Il MacBook Pro è in assoluto uno dei notebook più venduti: da quando ha fatto il suo esordio sul mercato (ovvero nel 2009), Apple ha avvicinato a sé tantissimi nuovi utenti. Da quell’anno, però, le modifiche ai modelli successivi di MacBook sono state molto limitate: una situazione che potrebbe forse cambiare con il nuovo MacBook Pro 2016, attualmente in fase di progettazione. In base ad una serie di informazioni raccolte un po’ qui e un po’ là da esperti molto autorevoli, pare proprio che Apple abbia deciso di regalare una ventata d’aria fresca ai propri fan. Visto anche il successo del nostro articolo riguardante la raccolta delle indiscrezioni relative ad iPhone 7, andiamo a scoprire quali sono le anticipazioni ed i rumors prodotti dagli esperti del settore riguardanti il nuovo MacBook Pro.

Aggiornamento: iPhone 7 e 7 Plus sono stati presentati durante il keynote del 07/09: ecco tutti i dettagli!



MacBook Pro 2016: ecco come sarà il notebook di casa Apple!

Ci saranno due modelli con schermi di diverse dimensioni

macbook pro 2016 avrà due diverse dimensioni del display

Stando a quanto raccolto da Ming Chi Kuo, analista di KGI Securities, la Apple avrebbe intenzione di lanciare sul mercato due differenti modelli del nuovo MacBook Pro: uno dotato di uno schermo da 13 pollici, e l’altro di uno schermo da 15.

Il nuovo MacBook Pro avrà un design più morbido

macbook pro 2016 avrà un design diverso rispetto ai predecessoriNonostante la Apple non sia solita a modificare granché il design dei suoi modelli di notebook, pare che il nuovo MacBook Pro avrà delle curve più morbide e arrotondate del suo predecessore. La fonte di questa anticipazione è Mark Gurman, giornalista di Bloomberg.

Sarà ancora più sottile dell’attuale MacBook Pro

macbook pro 2016 sarà ancora più sottile dei modelli precedenti

Il MacBook Pro è andato assottigliandosi durante questi anni, ed il neonato modello manterrà fede alle tradizioni Apple: sempre secondo Ming Chi Kuo, sarà addirittura più sottile dell’attuale MacBook Pro. Una notizia che è stata confermata anche dal sito web cinese Commercial Times.

Avrà una barra OLED personalizzabile al posto dei tasti Funzione

04-barra oled macbook pro 2016In assoluto una delle anticipazioni più clamorose sul nuovo MacBook Pro: la Apple avrebbe deciso di sostituire la striscia dei tasti Funzione con una barra OLED completamente personalizzabile. Parliamo di una novità che renderebbe il nuovo notebook della Apple unico nel suo genere, altamente customizzabile e dal design inconfondibile: potrete ad esempio modificare il volume semplicemente passando il dito sulla striscia, oppure collegarvi a Spotify con un touch sull’OLED. La fonte di questa news è l’autorevole sito web 9to5Mac.

Utilizzerà la tecnologia USB-C per collegare i device esterni

connettore usb-c presente su macbook pro 2016Addio, caro vecchio USB. Stando alle notizie raccolte da Ars Technica, i nuovi MacBook Pro utilizzeranno la tecnologia USB-C per permettervi di collegare al portatile device esterni quali hard disk, periferiche e qualsiasi altra cosa. Questo significa che se vorrete continuare ad utilizzare i vostri normali device con attacco USB, dovrete acquistare e collegare l’apposito adattatore. Prima di andare nel panico, considerate il perché di questa possibile scelta della Apple: la tecnologia USB-C consente una velocità di trasferimento dati molto più veloce della USB, e anche la possibilità di collegare un adattatore multi-porta che potrà accogliere tutti i vostri cavi e cavetti.

La porta USB-C verrà utilizzata anche per la ricarica

 

macbook pro 2016 abbandonerà il connettore magsafe in favore di usb-cSempre secondo quanto raccolto da Ars Technica, la porta USB-C sostituirà anche quella dell’alimentatore. Questa potrebbe non essere una novità positiva: l’attuale tecnologia MagSafe presente sui MacBook Pro è stata molto apprezzata dagli utenti, per via del collegamento magnetico che evita di scollegare per sbaglio il cavo. Una novità voluta per evitare di causare danni alla batteria. Con la porta USB-C questa novità potrebbe presto finire in cantiere.

Sarà possibile utilizzare il TouchID per sbloccare il MacBook Pro

sarà possibile sbloccare macbook pro tramite touch id come su iphone e ipadIl nuovo MacBook Pro potrebbe essere dotato di un sensore di impronte digitali integrato nel TouchID del pulsante di accensione. Questo, in poche parole, significa che potrete utilizzarlo per sbloccare il notebook della Apple senza digitare alcuna password, proprio come avviene su iPhone. Questa news anticipata da Ming Chi Kuo potrebbe essere un’altra piacevole sorpresa del nuovo notebook Apple, soprattutto per chi lo utilizza spesso durante la giornata e non tollera perdere tempo dietro al login.

Monterà il processore Intel SkyLake

I processori Intel SkyLake si occuperanno di gestire le operazioni del nuovo macbook proSecondo Mark Gurman, il nuovo MacBook Pro dovrebbe montare processori Intel di ultima generazione, nello specifico lo SkyLake. Inoltre, sempre secondo il giornalista di Bloomberg, la Apple lancerà sul mercato alcuni modelli speciali progettati per il gaming ed il video-editing: questi modelli, oltre allo SkyLake, monteranno anche il processore grafico Polaris della AMD. Lo scopo di questa decisione è invadere una nuova nicchia ed allargare ancora di più il mercato dei notebook Apple.

Monterà il nuovo sistema operativo MacOS Sierra

macOS Sierra sarà il sistema operativo del nuovo macbook pro 2016Più che di un’anticipazione, si tratta di una conferma: come appare piuttosto ovvio, il nuovo MacBook Pro monterà il sistema operativo macOS Sierra e potrà contare sul supporto di Siri. È inoltre probabile che la Apple aggiungerà delle funzioni specifiche per questo Notebook. Fino a questo momento si è parlato solo della funzione “Picture in Picture”, ma non è escluso che la Apple abbia in serbo altre chicche per i suoi utenti.

Per tutti i dettagli su macOS Sierra vi invitiamo a leggere la nostra recensione completa.

Sarà annunciato nel mese di ottobre

La Apple annuncerà il nuovo MacBook Pro nel mese di ottobre, e lo lancerà sul mercato pochi giorni dopo. Questo è quanto è riuscito a raccogliere Mark Gurman, che – occorre ricordarlo – è una fonte particolarmente attendibile per via dei suoi collegamenti diretti con la Apple. Non ci resta dunque che attendere poco più di un mese, per poter avere delle notizie certe direttamente dalla Apple e cominciare a sognare il nuovo MacBook Pro.