AndroidGuide

Come utilizzare Expert RAW sul tuo telefono Samsung Galaxy

Samsung ha introdotto l’app Expert Raw in versione beta alla fine del 2021 ed ufficialmente sui nuovi Galaxy S22 ed arriverà a breve su molti altri device tramite aggiornamenti dedicati. Stiamo parlando di un software in grado di controllare le impostazioni di esposizione per tutte e quattro le fotocamere posteriori.

Se sei un possessore dei più recenti modelli di smartphone Samsung puoi scattare file RAW multi-frame. In questo articolo affronteremo il delicato argomento dell’Expert RAW, cercando di capire come funziona questa app e perché può rappresentare una vera e propria rivoluzione per gli amanti della fotografia.

Expert-RAW

Cosa sono Expert RAW e il RAW multi-frame

Quando si parla di RAW multi-frame è possibile definirlo semplicemente come la versione migliorata dei file RAW.

In generale, uno scatto RAW salva più dati rispetto a un file immagine JPEG, il che è un enorme vantaggio se si preferisce mettere a punto fattori come il bilanciamento del bianco e ottenere un file modificabile in maniera approfondita. I JPEG sono file compressi più piccoli e facili da condividere, ma ciò a discapito di alcune informazioni la cui mancanza li rende poco flessibili per la post-elaborazione. Molti smartphone odierni offrono una modalità di scatto RAW tradizionale, ma con grave svantaggio rispetto allo scatto di un’immagine JPEG standard.

Quando scatti una foto nell’app fotocamera nativa del tuo telefono, il file JPEG (o HEIC) risultante spesso include dati da più fotogrammi che sono stati acquisiti molto rapidamente quando hai premuto il pulsante di scatto. Ciò consente al telefono di creare un singolo file immagine con una gamma dinamica più ampia, rendendo più luminoso un soggetto in controluce.

La modalità RAW tradizionale su uno smartphone (o qualsiasi fotocamera) acquisisce un singolo fotogramma che è più flessibile per la modifica rispetto a un tipico JPEG, ma perde i vantaggi computazionali derivanti dall’elaborazione multi-frame che otterresti con il JPEG. Questo rende inutile utilizzare file RAW su uno smartphone, per dirla senza mezzi termini. Gli smartphone hanno sensori e obiettivi molto piccoli rispetto alle fotocamere tradizionali e utilizzano questi trucchi computazionali per acquisire più dati di immagine e compensare lo svantaggio di dimensioni. Di conseguenza, di solito è meglio lasciare che il tuo telefono gestisca le foto attraverso il formato JPEG.

Multi-frame RAW, introdotto da diversi produttori di telefoni (tra cui Apple), rende RAW molto più utile, soprattutto quando scatti una foto con il tuo telefono. In questo modo ottieni i vantaggi solitamente legati a JPEG e RAW: dati da più fotogrammi registrati in un unico file, oltre a molta flessibilità per la modifica in post-produzione.

Con quali telefoni Samsung funziona questa soluzione?

La serie Galaxy S22, inclusi gli standard S22, S22 Plus e S22 Ultra, supportano Expert RAW dallo scorso 25 febbraio. Samsung prevede di espandere il supporto ad alcuni modelli precedenti, ma ci sono alcuni requisiti hardware che un telefono deve soddisfare per poter adottare questa soluzione. Tale elenco include:

  • Galaxy S21 Ultra, rilascio completo dalla beta previsto a marzo;
  • Galaxy Z Fold 3, con supporto previsto per aprile;
  • Galaxy S20 Ultra, Note 20 Ultra e Z Fold 2, supporto previsto nella prima metà del 2022.

galaxy z fold 3

Come si scattano le foto con Expert RAW

La funzione non è inclusa nell’app della fotocamera Samsung standard: in realtà si tratta un’app completamente separata che deve essere scaricata dal Galaxy Store. Basta aprire l’app del negozio e cercare Expert RAW. Dopo averlo scaricato e accettato di concedere l’accesso alla fotocamera e al microfono, è possibile utilizzare il software per scattare file RAW multi-frame.

L’interfaccia Expert RAW è simile alla modalità Pro nell’app fotocamera standard, comprese le icone delle lettere nella parte inferiore dello schermo che indicano le opzioni dell’obiettivo 0,6x, 1x e 3x. Quando premi l’otturatore, vedrai un testo che ti invita a tenere fermo il telefono mentre le ottiche acquisiscono più fotogrammi. Expert RAW non è un formato da usare per soggetti in movimento.

I file risultanti sono ovviamente grandi: da 30 MB a 40 MB ciascuno. C’è un’opzione RAW ad alta efficienza che è possibile attivare toccando l’icona delle impostazioni nella schermata di scatto, ma che può far risparmiare solo un paio di MB per immagine. Dunque, a meno di non avere molto spazio d’archiviazione libero, il consiglio è di utilizzare con parsimonia questo tipologia di foto e solo se si ha intenzione di procedere con delle modifiche in post produzione.

Come si modificano le immagini ottenute?

I file Expert RAW possono tollerare una modifica estrema molto meglio rispetto a un classico RAW a fotogramma singolo.

Questi file vengono salvati come DNG standard, quindi è possibile inserirli in qualsiasi software di elaborazione RAW con cui si ha dimestichezza. Samsung include un collegamento a Lightroom nell’app Expert RAW, ma se vuoi seguire quella strada, dovrai scaricare Lightroom dal Galaxy Store e accedere con un account Adobe. Il download dal Galaxy Store ti dà diritto a una prova gratuita di due mesi, ma in seguito dovrai pagare per l’abbonamento annuale.

In ogni caso, è possibile toccare l’icona di condivisione durante la revisione dell’immagine per importare la tua foto in una delle tante app gratuite che si possono individuare online o salvarla su un archivio cloud per modificarla su un desktop.

Con l’immagine caricata sul software di editing a scelta è possibile intervenire in maniera massiccia. Rispetto al classico RAW, chiunque abbia un po’ di dimestichezza con questo tipo lavoro, noterà subito una netta differenza. Per fotografi e appassionati di fotografia dunque, si tratta di una piccola rivoluzione. Viste le dimensioni dei file ottenuti però, è bene tenere in considerazione sempre lo spazio ancora disponibile sullo smartphone.


Fonte theverge.com

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Galaxy S22 Ultra arriva in una collezione limitata (con il Galaxy Watch 4)

AndroidNewsSmartphone

Chrome OS 103, Chromebook e smartphone Android collaborano meglio

AndroidNewsSmartphone

ISOCELL HP3, Samsung svela il nuovo sensore da 200 MP: tutti i dettagli

AndroidNewsSmartphone

Dimensity 9000+ è ufficiale: MediaTek lancia la sfida a Qualcomm