Un’ottima sedia da gaming è un requisito fondamentale per ogni postazione da gioco e non solo. Il videogiocatore infatti, passa presumibilmente molte ore al giorno davanti al PC o alla sua console preferita. La comodità dunque, dovrebbe essere una delle priorità, un fattore da prendere in considerazione ancor prima di addentrarsi nel tema tecnologico più nello specifico.

A dispetto di quanto si possa pensare, valutare una sedia da gaming per l’eventuale acquisto non è così facile come può sembrare. Per individuare il prodotto più adatto alle esigenze del singolo utente infatti, esistono diversi criteri di giudizio e caratteristiche che è necessario analizzare prima di procedere con l’acquisto.

Come scegliere la sedia da gaming: gli aspetti da valutare

Se l’aspetto estetico è un qualcosa che cattura immediatamente la nostra attenzione, è bene non farsi prendere dall’entusiasmo per una sedia da gaming semplicemente bella. Come vedremo tra poco, si tratta di una serie di parametri su cui bisogna lavorare per individuare un modello adatto al fisico, alle esigenze e alle tasche di ogni singola persona.

Ergonomia e design

Esistono sedie da gaming per persone alte e altre più indicate per persone di statura medio bassa. Nonostante la maggior parte di questi prodotti abbia la possibilità di regolare la seduta al livello desiderato, alcuni design sono particolarmente indicati per persone alte. Ciò può influire sull’ergonomia del prodotto, un altro fattore estremamente importante. In tutto questo ragionamento va anche tenuto conto di quante ore si intendono o si devono obbligatoriamente passare davanti al monitor o al televisore.

Se l’ergonomia è generalmente importante, assume una rilevanza ancora maggiore quando si tratta di restare seduti su una sedia da gaming per un lasso di tempo molto prolungato. In questo contesto, non bisogna sottovalutare neanche l’eventuale poggiapiedi, così come varie regolazioni e possibilità di inclinazione.

Per i più piccoli poi, esistono vere e proprie sedie da gaming ideate per bambini. Tutta questa nostra preoccupazione è motivata dal fatto che, una postura o la seduta impostata male può, nel lungo termine, causare danni a volte irreversibili alla colonna vertebrale. Queste problematiche si avvertono inizialmente in forme leggere e subdole che, se non contrastate sul nascere, possono cronicizzarsi.

Va sempre calcolato che non si tratta di una sedia normale o di una poltrona che usiamo durante un pasto o dopo una giornata impegnativa per rilassarci. Infatti in questa posizione il nostro corpo è impegnato: il nostro apparato scheletrico e muscolare infatti risulta in costante tensione.

Il design della sedia da gaming ideale dovrebbe essere incentrato non solo sul fattore estetico o sulla comodità pura e semplice. Tutto deve essere ideato con il fine di portare il videogiocatore alla massima resa in fase di gaming e, nel contempo, far eseguire il minimo sforzo al nostro fisico.

Fattore peso

Solitamente non vi sono particolari problemi a livello di portata. Le sedie da gaming proposte comunemente sul mercato riescono a reggere facilmente la maggior parte delle persone. Per chi dovesse superare abbondantemente i 90 chili però, potrebbero sorgere alcuni problemi. In ogni caso, basta controllare se il modello che si intende acquistare sia adatto a supportare pesi maggiori di quelli standard per evitare potenziali rotture future.

Materiali di costruzione

La qualità dei materiali di costruzione e le imbottiture sono alcuni tra i fattori più importanti quando si tratta di scegliere o meno una sedia da gaming.

Materiali traspiranti, soprattutto nei mesi estivi, possono essere un valore aggiunto notevole nelle sessioni di gaming più durature e spinte. Se il tessuto e le imbottiture sono invece di qualità pessima, il prodotto può avere una vita breve. In questo caso infatti, usura o strappi dovuti alla bassa qualità, possono rendere inadeguato il prodotto dopo appena pochi mesi dall’acquisto.

Per questo motivo vi consigliamo caldamente, se indecisi tra due prodotti, di optare sempre per quello con i materiali migliori: la lieve spesa extra verrà ammortizzata nel lungo periodo e il vostro corpo vi ringrazierà.

Montaggio

A causa delle dimensioni, le sedie da gaming sono, solitamente, vendute in vari componenti da assemblare a casa. Come montare dunque un prodotto del genere?

Naturalmente ogni brand e modello offre diverse procedure, anche se nella maggior parte dei casi si tratta di lavori rapidi e facili da compiere. Essendo poche le parti da unire, basterà seguire passo passo le istruzioni riportate sulle illustrazioni in dotazione e, anche chi ha difficoltà nei lavori manuali, riuscirà nell’operazione.

Prezzo

Naturalmente non possiamo dimenticarci di un parametro come il prezzo. Come illustreremo in seguito, le sedie da gaming hanno un range alquanto ampio, ma nel contempo giustificato dalle diverse peculiarità. Si varia dai prodotti sotto i 100 euro, sino a delle vere e proprie poltrone di lusso per videogiocatori, che superano abbondantemente i 1.000 euro.

Naturalmente esistono le vie di mezzo, con compromessi che si adattano più o meno bene ad esigenze specifiche.

Rivenditore e garanzie

Dove comprare la sedia da gaming?

Si tratta di una scelta importante per via delle garanzie. Se, per esempio, in fase di montaggio ci si accorge che manca parte della componentistica o che la stessa risulta danneggiata, un buon rivenditore interviene con l’eventuale sostituzione o persino con un rimborso. In tal senso può avere una notevole importanza il brand. Affidandosi a un marchio che si è affermato nel tempo per serietà e qualità, si hanno più certezze di avere un’assistenza post vendita corretta e soddisfacente.

Migliori sedie da gaming per fascia di prezzo

Abbiamo selezionato alcuni dei prodotti più interessanti in questo ambito, suddividendoli in base al prezzo. Nello specifico illustreremo:

  • Le sedie da gaming a buon prezzo, con un prezzo generalmente non superiore ai 100 euro. Si tratta di prodotti che, pur risultando economici, possono essere particolarmente apprezzati dai casual gamer. Essenziali negli optional e dai design spesso poco elaborati, sono ideali per chi pensa di passare un’ora (o poco più) al giorno davanti al computer.
  • Le sedie da gaming di fascia media che, per nostra scelta arbitraria, abbiamo deciso di includere nel range che va dai 100 ai 300 euro. Si tratta di articoli adatti alla maggior parte dei videogiocatori non pro. In questa categoria si possono individuare sedie da gaming comode e resistenti all’usura. La maggior parte di utenti è indirizzata verso questa forbice di prezzo.
  • Le sedie da gaming professionali e di classe alta, sono quelle con prezzi superiori ai 300 euro. Si tratta del sogno di ogni videogiocatore, in quanto sono prodotti di qualità decisamente superiore. Che si tratti di uno sfizio o di un regalo costoso, questo tipo di sedia risulta il top di categoria.

Andiamo dunque ad analizzare ogni singola tipologia di sedia con qualche esempio concreto di prodotti appartenenti a tale lista di prezzo.

Sedie da gaming economiche

Una sedia da gaming economica non è per forza di qualità bassa. Design meno complessi oltre ad optional lasciati in secondo piano, consentono a questi prodotti di poter comunque essere considerate valide alternative alle sedie più costose. Ecco alcuni esempi.

TRESKO

La sedia da gaming per ufficio o da gaming TRESKO risulta una delle più vendute e apprezzate per quanto riguarda la fascia economica. Rispetto al prezzo, incredibilmente inferiore ai 70 euro, la qualità offerta è discretamente buona. Il design ripercorre i sedili solitamente usati nelle macchine da corsa, con una profondità di 50 centimetri. I braccioli hanno un’altezza compresa tra i 69 e i 79 centimetri a seconda delle regolazioni.

Le persone longilinee possono sedersi e rilassarsi grazie allo schienale alto 73 centimetri e dotato di un comodo poggiatesta integrato. Se ci si sofferma sui tessuti utilizzati, vi è un’ottima combinazione di pelle sintetica e tessuto speciale, che garantisce un elevato tasso di traspirazione e contemporaneamente una particolare resistenza all’usura. Disponibile in 13 colori, TRESKO si dimostra un modello basico assolutamente apprezzabile in questo ambito.

BAKAJI

Un’alternativa alla sedia TRESKO, può essere considerato il modello BAKAJI, anch’esso con un prezzo che si aggira attorno ai 70 euro. Il design di questo prodotto costituisce un ottimo punto di incontro tra eleganza e stile sportivo, senza naturalmente tralasciare il comfort. In tal senso, si tratta di una sedia da gaming, per lavoro o per semplice divertimento. La copertura similpelle è in PU e risulta estremamente facile da pulire. La seduta è imbottita da spugna di alta densità con buone qualità elastiche oltre che particolarmente resistente a deformazioni causate dall’uso intenso. Il design, nel suo complesso, risulta ergonomico, con una curva dello schienale che si adatta perfettamente alla colonna vertebrale.

L’altezza totale di BAKAJI è regolabile tra i 111 e i 121 centimetri, quella dello schienale è pari a 71 centimetri, mentre il livello della seduta è variabile tra i 45 e i 55 centimetri. Anche in questo caso si tratta di un prodotto che, seppur economico, garantisce uno standard qualitativo tutto sommato accettabile.

Sedie da gaming di fascia media

Che si tratti di sedie da gaming, per ufficio o per un videogiocatore accanito, la fascia che va dai 100 ai 350 euro va a coprire la maggior parte dell’utenza. Materiali di costruzione ottimi, design intriganti e optional vari, sono alcune delle caratteristiche piuttosto comuni per questa poltrona che vi abbiamo esposto.

KLIM Esports

KLIM Esports, come è facile intuire dal nome, si concentra sulla fetta di mercato costituita dai pro gamer. Effettivamente si tratta di una sedia espressamente progettata per il gaming. Grazie ai supporti lombari e alle varie gradazioni per regolare l’inclinazione dello schienale, questo prodotto garantisce massima comodità anche per chi fa un uso particolarmente prolungato della sedia. Le finiture estremamente curate, anche nei minimi dettagli e un design elegante e moderno, sono solo alcuni elementi distintivi di KLIM Esports.

La sedia da gaming in questione è adatta a persone che pesano fino a 150 chili e ad altezze variabili tra i 150 e i 200 centimetri. La struttura è costituita da acciaio rinforzato, mentre la pelle artificiale, di alta qualità, garantisce un alta durata e un utilizzo piacevole, sia nei mesi più caldi che in quelli più freddi. Il meccanismo di appoggio ha 5 posizioni, fino a 160 gradi di inclinazione e braccioli imbottiti in “4D”. Il costo di KLIM Esports si aggira intorno ai 350 euro, dunque possiamo considerarlo un articolo dal costo abbastanza elevato, nella categoria in cui lo abbiamo catalogato. Si tratta però di un prodotto particolarmente apprezzato dall’utenza, come è possibile constatare dalle numerose recensioni positive ricevute su Amazon.

Arozzi Mezzo V2

Con Arozzi Mezzo V2, scendiamo un po’ di prezzo. Questa sedia da gaming infatti, ha un costo che si aggira attorno ai 270 euro. La qualità però, anche in questo caso, risulta assolutamente elevata. Le imbottiture di schiuma modellata a freddo (con una densità pari a 70 chili per metro quadro) e i due cuscini per il sostegno lombare e della testa, garantiscono un alto livello di ergonomicità. A rafforzare questa sensazione vi è uno schienale registrabile sia per altezza che per inclinazione, oltre ai braccioli regolabili a parte.

Il telaio in metallo è elaborato per supportare persone con un peso fino a 120 chili, mentre l’altezza dello schienale di 85 centimetri, la profondità del sedile di 45 centimetri e la larghezza della seduta pari a 50, garantiscono massima comodità anche alle persone più alte. Arozzi Mezzo V2 rappresenta pienamente le sedie da gaming di fascia media offrendo, a un prezzo giusto, un prodotto di qualità sufficientemente elevata.

Sedie da gaming professionali e di fascia alta

Quando si valicano le vette dei 350 euro, si apre tutto un nuovo mondo. All’interno di questa fascia di prezzo si trovano, sia sedie da gaming professionali, che prodotti indirizzati ad un uso più professionale, pensati per chi deve passare molte ore seduto in ufficio. Vi presentiamo due modelli che, per motivi diversi, meritano grande attenzione.

X Rocker Sony Infiniti

X Rocker Sony Infiniti è una sedia da gaming per PS4 e Xbox. Si tratta infatti di un prodotto indirizzato appositamente verso i “consolari” più hardcore. Oltre al design estremamente particolare, è bene far notare come questo modello sia una delle poche sedie da gaming con casse sul mercato. Sulla struttura, infatti, è montato un sistema audio 2.1 con tanto di subwoofer incastonato nello schienale. Sono presenti anche alcuni moduli di vibrazione che vanno a influenzare positivamente l’esperienza di gioco.

Tramite USB o jack da 3,5 mm, è possibile collegare la propria console direttamente a X Rocker Sony Infiniti, tenendo conto che è anche disponibile una connessione Bluetooth utile per cellulari o tablet. A livello di materiali, la copertura con cui è realizzato tale modello, risulta in ecopelle morbida ma resistente ed imbottita con gommapiuma. Ennesima caratteristica che rende questo prodotto particolare nel suo genere è l’assenza di ruote. Il prodotto di X Rocker, a dispetto di tutto, si presenta al pubblico con un costo anche discretamente accettabile. La sedia da gaming in questione infatti, è acquistabile per circa 450 euro.

HEIFEN E-Sports

HEIFEN E-Sports è una sedia da gaming ergonomica di altissimo livello. Questo modello infatti, lascia da parte i colori sgargianti e design aggressivi tipici del mondo gaming al fine di proporre un prodotto di qualità eccelsa e al contempo essenziale. La struttura in solido metallo è reclinabile (da 90 a -155 gradi) ed offre la sicurezza più totale, nonché una durata che non ha pari rispetto alla maggior parte di modelli sul mercato.

I braccioli e gli schienali sono regolabili tramite apposite leve che garantiscono la personalizzazione più totale della posizione. A prescindere dalle inclinazioni, HEIFEN E-Sports è stata appositamente studiata per garantire il massimo della ergonomicità. A completare una sedia da gaming che ha poca concorrenza, per quanto riguarda la qualità, vi è un montaggio relativamente facile e un’assistenza attenta alle esigenze e alle problematiche esposte dai clienti. Unico ostacolo per la maggioranza di potenziali acquirenti è il prezzo: HEIFEN E-Sports infatti, costa circa 1300 euro.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome