GuidePC

Le porte USB non funzionano? Come diagnosticare e risolvere il problema

Le porte USB non funzionano? In questa guida cercheremo di comprendere come identificare rapidamente il problema e come risolverlo il più velocemente possibile. Vedremo dunque in che modo fronteggiare un disturbo piuttosto frequente e, nella migliore delle ipotesi, permettere al nostro PC di riappropriarsi prontamente di un elemento così importante.

Porte USB che non funzionano

Se le porte USB del tuo PC o laptop hanno smesso di funzionare, sappi che per risolvere il problema devi innanzitutto diagnosticare per quale motivo si è determinato tale guaio.

Innanzitutto, prima ancora di procedere con le successive fasi, devi assicurarti che sia la porta ad essere difettosa, piuttosto che il dispositivo che stai collegando: pertanto dovrai fare un test della porta USB.

Per far ciò, comincia a collegare il dispositivo a un’altra porta USB. Se funziona, allora il problema è la prima porta; se il dispositivo non viene rilevato, allora hai un dispositivo difettoso.

Nel caso in cui il problema sia effettivamente alla porta USB, peraltro, è molto probabile che compaiano dei sintomi piuttosto tipici, come:

  • Il dispositivo non viene rilevato;
  • Il tuo sistema operativo visualizza un messaggio di errore relativo al dispositivo (rimuovendo e sostituendo il dispositivo si potrebbe risolvere il problema).

In entrambi i casi, dovresti indagare sullo stato della porta USB. È stata danneggiata in qualche modo?

Il modo più sicuro per scoprirlo è spegnere il PC o il portatile. Poi, osserva con attenzione la porta USB. È pulita e senza polvere? C’è infatti la possibilità che sporcizia, polvere e detriti generali si siano incastrati nella porta e, peraltro, questo può accadere sia con i computer portatili che con quelli desktop.

Ricordiamo infatti che la polvere riduce il flusso d’aria, causando il surriscaldamento del sistema. Una condizione che è particolarmente dannosa per i computer portatili, dove il surriscaldamento può ridurre le prestazioni in pochi secondi. Per risolvere il problema, pulisci la porta USB con una bomboletta di aria compressa.

Infine, prendi un cavo USB (o un’unità flash) e muovilo delicatamente. Se l’unità si muove e senti che è allentata, soprattutto in verticale, allora hai probabilmente un problema.

Leggi anche: Cosa fare quando Windows non riconosce il tuo dispositivo Android

Come riparare l’hardware USB rotto

Occupiamoci proprio di questo ultimo fenomeno: che cosa fare se la porta USB è allentata?

Tieni a mente che le porte USB sono saldate a una scheda all’interno del computer, come la scheda madre o, più probabilmente, un circuito stampato secondario. Con l’uso regolare, le porte possono diventare mobili, a volte possono arrivare a staccarsi completamente.

Il più delle volte, questo è dovuto alla forma dei dispositivi USB collegati. Sebbene sia improbabile che un piccolo dispositivo Wi-Fi, il Bluetooth o le memorie flash USB mettano a dura prova la connessione fisica della porta, le vecchie unità di memoria “stick” sono una cosa molto diversa! Così come i cavi USB; le loro dimensioni e il peso associato agiscono come una sorta di leva, contribuendo a far sì che le porte USB si allentino.

Quindi, se si sospetta che una porta USB sulla scheda madre stia cedendo, sostituirla non sarà facile. Su un computer desktop, si può essere in grado di trovare una scheda sostitutiva che può essere inserita senza troppo sforzo. Ma se vuoi riparare una porta USB su un portatile ci vorrà probabilmente un saldatore.

Naturalmente, potresti portarlo da un esperto per la riparazione, ma ci saranno evidentemente dei costi. Tuttavia, se vuoi procedere da solo, assicurati di sapere come saldare.

Con il tuo dispositivo USB non riconosciuto correttamente inserito nella porta USB sospetta, riavvia il computer. Una volta che il sistema operativo si è riavviato, dovrebbe rilevare il dispositivo USB. In caso contrario, vale la pena dare un’occhiata al dispositivo nella gestione dispositivi di Windows.

Come controllare le porte USB nella gestione dispositivi di Windows 10

Inizia cliccando con il tasto destro del mouse sul menu Start e selezionando Gestione dispositivi. Gestione dispositivi elenca i dispositivi collegati al tuo computer, raggruppati in categorie: è organizzato in ordine alfabetico, e quindi dovresti trovare i controller Universal Serial Bus verso la fine dell’elenco.

Espandi dunque l’elenco e cerca l’USB Host Controller. Il dispositivo che stai cercando potrebbe avere un titolo più lungo, ma conterrà sicuramente queste tre parole, o sinonimi.

Se tuttavia non dovessi trovare alcun USB Host Controller, allora questo potrebbe spiegare perché il tuo dispositivo USB non funziona. Per risolvere questo problema, clicca sul pulsante di scansione per l’hardware collegato, affinché possa iniziare un controllo di tutto l’hardware collegato: nella maggior parte dei casi rileverà la porta USB e qualsiasi cosa collegata ad essa.

Se questo processo non ha ancora dato i suoi frutti, allora vale la pena prendere il tempo di reinstallare gli Host Controller USB. Clicca con il tasto destro del mouse su ogni elemento dell’USB Host Controller a turno e seleziona Uninstall su ognuno. Aspetta mentre vengono disinstallati, e poi riavvia il computer.

Disinstallare l’USB Host Controller

Al riavvio di Windows, gli USB Host Controller saranno automaticamente reinstallati. Questo “refresh” può aiutare a risolvere i problemi con la porta USB. Naturalmente, tieni conto che se stai usando un mouse e una tastiera USB, questi saranno disabilitati mentre gli Host Controller USB non sono ancora stati “riattivati”.

Le impostazioni di alimentazione hanno bloccato il funzionamento delle porte USB?

A volte è possibile che i problemi alle porte USB siano legati alle impostazioni di gestione dell’alimentazione. Questo è particolarmente importante se ritieni che la porta USB del tuo portatile non stia funzionando: in passato potresti aver accidentalmente o volontariamente voluto ridurre il consumo di energia e disattivato di conseguenza alcune porte.

Puoi risolvere facilmente questo problema aprendo il pannello di controllo di Windows e regolando le impostazioni di alimentazione avanzate. Nel pannello di controllo, nella gestione di queste funzioni, trova Impostazioni USB ed espandi il menu andando a disabilitare la gestione dell’alimentazione USB. Clicca quindi su Applica e conferma.

Infine, riavvia il PC per assicurarti che questa modifica sia applicata. È molto probabile che le porte USB che non funzionavano siano ora state sistemate.

Conclusioni

Come puoi vedere, hai diverse opzioni per riparare una porta USB che non risponde. Nella maggior parte dei casi, non sarà defunta come magari appare, e sarai pur sempre in grado di ripararla.

In estrema sintesi, ricorda che quando la tua porta USB non funziona, devi:

  • Fare un controllo fisico alle porte USB;
  • Se necessario, fare una riparazione fisica alla porta;
  • Riavviare Windows;
  • Controllare in Gestione dispositivi, disinstallare l’USB Host Controller;
  • Disattivare l’opzione di risparmio energetico USB Selective Suspend.

Ricorda infine che le porte USB non sono gli unici potenziali punti deboli del tuo computer. Prendersi cura del proprio hardware ridurrà i potenziali guasti e ti farà risparmiare molto tempo e denaro!

Potrebbero interessarti
PCWindows

8 easter egg di Windows 10 che in pochi conoscono

GuidePCWindows

Come visualizzare gli FPS dei giochi su Windows 10 senza app aggiuntive

GuidePCWindows

Come centrare le icone nella barra delle applicazioni di Windows 10

PCWindows

Quali sono le principali differenze tra Windows 10 e Windows 11?