Recensione Redmi Note 11: il migliore smartphone da €200?

best buy redmi note 11
Seguici su Google News


La serie Redmi Note è sempre stata fra le più interessanti linee di smartphone. proposte da Xiaomi. Nel corso degli anni i vari device Redmi Note, in tutte le loro varianti, si sono dimostrati essere degli smartphone ben progettati, performanti e perfetti per soddisfare le richieste della fascia medio-bassa del mercato. Ho avuto la fortuna di provarne differenti modelli e tutti mi hanno convinto per duttilità, batteria e performance generali, non ho potuto quindi resistente alla tentazione di provare il nuovo Redmi Note 11 nella sua versione base e più economica. Per testarlo al meglio ho deciso di utilizzarlo per alcune settimane ed oggi scopriamo insieme tutti i dettagli di questo ottimo smartphone da 200 € nella recensione di Redmi Note 11 dopo un mese di utilizzo.

Videorecensione: 1 mese con Redmi Note 11

Dove acquistare Redmi Note 11 al miglior prezzo

L’unità che abbiamo utilizzato per la recensione ci è stata offerta dallo store online Hekka, un ecommerce cinese davvero economico e conveniente dove è possibile acquistare dispositivi tech a prezzi molto interessanti e con spedizione gratuita. Redmi Note 11 è ad esempio venduto a soli 188 euro contro i 229 euro del prezzo ufficiale. Oltre al prezzo più conveniente è possibile aggiungere un ulteriore sconto di 10 euro utilizzando il coupon: OutOfBit10. Quasi 25 euro in meno con la spedizione gratuita sono un bel risparmio, più del 10%!

Cosa c’è nella scatola – Confezione

Dentro la confezione di Redmi Note 11 troviamo una dotazione di accessori particolarmente completa. Oltre allo smartphone nella scatola troviamo:

  • alimentatore USB da 33W compatibile con la ricarica veloce
  • cavo USB/USB-C per la ricarica
  • cover in silicone trasparente di buona qualità
  • pellicola per il display già applicata
  • “indispensabile” manualistica

Com’è fatto – Design, costruzione ed ergonomia

immagini di redmi note 11 - buona ergonomia

Nonostante il prezzo economico, Redmi Note 11 è uno smartphone costruito bene e che presenta spunti interessanti. La cover posteriore e la scocca sono realizzate interamente in plastica, materiale che consente di mantenere un peso ridotto, parliamo in fatti di soli 179 grammi. La plastica utilizzata per la costruzione è di buona qualità ed ha permesso al produttore di aggiungere la certificazione IP53: lo smartphone è resistente agli spruzzi. La certificazione IP53 è un plus notevole in un prodotto di questa fascia di prezzo.

Il design è semplice e piacevole e si caratterizza per linee pulite ed angoli arrotondanti e si differenzia grazie ad un frame con linee squadrate che semplificano l’impugnatura e rendono l’ergonomia più che buona, anche grazie alle dimensioni non esagerate: 159,87 x 73,87 x 8,09 mm. A dare un tocco di carattere in più a Redmi Note 11 ci pensa la cover posteriore grazie alle differenti colorazioni: grey, blue e star blue. La versione da noi testata è la star blue che si caratterizza per un aspetto glitterato e scintillante piacevole e ben realizzato, forse più adatto ad un pubblico femminile. Nel complesso ho apprezzato la semplicità costruttiva e le linee minimal che lo rendono uno smartphone piacevole da impugnare.

immagini di redmi note 11 - lato inferiore con posta usb c

Sul lato inferiore trova posto una porta USB-C 2.0 (non compatibile con l’uscita video), uno speaker stereo ed il microfono principale. Nel lato superiore sono posizionati jack audio da 3,5 mm, secondo speaker stereo, porta ad infrarossi IR (tipica dei device Xiaomi) e microfono secondario. Sul lato destro troviamo il bilanciere del volume ed un pulsante con sensore per le impronte digitali preciso e veloce. Completamente sgombro il lato destro dove è inserito solamente lo slot SIM in grado di ospitare due SIM ed una microSD per l’espansione della memoria dello smartphone.

La giusta potenza - Hardware, audio e connettività

immagini di redmi note 11 - slot sim e microsd

Redmi Note 11 monta un hardware di fascia medio bassa ma capace di destreggiarsi senza problemi nell’utilizzo quotidiano dello smartphone. Il processore è uno Snapdragon 680 octa core da 2,4 GHz al quale si affiancano una scheda grafica Adreno 610, 4 GB di memoria RAM LPDDR4X e 64 o 128 GB di memoria interna UFS 2.2 espandibile tramite microSD. L’hardware è quindi più che sufficiente per chi fa un uso classico dello smartphone e regge senza problemi social, navigazione, messaggistica e gaming.

Eccellente il comparto connettività che mette a disposizione 4G con supporto al Dual SIM, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0 e chip NFC per i pagamenti contactless, non gli manca davvero nulla. Trovo sensata la scelta di non puntare al 5G, chi ha uno smartphone di questa fascia di prezzo difficilmente potrebbe essere interessato ai più costosi abbonamenti con connettività 5G.

L’audio è affidato ad un doppio speaker stereo di qualità che riesce ad riprodurre musica e parlato con un buon volume massimo, ottima la scelta di posizionare i due speaker sui lati stretti dello smartphone per garantire una maggiore immersività. Bene l’audio in capsula ed in vivavoce durante le chiamate. Sempre utile la presenza del jack audio da 3,5 mm. C’è poi anche il sensore ad infrarossi IR che può tornare utile per la gestione della TV e di qualche elettrodomestico. La vibrazione è forte e decisa, ma abbastanza zanzarosa.

immagini di redmi note 11 - lato superiore con jack

Piccola nota per il sensore di prossimità che non sempre funziona alla perfezione, mi è successo più di una volta che non rilevasse correttamente la posizione del viso sta durante le chiamate e di ritrovarmi a schiacciare con la guancia pulsanti sul display del telefono. Non è un problema grave e si può arginare premendo il tasto di accensione per spegnere lo schermo quando lo si porta all’orecchio.

Il sistema di sblocco dello smartphone è affidato al riconoscimento facciale e al sensore per le impronte digitali posizionato sul tasto di accensione, quest’ultimo funziona in maniera impeccabile, è preciso e veloce e molto comodo da usare. Lo sblocco con il volto si affida alla fotocamera frontale e funziona bene di giorni ed in condizioni di buona e media luce ambientale, diventa inutile però col calare della notte.

Un signor display – Schermo

immagini di redmi note 11 - schermo

Lo schermo è sicuramente uno dei punti di forza del nuovo Redmi Note 11, parliamo di un pannello AMOLED da 6,43 pollici con risoluzione FullHD+ da 1080 x 2400 pixel protetto da Gorilla Glass 3. Il display è un tipico AMOLED con colori brillanti e ben tarati ed una luminosità massima buona che consente di avere una leggibilità buona sotto la luce diretta del sole. Lo schermo ha anche un refresh rate aumentanto a 90 Hz (non dinamico ma fisso) grazie al quale riusciamo a godere di un sistema operativo più fluido e scorrevole, purtroppo non è sfruttato al meglio da tutte le applicazioni, molte continuano a girare a 60 Hz.

Il display supporta l’accensione con il sollevamento e con il doppio tocco sul display e dispone anche dell’always-on alla Xiaomi, ovvero lo schermo rimane acceso per 10 secondi prima di disattivarsi, ma ci permette di vedere la presenza di eventuali notifiche senza dover sbloccare il telefono.

Abbiamo quindi fra le mani un display davvero ottimo che permette al Redmi Note 11 di avere un punto di vantaggio notevole rispetto alla concorrenza.

Una solida ottica principale – Fotocamere

immagini di redmi note 11 - modulo fotografico

Sul retro di Redmi Note 11 troviamo un modulo fotografico poco esposto, si parla di un paio di millimetri, che ospita 4 ottiche, di cui solo la principale però è effettivamente di buona qualità. Le ottiche sono: una principale da 50 megapixel con apertura f/1.8, una grandangolare da 8 megapixel f/2.2, una macro ed una ottica per la modalità ritratto da 2 megapixel con apertura f/2.4. Le ultime due servono di fatto solo a fare numero e non sono particolarmente utili. La grandangolare scatta foto sufficienti di giorno e potrebbe tornare comoda per qualche foto di gruppo senza pretese.

La fotocamera principale da 50 megapixel però permette però di scattare delle foto più che buone e caratterizzare da una buona messa a fuoco, colori precisi e ben bilanciati e quindi da una qualità complessiva soddisfacente. Gli scatti di giorno sono ben bilanciati e poco rumorosi, anche se spesso i colori risultano leggermente slavati. Si riesce a rimediare facilmente al problema dei colori spenti e ad avere un miglioramento della qualità utilizzando l’HDR e sfruttando l’intelligenza artificiale, in combinata forniscono colori più brillanti e vivaci. Le foto scattate in condizioni di scarsa luminosità o di notte non sono malaccio e, utilizzando la modalità notte, si ottengono scatti di qualità sufficiente.

La fotocamera frontale, ospitata nel foro presente nella parte alta dello schermo, monta un sensore da 13 megapixel con apertura focale f/2.4 e permette di scattare buoni selfie e fare videochiamate sufficienti.

Il comparto video non è sufficiente. Le registrazioni possono essere fatte in FullHD e soffrono di due problemi principali: i colori sono abbastanza scuri e le riprese sono abbastanza mosse/vibranti a causa dalla mancanza della stabilizzazione ottica. Speriamo arrivi presto qualche aggiornamento software che sistemi la qualità delle riprese.

Foto scattate con Redmi Note 11

Come va nell’utilizzo quotidiano - Esperienza d’uso e software

Redmi Note 11 viene venduto con a bordo Android 11 con la personalizzazione MIUI 13 (13.0.5 al momento della recensione) con le variazioni tipiche di Xiaomi che abbiamo imparato a conoscere in questi anni. Peccato che uno smartphone di inizio 2022 non venga commercializzato con Android 12.

La MIUI 13 mantiene il solito stile grafico molto piacevole e le solite utili funzioni come i temi, le finestre a scomparsa, il pannello di controllo separato, una buona gestione delle notifiche e la riproduzione dei video in background e in finestra su ogni schermata.

Il sistema scorre abbastanza fluido e veloce e l’hardware, nonostante sia di fascia bassa, riesce ad offrire prestazioni convincenti e gestisce senza problemi tutte le funzionalità classiche dello smartphone, anche se ogni tanto si nota qualche indecisione nelle animazioni. Nel corso di questo mese di test ho avuto modo di stressarlo e di provare molte app e non ho mai avuto problemi o rallentamenti degni di nota. I tempi di apertura delle app, anche quelle più pesanti, sono accettabili, si naviga senza problemi e le app social permettono scroll rapidi e mai scattanti. Le prestazioni sono quindi più che buone e in grado di soddisfare appieno chi fa un uso di base dello smartphone.

Andando a spingere di più sul multi tasking o sull’editing si notano rallentamenti e qualche lag, ma non è uno smartphone pensato per questa tipologia di utilizzo.

Sufficienti le prestazioni in gaming, anche grazie alla modalità Game Turbo, e si riesce a giocare facilmente anche ai titoli più pesanti, senza però pretendere un elevato livello di dettaglio ed alti frame rate. Ho testato Wild Rift, Warzone e Asphalt 9 e tutti e tre i titoli si sono comportati benone.

Le prestazioni ed il software sono quindi largamente sufficienti e permettono di fare un classico uso dello smartphone senza problemi e senza rinunce.

Quasi due giorni di autonomia - Batteria

Redmi Note 11 monta una grande batteria da 5.000 mAh che, in combinata all’hardware poco dispendioso in termini energetici, permette di avere un’autonomia davvero ottima. Durante queste settimane di test sono sempre arrivato a fine giornata con almeno il 25% di batteria nei giorni di utilizzo stress, nelle giornate più tranquille, nel weekend e, più generalmente, con un utilizzo normale sono riuscito a coprire due interni giorni di utilizzo.

Dove acquistarlo per risparmiare - Prezzo

Redmi Note 11 viene venduto a 229 euro, sicuramente un prezzo corretto e davvero molto interessante. Chi fosse interessato ad acquistarlo però lo puoi trovare sullo store Hekka a soli 188 euro ai quali si aggiungono 10 euro di sconto utilizzando il coupon: OutOfBit10.

A circa 180 euro diventa davvero un best buy ed uno dei migliori smartphone nella fascia 150-200 euro.

Economico e completo - Conclusioni

immagini di redmi note 11 - back cover silver blue glitterata

Redmi Note 11 non è perfetto, ma offre, ad un prezzo concorrenziale, uno smartphone ben costruito, un buon display, un’eccellente autonomia ed una fotocamera più che sufficiente. Davvero difficile non consigliarlo a chiunque cerchi un buono smartphone economico venduto a circa 200 euro.

La serie Redmi Note si conferma un best buy, come ogni anno.

La mini recensione in pillole di Redmi Note 11:

  • CONFEZIONE: caricabatterie veloce da 33W, cavo e cover. COMPLETA
  • DESIGN E COSTRUZIONE: scocca in plastica, linee semplici e pulite, certificazione IP53. SOLIDA E CONCRETA
  • HARDWARE: Snapdragon 680, 4 GB di RAM, 64/128 GB di memoria interna. ECONOMICO MA SUFFICIENTE
  • SCHERMO: Amoled da 6,43" FullHD+ brillante, colori ben tarati e ottima luminosità massima. PUNTO DI FORZA
  • FOTOCAMERA: l'ottica principale da 50 MP scatta buone foto di giorno e di notte. Sufficiente la selfie camera. BENE COSI'
  • SOFTWARE: Android 11 con MIUI 13. BENONE
  • ESPERIENZA D'USO: il sistema scorre fluido, le app girano senza problemi e si riesce anche a giocare. PROMOSSO
  • BATTERIA: due giorni con utilizzo medio. SUPER
  • PREZZO: 188 euro e sconto 10 = 178 euro! BEST BUY

Immagini di Redmi Note 11

Giudizio finale
Confezione e accessori
8 / 10
Design e costruzione
8 / 10
Hardware
8 / 10
Display
8.5 / 10
Fotocamera
7 / 10
Software
8 / 10
Esperienza d'uso
8 / 10
Batteria
9 / 10
Prezzo
9 / 10
La nostra opinione

Redmi Note 11 non è perfetto, ma offre, ad un prezzo concorrenziale, uno smartphone ben costruito, un buon display, un’eccellente autonomia ed una fotocamera più che sufficiente. Davvero difficile non consigliarlo a chiunque cerchi un buono smartphone economico venduto a circa 200 euro.

Voto finale 8.2 ★★★★☆
Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2021 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram