Consigli per gli acquisti

Le 11 migliori alternative ai Raspberry Pi del 2020

Migliori alternative a Raspberry Pi
Migliori alternative a Raspberry Pi

Migliori alternative a Raspberry Pi

Il mondo della tecnologia ha conosciuto un prima e un dopo l’introduzione di Raspberry Pi. Con il clamoroso successo di questi microcomputer (noti anche come computer su scheda) è tempo di scoprire quali sono le principali alternative a Raspberry Pi.

Cos’è Raspberry Pi

Raspberry Pi

Raspberry Pi

Prima di entrare nel merito delle alternative a Raspberry Pi vogliamo ricordare cos’è Raspberry Pi, in modo anche di capire meglio perché scegliere un modello diverso e quali sono i pro e i contro di ogni versione. Raspberry Pi è una scheda dalle dimensioni molto contenute (parliamo della grandezza di un bancomat) sulla quale sono presenti tutti i componenti utili per farla funzionare. Sulle schede Raspberry Pi (negli anni sono stati prodotte diversi modelli) trovano posto componenti hardware (processore, GPU, RAM), quelli dedicati alla connettività (WiFi, Bluetooth, USB e HDMI), così come quelli per l’archiviazione (lettori di schede SD). Date le dimensioni ridotte, la potenza hardware e l’enorme versatilità, la diffusione di questa scheda è stata enorme, anche in virtù dei suoi diversi impieghi.

Raspberry Pi è infatti considerato da molti come un server perfetto, ma anche una spettacolare opportunità da utilizzare come:

  • un’ottima hacking station;
  • sistema educati per spiegare i sistemi di programmazione;
  • controller per gli impianti di domotica;
  • media center;
  • un vero e proprio computer;
  • controllo delle condizioni climatiche;
  • display per le automobili.
Cosa fare con Raspberry Pi

Cosa fare con Raspberry Pi

Ma non è tutto. Uno dei principali impieghi di questa tipologia di schede è quello orientato al settore gaming, con la possibilità di emulare e riattivare le prime console che hanno ottenuto successo negli anni Ottanta e Novanta. Tra le altre è infatti possibile costruire un Nintendo Classic Mini utilizzando questa piccola scheda.

È quindi facile intuire come sia enorme l’interesse verso questo tipo di tecnologia. Nel corso degli anni sono state tante le aziende che hanno voluto proporre i propri dispositivi e contendersi una fetta di mercato non indifferente. Ecco quindi perché parliamo delle migliori alternative a Raspberry Pi.

Le 11 migliori alternative a Raspberry Pi

Abbiamo scelto 11 dei migliori modelli alternativi a Raspberry Pi, in modo da offrire una panoramica il più completa possibile su questo tipo di dispositivi.

Asus Tinker Board S

Asus Thinker Board S

Asus Thinker Board S

Tra le migliori alternative a Raspberry Pi sicuramente compare tra i primi posti la scheda Asus Thinker Board S. Parliamo di un prodotto di grande qualità dotato di un connettore a 40 pin (lo stesso della Raspberry Pi 3), con un processore quad-core molto potente e una GPU ARM Mali-T764. Dell’Asus Thinker Board S da segnalare anche la presenza di una memoria interna da 16GB simile a un SSD e per questo più veloce e stabile rispetto alle altre tipologie di memorie interne.

Onion Omega2 Plus

Onion Omega2 Plus

Onion Omega2 Plus

La Onion Omega2 Plus è una delle migliori alternative a Raspberry Pi anche e soprattutto per il prezzo davvero ridotto. Dal punto di vista tecnico abbiamo una scheda con un processore da 580MHz, 128MB di RAM e 32MB di memoria interna. La connettività è data dallo slot per la microSD, due ingressi UART, il WiFi b/g/n, due ingressi PWM e una porta USB 2.0. La scheda Onion Omega2 Plus lavora su sistema operativo Linux Embedded Development Environment che gli assicura un’ampia versatilità e flessibilità.

NVIDIA Jetson Nano

NVIDIA Jetson Nano

NVIDIA Jetson Nano

Con la NVIDIA Jetson Nano abbiamo un’alternativa decisamente più costosa, ma anche più potente. Più che una semplice scheda abbiamo un vero e proprio kit ideale per il deep learning e l’intelligenza artificiale. Parliamo di una scheda con processore ARM Cortex-A57 quad-core, con 4GB di RAM LPDDR4 a 64-bit e una GPU Maxwell basata su architettura NVIDIA. Sono presenti ingressi Ethernet, HDMI, PCIE, USB 3.0 e tre porte USB 2.0 con una memoria interna è da 16GB.

Orange Pi Zero H2

Orange Pi Zero H2

Orange Pi Zero H2

Un’altra alternativa molto economica alla Raspberry Pi è la scheda Orange Pi Zero H2. È un computer open-source con un processore quad-core A7, 256MB di RAM e una memoria interna che può raggiungere i 64GB. Supporta diversi sistemi operativi e prevede anche una porta di rete da 100MB, un alimentatore USB OTG, una porta USB 2.0. Tra le caratteristiche della Orange Pi Zero H2 troviamo anche l’antenna WiFi 802.11 b/g/n.

Arduino Mega 2560

Arduino Mega 2560

Arduino Mega 2560

L’Arduino Mega 2560 è una scheda economica ma allo stesso tempo potente e particolarmente consigliata per sviluppare progetti di robotica e per gestire le stampanti 3D. Dal punto di vista tecnico la principale caratteristica della scheda Arduino Mega 2560 è che è basata su un microcontollore, a differenza delle Raspberry Pi che sono basate su microprocessori. È dotata, tra le altre, di 4 porte seriali hardware UART, un ingresso USB, il jack di alimentazione, il pulsante di reset e 16 ingressi analogici.

Banana Pi-M64

Migliori alternative a Raspberry Pi: Banana Pi-M64

Banana Pi-M64

Una buona alternativa a Raspberry Pi è la scheda Banana Pi-M64 a 64bit che supporta numerosi sistemi operativi tra cui Ubuntu e Android. L’hardware di questa scheda è composto da un processore octa-core da 1.2GHz, una GPU dual-core Mali 400, 2GB di RAM e 8GB di memoria interna integrati che possono essere aumentati tramite microSD. Non mancano i modulo Bluetooth e WiFi integrati e la possibilità di riprodurre video fino a 1080p.

BBC Micro:Bit

Migliori alternative a Raspberry Pi: BBC Micro Bit

BBC Micro Bit

Il produttore di questa scheda è proprio la celebre TV inglese, che l’ha sviluppata proprio per permettere ai giovani britannici di accedere al mondo della programmazione. La BBC Micro:Bit è una scheda piccolissima (la metà di una Raspberry Pi) e ha un processore ARM Cortex-Mo da 32bit, il modulo Bluetooth e un ingresso microUSB. La particolarità di questa scheda è data sia dalla sua alimentazione (due classiche batterie stilo AA) e la presenza di una serie di LED da configurare e di alcuni sensori come il magnetometro, l’accelerometro e la bussola che possono essere programmati in funzione delle diverse esigenze.

Huawei HiKey 960

Migliori alternative a Raspberry Pi: Huawei HiKey 960

Huawei HiKey 960

Come alternativa a Raspberry Pi l’Huawei HiKey 960 può vantare di essere nata dalla collaborazione di Google, ARM e Huawei. Una carta d’identità niente male. Dal punto di vista hardware troviamo il processore Kirin 960 (lo stesso che troviamo sia sull’Honor 9 che sull’Huawei P10), 3GB di RAM, 32GB di memoria interna, modulo WiFi, Ethernet, HDMI e Bluetooth. L’aspetto interessante è la presenza di un connettore per collegare un disco SSD e di due piastre di espansione (60 e 40 pin) che aumenta notevolmente la versatilità di questa scheda.

NanoPi NEO4

Migliori alternative a Raspberry Pi: NanoPi NEO4

NanoPi NEO4

La NanoPi NEO4 è una delle schede più economiche attualmente disponibili. Su di essa troviamo il processore Rockchip RK3399, la GPU Mali-T864, 1GB di RAM e il supporto al WiFi, all’HDMI 2.0, alla porta Gigabit Ethernet e all’USB 3.0. Una soluzione molto potente per un costo davvero molto contenuto.

ODroid XU4

Migliori alternative a Raspberry Pi: ODroid XU4

ODroid XU4

L’ODroid XU4 è un microcomputer che monta un processore Samsung octa-core Exynos 5422 di assoluto livello, su una scheda dalle dimensioni ancora più piccole rispetto a quelle della Raspberry Pi. Dal punto di vista hardware troviamo inoltre 2GB di RAM, la GPU MaliT-628 e la presenza dell’interfaccia Gigabit Ethernet e di quella USB 3.0. L’aspetto interessante di questo modello è la capacità di eseguire vari tipi di sistemi operativi, tra cui Linux e Android, quest’ultimo sia nelle versioni 4.4 e 5.0, che in quella 7.1 Nougat.

Rock64

Migliori alternative a Raspberry Pi: Rock64

Rock64

Un mini PC molto interessante (ed economico) è il Rock64 sulla quale troviamo un processore ARM A53, 3GB di RAM, un ingresso USB 3.0 e il supporto sia all’HDR che al 4k. Per questo motivo la scheda Rock64 è particolarmente indicata per la realizzazione di un media center con il quale trasformare ogni televisore in una smartTV di tutto rispetto.

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Romano, laureato in Lettere, amante della scrittura e del suo ruolo nel descrivere e raccontare il mondo della tecnologia, del digitale e del web.
    Potrebbero interessarti
    AccessoriAppleConsigli per gli acquisti

    7 Migliori stand per Apple Watch!

    Consigli per gli acquistiGuidePC

    Quali sono i migliori accessori per il gaming: ecco gli imperdibili!

    Consigli per gli acquisti

    3 migliori switch HDMI per collegare più dispositivi

    Consigli per gli acquisti

    I migliori accessori per la vostra GoPro