GuidePC

La frequenza di aggiornamento del monitor è davvero così importante?

La frequenza di aggiornamento dei monitor è un parametro molto discusso fra gli appassionati… ma si tratta davvero di un parametro così importante?

Quando stai per acquistare un nuovo monitor per il tuo computer, esistono diversi fattori da considerare. Il formato, i pollici e le risoluzioni supportate sono ovviamente di primaria importanza. Tra questi però, sembra aver assunto un’importanza sempre più importante la frequenza di aggiornamento. Ma di cosa si tratta realmente?

In questo articolo abbiamo cercato di fare definitivamente chiarezza sugli Hertz (Hz) per capire come questi influenzino la visibilità di uno schermo.

LG 29UM68 monitor ultrawide

Cosa sono le frequenze di aggiornamento del monitor?

La frequenza di aggiornamento di un monitor (o di qualunque altro display) si riferisce al numero massimo di volte al secondo in cui l’immagine visualizzata sullo schermo viene aggiornata. Gli Hertz dunque, come già affermato, rappresentano l’unità di misura adatta a questa misurazione.

La maggior parte dei monitor standard è a 60 Hz. Tuttavia, puoi anche acquistare prodotti specifici, solitamente destinati al gaming, che vantano frequenze di aggiornamento più elevate. In tal senso, oltre al già citato standard, esistono monitor da gaming che possono raggiungere i 120 o persino i 240 Hz.

Frequenza di aggiornamento rispetto e fotogrammi al secondo: quali sono le differenze?

Poiché i monitor con frequenze di aggiornamento più elevate sono in grado di visualizzare un movimento più fluido, potresti pensare che acquistarne uno migliorerà immediatamente l’aspetto di qualunque contenuto visivo sul tuo PC. Ciò non è però del tutto vero.

Ricorda che la frequenza di aggiornamento è la velocità massima alla quale il tuo monitor può aggiornare l’immagine visualizzata. Ma se un programma invia effettivamente l’output al tuo schermo con un frame rate troppo basso, ciò potrebbe non essere sufficiente.

Il frame rate è il numero di fotogrammi video inviati al display per ogni secondo (FPS). Per sfruttare un display con una frequenza di aggiornamento più elevata dunque, il computer deve inviare i dati al display molto più velocemente. La maggior parte dei software, come le app di produttività o le utilità di riproduzione video, non sarà influenzata da una frequenza di aggiornamento ultra elevata.

Per quanto concerne i film invece, questi vengono visualizzati a 24 fotogrammi al secondo e YouTube attualmente si ferma a 60 FPS. Anche i monitor di base a 60 Hz possono gestire di fatto queste fonti senza particolari problemi. Una frequenza di aggiornamento più alta quindi non migliorerà la maggior parte delle riproduzioni video. Questo vale anche per la maggior parte delle app di produttività.

migliori 5 monitor ultrawide per pc

Di conseguenza, frequenze di aggiornamento elevate sono davvero importanti solo quando si gioca ai videogiochi e, anche in questo caso, la reale differenza si apprezza solo in determinati casi. Titoli datati o particolari generi più “statici” possono non avere alcun tipo influenza da un FPS particolarmente elevato.

Durante la riproduzione di un gioco, la scheda grafica genera i dati visivi e li invia al monitor. Pertanto, se si dispone di una scheda grafica abbastanza potente, è possibile inviare dati allo schermo più rapidamente.

Il problema dello screen tearing

Poiché la frequenza dei fotogrammi inviata dalla scheda grafica e la frequenza di aggiornamento del monitor sono spesso diverse, un problema comune con i giochi per PC che le persone incontrano è il fenomeno conosciuto come screen tearing. Ciò può accadere, tra le altre cause, quando la scheda grafica invia frame a una velocità superiore a quella che il monitor può gestire: vedrai più frame contemporaneamente sullo schermo che non sono allineati correttamente, determinando una sorta di effetto “strappato” che dà il nome allo screen tearing.

Per evitare ciò, i giochi sono generalmente limitati alla frequenza di aggiornamento del monitor per impostazione predefinita. Quindi, se hai un monitor della frequenza di aggiornamento a 60Hz, i tuoi giochi dovrebbero avere i frame bloccati a circa 60 FPS per evitare problemi di sorta.

Esistono anche soluzioni più avanzate a questo problema, come G-Sync, VSync e FreeSync che altro non sono che soluzioni proprietarie di Nvidia e AMD.

Esempio Screen Tearing

Quanto sono importanti le frequenze di aggiornamento del monitor?

Il gruppo principale di utenti che possono realmente beneficiare di un monitor ad alta frequenza di aggiornamento sono i pro gamer. Per i giocatori professionisti di titoli come sparatutto in prima persona come Counter-Strike: Global Offensive o Overwatch, una frequenza di aggiornamento più elevata è fondamentale per un gameplay ottimale.

Non solo: alcuni utenti affermano che frequenze di aggiornamento più elevate rendono più facile mirare, poiché il mirino è più preciso. Ma questa sensazione varia molto da individuo a individuo e può cambiare anche in base alla qualità della vista della singola persona.

Parte di ciò è dovuto alla sfocatura. Quando i nostri occhi vedono una serie di fotogrammi, il nostro cervello riempie i cambiamenti tra un fotogramma all’altro, facendo sembrare ognuno un video continuo anziché la serie di immagini fisse che sono effettivamente. Ma questo processo di riempimento si traduce in una sfocatura. Se ci sono più informazioni inviate al nostro cervello sotto forma di frame più frequenti, il movimento sembra più nitido.

Un altro problema nei giochi di alto livello è il ritardo di input, ovvero il ritardo tra l’input e il riconoscimento da parte del gioco di quell’input. I monitor con una frequenza di aggiornamento elevata possono ridurre il ritardo di input, poiché il tempo che intercorre tra l’input e l’azione sullo schermo è inferiore. Questa differenza è minima, dell’ordine dei millisecondi, ma può fare la differenza nell’ambito gaming di alto livello.

Chi è un giocatore occasionale o non è interessato all’ambito videoludico quale interesse può avere nello spendere più soldi per avere maggiori frequenze di aggiornamento del monitor?

Vale la pena spendere così tanto per monitor ad alta frequenza di aggiornamento?

Se non giochi ai videogiochi, è probabile che l’acquisto di un monitor sopra i 60 Hz sia una spesa esagerata. Ci sono poche applicazioni al di fuori dei giochi in cui frame rate più elevati faranno una differenza realmente percepibile. Se desideri aggiornare il tuo monitor, è meglio investire i soldi in un display più grande, con una risoluzione più elevata o con una migliore qualità dell’immagine.

Per i giocatori, i monitor ad alta frequenza di aggiornamento sono un notevole vantaggio, soprattutto se i titoli in questione sono particolarmente frenetici come gli sparatutto. Passare da 60FPS a 144HZ non è così importante come passare da 30FP a 60FPS; considera anche che giochi strategici o di generi più “tranquilli” non necessitano mai più di 60FPS.

60FPS è uno standard largamente accettabile: se il tuo computer non riesce a raggiungerlo, dovresti prima dare la priorità all’aggiornamento della scheda grafica (e potenzialmente di altri componenti come la CPU). Se sei soddisfatto della tua frequenza fotogrammi attuale, potresti preferire investire denaro per un aggiornamento alla risoluzione, alle dimensioni del display o simili.

Un monitor a 240 Hz largo 24 pollici con risoluzione 1080p ti costerà un bel po’ di soldi. Per circa lo stesso prezzo, è possibile acquistare un monitor da 27 pollici più grande con una risoluzione di 1440p e una frequenza di aggiornamento di 144 Hz che risulta comunque impressionante.

Qual è il fattore più importante nella scelta di un monitor?

Ciò a cui dovresti dare la priorità in un monitor dipende dal tipo di utilizzo che intendi fare dello schermo.

Se hai bisogno di un nuovo monitor nell’ambito di un utilizzo standard del PC, nella maggior parte dei casi ti consigliamo una risoluzione più alta in modo che l’immagine appaia più nitida possibile. Questo è utile sia quando guardi film, sia quando svolgi qualunque attività lavorativa o simile. Potresti anche prendere in considerazione l’acquisto di un monitor più grande in modo da poter vedere più in una volta o addirittura acquistare due monitor più economici.

Quando si acquista un monitor per PC gaming di un certo livello è importante optare per una frequenza di aggiornamento più elevata. Se possibile, prova ad acquistare di persona i monitor in cui puoi vedere le differenze tra le frequenze di aggiornamento: anche se puoi trovare confronti online, secondo noi solo una prova sul campo ti farà capire le differenze tra le varie soluzioni.


Fonte makeuseof.com

Potrebbero interessarti
GuidePCWindows

Come eseguire il downgrade da Windows 11 a Windows 10

PCWindows

Come personalizzare la barra delle applicazioni di Windows 11

PCRecensioni

Recensione Trust GXT 863 Mazz: una tastiera meccanica economica valida

GuidePC

Come recuperare il codice Product Key di Windows 10