AndroidGuide

Cosa fare quando Windows non riconosce il tuo dispositivo Android

Normalmente, ti basta collegare il tuo dispositivo Android a una porta USB disponibile su Windows e il sistema operativo riconosce automaticamente il device. A volte questo meccanismo si blocca e Windows non è in grado di riconoscere il device Android: ciò può accadere per vari motivi. In genere, si tratta di un problema semplice da risolvere anche se potrebbero essere necessari alcuni step da seguire.
Nella nostra guida, ti spieghiamo cosa fare quando Windows non riesce a riconoscere il tuo dispositivo Android. Cominciamo!

Cosa fare quando Windows non riconosce il tuo dispositivo Android

Verifica il tipo di connessione USB

Il primo passo è controllare sempre il tipo di connessione USB sul tuo dispositivo Android. Su alcuni device Android è impostato – di default – il trasferimento dei file mentre su altri soltanto la ricarica. In questi casi, devi modificare il tipo di connessione: collega il tuo dispositivo Android direttamente a Windows tramite un cavo USB compatibile. Una volta connesso, cerca il simbolo USB nella barra delle notifiche del telefono: il nostro dispositivo, per impostazione predefinita, riporta “Ricarica USB”. Cliccaci su e seleziona “Trasferimento file”. In caso contrario, Windows non riconoscerà i file e le cartelle Android se provi ad accedervi. Clicca su “Sempre” se vuoi rendere definitiva questa impostazione, altrimenti clicca su “Solo una volta”.

Prova un cavo diverso

In alcuni casi, il mancato riconoscimento del dispositivo da parte di Windows può dipendere dall’uso di un cavo danneggiato.
Dunque, se hai un altro cavo USB a portata di mano, provalo. Noi consigliamo sempre di utilizzare il cavo fornito con il dispositivo perché è più probabile che funzioni correttamente. Inoltre, le velocità di trasferimento potrebbero essere maggiori. Se il tuo cavo è danneggiato puoi sempre acquistarne uno nuovo su Amazon.

Utilizza la risoluzione dei problemi relativi a hardware e dispositivi di Windows

Lo strumento di risoluzione dei problemi relativi a dispositivi e hardware di Windows funziona bene per diagnosticare anche i problemi determinati dal mancato riconoscimento del devide da parte di Windows. Esistono due modi per accedere a questo strumento. Per prima cosa, vai su “Impostazioni -> Aggiornamento e sicurezza -> Risoluzione dei problemi”. Scorri verso il basso nel riquadro di destra fino a trovare “Hardware e dispositivi”. Questa opzione potrebbe non essere elencata nelle versioni più recenti di Windows 10. In caso contrario, procedi come segue:

  1. Apri il menu Start e digita cmd. Seleziona “Prompt dei comandi”. In caso di problemi, fai clic sul collegamento “Esegui come amministratore” sotto il prompt dei comandi.
  2. Digita msdt.exe -id DeviceDiagnostic e premi Invio. A questo punto, potrai visualizzare lo strumento di risoluzione dei problemi hardware e dispositivo. Fai clic su Avanti per visualizzare le istruzioni che ti permetteranno di trovare gli eventuali problemi.

Connetti un dispositivo diverso

Connetti un dispositivo diverso

Collegare un dispositivo diverso, ti aiuta a escludere eventuali problemi con le porte USB del computer. Ad esempio, se un altro device funziona correttamente, allora puoi dedurre che è la porta USB ad avere problemi di funzionamento. Se la porta non funziona, prova un’altra porta USB.
Inoltre, se possiedi un altro computer, puoi provare a collegarci il tuo dispositivo Android. Questo passaggio ti aiuta solo per escludere un possibile problema di software o di porta al tuo dispositivo Android.

Disinstalla qualsiasi software o strumento di connessione Android

Alcuni dispositivi Android preferiscono che tu utilizzi il loro software o i loro strumenti di connessione specifici. Ciò è davvero giusto se stai trasferendo dati da un vecchio dispositivo a uno nuovo. Tuttavia, il fatto che non utilizzi più quel dispositivo o quel marchio, potrebbe impedire a Windows di riconoscere il nuovo device Android. Allora, disinstalla gli strumenti di connessione Android che non utilizzi più. Se lo strumento è ancora utile per il tuo dispositivo, visita il sito web del produttore per verificare la presenza di aggiornamenti. Vai su “Impostazioni -> App -> App e funzionalità”. Seleziona il software di connessione e premi Disinstalla.

Aggiorna i driver

Se Windows non riconosce i dispositivi Android, controlla se si tratta solo di un problema di driver. Di solito Windows tenta di installare i driver automaticamente. Tuttavia, il sistema operativo potrebbe non riconoscere il device se il driver non è corretto o non è aggiornato. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e seleziona “Gestione dispositivi”. Espandi “Dispositivi portatili” e fai clic con il pulsante destro del mouse sul tuo dispositivo Android (se viene visualizzato). Fai clic su “Aggiorna driver” e segui le istruzioni per aggiornare il driver. Potrebbe essere necessario scollegare e ricollegare il dispositivo per vedere se questo metodo ha funzionato.

Ripristina il tuo dispositivo Android

Il ripristino del dispositivo Android alle impostazioni di fabbrica è il suggerimento finale che ci sentiamo di darti per aiutarti a risolvere il problema.
Windows potrebbe non riconoscere il device Android perché, ad esempio, c’è un problema con un’app, oppure perché un aggiornamento del sistema non è andato a buon fine o, ancora, perché vi è un conflitto di impostazioni.
Inoltre, se di recente hai installato una nuova app e poi si sono presentati i problemi di connessione, potresti provare prima a disinstallare l’app. Prova a controllare il tuo dispositivo su un altro computer Windows per evitare di resettarlo inutilmente. Se il problema persiste, il ripristino potrebbe essere l’unica opzione.

Esegui il backup di file e dati, quindi vai su “Impostazioni -> Sistema”. Tocca “Riavvia e ripristina”. I passaggi che ti stiamo spiegando nella nostra guida sono stati eseguiti su un dispositivo Samsung. Se possiedi un device di un produttore differente, gli step potrebbero essere leggermente diversi. Controlla il sito web del produttore se non vedi alcuna opzione di ripristino. A questo punto, clicca su “Ripristino dati di fabbrica”. Segui le istruzioni per ripristinare il dispositivo. Prima di reinserire qualcosa sul dispositivo, controlla prima che Windows riconosca il tuo dispositivo Android. Nel frattempo, se devi trasferire file tra Android e Windows, puoi farlo in rete poiché non hai bisogno di nessun cavo.


Fonte MakeTecheasier

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Android 12, Jon Prosser svela tutte le novità prima del Google I/O

AndroidConsigli per gli acquistiSmartphone

Migliori smartphone a conchiglia e flip phone del 2021

AndroidNewsSmartphone

Realme 8 e Realme 8 5G arrivano in Italia (assieme ai Buds Q2)

AndroidNewsSmartphone

ASUS Zenfone 8 e Zenfone 8 Flip, ufficiali i due nuovi smartphone