528 x 720 pixel) con densità dei pixel di 282 ppi. La risoluzione non fa urlare al miracolo ma risulta sicuramente sufficiente per un utilizzo normale del telefono. I colori sono brillanti, visibilità, luminosità ed angoli di visione sono buoni e lo schermo risulta sempre piacevole da utilizzare.

Piacevole ed elegante la forma scelta per il notch che riesce a contraddistinguere View 2 dalla massa dei device dal design sempre uguale. La forma rotondeggiante risulta anche invasiva durante l’utilizzo.

Da segnalare anche la possibilità di utilizzare l’ambient display, la modalità notturna con riduzione della luce blu, il doppio tocco per l’accensione dello schermo e la possibilità di riattivare il display andando a sollevare lo smartphone, quest’ultima feature risulta particolarmente comoda in abbinata allo sblocco facciale.

Software

 

Wiko ha fatto l’intelligente scelta di optare per una versione stock di Android

Nel corso del tempo sono state molto le case produttrici di smartphone che hanno provato a realizzare versioni personalizzate di Android, spesso con pessimi risultati. Wiko ha fatto l’intelligente scelta di optare per una versione stock di Android. Wiko ha apportato solamente qualche leggera personalizzazione al fine di gestire al meglio la presenza della tacca (prevista naturalmente solo dalla versione P di Android) e per migliorare fotocamera e home. Il notch è gestito in maniera discreta e permette di gestire bene la presenza di notifiche, chiamate e musica in esecuzione che rimango sempre ben evidenti. La scelta di utilizzare lo schermo intero, quindi escludendo la presenza del notch, risulta azzeccata per molte applicazioni, meno per altre e per i social dove l’utilizzo della barra nella parte alta dello schermo causa qualche noia. E’ comunque possibile disattivare l’esecuzione delle app a schermo interno dalle impostazioni.

Fra le personalizzazioni alla versione 8.0 di Android Oreo realizzare da Wiko vale la pena di citare l’implementazione dello sblocco con il volto, sempre preciso e veloce anche in condizioni di scarsa illuminazione, e la presenza della modalità ad una mano che risulta molto comoda.

Il sistema operativo stock scorre sempre fluido e funziona senza rallentamenti e problemi. Le prestazioni sono quindi ottime e riusciranno a soddisfare la grandissima parte degli utenti per un utilizzo standard dello smartphone.

Fotocamera

wiko view 2 - sensore impronte e fotocamera

con buona luce si riescono ad ottenere foto interessanti

Wiko View 2 monta una fotocamera principale singola da 13 megapixel con apertura focale f/2.0. In situazioni di scarsa illuminazione si ottengono foto sufficienti, come naturale che sia per un device di fascia bassa, mentre con buona luce si riescono ad ottenere foto interessanti che ci hanno soddisfatti durante i nostri test. L’utilizzo dell’ottimo software della fotocamera ci ha permesso di ottenere buone foto grazie al buon funzionamento dell’HDR automatico, della rilevazione automatica della scena ed alla possibilità di applicare dei piacevoli effetti live. Buona anche la fotocamera frontale da 16 megapixel con apertura focale f/2.0 che consente di realizzare ottimi selfie. Sufficienti infine i video che possono essere registrati in Full HD e stabilizzati via software su entrambe le ottiche. Un comparto fotografico quindi sufficiente che permette di realizzare buone foto e video in condizioni di buona illuminazione.

Batteria ed autonomia

View 2 ci permette di arrivare alla fine della giornata senza problemi

View 2 monta una batteria da 3000 mAh che, in combinata col processore non troppo esoso di risorse, permette di arrivare alla fine della giornata con una carica residua del 20%. Con un utilizzo più contenuto è possibile utilizzare lo smartphone fino ad una giornata e mezza, difficilmente è possibile andare oltre con connessioni dati e WiFi attive.

Prezzo

Uno dei grandi punti di forza di Wiko View 2 è il prezzo di vendita. E’ proposto al pubblico a circa 170 euro, un prezzo il linea con quanto offerto ed in grado di rendere questo smartphone molto appetibile.

Conclusione e giudizio finale su Wiko View 2

Wiko View 2 è uno smartphone esteticamente molto bello e ben costruito. Il comparto hardware è nella media, non brilla in nessun campo ma riesce a fare bene in tutte le sue funzionalità. La fotocamera è discreta, la batteria buona ed il software stock veloce e fluido. Se cerchi uno smartphone di fascia bassa bello e funzionale, e con un ottimo rapporto qualità-prezzo, puoi valutare seriamente l’acquisto di View 2.

Galleria fotografica

GIUDIZIO FINALE
Confezione
8
Design e costruzione
8
Hardware
8
Display
7
Software
8
Fotocamera
7
Batteria
8
Prezzo
7,5
SHARE
Articolo precedenteDell XPS 13 9370: l’unboxing fotografico dell’ultrabook Windows
Articolo successivoI migliori launcher Android per i meno giovani