AndroidRecensioniSmartphone

Recensione Wiko Y62: economico e con una buona batteria

recensione wiko y62


Wiko Y62 è il nuovo smartphone economico entry level del produttore francese e fa del prezzo di vendita il suo punto forte: viene venduto a soli 89 euro!

L’ho usato per qualche giorno e devo dire mi ha ricordato molto il Wiko Y81 testato lo scorso anno, tutto sommato funziona bene e può essere un valido acquisto per chi cerca uno smartphone a meno di 100 euro e non ha grosse pretese in fatto di prestazioni. Scopriamo pregi e difetti nella recensione di Wiko Y62.

Video – Recensione Wiko Y62: COSTA DAVVERO POCO!

Cosa c’è nella scatola – Confezione

recensione wiko y62 - dotazione accessori

La confezione di Wiko Y62 è fra le più ricche viste negli ultimi anni. Il produttore ha infatti deciso di inserire nella confezione di vendita una dotazione di accessori economica ma completa che comprende:

  • smartphone
  • cover in silicone
  • pellicola per il display
  • caricabatterie USB
  • cavo microUSB per la ricarica
  • cuffie con jack audio da 3,5 mm

Gli accessori non sono di qualità eccelsa, ma tornano utili e risulteranno sicuramente sufficienti per chi va ad acquistare un device in questa fascia di prezzo.

Com’è fatto – Design, costruzione ed ergonomia

recensione wiko y62 cover posteriore removibile

Wiko Y62 è uno smartphone dal design sobrio e che non presenta particolari spunti degni di nota. Nel complesso è uno smartphone dalle linee classiche e risulta abbastanza solido grazie ai materiali plastici usati per la costruzione. Unico elemento caratterizzante è la presenza di tutti i pulsanti sul lato destro del device, qui trovano posto il pulsante di accensione, il bilanciere del volume e l’utile tasto fisico dedicato all’assistente vocale di Google. Sul fronte troviamo solamente un notch a goccia di medie dimensioni che ospita la fotocamera frontale. Il retro risulta piacevole grazie ai colori accesi ed ospita il blocco fotografico e lo speaker mono con “pallino” in plastica che permette al device di stare leggermente sollevato quando posato su una superficie: questa è una soluzione per evitare smorzamenti eccessivi dei suoni.

A livello di ergonomia ci troviamo fra le mani un prodotto valido, le dimensioni sono abbastanza contenute, parliamo di 157×75,8×9,1 mm, e ci permettono di impugnare agevolmente lo smartphone. Bene anche il peso di 171,5 grammi.

Da segnalare, la cover posteriore è removibile e ci da accesso a batteria e slot per SIM e micro SD. Questo ci permette inoltre di poter rimuovere o sostituire la batteria in caso di necessità.

Fascia bassa, anche troppo – Hardware, audio e connettività

recensione wiko y62 slot sim e batteria

Wiko Y62 monta un hardware di fascia bassa abbastanza datato. Il socket MediaTek Helio A22 (MT6761D quad-core a 1,8GHz con GPU IMG PowerVR GE8300) infatti risale al 2018 e con solo 1 GB di RAM è in grado di offrire prestazioni sufficienti solo per un utilizzo di base del telefono. Anche la memoria interna di soli 16 GB sta un po’ stretta, anche se qui c’è la possibilità di espanderla utilizzando una microSD.

Meglio la parte connettività grazie ad una buona ricezione, alla possibilità di utilizzare due Nano SIM con 4G LTE Cat.4, al WiFi 802.11 b/g/n e al sistema GPS (Glonass, Beidou, Galileo). Si poteva fare meglio invece per il Bluetooth, in versione 4.2, e per la porta microUSB che poteva facilmente essere sostituita da una più moderna USB type C. Credo che nel 2021 ormai non siano più accettabili device con porte microUSB. Utile e sempre apprezzata la presenza del jack audio da 3,5 mm. Mancano all’appello NFC e led per le notifiche.

L’audio fuoriesce dal singolo speaker mono posto sul retro dello smartphone ed ha una qualità ed un volume sufficienti per vedere un video sui social.

Per lo sblocco del dispositivo ci si può affidare alla fotocamera frontale per lo sblocco con il volto che funziona bene di giorno ma diventa inutilizzabile col calare della luce. Manca un sensore per le impronte digitali che sarebbe stato forse più pratico da utilizzare ed efficace.

Lo schermo è buono– Display

recensione wiko y62 - schermo

Lo schermo di Wiko Y62 è nel complesso sufficiente grazie ad un pannello IPS da 6,1 pollici in formato 19:9 con risoluzione HD+ (720 x 1520 pixel) ed una densità di 282 PPI. I colori sono ben tarati e la luminosità massima discreta, la mancanza più grave è quella relativo al sensore per la regolazione automatica, va quindi gestita a mano la luminosità dello schermo. La leggibilità sotto la luce diretta del sole è quasi sufficiente se tarate la luminosità al massimo.

Il notch ha goccia ha dimensioni nella media e risulta ben allineato con le cornici. Non dei migliori il trattamento oleofobico del display che tende a trattenere impronte e ditate e vi ritroverete spesso a dover pulire il tutto.

Come scatta le foto – Fotocamera

Come detto nella recensione di Wiko Y81, apprezzo il coraggio di Wiko di montare un solo sensore puntando su una qualità accettabile piuttosto che montare 3 o 4 fotocamere terribili ed inutilizzabili buone solo per la scheda tecnica.

Wiko Y62 monta una fotocamera posteriore da 5 MP che riesce a scattare foto quasi sufficienti, soprattutto in relazione al prezzo, in condizioni di buona luce. Foto che risultano accettabili in termini di qualità, presenza di rumore e bilanciamento dei colori. Le foto scattate al buio o in condizioni difficili sono molto “sporche”, ma non si poteva pretendere di più.

I video possono essere registrati a 1080p con 30 fps e non brillano per qualità.

La fotocamera frontale è da 5 MP e vi consentirà di realizzare qualche selfie senza troppe pretese ma di qualità sufficiente per un post sui social.

Quanto dura la batteria – Autonomia

Il nostro Y62 dispone di una batteria removibile da 3.000 mAh che riesce a garantire una valida autonomia. Grazie all’hardware poco dispendioso, si riesce ad ottenere una buona autonomia di circa un giorno e mezzo. Col mio utilizzo standard sono sempre arrivato a sera con un 30-40% di batteria residua, con un utilizzo meno intenso si può arrivare anche ad un paio di giorni di autonomia. La ricarica lenta avviene tramite la vetusta porta microUSB che naturalmente non supporta la ricarica rapida.

Quindi come va? – Esperienza d’uso

Per testarlo al meglio ho tolto la SIM dal mio iPhone 12 Pro Max ed l’ho inserita sul Wiko Y62 per qualche giorno. L’ho usato con le dovute accortezze, in quanto essendo uno smartphone economico di fascia bassa ha delle modalità di utilizzo basic che non permettono certo il multitasking o prestazioni accettabili in gaming.

Nell’utilizzo classico fatto di chiamate, messaggi e social devo dire che si comporta benone, non è un fulmine ma non ci sono rallentamenti esagerati e si riesce ad utilizzare tutto senza particolari problemi. Le app di messaggistica e dei social girano e permettono quindi di “cazzeggiare” senza problemi.

Ho usato anche lo smartphone per lo streaming, principalmente su Netflix e Youtube, ed i risultati sono accettabili. Lo schermo ha delle buone dimensioni e permette quindi di godersi film e serie TV con una qualità accettabile.

Qualche difficoltà in più in navigazione dove spesso lo scroll delle pagine risulta abbastanza lento ed i caricamenti tutt’altro che fulminei. Nonostante tutto però non ci sono problemi ad aprire una pagina web per leggere una notizia o una ricetta.

I problemi aumentano quando si tenta di fare un utilizzo più intenso dello smartphone e si prova ad osare nel multitasking e a passare rapidamente da un’app all’altra. Qui vengono fuori i limiti hardware e mi sono trovato a rinunciare, ad esempio, a lavorare su app differenti contemporeneamente.

In termini di gaming dovrete accontentarvi di titoli basic. L’ho testato con Real Racing e i risultati non sono accettabili con tempi di caricamento oltre i 10 minuti, meglio puntare quindi su giochi semplici per ottenere delle prestazioni discrete.

Nell’utilizzo all’aperto lo schermo si riesce a leggere in quasi tutte le circostanza, anche se mi è capitato in più di un’occasione di dovermi fare schermo con una mano per leggere bene un messaggio.

Ho apprezzato la presenza del jack audio da 3,5 mm, ma non trovo accettabile la presenza della microUSB ormai vetusta ed abbandonata dalla quasi totalità dei produttori.

La fotocamera non mi è piaciuta particolarmente, gli scatti risultano spesso insufficienti ed è davvero facile mettere in difficoltà l’ottica con semplici giochi di luci ed ombre. Non valutabili gli scatti in notturna.

Il sistema operativo è basato su Android 11 Go e raccoglie le classiche funzionalità di Android Stock ed alcune aggiunte di Wiko. Il sistema è realizzato bene e riesce ad essere sufficientemente scorrevole e completo per la grandissima parte degli utenti. L’aggiunta dell’assistente vocale Google, con relativo tasto dedicato, risulta utile, comoda e piacevole da utilizzare.

Infine, buona la batteria che permette di arrivare sempre alla fine di una giornata, anche impegnativa, e di coprire anche un giorno e mezzo con un uso più blando prima di dover procedere ad una ricarica.

Quanto costa – Prezzo

Wiko Y62 ha un prezzo ufficiale di vendita di 89 euro, è possibile acquistarlo nei più noti negozi di elettronica o su Amazon. Il prezzo è davvero interessante e lo rende un prodotto appetibile per i giovanissimi o per gli anziani che fanno un utilizzo di base del telefono.

A chi lo consiglio – Conclusioni

recensione wiko y62

Wiko Y62 è uno smartphone venduto a soli 89 euro e per questo va visto e valutato sotto un occhio differente. Ha delle grosse carenze ma devo dire che per costare così poco tutto sommato funziona bene. Il sistema basato su Android 11 gira bene e ci consente di utilizzare senza problemi app di messaggistica e social grazie anche anche allo schermo di buone dimensioni. Tutto il resto non è esaltante, ma nel complesso Wiko Y62 potrebbe esssere uno smartphone economico perfetto per un bambino, che lo può usare solo in caso di necessità o di urgenza, o per un anziano che richiede dal proprio telefono poco più di chiamate e messaggi.

Immagini di Wiko Y62

Giudizio finale
Confezione
9.5 / 10
Design, costruzione ed ergonomia
7 / 10
Hardware, audio e connettività
5 / 10
Display
6 / 10
Fotocamera
6 / 10
Batteria
8 / 10
Prezzo
9.5 / 10
Esperienza d’uso
6 / 10
La nostra opinione

Wiko Y62 è uno smartphone venduto a soli 89 euro e per questo va visto e valutato sotto un occhio differente. Ha delle grosse carenze ma devo dire che per costare così poco tutto sommato funziona bene. Il sistema basato su Android 11 gira bene e ci consente di utilizzare senza problemi app di messaggistica e social grazie anche anche allo schermo di buone dimensioni. Tutto il resto non è esaltante, ma nel complesso Wiko Y62 potrebbe esssere uno smartphone economico perfetto per un bambino, che lo può usare solo in caso di necessità o di urgenza, o per un anziano che richiede dal proprio telefono poco più di chiamate e messaggi.

7.1 ★★★★☆
Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

La fotocamera sotto al display del Galaxy Z Fold 3 sarà di buona qualità

AndroidGuide

Come liberare spazio sullo smartphone con Google Foto

AndroidEditorialeSmartphone

Google e Apple possono installare app sul tuo smartphone?

AndroidNewsSmartphone

OnePlus Nord 2 5G è ufficiale: smartphone di qualità a prezzi convenienti