Allunga la vita delle tue ricariche con una serie di buone abitudini

batteria iphone x

Il tallone d’Achille della maggior parte di smartphone moderni è la durata delle batterie. Dopo appena qualche mese dall’acquisto infatti, spesso e volentieri si notano cali (anche piuttosto evidenti) per quanto riguarda le prestazioni delle batterie: si tratta di un vero e proprio fastidio che limita notevolmente l’usabilità del dispositivo in questione.

Nella maggior parte dei casi, chi fa uso intenso del proprio smartphone difficilmente può permettersi di dimenticarsi una ricarica giornaliera e, con il passare dei mesi, spesso ciò non basta a garantire altre 24 ore di attività.

Allunga la vita delle tue batterie con una serie di buone abitudini

Lo standard per quanto riguarda le batterie di smartphone, tablet e portatili è costituito dalle batterie al litio. Nonostante sia così diffuso, ogni dispositivo ha un tipo di batteria diverso e, proprio per questo, le performance possono variare anche di parecchio.

Se il tuo smartphone è un iPhone 8, abbiamo già parlato di consigli specifici per preservare le prestazioni di tale dispositivo. In caso contrario, questo articolo racchiude una serie di semplici consigli per evitare, o perlomeno mitigare, il decremento di prestazioni del tuo dispositivo.

Più che consigli si tratta di buone abitudini

La vita di una batteria al litio si misura in base ai cicli di ricarica. Per un parametro più o meno volontario, dopo un tot di cicli l’efficienza energetica della batteria comincerà a decrementare notevolmente. Risulta dunque facile comprendere come ottimizzare l’uso della batterie può essere un’arma per poter allungare quanto più possibile il suo ciclo vitale.

Al di là di ciò, vi sono alcuni piccoli consigli per poter prolungare la vita energetica del tuo dispositivo.

Scaricare completamente la batteria o no?

Finalmente si può sfatare un mito: scaricare completamente la batteria o meno del proprio smartphone non fa la differenza. Al giorno d’oggi, le moderne batterie al litio, consentono una ricarica sia da completamente scariche che da parzialmente.

Ritornando al discorso di prima però, risulta palese che ricaricare lo smartphone nel momento in cui è praticamente pieno non è decisamente una mossa azzeccata…

Quando internet non serve… disattivalo!

Quando non usi internet, è consigliabile disattivare il WiFi così come il 3g o il 4g. La continua ricerca di una linea e il traffico dati infatti, sono elementi che vanno ad influire sui consumi energetici.

Due sim contemporaneamente consumano più energia

Stesso discorso per gli smartphone dual sim: mantenere attive due schede contemporaneamente richiede un notevole dispendio di energie. Il consiglio è quello di alternare a seconda delle esigenze o comunque di tenerle attive entrambe solo in caso di reale necessità.

Occhio alle applicazioni che usi

Più applicazioni utilizzi, più la batteria si consuma e più spesso avrai bisogno di effettuare una ricarica. Anche WhatsApp, Facebook e le altre applicazioni che utilizzi costantemente influiscono (chi più, chi meno) sulle prestazioni della batteria.

La luminosità dello schermo

Abbassare la luminosità dello schermo può essere un consiglio prezioso se si vuole risparmiare un po’ di batteria. Giustamente sempre a patto di mantenere comunque un minimo di visibilità sullo schermo.

Preservare l’integrità della batteria

Come ultimo consiglio, anche se piuttosto scontato, va sottolineato come mantenere la batteria entro certe temperatura (dai 5 ai 45 gradi) oltre ad evitare colpi e urti, è un ultimo modo per poter godere dei suoi servigi per un tempo piuttosto lungo.