PCWindows

Windows 10X: cos’è, caratteristiche e quando sarà disponibile

Windows 10X: l'immagine dell'anteprima

Windows 10X è una variante del sistema operativo firmato “Microsoft” ideata appositamente per dispositivi con il doppio schermo.

Una foto di un tablet in cui gira il nuovo OS

Windows 10X: il sistema operativo Microsoft pensato per i dispositivi con due schermi.

La tecnologia è in continuo cambiamento e il mercato viene arricchito sempre da novità. Durante gli ultimi mesi, ci siamo trovati davanti a diversi prodotti dotati di doppio schermo. Anche Microsoft ha la propria proposta, ovvero Surface Neo, che arriverà ufficialmente durante il 2020. La società, per ottimizzare l’esperienza degli utenti, ha deciso di sviluppare un sistema operativo dedicato proprio a questi particolarissimi dispositivi. Il suo nome è Windows 10X e ha un’interfaccia appositamente ridisegnata.

Windows 10X: compatibile con le applicazioni per PC

Il primo dubbio che girovaga nelle menti di molti utenti che potrebbero essere interessati a questo sistema operativo è: “Le classiche applicazioni desktop disponibili in Windows 10 funzioneranno in questa edizione?”. Microsoft ha deciso di placare sin da subito questo dibattito, con un convinto “”. Potrai infatti utilizzare tutti i software presenti nei computer su cui gira la versione classica di Windows. Questa è ovviamente un’ottima notizia, dato che quasi tutti gli utenti che scelgono un tablet Surface si aspettano di poter sfruttare le infinite potenzialità del sistema operativo che è anche presente nel loro personal computer.

Microsoft ha anche sottolineate che tutti questi software, in Windows 10X, saranno conservati in degli appositi contenitori. In questo modo, sarà possibile ridurre notevolmente il consumo energetico.

Perfetto per i dispositivi con doppio schermo

Lo scopo di Microsoft, con Windows 10X, è quello di proporre ai suoi clienti un OS perfetto per tutti i loro dispositivi con doppio schermo. Questa variante del diffuso sistema operativo arriva quindi per rendere Surface Neo ancora più interessante.

Surface Neo sarà un tablet dalla forma molto simile a un classico laptop. Infatti, vi saranno due parti principali collegate insieme da una cerniera. Invece della tastiera, però, troviamo un secondo display touchscreen. Sicuramente un’ottima idea che potrebbe aprire la strada a usi assolutamente inediti.

Una modifica così radicale ha ovviamente introdotto l’esigenza di un’interfaccia utente rivisitata. Ecco, quindi, che l’azienda di Redmond propone una soluzione. Microsoft è infatti celebre per curare molto le varianti del proprio sistema operativo (escludendo alcuni piccoli errori di qualche anno fa).

Un tasto Start rivisitato

Live Tiles è quella sezione che appare non appena l’utente effettua un click sul tasto Start. Essa è stata vista come una vera e propria rivoluzione, dato che le “piastrelle” hanno un aspetto molto più dinamico rispetto al classico, e oramai storico, menù.

Questa sezione potrebbe però sparire in Windows 10X ed essere sostituito da qualcosa di più adatto ai dispositivi che accoglieranno l’OS.

L’interfaccia

La funzionalità “Snap” di Windows 10 consente agli utenti di aprire una finestra solo in metà schermo o in tutto. Questo permette di gestire al meglio il desktop e di sfruttare più applicazioni contemporaneamente. In Windows 10X questo strumento avrà un ruolo ancora più importante, dato che sarà necessario gestire le finestre in due diversi schermi. Gli utenti potranno quindi decidere di aprire un qualsiasi software solo in uno schermo e trascinarlo fino al bordo per sfruttare anche il secondo display. Ogni finestra verrà gestita in modo “intelligente” e ciò dovrebbe assicurerà la totale assenza di problemi

Un dispositivo con Windows 10X

Ecco la foto di un tablet con dual screen in cui è installato Windows 10X.

Coloro i quali desiderano un’esperienza simile a quella offerta dai classici laptop, potranno posizionare una speciale tastiera, che sarà immediatamente riconosciuta, nel secondo schermo. Microsoft ha anche rivelato “Wunderbar“, che sembra quasi una rivisitazione della touchbar presente nel MacBook di Apple, che offre alcuni pulsanti, un trackpad e una sezione, decisamente molto ampia, in cui poter guardare i filmati. I produttori hanno specificato che queste sono novità che interesseranno Surface Neo, ma siamo quasi certi che non sono altro che gli stratagemmi pensati appositamente per questa versione di Windows. Quindi, anche eventuali altri dispositivi compatibili con il sistema operativo saranno compatibili con queste funzioni.

Surface Neo: cos’è?

Una prima foto di Surface Neo

La prima foto di Microsoft Surface Neo, il prossimo tablet con doppio schermo e con una versione rivisitata di Windows 10.

Surface Neo sarà un dispositivo compatto, ma potente. Lo schermo avrà una diagonale pari a 9 pollici e lo spessore complessivo del prodotto coincide con 5,6 mm. Esso sarà composto da due display legati da una robusta cerniera che permetterà di effettuare rotazioni a 360 gradi. I clienti potranno quindi decidere di sfruttare il tablet come meglio credono, senza particolari restrizioni. Quando esso è ripiegato, l’aspetto è molto simile a quello di un computer portatile di piccole dimensioni. Sotto la scocca troveremo un processore Intel Lakefield, un SoC a 10 nanometri formato da un core Sunny Cove, quattro core Atom Tremont e una GPU Gen11.

Surface Neo con Windows 10X

In Surface Neo sarà possibile inserire una tastiera che andrebbe così a coprire il secondo schermo.

Il 2020, oltre a questo esemplare, sarà anche l’anno di Surface Pro 7, Surface Laptop 3 e Surface ProX. Per scoprire gli altri dettagli, ti consigliamo di approfondire il discorso leggendo l’articolo “Microsoft presenta i nuovi Surface: oltre a Pro 7, Pro X e Laptop 3 c’è anche Neo“.

Quando uscirà Windows 10X?

Windows 10X non è ancora disponibile nel mercato. Durante i prossimi mesi, molto probabilmente, Microsoft intende lavorare a ulteriori novità che potrebbero ulteriormente migliorare l’esperienza con questa nuova versione del sistema operativo.

L’OS dovrebbe essere distribuito già a fine anno. Il motivo è semplice: in questo modo gli sviluppatori potranno avere il tempo di adattarsi e produrre software ottimizzati per i dispositivi con un doppio schermo. Così facendo, l’anno successivo, a fine 2020, Surface Neo potrà richiamare l’attenzione di sempre più utenti, data la quantità e qualità dei software disponibili.

La presentazione di Windows 10X

Una foto scattata durante l’evento in cui è stato annunciato Windows 10X.

Il rilascio anticipato di Windows 10X potrebbe permettere ad altri produttori, tra cui ASUS, Lenovo, Dell e HP, di proporre al pubblico i loro prodotti con due schermi già ad autunno, battendo Microsoft sul tempo. Bisogna sottolineare che lo sviluppatore non ha diffuso molti altri dettagli su questa versione. Per scoprire altre interessanti informazioni, dovremmo attendere ancora un po’. Noi ti consigliamo di continuare a seguirci su OutOfBit, così da non perdere ogni eventuale novità.

Bio autore

Sin dall'età più tenera ho un forte legame con l'informatica, il mondo del cinema e l'arte. Gli studi che ho deciso di intraprendere mi hanno permesso di accrescere queste passioni.
Potrebbero interessarti
NewsPC

Apple, ufficiale il MacBook Pro da 16 pollici: schermo "Retina" e molta più potenza

Consigli per gli acquistiPC

Migliori accessori per computer portatili da acquistare

GuidePCWindows

Come modificare le impostazioni delle ore di quiete su Windows 10

GuideWindows

4 trucchi per copiare rapidamente un gran numero di file con Windows