PCWindows

Come far funzionare Windows 11 su una macchina virtuale

Oracle VM VirtualBox

Windows 11 su una macchina virtuale può essere un’ottima soluzione per testare il nuovo OS senza rinunciare a Windows 10.

Insieme all’utilizzo di un PC secondario e al dual-boot, si tratta del modo migliore per tastare con mano quello che sarà il futuro dei sistemi operativi Microsoft. In un certo senso, una macchina virtuale è l’opzione più efficace perché consente di controllare la quantità di spazio su disco, memoria e altre risorse allocate per l’esecuzione del sistema operativo.

Ovviamente non mancano anche gli svantaggi: poiché non utilizza tutta la potenza del tuo PC, una macchina virtuale può essere più lenta del tuo normale sistema operativo. Tuttavia, se hai abbastanza spazio di archiviazione e memoria liberi, le prestazioni non dovrebbero essere un grosso problema.

Windows 11

Windows 11 su una macchina virtuale: scarichiamo il file ISO del sistema operativo

Il primo passo è scaricare il file ISO di Windows 11, che puoi utilizzare direttamente per configurare la tua VM. L’acquisizione di questo file ISO richiede la registrazione con il programma Windows Insider di Microsoft, per il quale è necessario un account Microsoft.

Se non hai ancora aderito al programma Insider, vai alla pagina Windows Insider e accedi con il tuo account. Nella pagina di registrazione, seleziona la casella per accettare i termini di questo contratto e fai clic su Register now. Scorri verso il basso fino alla sezione Select edition. Qui puoi scegliere Windows 11 Insider Preview (Dev Channel) o Windows 11 Insider Preview (Beta Channel).

Il canale Beta è più stabile e conterrà solo le funzionalità che dovrebbero apparire nella versione ufficiale di quest’anno di Windows 11. Il canale Dev è meno stabile e conterrà gli ultimi aggiornamenti e funzionalità oltre a quelli previsti per Windows 11 entro la fine dell’anno. Seleziona il canale che desideri, quindi fai clic su Confirm.

Quindi, seleziona la lingua del sistema operativo e fai clic su Confirm. Fai clic sul pulsante Download per la build e la lingua che hai scelto e salva il file sul tuo PC.

Le operazioni da eseguire su VMware Workstation Player

VMware Workstation Player

VMware Workstation Player è gratuito per utenti non commerciali, personali e domestici, studenti e organizzazioni senza scopo di lucro. Alle organizzazioni commerciali viene chiesto di acquistare una licenza per 149 dollari.

Scarica il programma dalla sua pagina di download facendo clic sul collegamento Download now. Fai dunque doppio clic sul file scaricato e segui i passaggi per installarlo. Dopo l’installazione, apri il software e fai clic sul pulsante Create a New Virtual Machine. Da New Virtual Machine Wizard, fai clic sull’opzione Installer disc image file (iso), quindi cerca e seleziona il file ISO di Windows 11 scaricato. Fai poi clic su Next. A questo punto è necessario selezionare un sistema operativo guest. Scegli Microsoft Windows e imposta la versione su Windows 10 x64. Fai dunque clic su Next.

È quindi possibile denominare la tua macchina virtuale. Ti consigliamo di assegnargli un nome che sia facile da identificare, ad esempio Anteprima di Windows 11. Scegli la posizione in cui desideri archiviare la macchina virtuale e tutti i file associati, quindi fai clic su Next.

Nella finestra successiva, accetta la dimensione del disco consigliata per il tuo ambiente Windows 11. Se prevedi di mantenere la VM sul tuo computer corrente invece di spostarla altrove, seleziona l’opzione Store virtual disk as a single file e fai clic su Avanti.

La finestra successiva mostra le impostazioni per la tua VM. Se desideri modificare qualcosa, fai clic su Customize Hardware. Ad esempio, potresti voler aumentare la memoria a 8 GB o più se puoi. Chiudi la finestra, quindi fari clic su Finish nella finestra principale della procedura guidata.

L’installazione di Windows 11 su VMware Workstation Player

Nella schermata principale, assicurati che la nuova VM sia selezionata. Fai clic sul collegamento Play virtual machine per avviare il processo di installazione di Windows.

Conferma la lingua e le altre impostazioni predefinite nella prima schermata, quindi fai clic su Avanti e seleziona il pulsante Installa ora. La schermata Attiva Windows richiede un codice Product Key. Se non ne hai uno disponibile in questo momento, fai clic sull’opzione Non ho un codice Product Key. Nota bene: puoi sempre inserire una chiave in seguito per attivare Windows.

Nella schermata successiva, scegli la versione di Windows 11 che desideri installare, ad esempio Windows 11 Pro, quindi fai clic su Avanti. Accetta i termini della licenza. Alla finestra che chiede quale tipo di installazione si desidera, selezionare l’opzione Personalizzata: Installa solo Windows (avanzato).

Nella schermata che ti chiede dove vuoi installare Windows, la tua unica opzione dovrebbe essere Drive 0 Non Allocato Space. Fai clic su Avanti e Windows verrà installato. Dopo l’installazione vera e propria, viene eseguito l’avvio di Windows 11. Sarai quindi in grado di testare e provare completamente Windows 11.

Windows Insider

Windows 11 su una macchina virtuale con gli aggiornamenti Windows Insider

Dovresti anche registrare la tua macchina virtuale nel programma Windows Insider per continuare a ricevere nuove build insider. Fallo da Impostazioni – Windows Update – Programma Windows Insider.

Fai clic sul collegamento Apri diagnostica e feedback e attivare l’opzione Invia dati di diagnostica facoltativi. Torna alla schermata precedente e fai clic sul pulsante Inizia.

Nella finestra successiva, fai clic su Collega un account e seleziona l’account Microsoft che utilizzi per il programma Insiders. Fai clic su Continua, quindi scegli il tuo canale preferito: Canale di sviluppo o Canale beta. Fare clic su Continua, per poi controllare il contratto, quindi fai clic su Continua. Seleziona il pulsante Riavvia ora per riavviare Windows, quindi accedi nuovamente al sistema operativo emulato.

VMware Tools

L’ultimo passaggio consiste nell’installare VMware Tools, che migliora le prestazioni e altre funzionalità della VM. Dovresti vedere un prompt nella parte inferiore dello schermo che ti invita a installare VMware Tools: in questo contesto, fai clic su Install Tools. In caso contrario, apri Esplora file, seleziona l’unità DVD (D:) e fai doppio clic sul file setup.exe.

Segui i passaggi di installazione, quindi riavvia il PC al termine e accedi di nuovo a Windows 11. Con VMware Tools installato, ora puoi ridimensionare la finestra della VM e Windows 11 si ridimensionerà di conseguenza.

Oracle VM VirtualBox e Windows 11: gli step da seguire

Oracle VM VirtualBox

La principale alternativa per provare Windows 11 su una macchina virtuale è costituita da Oracle VM VirtualBox.

Si tratta di un programma open source che chiunque può scaricare e utilizzare gratuitamente. Una volta scaricato il file di installazione, eseguilo e avvia il software. Dunque fai clic sull’icona New nella schermata iniziale.

Nella prima finestra per nome e sistema operativo, digita il nome che desideri utilizzare per la VM, ad esempio Anteprima Windows 11. Seleziona la cartella in cui si desidera archiviare la VM e i file associati. Scegli Windows come sistema operativo, quindi cambia la versione in Windows 10 (64 bit) e fai clic su Next.

È quindi necessario scegliere la quantità di memoria che si desidera allocare alla VM Windows 11. Avrai bisogno di un minimo di 4 GB, ma puoi aumentarlo se ne hai di più. Fare clic su Next.

Accetta la dimensione del disco rigido consigliata e fai clic sull’opzione Create a virtual hard disk now. Quindi fare clic su Create. In Hard disk file type seleziona la seconda opzione, VHD (Virtual Hard Disk), quindi fai clic su Next.

Nella finestra successiva, scegli l’opzione Fixed size se hai abbastanza spazio su disco e desideri prestazioni più veloci dalla VM. Fare clic su Next. È quindi necessario confermare il percorso e il nome per la VM, nonché lo spazio su disco allocato. Fare clic su Create e attendere la creazione della VM.

Impostazioni della VM

Dopo che la VM è pronta, selezionala nella schermata principale. Prima di tentare di installare Windows 11, ci sono alcune impostazioni che puoi modificare per fare in modo che Oracle VM VirtualBox gestisca al meglio il nuovo sistema operativo.

Fai clic sull’icona Settings e seleziona la scheda System. Nella sezione Mother board, deseleziona Floppy. Dalla sezione Processor, aumenta le CPU ad almeno quattro.

Ora fai clic sulla scheda Display. Nella sezione Screen, aumenta la memoria video a 128 GB e cambia la modalità grafica in VBoxSVGA. Seleziona la scheda Storage e fai clic sulla voce Empty. Fare clic sull’icona del disco blu nell’angolo in alto a destra della finestra e selezionare Choose a disk file. Cerca e seleziona il tuo file ISO di Windows 11. Fai infine clic su OK per chiudere la finestra Settings.

Installazione di Windows 11 sulla VM

Con la tua VM Windows 11 ancora selezionata, fai clic su Start e attendi l’inizio dell’installazione di Windows. A questo punto, i passaggi e le schermate sono gli stessi di VMware Workstation Player: conferma la lingua e le altre impostazioni predefinite, fai clic sul pulsante Installa ora.

Inserisci un codice prodotto se ne hai uno oppure fai clic su Non ho un codice Product Key in caso contrario. Scegli la versione di Windows 11 che desideri installare, quindi accetta i termini della licenza. Seleziona Personalizzato: installa solo Windows (avanzato) e scegli Unità 0 Spazio non allocato.

Oracle Virtual Machine

Ultime impostazioni per Oracle VM VirtualBox

Accedi di nuovo a Windows 11, quindi installa Guest Additions per Oracle VM VirtualBox per migliorarne le prestazioni. Per fare ciò, fare clic sul menu Dispositivi e selezionare Inserisci immagine CD aggiunte guest. Attendi l’avvio dell’installazione. Se non succede nulla, apri Esplora File, seleziona la voce per Unità CD (D:) e fai doppio clic sul file VBoxWindowsAdditions.exe.

Segui i passaggi per installare le Guest Additions. Riavvia la tua VM Windows 11 al termine e accedi di nuovo. Dopo aver installato le Guest Additions, ridimensiona la finestra della VM se lo desideri e Windows 11 si conformerà alla nuova dimensione.

Conclusioni

Far girare Windows 11 su una macchina virtuale può essere molto utile per testare il nuovo OS, anche se si tratta di un test piuttosto dispendioso in termini di risorse.

Se sei interessato a questo nuovo sistema operativo, ti consigliamo di dare uno sguardo alle principali differenze rispetto a Windows 10 e a un articolo in cui presentiamo una serie di FAQ sempre rispetto al nuovo OS targato Microsoft.


Fonte pcmag.com

Potrebbero interessarti
PCRecensioni

Recensione Trust GXT 863 Mazz: una tastiera meccanica economica valida

GuidePC

Come recuperare il codice Product Key di Windows 10

GuidePCWindows

Come pianificare il riavvio su Windows Update in Windows 11

GuidePC

Notebook sempre collegato alla corrente: è un problema per il PC?