Abbiamo testato approfonditamente il nuovo phablet Umidigi C Note. Abbiamo realizzato il video unboxing e la video recensione di Umidigi C Note.

Vi abbiamo parlato nei giorni scorsi dell’arrivo sul mercato del nuovo Umidigi C Note. Il phablet di casa Umidigi, ex Umi, si presenta bene come uno smartphone da 5,5 pollici dotato di una costruzione in metallo che regala un ottimo feeling al tatto. Abbiamo avuto la fortuna di poter provare Umidigi C Note, ne abbiamo realizzato il nostro video unboxing di Umidigi C Note ed all’interno del video lo abbiamo messo a confronto con iPhone 6S Plus. Dopo due settimane di test siamo finalmente pronti a presentarvi la recensione di Umidigi C Note.

Umidigi C Note: unboxing e confezione

La confezione di C Note ci ha piacevolmente sorpreso per la cura realizzativa e per il fatto che al suo interno abbiamo trovato tutto il necessario per godersi appieno il device. Oltre alla classica manualistica ed al caricabatterie microUSB da 1A, sono presenti alcuni accessori che abbiamo molto apprezzato. Il produttore cinese ha deciso di spedire questo device corredato fin da subito di un’ottima cover in silicone trasparente e di una valida pellicola protettiva da applicare al display. Scelta ottima e davvero apprezzabile, un piccolo regalo inaspettato che dona al prodotto un plus non indifferente per il consumatore finale.

Umidigi C Note è in vendita su GearBest a meno di 120 euro, un prezzo eccellente in rapporto qualità – prezzo. Trovate un prezzo altrettanto conveniente sul sito del produttore.

Video unboxing di Umidigi C Note e confronto video con iPhone 6S Plus

I video unboxing sono quelli che più amiamo fare perché ci regalano sempre l’emozione dell’apertura di una confezione di un nuovo device. Ci sembra brutto realizzare tantissime foto che avrebbero dato poca vita a questo ottimo cinafonino. Abbiamo deciso di realizzare il video unboxing di Umi C Note. All’interno del video stesso abbiamo deciso di confrontarne il design con quello di iPhone.

Umidigi C Note: Design, costruzione e materiali

Il design di questo prodotto ricorda da vicino quello adottato da Apple per iPhone 6S Plus. Per questo motivo ci è sembrato giusto confrontare i due dispositivi. Le somiglianze con iPhone sono molte e le abbiamo appena messe in risalto nel video.

Analizzandone il design nel dettaglio possiamo confermare che Umidigi ha optato per uno stile estetico classico ma comunque elegante e pulito. Sulla parte frontale, di fatto standardizzata, sono posizionati il tasto fisico Home con sensore delle impronte digitali, la capsula audio e il led di notifica. Sul lato sinistro del phablet trova posto solamente il vano per il carrellino delle due nano SIM (si possono alternativamente inserire una nano SIM e una memoria microSD). Sulla destra, invece, sono posizionati i bilancieri del volume ed il tasto Power. Sul bordo superiore si trova il jack audio da 3,5 mm. Su quello inferiore il microfono, l’alto parlante mondo e la porta micro USB. Chiudiamo infine con un retro, anche qui si vede il richiamo allo stile di iPhone, in cui trovano posizione la fotocamera con relativo flash led dual tone, il logo del produttore e le varie antenne.

Potremmo riassumere l’estetica di questo prodotto dicendo che sa di già visto. Ci sentiamo però di giustificare le scelte di design visto il grande successo del prodotto americano da cui prende ispirazione.

La scelta del produttore di optare per la realizzazione in metallo è sicuramente da apprezzare. Un prodotto realizzato in metallo dona una qualità superiore, una maggiore resistenza, un design ed un feeling migliori rispetto alla classica plastica. La produzione in materiali metallici è ancora più apprezzabile visto il prezzo di vendita.

La dimensioni del device sono nella media. Umidigi C note si caratterizza per uno spessore di 8.3mm e  172 grammi di peso. Tutto nella norma per un device con un display da 5.5 pollici.umidigi c note ufficiale_2

Umidigi C Note: Caratteristiche ed hardware

Umidigi C Note si presenta al pubblico con un hardware degno di nota, soprattutto se valutato in relazione al prezzo di vendita. Per quanto riguarda il processore troviamo a bordo un SoC Mediatek MT6737T quad dotata di core Cortex-A53 con frequenza di 1.5GHz. Il coprocessore grafico è una GPU Mali-T720 MP2 a 600MHz. A ciò si abbinano ben 3GB di memoria RAM, largamente sufficienti per svolgere al meglio tutte le operazioni standard senza forzare eccessivamente la mano con il multi tasking. La memoria interna di Umi C NOTE è di 32GB ma risulta espandibile sino a 256GB utilizzando lo slot ibrido per SIM e microSD. Lo slot ibrido ci da la possibilità di utilizzare il Dual SIM Dual Standby che permette di utilizzare due nano SIM o alternativamente una singola nano SIM in accoppiata ad una memora microSD.

Umidigi C Note ha un hardware sopra la media dei cinafonini economici. Un “motore” che risulta largamente sufficiente per lo svolgimento delle attività quotidiane di un utente medio e per un gaming non troppo spinto in termini di prestazioni.

Ci ha piacevolmente sorpresi anche il sensore d’impronte digitali che funziona decisamente bene. Lo possiamo sicuramente definire un sensore preciso e rapido ed in grado di riconoscere l’impronta dell’utente il 90% delle volte. Ottimo il funzionamento anche da spento che permette di accendere il device e procedere automaticamente con lo sblocco. Va segnalato che il pulsante con sensore d’impronte funziona come un tasto soft touch e che non ha la possibilità di essere premuto come un classico tasto home.

Umidigi C Note: Benchmark e prestazioni

Mentre testavo Umidigi C Note e ne stato scrivendo la recensione mi è venuto il pallino di testarlo con i software di benchmark. Solitamente non eseguo mai i benchmark degli smartphone perché li trovo poco sensati ed in grado di fornire un risultato poco utile al fine della valutazione di uno smartphone. Visto però il grande successo e la fame di prestazioni che invade il web ho deciso di installare AnTuTu, il software di benchmark più famoso. I risultati ottenuti da Umidigi C Note sui benchmark AnTutu hanno fatto segnare un punteggio di oltre 39 mila punti. Punteggio che non fa urlare al miracolo e che pone il C Note il linea con gli altri smartphone cinesi di fascia bassa. Le performance non eccellono in nessun campo ma risultano sicuramente più che sufficienti grazie al buon comparto hardware.

Umidigi C Note: software

La parte software di Umidigi C note si basa su Android Nougat 7.0 e tutte le relative funzionalità nascoste e poco conosciute. La disponibilità dell’ultima versione di Android, e l’aggiunta del rilascio di un primo aggiornamento fatto nei giorni scorsi, lascia ben sperare sul futuro del device. Il software gira ottimamente ed è paragonabile all’esperienza offerta da Android Stock. La versione di Android Nougat 7.0 è personalizzata con un tema total black e dalla presenza di alcune applicazioni di casa Mediatek per la gestione della musica, degli archivi e di altri dettagli. L’unica personalizzazione fatta direttamente dal produttore Umidigi è l’aggiunta dell’ “Intelligent Assistant” all’interno delle importazioni. Grazie alla presenza di questa feature potremmo gestire alcune personalizzazioni dell’aspetto grafico e funzionale del device. Si potrà, ad esempio, abilitare il double tap to wake, personalizzare i tasti virtuali a schermo e modificare a proprio piacimento il funzionamento dei tasti fisici frontali.

Generalmente possiamo affermare che il software offre buone prestazioni, una discreta fluidità ed una buona fruibilità. La navigazione web, sia con browser di default che con Chrome, risulta buona anche se si riscontra qualche rallentamento sui siti web più pesanti. Le prestazioni sono generalmente più che sufficienti. Abbiamo riscontrato qualche calo di frame rate e rallentamenti solamente in situazioni di stress.

Umidigi C Note: connettività e ricezione

Il modulo telefono si basa sul funzionamento Dual Sim ed è in grado di garantire la connettività LTE su entrambe le SIM in utilizzo grazie all’ottimo funzionamento del Dual Stand-by. La ricezione è risultata nella media e non abbiamo mai sofferto cali di segnale ingiustificati. La copertura Wi-Fi ed LTE sono risultate sufficienti e ben funzionanti.

Il Bluetooth è basato sulla versione 4.1. Il Wi-Fi è compatibile con i protocolli Wi-Fi a/b/g/n. Il GPS si è dimostrato valido e supporta anche Glonass.

Umidigi C Note: Display

Lo schermo di Umidigi C Note è poggiato su un pannello IGZO da 5,5 pollici basato sulla tecnologia IPS. A coprire il display troviamo un vetro 2.5D realizzato da Sharp. La risoluzione del display è Full HD, parliamo quindi di 1920 x 1080 pixel. La risoluzione è buona e sicuramente nella media di questa fascia di mercato. La luminosità massima è sicuramente sufficiente e permette di utilizzare il device sotto la luce diretta del sole senza problemi particolari. Ben funzionante anche la regolazione automatica della luminosità. Buoni, infine, anche gli angoli di visuale.

Generalmente possiamo dare un parere positivo sul display di C Note grazie alla buona luminosità ed al buon funzionamento generale.

umidigi c note ufficiale

Umidigi C Note: Fotocamera

Il comparto fotografico è il punto debole di tutti gli smartphone cinesi di fascia bassa ed in generale dei cinafonini economici. Umidigi ha scelto per il suo C Note per un’ottica principale da 13 megapixel, realizzata da Samsung, e da un sensore da 5 megapixel per il lato frontale.

Come sappiamo la qualità di una fotocamera non dipende dal numero di pixel. I numeri di Umidigi potrebbero indurre a pensare ad immagini di buona qualità ma ci troviamo di fronte a fotocamere sotto tono. La scarsa ottimizzazione software fatta da parte del produttore, e la probabile scelta di componentistica economica, rende il comparto fotografico di C Note il punto debole del device.

Le foto realizzate soffrono di tempi di scatto elevati che rendono le foto spesso mosse. A questo si aggiunge qualche problema di lentezza relativo alla messa a fuoco e un po’ di rumore in presenza di luminosità medie ed intense. Gli scatti realizzati con poca luce presentano una qualità al di sotto della media. Il doppio led (dual tone) posto sul retro risulta, invece, buono.

I video realizzati con una risoluzione di 1080p e risultano generalmente sufficienti ma ripropongono i problemi appena elencati.

La fotocamera frontale è risulta invece sufficiente in condizioni di buona luce, soffre un po’ in condizioni di scarsa luminosità.

Il software della fotocamera è quello proprietario di Mediatek con l’aggiunta di una manciata di personalizzazioni realizzate da Umidigi. Le modalità di scatto non sono moltissime ma risultano sufficienti per l’utenza media per cui è pensato questo phablet economico.

Umidigi C Note: Audio

Il comparto audio può contare su due piccole casse posizionate a fianco della porta micro USB sul lato inferiore del terminale. L’audio non fa urlare al miracolo ed il volume massimo risulta mediocre. Le frequenze basse peccano leggermente. Generalmente possiamo affermare che l’audio risulta essere nella media della fascia del prodotto. Buono invece l’audio in capsula durante le chiamate.

UMIDIGI Z Pro

Umidigi C Note: Batteria

Umi C Note nasconde all’interno della sua scocca in metallo una batteria da 3800 mAh che riesce a dare la copertura ad un’intera giornata di utilizzo. Grazie al software leggero ed al buon hardware possiamo confermare che la batteria di C Note riesce a portarci a fine giornata in caso di utilizzo medio / intenso e a garantirci 5 ore di schermo acceso. In caso di utilizzi meno intensi riuscirete ad arrivare tranquillamente oltre alle 6 ore di utilizzo del display. Come vi segnaliamo all’interno delle nostra videorecensione, il device soffre di qualche mancato deep sleep che porta a qualche fenomeno di scaricamento precoce della batteria. Casi che sono migliorati dopo il rilascio di un primo aggiornamento software nei giorni scorsi. Va segnalata l’utile presenza del risparmio energetico che riesce a garantire qualche ora di utilizzo in più in caso di bisogno.

Umidigi C Note: Videorecensione

Parlare di un device è sempre complicato ed è per questo, che oltre al video unboxing ed al video dove vi mostriamo i risultati dei benchmark AnTuTu, abbiamo deciso di realizzare la nostra videorecensione completa di Umidigi C Note. Buona visione!

Umidigi C Note: Pareri finali e conclusioni sulla recensione

Umidigi C Note è in vendita su GearBest a meno di 120 euro, un prezzo eccellente in rapporto qualità – prezzo. Lo potete anche acquistare ad un prezzo altrettanto conveniente sul sito del produttore. Possiamo sicuramente concludere la nostra recensione di Umidigi C Note affermando che il device fa bene il dovere per cui è stato progettato, ovvero quello di soddisfare un’utenza media che svolge un normale utilizzo quotidiano del proprio smartphone.Il rapporto qualità prezzo è sicuramente il punto di forza di questo device in combinata alla realizzazione in metallo. Un device che si pone sopra la sufficienza e che fa bene il suo dovere.

Galleria fotografica Umidigi C Note