Recensione iPad mini 2019
Recensione iPad mini 2019

Tra i nuovi tablet Apple recentemente presentati, oltre all’iPad Air di cui abbiamo già parlato, vogliamo concentrarci ora sull’iPad mini 2019, una delle versioni più interessanti. L’attenzione verso questo tablet compatto è data, ovviamente, innanzitutto dalle dimensioni, trattandosi di un aspetto mai marginale nei dispositivi elettronici, ma anche per le rinnovate caratteristiche tecniche. Da queste premesse l’iPad mini 2019 sembra essere qualcosa di molto interessante, non solo dal punto di vista delle novità.

Ritorno al futuro senza aver abbandonato il passato

Caratteristiche iPad mini 2019
Caratteristiche iPad mini 2019

Sì, prima di analizzare più da vicino l’iPad mini 2019, è doverosa una premessa. A prima vista l’iPad mini di quinta generazione non risulta molto diverso da quello precedente (che è del 2015). Questo potrebbe portare molti a concludere che si tratti di un mero upgrade tecnico o di un’operazione commerciale priva di particolare interesse. In realtà, senza voler esasperare (più di quanto a volte già non accada) il ruolo di Apple, la vicinanza estetica (e non solo) tra l’iPad mini 2019 e quello precedente sta a dimostrare quanto fosse ottimo il lavoro fatto allora, tanto da non richiedere particolari stravolgimenti oggi. I cambiamenti ci sono, com’è normale che sia, ma nessun apparente stravolgimento. Si riparte da lì, quindi, da quell’iPad mini di qualche anno fa che abbiamo continuato a utilizzare tanto era valido e affidabile. Vediamo cosa saprà proporci di nuovo la versione aggiornata di un piccolo grande capolavoro tecnologico.

Confezione

Recensione iPad mini 2019: Confezione
Recensione iPad mini 2019: Confezione

Il primo aspetto da considerare è quello della confezione e degli accessori in essa contenuti. In realtà c’è poco da dire se si considera che esteticamente parliamo di una scatola molto semplice e priva di tanti fronzoli. E l’interno non è da meno, tanto che troviamo solamente il tablet, la presa per l’alimentatore e il cavetto USB-Lightning. Da questo fronte nessuna novità, l’unboxing prevede la presenza del minimo indispensabile, tutto quello che serve per poter iniziare a utilizzare l’iPad.

Design e costruzione

Recensione iPad mini 2019: Design
Recensione iPad mini 2019: Design

Molto del design dell’iPad mini 2019 abbiamo già detto anticipando come non sia particolarmente dissimile dalla precedente versione. Le differenze sono infatti inesistenti o veramente marginali e anche questo modello risulta, date le dimensioni ridotte, perfetto da inserire nella tasca di una giacca o nella borsa. Una prima considerazione da fare nell’assoluta identicità del design è data dalle cornici ancora particolarmente vistose (e in questo forse leggermente anacronistiche) e la presenza del tasto Home con il Touch ID di seconda generazione. La disposizione dei tasti volume e accensione rimane la solita e, a differenza dell’iPad Air e dell’iPad Pro appena usciti, sull’iPad mini non è possibile collegare una tastiera. Se proprio si vogliono trovare delle differenze le si possono riscontrare nella posizione dei tasti volume (spostati di qualche millimetro) e dei microfoni che nella versione 2019 sono centrati al bordo superiore.

Anche in virtù delle dimensioni ridotte iPad mini risulta perfetto dal punto di vista dell’ergonomia e può essere impugnato comodamente sia tenendolo in orizzontale che in verticale. È costruito con una scocca in vetro e alluminio con tre diverse varianti cromatiche: Grigio Siderale, Oro Rosa e Argento.

Hardware

Recensione iPad mini 2019: Hardware
Recensione iPad mini 2019: Hardware

Sotto la scocca l’iPad mini 2019 ospita il processore proprietario A12 Bionic (lo stesso che troviamo sugli iPhone XS, XS Max e XR), 3GB di RAM e due tagli di memoria disponibile: 64GB o 256GB. Le prestazioni sono realmente eccezionali e incredibili e anche se continuamente sollecitato l’iPad mini risponde sempre egregiamente non arrancando mai, con qualsiasi tipo di attività. A migliorare ulteriormente questa straordinaria esperienza d’uso ci pensa anche la compatibilità con la celebre Apple Pencil, che finalmente sbarca anche sugli iPad mini. Nonostante sia supportata l’Apple Pencil è da acquistare separatamente e bisogna comprare quella di prima generazione, in quanto l’ultima versione non è supportata. Nonostante le importanti differenze tra i due modelli, anche l’Apple Pencil di prima generazione rimane uno strumento prezioso nell’utilizzo quotidiano del tablet.

Per quel che riguarda la connettività ci sono alcune considerazioni da fare. La presenza, ad esempio, dello standard Lightning rispetto al più moderno e versatile USB-C sembra apparire una forzatura e una limitazione per questo device. Da Cupertino riferiscono la scelta di non voler stravolgere il settore, in quanto potenzialmente chi sceglie iPad mini ha già un tablet Apple e difficilmente dopo aver cambiato il tablet sarebbero disposti anche ad acquistare tutti gli accessori di ultima generazione. Oltre alla porta Lightning, comunque, troviamo il WiFi dual-band, il Bluetooth 5.0 e, nella versione dedicata, il supporto all’LTE ed eventualmente all’e-SIM.

Per il comparto audio troviamo il jack audio da 3.5mm e due altoparlanti stereo che svolgono molto bene il proprio lavoro, con un volume ottimo e di qualità.

Display

Recensione iPad mini 2019: Display
Recensione iPad mini 2019: Display

Quella dello schermo è una delle questioni più importanti da considerare in una recensione dell’iPad mini 2019. Ancor prima della questione tecnologica c’è da considerare proprio l’aspetto delle dimensioni. Parliamo infatti di un tablet da 7.9” che potrebbe perdere il confronto con uno smartphone dallo schermo grande o da un phablet, device questi che oggi hanno sicuramente la meglio rispetto ai tablet. Apple invece continua a investire su questo settore e la partita si gioca proprio qui, sulla volontà da parte del colosso di Cupertino di proporre un dispositivo unico nel suo genere e di renderlo anche per questo vincente.

Dal punto di vista tecnico il display dell’iPad mini 2019 è un IPS con una risoluzione di 2048x1536px con una luminosità di 500nits e il supporto alla tecnologia True Tone. La differenza dal display dell’iPad del 2015 è data anche dalla presenza di un pratico rivestimento antiriflesso, sempre molto utile specialmente per un utilizzo all’aria aperta. Dal punto di vista della resa, questo display è davvero straordinario, con una qualità dei colori e un livello dei contrasti davvero ottimi che donano il piacere di utilizzare questo tablet.

Software

Il sistema operativo di questo iPad mini è iOS 12.2, che introduce tutti gli ultimi aggiornamenti del software Apple. Tra questi segnaliamo il dock a comparsa, la Split View, il supporto alle funzioni per la Realtà Aumentata e, ancora, tutte le applicazioni dedicate all’Apple Pencil.

Fotocamera

Recensione iPad mini 2019: Fotocamera
Recensione iPad mini 2019: Fotocamera

I tablet non brillano certo per il comparto fotografico e anche iPad mini 2019 si adegua con una fotocamera posteriore da 8MP (f/2.4) e una anteriore da 7MP. Tra le due fotocamere non ci sono differenze significative e in entrambi i casi si ha la possibilità di registrare video in slow motion e riprese fino a 1080p e 30fps per la fotocamera posteriore e 720p a 30fps per quella anteriore.

Batteria

Apple, come da tradizione, non riferisce la capacità della batteria. L’autonomia dichiarata è di 9 ore per la versione LTE e di circa 10 ore per quella solamente WiFi. Questo significa che sarà sempre possibile utilizzare il tablet per tutta la giornata per poi ricaricarlo alla sera utilizzando la ricarica rapida che l’iPad mini supporta. Per sfruttare al meglio questa tecnologia si consiglia di acquistare, a parte, il caricabatteria rapido che consente prestazioni nettamente migliori.

Prezzo

Dell’iPad mini 2019 esistono quattro versioni, in base alla combinazione del taglio di memoria e alla presenza o meno della connettività LTE. La differenza di prezzo tra il modello WiFi da 64GB e quella LTE da 256GB è di oltre trecento euro, che non sono pochi e quasi raddoppiano il prezzo della versione base. Nella valutazione complessiva dei costi va considerato anche l’acquisto separato dell’Apple Pencil.

Conclusione

Recensione iPad mini 2019: Conclusione
Recensione iPad mini 2019: Conclusione

L’iPad mini 2019 non conosce rivali per questo segmento di mercato; le alternative disponibili, anche se più economiche, non sono in grado di reggere il confronto. Apple ha corso un rischio riproponendo questo modello e investendo in una tipologia di device molto particolare. La scelta finale quindi dipende tutta dall’apprezzamento di un tablet dalle dimensioni così ridotte e compatte. La domanda è: ha senso per me acquistare un tablet così piccolo? Se la risposta è positiva l’iPad mini 2019, nonostante un paio di punti critici (prezzo e assenza USB-C), è il miglior tablet compatto in circolazione; se la risposta è negativa meglio orientarsi su device di altre dimensioni. Questo iPad mini resta comunque una piacevole sorpresa e un’alternativa da non sottovalutare per chi è alla ricerca di un tablet comodo da trasportare e ineccepibile dal punto di vista delle prestazioni.

Galleria fotografica

GIUDIZIO FINALE
Confezione
7
Design e costruzione
8
Hardware
9
Display
8.5
Software
8.5
Fotocamera
7.5
Batteria
8
SHARE
Articolo precedenteCome scaricare serie TV e film Netflix sul tuo telefono
Articolo successivoBad System Config Info di Windows 10: cos’è e come si risolve
Romano, laureato in Lettere, amante della scrittura e del suo ruolo nel descrivere, presentare e raccontare il mondo della tecnologia, del digitale e del web.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome