Come aggiungere un pulsante antipanico nel tuo browser

privacy
Seguici su Google News

Per motivi di riservatezza sul lavoro o comunque di privacy, potresti ritenere ciò che appare sul monitor** del tuo computer non dovrebbe mai essere visto da altere persone. Che si tratti di ufficio o di casa, però, qualcuno potrebbe improvvisamente passare nelle vicinanze e dare una rapida sbirciatina.

Ed è qui che un pulsante antipanico, in grado di chiudere il browser con la semplice pressione di un tasto, può tornarti molto utile.

Alcuni dei motivi più innocenti per cui potresti averne bisogno sono se stai giocando quando dovresti lavorare e il tuo capo passa dal tuo ufficio, o forse stai pianificando una vacanza a sorpresa per una persona cara e, proprio in quel momento, questa si trova a passare vicino al computer. Ovviamente poi, vi sono altri motivi che non staremo qui ad elencare.

Il browser Opera, attraverso Opera GX, integra questo tipo di funzione molto interessante. Se però utilizzi un altro software e vuoi comunque ottenere questo tipo di pulsante, come ti spiegheremo in seguito.

Privacy e browser web

Utilizza il pulsante antipanico di Opera GX

Opera GX, se non lo conosci, è un browser per videogiocatori: puoi impostare limiti sull’utilizzo di CPU e GPU oltre ad alcune interessanti integrazioni di Discord, Twitch e tanto altro. Si tratta di un software che puoi utilizzare sia su Windows che con macOS.

Il pulsante antipanico non è ancora diventato una funzionalità nativa completa: è necessario abilitare la modalità Early Bird nel browser. Fai clic sull’icona Configurazione semplice (l’icona dei cursori, in alto a destra), quindi su Abilita in Impostazioni accanto a Early Bird. Dopo aver attivato gli interruttori, dovrai riavviare Opera GX e quindi il pulsante antipanico sarà pronto per l’uso.

Quando devi nascondere le schede aperte in un lampo, premi il tasto F12. Le schede che stavi guardando non sono sparite per sempre perché puoi premere nuovamente F12 per ripristinarle. Per il momento non è possibile personalizzare il funzionamento del bottone più di tanto, ma Opera GX offre comunque tutto ciò che può servirti.

Per impostazione predefinita, il pulsante antipanico aprirà un sito Web “innocente” quando premi F12, come Google Docs o GitHub. Se desideri modificare il sito visualizzato dal pulsante dopo che tutte le schede correnti sono state nascoste (la home page della tua azienda, ad esempio), fai nuovamente clic sull’icona Configurazione semplice, quindi seleziona Vai alle impostazioni complete del browser e scegli la voce corrispondente al pulsante antipanico.

Aggiunta di un pulsante antipanico ad altri browser

Purtroppo, altri browser non hanno ancora un pulsante di questo tipo integrato, anche se vale la pena tenere presente che puoi nascondere rapidamente tutte le finestre aperte con un’unica combinazione di tasti.

Per Windows, per esempio, si parla di Win + Freccia giù. Su macOS invece, puoi uscire da situazioni complicate con la scorciatoia Cmd + M.

In alcuni browser è possibile impostare un pulsante antipanico utilizzando le estensioni. Per Google Chrome e Microsoft Edge, ci sono alcune opzioni disponibili.

Per esempio, Panic Button è un’estensione dal nome alquanto esaustivo. Una volta installata, puoi toccare Ctrl + Shift + Z (Windows) o Cmd + Shift + Z (macOS) per far scomparire tutto ciò di compromettente a schermo in un istante.

Tieni presente, tuttavia, che le tue schede aperte scompariranno per sempre e anche le ultime 24 ore di cronologia di navigazione verranno cancellate automaticamente. Si tratta di un approccio più drastico rispetto a quello utilizzato da Opera GX.

È disponibile anche un’estensione Panic Button per Firefox, da non confondere con l’add-on precedente. Con questo componente aggiuntivo, puoi nascondere le schede aperte facendo clic sul pulsante che viene aggiunto sulla barra degli strumenti o premendo F8.

Puoi impostare il tuo tasto di scelta rapida, se lo desideri, e l’estensione può essere personalizzata anche in altri modi: puoi scegliere quale sito Web “sicuro” visualizzare quando viene attivato il pulsante, oltre ad avere l’opzione di portare ripristinare le schede ridotte a icona o eliminarle completamente dalla vista.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech
Argomenti:

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram