Consigli per gli acquistiEditoriale

Come scegliere un TV perfetto per i videogiochi

La distanza dalla parete del proiettore

Vorresti gustarti il videogioco che hai appena acquistato per la tua console, magari senza rinunciare alla splendida grafica? Per raggiungere questo obiettivo è essenziale possedere un televisore di alta qualità. In questo articolo andremo a esplorare tutte le caratteristiche da prendere in considerazione prima di acquistare un nuovo TV da gaming.

Una TV

L’immagine di un televisore a schermo piatto. Questi prodotti sono oggi sempre più evoluti e offrono non pochi benefici agli utenti.

Crediamo sia importante sottolineare che, andando a compiere questo acquisto nel 2020, dovrai considerare che la prossima generazione di console (PlayStation 5 e Xbox Series X) è oramai alle porte. Per evitare di dover cambiare il televisore tra poco tempo, sarebbe quindi consigliabile optare per qualcosa con delle specifiche tecniche leggermente migliori. Sicuramente, dato che bisognerebbe preferire un prodotto compatibile con il 4K HDR, la quantità di denaro che dovrai investire sarà maggiore.

TV per videogiochi: le caratteristiche principali

Per acquistare un prodotto di alta qualità, sarebbe bene tenere in considerazione alcune caratteristiche. Il nostro consiglio è quello di assicurarti che il prodotto che ti appresti a comprare non abbia carenze per quanto riguarda i seguenti fattori:

Xbox One

Un joystick per Xbox One, console per videogiochi prodotta da Microsoft e arricchita da contenuti multimediali.

  • Ritardo: per utilizzare i tuoi videogiochi preferiti, senza eventuali lag o problemi vari, sarebbe opportuno che la latenza (o ritardo) sia bassa, puntando su 30 ms o un valore ancora minore.
  • Frequenza di aggiornamento: per quanto riguarda la frequenza di aggiornamenti, la scelta dovrà essere influenzata dal tuo budget a disposizione: se esso è limitato, puoi accontentarti di 60 Hz; altrimenti non lasciarti sfuggire i 120 Hz. La differenza è molto evidente, ma anche con la prima otterrai un’esperienza soddisfacente.
  • 4K e HDR: successivamente scopriremo a cosa si riferiscono questi parametri. Per il momenti ci limitiamo a sottolineare che, nel 2020, avere un TV di questa tipologia ti consentirà di poter gustare successivamente anche i prodotti videoludici che impreziosiranno la prossima generazione di console.
  • Ingressi video: Per ovvie ragioni, il televisore che andrai ad acquistare dovrà avere degli appositi ingressi, tra cui HDMI, RCA, s-video e coassiali.

Potrebbe sembrare, a prima vista, un discorso molto complesso, ma come vedrai è semplice capire come compiere la scelta giusta. A seguire andremo a scoprire nel dettaglio tutte le caratteristiche da tenere in considerazione.

La latenza

La latenza è forse l’aspetto più importante in un televisore che dovrà poi accogliere un qualsiasi videogioco. Questo valore indica il tempo impiegato dal TV per elaborare le immagini e proporle sullo schermo. Un eccessivo ritardo potrebbe non permetterti di reagire tempestivamente ai nemici di Call of Duty o di rubare la palla alla quadra rivale in Fifa.

Solitamente, in commercio, si trovano TV con un ritardo di 60 ms. Questo è un po’ troppo per chi vorrebbe utilizzare i videogame. Sarebbe consigliabili optare per un prodotto con una latenza pari o inferiore a 30 ms. La scelta perfetta è invece 13 ms: un ritardo davvero minimo che ti consentirà di rispondere rapidamente a ogni input.

Spesso, i videogiocatori si concentrano maggiormente sulla definizione del proprio TV, cercando di risparmiare e trovandosi davanti a una latenza davvero eccessiva. Spendendo qualche centinaia di euro per un TV 4K con ritardo 60 ms, potresti infatti assicurarti un’esperienza peggiore rispetto a quella con un televisore 1080p e ritardo 13 ms.

Il frame rate

Riconosciuto con diversi nomi, frame rate, FPS o frequenza dei fotogrammi, questo valore merita di essere analizzato. Anche se molti credono che l’occhio umano non riesca a cogliere differenze, è importante sottolineare che non è affatto così: le differenze tra 120 Hz e 60 Hz sono molto evidenti. Come puoi immaginare, questa caratteristica influenza significativamente il costo. Il nostro consiglio è il seguente:

Spiegazione Frame Rate

La frequenza dei fotogrammi è la frequenza di cattura dei fotogrammi che compongono un qualsiasi video. Più questo valore è alto e più la qualità sarà maggiore. Sarebbe opportuno dedicare molte attenzioni a questa scelta.

  • Se giochi principalmente in single player, non hai mai utilizzato un display con una frequenza di aggiornamento maggiore e il tuo budget è limitato, puoi tranquillamente accontentarti di 60 Hz.
  • Sei un videogiocatore esperto? Hai già utilizzato schermi con refresh rate molto alto? In questo caso sarebbe consigliato acquistare un TV da 120 Hz.

4K e HDR

Sony PS4 e Microsoft Xbox One X supportano il 4K, ma quasi tutti i videogiochi hanno una grafica pensata per il 1080p. Trovandoci però in un periodo di passaggio, dato che la next gen è quasi pronta, sarebbe opportuno optare per un televisore con una risoluzione molto alta. Tieni in considerazione che:

  • Negli schermi con una diagonale lunga meno di 45” non è facilmente distinguibile la differenza tra 4K e 1080p.
  • Per i TV da 45” o più sarebbe bene optare per il 4K, dato che la differenza è molto evidente.
TV: il logo 4K e HDR

Questo è il simbolo che indica che un determinato TV è compatibile con il 4K e la tecnologia HDR.

L’HDR assicura un’immagine di altissima qualità, con neri molto scuri, bianchi lucenti e dettagli parecchio evidenti. Essendo largamente supportata dalle attuali console in commercio, questa è oramai una caratteristica davvero imperdibile.

Ricordiamo che, qualora il tuo budget sia limitato, sarebbe meglio preferire una latenza minore e considerare il 4K e l’HDR come un optional in vista delle future console.

TV OLED: sì o no?

Gli schermi OLED possono non utilizzare alcuni determinati pixel e limitare la retroilluminazione. Tutto ciò si traduce in:

  • Un nero molto scuro;
  • Dettagli più definiti.

Eppure, sono numerosi i videogiocatori che sconsigliano questa tipologia di televisore. Perché? Semplice: questi display sono spesso vittime del cosiddetto “Burn-In”. Questo fenomeno consiste nello scolorimento di un’area del display causato da un accumulo non uniforme di pixel. Ti troverai quindi a dover convivere con delle sagome che rimangono sullo schermo. Il problema non sussiste quando ci limitiamo a guardare un film o una serie TV, ma il discorso cambia quando in primo piano, per molte ore al giorno, vi è il personaggio di un videogioco.

Una TV OLED

Questa è un televisore OLED, con una qualità molto alta, un nero scuro e un bianco abbastanza luminoso. Questa tecnologia è consigliata soprattutto per tutti coloro i quali guardano molti film e show televisivi.

Altra problematica che interessa i TV OLED da 120 Hz: essi tendono spesso a sfocarsi senza una ragione ben precisa. Secondo molti, l’errore nasce dall’eccessivo tempo (alcuni millisecondi) che serve ad alcuni pixel per accendersi.

Questa tipologia di televisori è quindi indicata per tutti coloro i quali:

  • Non pretendono necessariamente di ottenere 120 Hz, ma si accontentano anche di 60 Hz.
  • Non lasciano il dispositivo acceso per diverse ore al giorno (al massimo sei), così da evitare il fenomeno del Burn-In.

Gli ingresso video

L'ingresso HDMI

Questi sono degli ingressi “HDMI”, ovvero quelli che consentono di collegare la console al TV.

Ogni televisore deve essere munito di appositi ingressi in cui poter inserire la propria console e tutti gli altri dispositivi necessari. Proprio per questo motivo, non dovrai trascurare questa caratteristica. Prima di tutto, dovrai scegliere la quantità di ingressi HDMI. Sarebbe bene, per evitare problemi futuri, concedersi qualche entrata extra. Così facendo, non dovrai preoccuparti di non poter inserire nel TV un altro dispositivo come un TV Box Android. Se vuoi risparmiare, limitando la quantità di ingressi HDMI, potresti acquistare uno switch. Ecco i migliori modelli:

Potresti anche optare per qualche ingresso RCA, s-video o coassiali. Quest’ultimi sono consigliati specialmente per coloro i quali vorrebbero utilizzare dei dispositivi datati, come videoregistratori o vecchie console.

Quando e dove acquistare un TV per videogiochi?

A questo punto dovresti avere un’idea abbastanza chiara di tutto ciò che dovrai tenere in considerazione per compiere un buono acquisto. Non puoi però sottovalutare dove effettuare l’acquisto e, soprattutto, quando.

Amazon

Il logo di Amazon

Il logo di Amazon, società fondata da Bezos nel 1994 e oggi considerato come il più importante colosso delle vendite online.

Il miglior negozio online in cui poter compiere l’acquisto è Amazon. Non a caso, la società è diventata un vero e proprio emblema del commercio online. Qui potrai trovare ottimi prezzi, un reso molto semplice e spedizioni abbastanza efficienti (specialmente se ti trovi in alcune determinate zone d’Italia, come Milano o località limitrofe). Potrai inoltre usufruire di sconti speciali e della spedizione rapida grazie ad Amazon Prime. In questo caso, non puoi perdere il nostro articolo “Amazon Prime: cos’è, i vantaggi, attivare la prova gratuita e disdire”.

Il logo di Amazon Prime

Il logo di Amazon Prime, ovvero il servizio in abbonamento offerto dal colosso dell’e-commerce.

La piattaforma propone spesso sconti speciali, ma consigliamo di non lasciarsi sfuggire le occasioni del Black Friday e Cyber Monday (entrambi fissati, solitamente, per la fine di novembre). In queste circostante, potrai acquistare un televisore da gaming spendendo relativamente poco. Ecco alcuni prodotti disponibili:

Altri store online

Ovviamente, non dimenticare di consultare gli altri e-commerce specializzati in prodotti tecnologici. Sul web sono infatti presenti diversi portali in cui non mancano, spesso e volentieri, delle promozioni imperdibili. Alcuni esempi?

  • Unieuro: specializzata in prodotti tecnologici.
  • Media World: presente in diverse parti del mondo (riconoscibile con nomi diversi) e sempre più scelto dagli acquirenti.
  • Gearbest: un negozio online in cui poter acquistare dei dispositivi prodotti da brand meno conosciuti, quasi sempre di origini asiatiche. Il costo è spesso molto contenuto, ma dovrai stare molto attento a scegliere oggetti che rispettino le indicazioni soprariportate.

Negozi fisici

Non dimenticare di fare un salto nei numerosi negozi fisici presenti nelle città di un po’ tutta l’Italia: potrai trovare numerosi sconti ed esperti pronti a risolvere ogni tuo dubbio.

Non perderti le migliori news sulla tecnologia, segui il nostro canale Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Sin dall'età più tenera ho un forte legame con l'informatica, il mondo del cinema e l'arte. Gli studi che ho deciso di intraprendere mi hanno permesso di accrescere queste passioni.
Potrebbero interessarti
EditorialeInternetNews

Alexa, mi stai spiando? La verità sugli assistenti virtuali

Consigli per gli acquisti

Le migliori webcam sul mercato: guida all’acquisto

Consigli per gli acquisti

5 migliori rugged smartphone del 2020

Consigli per gli acquisti

Migliori smartphone per gli anziani del 2020: guida all'acquisto