Questa guida illustra come effettuare l’upgrade da HD a SSD su iMac ed aumentare notevolmente le prestazioni degli iMac 2009 e 2010

Sostituire un HD con una SSD su iMac (

Questa guida è particolarmente consigliata per chi è alle prime armi e per chi possiede un iMac più datato,  poiché la sostituzione dell’HD magnetico con una SSD di ultima generazione permette di aumentare in modo notevole le prestazioni della macchina. Basti pensare che un hard disk magnetico SATA II raggiunge velocità effettive su un iMac 2009 di circa 70 Mb/sec in lettura e scrittura , megabyte più megabyte meno, una SSD  di ultima generazione, test alla  mano, può raggiungere e superare tranquillamente  i 200 Mb/sec . Ciò in termini prestazionali rappresenta un significativo aumento delle prestazioni generali della macchina, di un accesso più veloce ai dati, di un boot notevolmente più veloce ( ho calcolato 10 sec sul mio iMac late 2009).

Molti possessori di iMac tendono a sostituire il lettore DVD con una SSD , grazie ad un adattatore , in modo da poter avere sia l’HD che l’SSD, c’è chi addirittura ha creato un disco fusion. Questa guida si concentra alla sostituzione dell’HD, senza perdere l’uso del lettore DVD che può tornare sempre utile.

Iniziamo con il procurarci delle chiavi TORX,  due ventose per poter rimuovere il vetro del display, nastro bi-adesivo ed eventulmente aria compressa per pulire il nostro iMac. Noi di Apple Brain abbiamo optato per l’acquisto di un kit completo per lo smontaggio di prodotti Apple, venduto da iFixit.com , leader nelle guide e della vendita di utensili , il kit si può trovare qui, costa 69,95 $, più 30 € di dogana.

Rimozione vetro protettivo

Il primo passo da fare è la rimozione del pannello che protegge il display, per farlo occorre pulire la superficie con un panno e un prodotto del tipo Glassex o Bref per i vetri, in modo da fare aderire perfettamente le ventose. Posizioniamole agli angoli alti del display, facciamo pressione e tiriamo su la parte della ventosa  che serve per attaccare la ventosa, tiriamo su leggermente il vetro e spostiamolo verso di noi in modo da rimuovere la protezione come in foto:

Rimozione LCD

Procediamo con il rimuovere il pannello  LCD, svitando le varie viti torx come segnalato in foto, alziamo leggermente il pannello e rimuoviamo i cavi di connessione presenti sotto il pannello, avendo cura dei vari connettori perché molto di loro sono delicati con cavi molto corti.

Rimozione Hard Disk

Dopo aver rimossi i cavi connessi al pannello LCD, possiamo procedere con la  rimozione dell’Hard Disk, situato al centro dell’iMac, come si evince dal rettangolo rosso in foto. Occorre rimuovere le due viti torx e i cavi sata power e dati, come mostrato in foto. Dopo la rimozione avremo uno spazio da 3,5” dove andremo ad inserire la nostra SSD.

By-Pass sensore temperatura

Questo passo è importantissimo, poiché gli HD dei Mac  sono fatti costruire ad hoc da Apple e incorporano un sensore della temperatura che invia continuamente dati sulla  temperatura alla scheda madre,  in base ai quali regola la  velocità della  ventola HD. Gli HD commerciali e le SSD non montano questo sensore, per cui è necessario cortocircuitare il connettore per ingannare il mac e non far sparare al massimo dei giri la ventola che diventerebbe molto rumorosa.  Il connettore in questione è mostrato in foto , basta creare un piccolo ponticello in rame in modo da creare un cortocircuito. Ripeto non dimenticatevi di effettuare questa operazione.

Installazione SSD

Questo è l’ultimo passo,  io ho utlizzato  la UHU PATTAFIX per fissare l’SSD alla superficie,  la pattafix non è altro che piccoli quadrati di gomma adesiva, può essere rimodellata e riutilizzata quante volte vogliamo. Se avete delle soluzioni migliori ben vengano. Una volta rimontato il tutto bisogna procedere con la reinstallazione del sistema operativo da zero, quindi con annessa formattazione dell’SSD . Ultima considerazione , questa guida si applica tranquillamente ad altri modelli di iMac, magari più recenti, sostanzialmente sono cambiati alcuni connettori o magari posizioni, l’architettura resta la stessa, l’unica differenza è che gli iMac 2011 montano addirittura una seconda posta SATA, per inserire un secondo hard disk.

 

Se avete bisogno di una mano non esitate a contattarci 🙂