Come continuare ad utilizzare il controller di Google Stadia

Seguici su Google News

Google ha annunciato la chiusura del progetto Stadia. La piattaforma dedicata allo streaming di videogiochi non ha convinto i giocatori che, nonostante l’ottima infrastruttura, soprattutto in rapporto ad altri servizi di streaming, hanno quasi del tutto snobbato il servizio di Google. La chiusura di Stadia apre, però, una serie di interrogativi. Uno di questi è rappresentato da cosa farne del controller di Google Stadia, periferica molto apprezzata dagli utenti e che, con la chiusura del servizio, perderà la sua principale opzione di utilizzo.

Il controller di Google Stadia, a differenza del servizio di streaming, non concluderà la sua carriera. Anche per il prossimo futuro, infatti, sarà possibile utilizzare il controller in modo alternativo, per continuare a giocare. La piattaforma di streaming di Google, infatti, non è l’unico modo per poter utilizzare il controller. Per gli utenti che hanno acquistato il dispositivo, quindi, c’è la possibilità di utilizzare ancora il dispositivo e di non trasformarlo in un fermacarte. Ecco, quindi, come utilizzare il controller di Google Stadia dopo la chiusura della piattaforma di streaming.

Quando chiude Google Stadia?

Prima di entrare nei dettagli della questione, è opportuno fare un breve riepilogo sulla “storia” di Stadia. La piattaforma dedicata allo streaming di videogiochi, lanciata nel novembre del 2019, registrerà la chiusura dei suoi server il prossimo 18 gennaio 2023. Dopo tale data, infatti, gli utenti non potranno più accedere ai giochi. Tutti i servizi di Stadia saranno disattivati e l’intera piattaforma sarà dismessa. Google ha già avviato le pratiche per rimborsare gli utenti ed in alcuni casi sarà anche possibile trasferire i salvataggi dei giochi su altre piattaforme.

Le prime avvisaglie in merito alla chiusura di Google Stadia risalgono ad inizio 2021. Nel febbraio del 2021, infatti, Google ha avviato la chiusura di Stadia Games and Entertainment, la divisione che coordinava gli studi di sviluppo interni e che era guidata da Jade Raymond. Dopo alcune (deboli) smentite in merito ad una chiusura del servizio, Google, nel settembre del 2022, ha ufficializzato l’imminente dismissione della piattaforma che, come detto, chiuderà i battenti nel gennaio del 2023.

google stadia

Come utilizzare il controller di Google Stadia dopo la chiusura del servizio?

Per i possessori di un controller Stadia ci sono varie opzioni per poter continuare ad utilizzare il controller anche dopo la chiusura del servizio. L’ottimo controller realizzato da Google, infatti, potrà accompagnare gli utenti nel corso di lunghe sessioni di gaming anche nel corso del prossimo futuro, anche se con alcune limitazioni. Salvo aggiornamenti firmware da parte di aziende terze, interessante, per qualche motivo, a supportare il controller, le opzioni di utilizzo del controller di Stadia sono limitate.

Come utilizzare il controller su smartphone e tablet

Per continuare ad utilizzare il controller di Google Stadia dopo la chiusura della piattaforma è possibile affidarsi sempre a Google ed al suo sistema operativo. Il controller, infatti, può essere collegato al proprio smartphone o al tablet Android per giocare ad uno dei tanti giochi presenti sul Play Store oppure con un servizio di streaming come Xbox Cloud Gaming.

Android, infatti, supporta e riconosce senza problemi il controller di Google Stadia che deve essere collegato al dispositivo tramite cavo USB-C. Il collegamento via Bluetooth per il gaming non è possibile (il controller di Stadia supporta il Bluetooth solo in modo limitato e per il processo di setup iniziale).

Come utilizzare il controller su PC

C'è un altro modo per "riciclare" il controller di Google Stadia che potrà essere utilizzato per il gaming su PC senza troppe difficoltà, anche se con qualche limitazione a cui prestare attenzione. Il dispositivo, infatti, è supportato da Steam e viene riconosciuto come un qualsiasi controller USB HID standard. Basterà, quindi, collegare il controller al PC, sempre via cavo, per utilizzarlo per il gaming.

La configurazione è rapida e può avvenire tramite le impostazioni del controller di Steam (andando in Impostazioni > Controller come avviene anche per altre periferiche). Il controller di Stadia potrebbe non essere supportato da tutti i giochi di Steam (i titoli che prevedono l'utilizzo di mouse e tastiera non permetteranno l'utilizzo del controller) ma il catalogo di giochi compatibili è enorme.

Per l'utilizzo con Epic Games, invece, potrebbero esserci dei problemi in termini di riconoscimento della periferica. a notare, invece, che il controller di Stadia è riconosciuto anche da ChromeOS e, quindi, è utilizzabile con un qualsiasi modelli di Chromebook a propria disposizione.

In questo caso, considerando anche la chiusura di Stadia, che rappresentava la vera componente gaming di ChromeOS, i titoli disponibili saranno limitati. Il controller, in ogni caso, continuerà a funzionare tramite un rapido collegamento via cavo con il proprio dispositivo. In futuro, con l'arrivo di Steam su ChromeOS ci saranno molte più occasioni per giocare con il controller Stadia che, quindi, potrà continuare ad essere un accessorio per il gaming anche dopo la chiusura della piattaforma di streaming.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech
Argomenti:

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2021 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram