Riconoscimento facciale iPhone 8: a ipotizzare la novità, l’analista Ming-Chi Kuo, esperto della compagnia di Cupertino.

Riconoscimento facciale iPhone 8, potrebbe presto essere realtà. Insomma, altro che display curvo e scansione dell’iride: qui il livello è assai più alto. Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, esperto della compagnia di Cupertino, lo sviluppo di questa tecnologia sarebbe però ancora in fase iniziale. E il rischio, diciamolo a bassa voce, è di non essere pronti per il nuovo iPhone atteso in autunno.

Che l’Apple debba spingere sempre più il pedale dell’accelleratore, è ormai un dato di fatto. Gli iPhone di futura generazione, dunque, potrebbero venire alla luce con un avanzato sistema di riconoscimento facciale come riporta a chiare lettere il sito 9to5mac. L‘analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities, esperto di Apple, ne è certo. Per eliminare ogni tipo di ‘cornice’, queste le prime indiscrezioni, c’è bisogno di un lettore di impronte direttamente sotto lo schermo. Secondo Ming-Chi Kuo, però, lo sviluppo di questa tecnologia potrebbe non essere pronta per il nuovo iPhone atteso quest’anno.

Riconoscimento facciale iPhone 8, avanti tutta. In futuro, poi, il lettore di impronte potrebbe sparire del tutto. L’azienda guidata da Tim Cook, d’altronde, vorrebbe un giorno non troppo lontano utilizzare completamente il riconoscimento facciale come parte integrante dei suoi dispositivi.

Quella pronta ad arrivare sul mercato, dunque, diventerebbe l’unica tecnologia di autenticazione biometrica presente sul telefono. Ricordiamo che nel nuovo dispositivo Apple la parte frontale sarà occupata quasi interamente dal display, uno schermo OLED completamente curvo, perfetta appunto per la presenza del riconoscimento facciale sull’iPhone 8.

Tra le altre novità, la ricarica wireless a distanza. Se oggi l’utente deve posizionare lo smartphone su una stazione di ricarica, in futuro non sarà più così. Apple vorrebbe infatti rendere disponibile un trasmettitore che, collegato alla presa a muro, ricaricherebbe l’iPhone 8 ad una distanza massima di 4,5 metri.