Huawei ha annunciato il primo dispositivo HarmonyOS, il sistema operativo nato come alternativa ad Android in seguito alle sanzioni dell’amministrazione Trump: spetterà alla smart TV Honor Vision, nella versione standard e nella versione Pro, mostrare al mondo intero le potenzialità del sistema operativo Made in China.

HarmonyOS, noto in precedenza con il nome Hongmeng, è il sistema operativo per dispositivi mobile e il mondo dell’intrattenimento presentato ieri da Huawei, con un unico grande obiettivo: diventare meno dipendenti da Google e Android, in seguito alle sanzioni USA che hanno determinato la sospensione della licenza Android concessa all’azienda cinese.

honor vision tv primo dispositivo harmonyos

Scheda tecnica Honor Vision TV e Honor Vision TV Pro

Entrambe le versioni di Honor Vision TV hanno un processore octacore Huawei Hongu 818, accompagnato da una GPU Mali-G51 e 2 GB di RAM. Il processore è anche dotato di sette tecnologie di processamento delle immagini:

  • Motion Estimate and Motion Compensation (MEMC)
  • High Dynamic Range Imaging (HDR)
  • Super-Resolution (SR)
  • Noise Reduction (NR)
  • Dynamic Contrast Improvement (DCI)
  • Auto Color Management (ACM)
  • Local Dimming (LD)

Secondo Huawei questo insieme di hardware e software garantirà un’elevata qualità delle immagini, sebbene l’assenza di ulteriori informazioni tecniche rende pressochè impossibile il confronto con i chip presenti sui televisori intelligenti delle altre aziende.

Per quanto riguarda il display vero e proprio, la smart TV ha una diagonale da 55 pollici e risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel): il display funzionerà anche come smart hub, visto che sarà in grado di fornire informazioni riguardanti il meteo e le spedizioni degli ultimi acquisti online. Le altre caratteristiche tecniche del display della smart TV sono:

  • Proporzione di schermo 16:9
  • Intervallo di refresh a 60 Hz
  • Luminosità massima pari a 400 Nits
  • 178 gradi di angolo di visione
  • Protezione dalla luce blu tramite German TUV Rheinland

Lato connettività entrambi i modelli di Honor Vision TV hanno il Bluetooth v5, chip Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, una porta USB 3.0, una porta Ethernet e ben tre porte HDMI.

Infine HarmonyOS 1.0 permetterà anche il controllo di Honor Vision TV da remoto, usando lo smartphone come se fosse un telecomando.

Quanto costerà la smart TV Honor Vision con HarmonyOS?

huawei honor smart tv foto dall'alto

I clienti cinesi interessati a questo prodotto dovranno sborsare 3 799 Tenminbi (circa 480 Euro) per la versione standard, mentre Honor Vision Pro costerà 4 799 Renminbi (circa 607 Euro).

Quali sono le differenze tra Honor Vision e Honor Vision Pro?

huawei honor smart tv pro profilo porte

La differenza di 1000 Remnibi tra i due modelli di televisori è giustificata da alcuni fattori.

Honor Vision Pro ha una fotocamera popup, aggiustabile in altezza ed inclinazione, e 6 microfoni: sarà pertanto possibile effettuare videochiamate con risoluzione Full HD 1080 e 30 fps.

Un’altra differenza tra i due modelli riguarda gli speaker: il modello standard ne ha quattro, mentre Honor Vision Pro ha ben 6 speaker da 10W ciascuno.

Anche lo spazio di archiviazione è diverso tra le due varianti di smart TV: Honor Vision TV ha 16 GB di memoria utilizzabile, mentre la versione Pro arriva a 32 GB.

Honor Vision TV arriverà in Italia?

Nonostante non ci sia alcuna conferma ufficiale, difficilmente Honor Vision TV arriverà in Italia e nei mercati occidentali: al momento Huawei vuole concentrarsi, con il suo nuovo sistema operativo, unicamente sulla Cina.

L’unico modo per poter ottenere questo prodotto, molto probabilmente, sarà affidarsi a siti ecommerce cinesi come Gearbest, che spediranno il prodotto direttamente dalla Cina. Questo cosa implica? La garanzia sarà cinese, pertanto per risolvere ogni difetto si sarà costretti a rimandare il prodotto in Asia, spendendo molti soldi e dovendo attendere diverse settimane, se non mesi.

Secondo me dovremo aspettare almeno 6 mesi prima di vedere il primo dispositivo HarmonyOS nei nostri negozi, visto che gli utenti dei mercati emergenti potrebbero essere usati come tester per far maturare il sistema operativo. Una volta raggiunta un’elevata stabilità credo che l’azienda proverà a conquistare importanti fette di mercato in Europa.

Cosa ne pensi del televisore Honor Vision TV? Non vedi l’ora di provare il primo dispositivo HarmonyOS che arriverà ufficialmente in Europa? Faccelo sapere tramite i commenti!

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome