Mac OS X 10.11 El Capitan è la nuova versione del sistema operativo per dispositivi Mac: l’erede di OS X 10.10 Yosemite, presentato durante il keynote di apertura del WWDC 2015 (insieme a iOS 9 e Apple Music), non contiene alcuna novità rivoluzionaria ma piccoli miglioramenti volti a migliorare l’esperienza d’uso quotidiana e le prestazioni globali.

Prima di avventurarci alla scoperta dei dettagli di OS X 10.11, parliamo del nome dato a questo aggiornamento software che ha fatto impazzire la rete: El Capitan non è l’idea dell’ultimo arrivato al team marketing o il frutto di un brain storming particolarmente creativo. Infatti El Capitan è una montagna presente all’interno del parco californiano di Yosemite, meta di numerosi appassionati di arrampicate: grazie ai suoi oltre 2 mila metri di altezza rispetto al livello del mare e a una notevole difficoltà a causa della propria conformazione, rappresenta un banco di prova importante per gli appassionati della disciplina.

el capitan
Un immagine di El Capitan, la montagna all’interno dello Yosemite Park che ha dato il nome a questo aggiornamento software.

Dopo questa breve ma doverosa digressione, andiamo a esaminare nel dettaglio Mac OS X 10.11 El Capitan!

Ecco le novità portate da Mac OS X 10.11 El Capitan

Gestione delle finestre migliorata

Finestre migliorate Mac OS X 10.11 El Capitan

Il desktop del vostro computer, dopo una giornata di intenso lavoro, potrebbe essere colmo di finestre aperte (browser, client email, editor di testo e così via): è facile intuire che, in queste condizioni, è davvero facile perdere l’orientamento. La soluzione di Apple per questo problema è l’introduzione di una nuova funzionalità nel Mission Control, che vi permetterà di visualizzare tutte le finestre aperte: con un semplice swipe sarà possibile scorrere tutto l’elenco delle applicazioni aperte mentre con un classico drag&drop sarà possibile trasferirle in una nuova e pulita scrivania.

Rimpicciolire i siti su Safari

Pin Sites in Safari Mac OS X El Capitan

Anche il browser di default, Safari, verrà aggiornato con OS X 10.11 El Capitan: verrà introdotta la possibilità di fare un pin delle schede aperte per una consultazione migliore in futuro. Molto probabilmente molti di voi si staranno chiedendo in cosa consiste fare un pin di una determinata scheda: tenendo premuto su una scheda e trascinandola verso sinistra, quest’ultima verrà ridotta a una semplice icona caratteristica del sito in questione(probabilmente dipenderà dall’utilizzo o meno della favicon sul portale web in questione). Questa riduzione ad icona verrà mantenuta anche dopo la chiusura del browser e si può sicuramente dire che da ora in avanti l’accesso ai propri siti preferiti sarà ancora più veloce.

Splitscreen

Splitscreen Mac OS X El Capitan

Grazie all’introduzione di Splitscreen, sarà possibile lavorare con due app affiancate l’una all’altra: la divisione dello schermo, ovviamente già possibile manualmente nelle versioni precedenti, verrà effettuata in automatico dal sistema operativo, senza dover perdere prezioso tempo a trovare le proporzioni ideali.

Cliccando e tenendo premuto su un applicazione aperta sarà inoltre possible mettere una applicazione in un angolo specifico del vostro schermo, lasciando il restante spazio alle altre applicazioni/ finestre aperte.

Anche Apple, finalmente, decide di adottare questa comoda funzionalità per migliorare l’esperienza d’uso: ricordiamo infatti che gli utenti Windows 8 possono godere di tutto questo ormai da qualche anno.

Note migliorato

Note migliorate OS X El Capitan

Come accaduto su iOS 9, anche in OS X 10.11 l’applicazione Note viene migliorata: sarà possibile personalizzare notevolmente i propri appunti, rendendo non più necessario l’utilizzo di applicazioni come Evernote. Con il rilascio di El Capitan si potrà formattare il testo e aggiungere disegni, video, immagini, liste interattive e porzioni di mappa alle vostre note, con il vantaggio della sincronizzazione immediata su tutti i vostri dispositivi Apple.

Silenziare l’audio proveniente dai tab di Safari

Tab muto OS X 10.11 El Capitan

Oltre al rimpicciolimento delle schede, Safari avrà anche questa piccola ma comoda funzionalità: potrete sapere quale delle varie schede aperte emette all’improvviso suoni bizzarri e silenziarla immediatamente, senza dover perdere tempo alla ricerca della scheda incriminata. Oltre a questo silenziamento specifico, sarà possibile disattivare l’audio proveniente da tutte le schede del browser senza dover toccare il controllo di volume del sistema.

Metal for Mac

Metal for Mac

Metal, le API pensate da Apple per un utilizzo migliore della GPU dei propri dispositivi, non sarà più un esclusiva di iOS: gli sviluppatori software di videogiochi e strumenti di editing grafico potranno migliorare le prestazioni delle proprie applicazioni di circa il 50% rispetto al passato utilizzando questi strumenti specifici. Per quanto riguarda le prestazioni generali del sistema, l’azienda di Cupertino promette che El Capitan ridurrà notevolmente i tempi dell’avvio delle applicazioni, dell’apertura di un PDF in Anteprima e del passaggio da una schermata all’altra.

Spotlight interpreta il linguaggio naturale

Spotlight migliorato

Anche OS X 10.11 El Capitan riceve, come il “fratello minore” iOS 9, importanti miglioramenti per quanto riguarda la ricerca: oltre a restituire risultati ancora più precisi per quanto riguarda moltissimi aspetti (video, meteo, notizie sportive e azioni finanziarie giusto per fare un esempio), la nuova versione di Spotlight sarà in grado di interpretare query di ricerca effettuate in linguaggio “colloquiale” come ad esempio ” documento riguardante la pasta del mese scorso”. Sarà interessante vedere se anche la versione italiana sarà all’altezza delle aspettative: infatti la nostra lingua contiene molte più sfumature rispetto all’inglese ed è più difficile da interpretare per una macchina (nel caso foste curiosi e pratici con l’inglese, vi consiglio di provare Siri in inglese e in italiano: noterete che la prima versione, grazie anche a comprensibili investimenti maggiori, risulterà molto più accurata della seconda).

Nuove gesture in Mail

Swipe nelle mail OS X 10.11 El Capitan

Anche Mail viene aggiornato e assomiglia sempre di più alla versione presente su iPhone ed iPad: con uno swipe verso destra per contrassegnare l’email in questione o verso sinistra per eliminare il messaggio, sarà possibile scansionare rapidamente tutti i messaggi ricevuti, mantenendo solamente ciò che ci interessa.

 

Mappe migliorato

Mappe migliorato

Mappe, la controversa alternativa di Apple a Google Maps, si aggiorna introducendo alcune importanti novità: chi utilizza i trasporti pubblici non sarà costretto a rivolgersi ad altre soluzioni per trovare il percorso ideale, grazie anche alla spiegazione di eventuali cambi di mezzi da effettuare per arrivare al vostro appuntamento in orario. L’unico neo è la limitazione di questa funzionalità: infatti solamente gli utenti cinesi e i fortunati abitanti di metropoli come Londra, Berlino e New York potranno sfruttare appieno le indicazioni relative ai mezzi pubblici.

Tutto questo è comprensibile visto che acquisire i dati relativi a ogni angolo del mondo non è di certo un gioco da ragazzi ma visto quanto offre il diretto concorrente ci chiediamo se valga davvero la pena continuare a credere in un progetto con moltissime carenze e nato già in ritardo.

Cursore più grande

Cursore più grande su Mac OS X 10.11 El Capitan

A quanti sarà capitato di muovere il cursore del mouse all’impazzata in modo da capire dove lo abbiamo lasciato l’ultima volta? Su OS X El Capitan non dovrete più preoccuparvi: il cursore si ingrandirà proporzionalmente alla velocità di movimento del trackpad/mouse, in modo da diventare completamente visibile dopo pochi movimenti.

Rilascio

Dopo aver analizzato le principali novità introdotte da OS X 10.11 El Capitan, parliamo del rilascio al pubblico: Apple ha rilasciato immediatamente dopo il keynote una developer beta di El Capitan tramite il portale dedicato agli sviluppatori.

Per quanto riguarda questo tipo di beta, gli sviluppatori non saranno gli unici a goderne: l’azienda californiania infatti, per la prima volta nella sua storia, ha deciso di dare accesso a questa versione di El Capitan anche ai suoi impiegati impegnati nella vendita al dettaglio.

Questo è dovuto non solo a motivi di riconoscenza del lavoro fatto: in base ai dati delle precedenti versioni per sviluppatori, è emerso che la maggior parte degli utenti era molto più interessata a provare con mano le funzionalità software della nuova versione piuttosto che fornire dei feedback relativi all’esperienza d’uso ed eventuali bug. In questo modo Apple si assicura di riuscire a mantenere gli obiettivi di questo aggiornamento: El Capitan infatti, non contenendo novità rivoluzionarie, può essere considerato come un rafforzamento del predecessore Yosemite e solamente con un numero consistente di feedback si riuscirà a limitare al minimo il numero di bug.

Per quanto riguarda gli utenti normali, OS X 10.11 El Capitan sarà disponibile a Luglio in versione beta per tutti coloro che volessero provarlo mentre il rilascio della versione definitiva dovrebbe avvenire verso l’autunno di quest’anno (noi di OutOfBit, non appena ne sapremo di più, ve lo comunicheremo).

Per il momento è tutto:vi ha convinto questo aggiornamento per Mac OS X? Fateci sapere cosa ne pensate attraverso i commenti dopo aver dato un’occhiata anche al comunicato ufficiale rilasciato da Apple!