Come registrare una chiamata WhatsApp su Android o iOS

icona whatsapp
Seguici su Google News

Se è vero che WhatsApp è l’app di messaggistica d’eccellenza, capace anche di inviare foto e video, al giorno d’oggi è diventato anche un software ideale per effettuare chiamate e videochiamate.

Rispetto ad altre app concorrenti, però, questa presenta un piccolo limite: non consente la registrazione di chiamate integrate nel programma. In passato ti abbiamo accennato alle migliori app per svolgere questo specifico lavoro ma, in questo contesto vogliamo approfondire in modo più specifico come compiere questa azione con WhatsApp, sia su Android che attraverso iOS.

Tieni presente che app come Zoom offrono funzioni integrate, mentre se utilizzi Skype avrai a che fare con una procedura diversa.

smartphone, whatsapp, app
Photo by antonbe on Pixabay

Registrare una chiamata WhatsApp? Alcune premesse importanti

WhatsApp non supporta nativamente la registrazione delle chiamate né sulla versione mobile né su quella desktop.

Non preoccuparti perché questo è un problema che, seguendo questa guida, potrai risolvere facilmente. Molti dei metodi per registrare una chiamata WhatsApp sono abbastanza semplici da attuare, anche se le tue conoscenze non sono elevatissime in questo ambito.

Nota bene: registrare le telefonate, in molti casi, non è legale. Prima di effettuare questo tipo di azione, dunque, informati sulle leggi vigenti onde evitare denunce e grane di non poco conto.

L’approccio semplice: app installate di default

Se hai un telefono Android, è probabile che il tuo dispositivo sia dotato di default con un’app di registrazione vocale. Per provare ad applicare questa soluzione dovresti:

  • Avvia la chiamata WhatsApp (se utilizzi uno smartphone che supporta il multitasking, dovresti essere in grado di chiudere la chiamata WhatsApp senza terminarla);
  • Cerca un’app sullo smartphone (il nome può cambiare a seconda del produttore), che consenta la registrazione e avviala.

Nota bene: la tua chiamata dovrà essere in vivavoce per assicurarti che il tuo registratore catturi entrambe le parti. Tieni presente che, utilizzando questa soluzione, l’audio non sarà di certo ottimale.

Questa non è la soluzione che ti offre il miglior risultato possibile, ma andrà bene in caso di necessità. Se il tuo telefono non è dotato di un’app simile, ti consigliamo l’app Registratore di Google.

Utilizzo di un’app di terze parti (Android)

Le app di terze parti che offrono funzionalità di registrazione delle chiamate su WhatsApp sono una dozzina e coprono un’ampia gamma di funzionalità, costi e compatibilità con più programmi. Una delle migliori opzioni per registrare una chiamata vocale WhatsApp su Android è Registra Chiamate – Cube ACR, disponibile su Google Play Store.

Questa app per la registrazione delle chiamate è gratuita, il che è un grande vantaggio. Sebbene contenga annunci pubblicitari, questi non risultano troppo invadenti. Registra chiamate offre la registrazione automatica delle chiamate in arrivo, nonché la registrazione delle chiamate su diversi programmi tra cui figura WhatsApp.

Questa app è ricca di funzioni interessanti come shake-to-mark che ti consente di scuotere il telefono per sottolineare momenti importanti in una conversazione in modo da poterli consultare in seguito con estrema facilità.

Dispone inoltre del supporto per il backup su cloud delle tue registrazioni, nonché di una modalità silenziosa che ti consente di nascondere il widget di registrazione e l’app stessa.

Ovviamente Registra chiamate è solo un assaggio di ciò che può offrirti lo store digitale di Google. In tal senso, ti invitiamo a dare un’occhiata all’articolo specifico che abbiamo preparato in merito.

WhatsApp pagamenti

Registrare chiamate WhatsApp su iOS: la questione si complica

Apple rende la registrazione delle chiamate (non solo con WhatsApp) dal tuo iPhone un compito molto più arduo. Innanzitutto, questo processo inizia con uno svantaggio di base, poiché alle app di terze parti non è consentito accedere contemporaneamente all’app del telefono e al microfono.

Ciò spiega perché non esistono software dell’App Store che supportino chiaramente le registrazioni delle chiamate WhatsApp. Tutto ciò non significa che tu debba arrenderti: esistono infatti soluzioni che, seppur scomode, risultano alquanto efficaci.

Un esempio? Il registratore dello schermo nativo del tuo iPhone, sebbene sia in grado di captare e salvare il suono generato dalle app. Ricordati però che non catturerà la tua voce durante la chiamata poiché il microfono è già utilizzato.

Se vuoi seguire un’altra via alternativa puoi provare ad effettuare una chiamata in vivavoce, dopodiché utilizzare un secondo telefono o un computer dotato di microfono per registrare “artigianalmente” la conversazione.

In questo senso, però, dovrai anche fare qualche prova per capire quanto devi essere distante dal microfono affinché registri chiaramente la chiamata.

Un registratore esterno

Se limiti software e altri problemi ti impediscono di registrare le chiamate su WhatsApp, puoi sempre scegliere la via più classica, ovvero scegliere un registratore esterno per le chiamate.

Puoi utilizzare un registratore di chiamate esterno che funziona tramite il jack aux da 3,5 mm dello smartphone. Se hai uno smartphone senza jack, lo stesso effetto può essere ottenuto collegandolo tramite un dongle. Esistono diverse opzioni più che valide, fornite anche da brand alquanto blasonati.

Basta collegarli, avviare la registrazione e iniziare la chiamata WhatsApp. Dovrai trasferire questi file sul tuo computer prima che siano di grande utilità, il che richiede un passaggio aggiuntivo.

Tutto sommato, registrare una chiamata WhatsApp su un dispositivo Android è molto più semplice che su un dispositivo iOS. Se hai necessità e buona volontà, anche su iPhone puoi comunque trovare soluzioni efficaci.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech
Argomenti:

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram