Wearable

Recensione Fitbit Versa 2: l’evoluzione della specie

Recensione Fitbit Versa 2

Il settore degli smartwatch e dei fitness tracker continua a proporre interessanti novità, come quella del Fitbit Versa 2 che andiamo a scoprire in questa recensione. La gamma di dispositivi Fitbit è molto ampia e il nuovo Versa 2 si inserisce in una lunga scia di device che hanno spesso raccolto l’entusiasmo e l’apprezzamento del pubblico. Tanto che oggi lo stesso marchio Fitbit è sinonimo di smartband.

Prima di entrare nel dettaglio della nostra recensione del Fitbit Versa 2, ma anche per capire di cosa stiamo parlando, è utile spiegare per bene cos’è questo dispositivo. Parliamo sostanzialmente di un fitness tracker che integra caratteristiche e funzionalità da smartwatch. Un modello che sembra promettere bene e che al momento di questa recensione ha già ricevuto un importante aggiornamento firmware che ne ha migliorato diversi aspetti.

Confezione

Confezione Fitbit Versa 2

Confezione Fitbit Versa 2

Iniziamo l’analisi di Fitbit Versa 2 dalla sua confezione. All’interno della scatola è presente il corpo del fitness tracker, il cinturino in silicone (o in tessuto se acquistate la versione Special Edition) e il caricatore USB di tipo proprietario. Una confezione standard che offre lo stretto necessario per iniziare a indossare e utilizzare il Fitbit Versa 2. Un cinturino aggiuntivo sarebbe stato sicuramente apprezzato.

Design e costruzione

Design Fitbit Versa 2

Design Fitbit Versa 2

Dal contenuto della confezione comprendiamo immediatamente come sia possibile sostituire i cinturini e questo è sicuramente un aspetto positivo. Positiva anche la qualità realizzativa della scocca della cassa, costruita in alluminio, che risulta leggera e comoda al polso, tanto da non apparire mai fastidiosa o pesante. Lo stile del Fitbit Versa 2 ricorda quello dell’Apple Watch, ma ha una sua identità, come la collocazione a sinistra dell’unico tasto fisico presente.

Lo smartwatch profilo molto assottigliato, specie verso la parte posteriore dove è posizionato il cardiofrequenzimetro. Il diametro da 40mm della cassa rende il Fitbit Versa 2 adatto per qualsiasi tipo di polso. Il peso ridotto ed il cinturino, particolarmente comodo e saldo, lo rendono il fitness tracker perfetto per le giornate in ufficio e per il tracking degli allenamenti.

Da segnalare anche l’impermeabilità, che consente di indossare il fitness tracker anche sotto la doccia (ottimo per chi va in palestra), in quanto resiste fino a 50m di profondità. Abbiamo detto della presenza sul lato sinistro del tasto fisico, mentre nella parte destra vi è un piccolo foro. È il microfono, in quanto il Versa 2 supporta anche Amazon Alexa (è la prima volta per un dispositivo a marchio Fitbit) per l’utilizzo dei controlli vocali.

Display

Display Fitbit Versa 2

Display Fitbit Versa 2

Una delle eccellenze del Fitbit Versa 2 da registrare è sicuramente quella data dal display. Abbiamo uno schermo nettamente migliorato rispetto al primo Fitbit Versa,  parliamo di un display AMOLED da 1.34” con risoluzione 300x300px rivestito da una protezione Gorilla Glass di terza generazione.

La prima grande differenza rispetto al modello di generazione precedente è data dalla luminosità, che ora raggiunge i 1000nits. La visibilità, anche sotto il sole, è perfetta. È presente anche la funzione Always On Display molto utile e gradita, ma anche molto esigente in termini di consumi. È presente anche il sensore di luminosità che la regola automaticamente in base alla luce esterna. A contribuire alla visibilità è da segnalare anche lo sfondo nero che aiuta decisamente a rendere leggibili tutte le parti dello schermo.

Dallo schermo è scomparsa la scritta con il marchio Fitbit, scelta costruttiva che ha permesso di aumentare le dimensioni del display. Anche se, va detto, a un’analisi più accurata le cornici sono ancora piuttosto marcate, ma questo non incide affatto né sull’eleganza né sulla vestibilità.

Hardware

Hardware Fitbit Versa 2

Hardware Fitbit Versa 2

Passiamo a parlare delle caratteristiche tecniche di questo fitness tracker. I sensori montati all’interno del wearable sono molto semplici, ma in realtà Versa 2 vanta una dotazione più ricca di quanto si possa pensare, soprattutto se confrontato con prodotti della stessa fascia di prezzo.

Abbiamo quindi il cardiofrequenzimetro che integra anche il sensore SpO2 per monitorare l’ossigenazione del sangue. Per la connettività abbiamo il WiFi monobanda, il Bluetooth e il sensore NFC. La memoria interna è da 5GB, ma solo la metà è utilizzabile per salvare i brani musicali.

Manca quindi il GPS, con il quale le funzioni di monitoraggio dell’attività fisica all’aperto sono un po’ limitate. In alternativa bisogna tenere lo smartphone a portata di Bluetooth e utilizzare il sensore GPS del proprio telefono. Il Fitbit Versa 2, quindi, non è del tutto indipendente o se lo è non è proprio in grado di fare tutto.

Software

Software Fitbit Versa 2

Software Fitbit Versa 2

Il reparto software è quello che maggiormente riesce a dare soddisfazioni in un fitness tracker, anche quelli di fascia bassa, figuriamoci per uno di fascia medio-alta come il nostro Fitbit Versa 2. Partiamo dall’analisi delle funzionalità per il monitoraggio dell’attività fisica. In automatico il software registra qualsiasi tipo di movimento svolto continuativamente per venti minuti, grazia alla tecnologia proprietaria SmartTrack. In alternativa può essere selezionato il programma per una modalità di allenamento specifica (corsa, nuoto, bicicletta, tapis roulant, trekking, sollevamento pesi, yoga, pilates, golf, eccetera) al fine di ottenere misurazioni più precise, anche per allenamenti di durata minore.

L’interfaccia del Fitbit Versa 2 è molto pulita, semplice e intuitiva e possono essere anche modificate le watchfaces, anche se non c’è una grandissima possibilità di scelta e personalizzazione. Dalla schermata principale, con un semplice swipe, è possibile accedere alle principali informazioni sulla propria attività quotidiana. Saranno quindi mostrati i dati delle calorie bruciate, dei passi compiuti, delle scale effettuate, dei chilometri percorsi, i battiti cardiaci, e le informazioni relative al sonno. Il monitoraggio del riposo avviene automaticamente e il Fitbit Versa 2 monitora sia le ore che il dettaglio della qualità del proprio riposo, confrontandolo anche con la propria media settimanale.

Per quel che riguarda, invece, le funzionalità da smartwatch il Fitbit Versa 2 risponde in maniera eterogenea in base alle singole funzioni. Riceve, infatti, le notifiche, ma è possibile rispondere ai messaggi solo se si ha uno smartphone Android. Le risposte, inoltre, sono limitate a 5 preimpostate, che però possono essere modificate dall’app Fitbit. Le notifiche vengono gestite direttamente da ogni singola applicazione; in alcuni casi si può rispondere solamente con i messaggi, in altre anche con la voce e in altre ancora con le emoji.

App Fitbit Versa 2

App Fitbit Versa 2

Ovviamente non può mancare la sincronizzazione con l’app dedicata da installare sullo smartphone, sia esso Android o iOS, che permette non solo di configurare alcune opzioni, ma anche di accedere a dati grafici e statistiche complete sul proprio allenamento.

È presente anche il supporto a Fitbit Pay, uguale ad Apple Pay e Google Pay, ma attualmente meno diffuso. Un discorso a parte va fatto anche per le applicazioni per la riproduzione di brani musicali. L’app di Spotify è supportata, ma solamente per gestire le riproduzioni in corso sullo smartphone. Il Fitbit Versa 2 può invece riprodurre le playlist di Pandora e Deezer.

Una parentesi a parte la merita il supporto ad Amazon Alexa. Per interagire con il Fitbit Versa 2 tramite la voce è necessario scaricare l’app e tenerla sempre in background. L’aspetto paradossale è che per attivare l’assistente vocale bisogna aprire l’app o tenere premuto il pulsante. Grazie ad Alexa è possibile chiedere l’orario, le previsioni del tempo, impostare un timer, avviare il programma di allenamento e, ancora, controllare i dispositivi della propria Smart Home. L’altro aspetto paradossale è che le risposte di Alexa avvengono tramite testo. Questo significa che la comunicazione non è bilaterale e quella dell’utente è filtrata da un comando manuale.

Autonomia

Arrivati a questo punto dobbiamo parlare della batteria e dell’autonomia del Fitbit Versa 2. Con l’opzione Always On disattivata con una carica si riescono a coprire anche 5/6 giorni di utilizzo. Con l’opzione dello schermo sempre attivo l’autonomia scende a 4 giorni. Tutto sommato parliamo di livelli molto buoni, anche se non propriamente eccellenti.

Prezzo

Il nostro Fitbit Versa 2 è in vendita a meno di duecento euro, un prezzo complessivamente interessante e coerente, anche se non bassissimo. La versione Special Edition, con il cinturino in tessuto ha un prezzo leggermente maggiore, ma in questo caso probabilmente è preferibile decidere di acquistare separatamente il cinturino che più si preferisce.

Conclusione

Fitbit Versa 2

Fitbit Versa 2

Il giudizio su Fitbit Versa 2 non può che essere positivo per almeno due ragioni. La prima è che parliamo di un fitness tracker eccellente che, per questa categoria di prodotti, vanta con una serie di caratteristiche tecniche e funzionalità notevoli. La seconda è che parliamo di un device Fitbit e come tale un dispositivo bello, utile e soprattutto affidabile.

Se lo consideriamo come uno smartwatch le lacune, come l’assenza del GPS e le limitazioni con i dispositivi iOS, appaiono più significative. Ma tutto dipende da che tipo di dispositivo wearable si sta cercando. Mancano però alcune funzioni, come l’integrazione completa di Alexa e un supporto completo a Spotify.

Complessivamente però il Fitbit Versa 2 risulta come un piccolo vero gioiellino acquistabile a un prezzo molto contenuto. Un ottimo regalo da fare a sé stessi o a un amico, per indossare tanta tecnologia, ma senza rinunciare quel tocco di classe minimal e di sobria eleganza.

Galleria fotografica

Giudizio finale
Confezione
7 / 10
Design e costruzione
8.5 / 10
Display
9 / 10
Hardware
8 / 10
Software
8 / 10
Autonomia
7.5 / 10
Prezzo
7.5 / 10
La nostra opinione

Fitbit Versa 2 risulta come un piccolo vero gioiellino acquistabile a un prezzo molto contenuto. Un ottimo regalo da fare a sé stessi o a un amico, per indossare tanta tecnologia, ma senza rinunciare quel tocco di classe minimal e di sobria eleganza.

7.9 ★★★★☆
Non perderti le migliori news sulla tecnologia, segui il nostro canale Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Romano, laureato in Lettere, amante della scrittura e del suo ruolo nel descrivere e raccontare il mondo della tecnologia, del digitale e del web.
    Potrebbero interessarti
    AndroidRecensioniWearable

    Recensione Amazfit GTS: cosa ne penso dopo 2 mesi di utilizzo

    AndroidNewsWearable

    Xiaomi, primo aggiornamento per il Mi Watch: migliorie e correzioni

    AndroidNewsWearable

    Huami lancia la nuova variante in titanio dell'Amazfit GTS: arriverà anche da noi?

    AndroidNewsWearable

    Fossil Hybrid HR: arriva l'orologio dall'anima smart