Libero non funziona: cosa succede e come rimediare

Seguici su Google News

Libero non funziona, e da qualche giorno a questa parte tantissimi utenti italiani stanno vivendo un grande disagio legato alla propria casella email. È infatti dal 23 gennaio che il famoso provider di posta elettronica sta sperimentando diversi problemi che impediscono agli utenti di accedere ai propri messaggi. Essendo l’email uno strumento estremamente diffuso per la comunicazione, soprattutto in ambito professionale, al giorno d’oggi un disservizio del genere può creare forti disagi e dar luogo a un vero e proprio stop del lavoro, sia aziendale che privato, e creare grandissimi problemi agli utenti sotto tantissimi punti di vista. Infatti, si tratta della prima volta nella storia che si verifica un malfunzionamento che si protrae su più giorni. Nei giorni passati non sono mancate le proteste da parte degli utenti italiani, che da giorni esprimono il proprio dissenso sui social chiedendo a gran voce che il problema venga risolto prima possibile. Oltre a Libero, anche Virgilio Mail e altri provider della società ItaliaOnline stanno sperimentando lo stesso identico problema, con un disservizio che sta durando da più di 48 ore. Vediamo cos’è successo nello specifico e come fare per risolvere il problema.

storia di internet email spam

Libero non funziona: cos’è successo?

Dopo tre giorni, Libero non funziona ancora. Cerchiamo di fare il punto della situazione su ciò che è successo negli ultimi giorni. Il problema ha iniziato a verificarsi nella notte di lunedì 23 gennaio, quando i primi utenti hanno iniziato ad accorgersi di non riuscire più ad accedere alle proprie caselle di posta elettronica. Ovviamente, un piccolo e breve disservizio può capitare, ed è già capitato più volte in passato. Dopo alcune ore di malfunzionamento, le pagine social ufficiali di Libero e Virgilio hanno dato conferma del problema, rassicurando gli utenti e affermando di essere al lavoro per risolverlo nel minor tempo possibile. Nella dichiarazione, sembrava inoltre che la causa del malfunzionamento fosse stata individuata e che si trattasse di dover attendere qualche ora per poter tornare ad accedere alle caselle di posta del provider. Tuttavia, dopo 36 ore di malfunzionamento, ItaliaOnline ha rilasciato un comunicato stampa per scusarsi sugli utenti, dichiarando di essere al lavoro per risolvere un problema che però esula dal sistema sviluppato dalla società. Lo stesso Diego Rizzi, Chief Technology Officer della compagnia, ha rassicurato gli utenti registrati a Libero dichiarando che il disservizio non è dovuto a un attacco hacker. Sebbene si tratti sicuramente di un’ottima notizia, dopo tre giorni il problema continua a persistere e ancora non è chiaro quando gli utenti potranno tornare a consultare la propria casella email senza riscontrare problemi. 

Libero non funziona: cosa comporta questo malfunzionamento?

Sebbene al giorno d’oggi Libero e Virgilio non rientrino tra i provider di posta elettronica più utilizzati, secondo le stime sono più di nove milioni gli utenti italiani a utilizzarli, sia per un uso privato che per motivi professionali. Questo significa che da più di tre giorni, milioni di persone non possono controllare le proprie email. Questa situazione è decisamente grave, poiché al giorno d’oggi la casella di posta elettronica è fondamentale per accedere a un numero infinito di servizi, come per esempio l’home banking, lo SPID e tanto altro ancora. Senza contare che tantissime persone attendono importanti risultati medici o email di lavoro, alle quali per ora è decisamente impossibile accedere. Lo stesso vale per la ricezione di ricette e prenotazioni mediche, che al giorno d’oggi vengono effettuate via email. Per quanto riguarda la vita lavorativa, chi utilizza Libero e Virgilio al momento è tagliato fuori da tutte le più importanti comunicazioni aziendali. A rendere il problema ancora più grave, la comunicazione da parte di tantissimi utenti che affermano che tutte le email inviate ad account Libero e Virgilio nelle ultime 48 ore tornano direttamente al mittente senza mai raggiungere il destinatario. 

Cosa fare se Libero non funziona?

Gmail

Libero non funziona e probabilmente non funzionerà ancora per diverso tempo. Cosa possiamo fare allora per risolvere il problema? Sfortunatamente, gli utenti non hanno modo di risolvere il disservizio e di accedere alla propria casella di posta elettronica. Tuttavia, ciò che si può fare è decidere di rivolgersi a un provider più affidabile. Per esempio, Gmail rientra tra i fornitori di posta elettronica più utilizzati al mondo. Trattandosi di un servizio offerto da Google, iniziare a utilizzare Gmail può essere un’ottima idea, soprattutto se si possiede un telefono Android. Il provider è infatti uno dei più amati in assoluto e riserva ai propri utenti una lunga serie di trucchi per risparmiare tempo e per rendere l’esperienza meno stressante possibile. Al giorno d’oggi, chi utilizza lo smartphone come metodo principale per accedere ai propri messaggi ha inoltre a propria disposizione tantissime alternative a Gmail. Tra queste spiccano sicuramente Outlook, Proton e tanti altri ancora.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
Ogni giorno pubblichiamo notizie, guide e recensioni. Non perderti niente, iscriviti alla nostra newsletter!



crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram