AppleMacRecensioni

MacOS Catalina, recensione: l’aggiornamento che rivoluziona i PC Apple

L'immagine principale di macOS Catalina

MacOS Catalina, dopo l’annuncio di pochi giorni fa, è finalmente tra noi: scopriamo subito la nuova versione del sistema operativo firmato Apple. L’ultimo periodo è stato molto particolare per la società di Cupertino: l’hardware dei Mac si è notevolmente evoluto e il software non era riuscito a tener testa a tutto ciò. Il 2019 sarà un anno piacevole per tutti gli appassionati di informatica: durante lo scorso WWDC, Apple ha annunciato un nuovo Mac Pro, abbinato a Pro Display XDR, con specifiche tecniche che strizzano l’occhio ai professionisti. Il costo parte da circa 5.999 dollari. Un prezzo che potrebbe sembrare alto, ma che in realtà è giustificabile dal fatto che il nuovo modello sia pensato per un target ben preciso che può effettivamente spendere quella somma. Per fortuna, l’azienda ha anche annunciato un aggiornamento del sistema operativo.

La presentazione di macOS

macOS venne presentato durante WWDC 2019, uno degli eventi più importanti dedicati al mondo della tecnologia.

MacOS 10.15 Catalina, disponibile da pochissimo tempo, offre ai consumatori un’esperienza assolutamente unica. Gli sviluppatori Apple hanno lavorato duramente quest’anno, dando alla luce l’incredibile iPadOS, il software pensato appositamente per iPad che avevamo già analizzato nella nostra recensione, di cui vi consigliamo la lettura. “Rinnovamento”: è questa la parola chiave che sembrerebbe essere stata adottata dalla società; e noi non possiamo che essere entusiasti di questo. Anche i possessori di MacBook Air, MacBook Pro, iMac e Mac Mini otterranno non pochi benefici da questo aggiornamento, che rappresenta una boccata d’aria fresca.

Mac sono compatibili con Catalina

Prima di tutto, bisognerebbe introdurre la lista dei modelli di Mac che, come annunciato da Apple, sono aggiornabili alla nuova versione di macOS.

Apple MacBook Air

Apple MacBook Air

Gli esemplari interessati sono: MacBook Air (a partire dal modello del 2012), MacBook Pro (a partire dal modello del 2012), MacBook (a partire dal modello del 2015), iMac (a partire dal modello del 2012), iMac Pro (del 2017), Mac Pro (a partire dal modello del 2013/14) e Mac Mini (a partire dal modello del 2012). Tutti gli altri dispositivi, almeno per il momento, non sono compatibili.

MacOS Catalina: un ennesimo asso

Durante gli ultimi tempi, gli utenti hanno ricevuto da parte di Apple un messaggio che sembrava inequivocabile: i computer con la mela non riceveranno aggiornamenti degni di nota. Gli sviluppatori hanno infatti offerto molto ai possibili clienti per spingerli ad acquistare un iPhone o un iPad e poco a coloro i quali erano attratti da Mac. Gli update offerti ai personal computer sembravano inoltre spingere i dispositivi verso una direzione ben precisa, ovvero il mondo mobile. Con Catalina le cose sono cambiate: il nuovo aggiornamento del sistema operativo rende felici i professionisti, dai graphic designer ai giornalisti.

iPad viene trasformato in una tavoletta grafica, grazie a macOS Catalina

iPad potrà essere trasformato in una vera e propria tavoletta grafica di fascia alta, grazie alle funzioni incluse in macOS 10.15 Catalina

Finalmente Apple ha capito che forse la strada giusta potrebbe non essere quella di appiattire tutti i software per renderli orientati verso iOS, ma sperimentare e trovare qualcosa che possa accontentare il target di riferimento. Il nuovo aggiornamento è soddisfacente: gli utenti potranno ora accrescere la professionalità dei loro computer, grazie agli strumenti appositamente studiati.

Mac è nuovamente un tassello fondamentale dell’esperienza “Apple”, e non più qualcosa da modificare per renderla uguale al tablet. Ovviamente, dietro a queste parole, vi sono delle esperienze che ci hanno convinti del fatto che Apple abbia deciso di cambiare strada e di inseguire questi nuovi obiettivi. Ecco, quindi, le principali novità pensate appositamente per i modelli di Mac sopracitati.

iTunes: una pagina oramai superata

la prima modifica che lascia spesso sbigottiti gli utenti storici di Apple è la scomparsa di iTunes. Con macOS Catalina, infatti, la singola applicazione ha lasciato il suo posto a quattro differenti app, ovvero Music, Podcast, TV e Books. Nel Finder, inoltre, è possibile effettuare ricerche e compiere differenti operazioni utili per gestire al meglio i contenuti multimediali.

Una delle app che sostituiscono i Tunes

Questa è solo una delle quattro applicazioni che sostituiscono i Tunes in macOS Catalina.

La scelta ci ha però convinti: iTunes era diventato eccessivamente complesso, dato che tutti i prodotti venivano inseriti nell’applicazione principale. Il singolo software aveva senso una volta, quando veniva utilizzata solo ed esclusivamente per la musica. Nel 2019 gli utenti vogliono qualcosa di più, come film e libri, e quindi appare assennato ideare delle app appositamente sviluppate.

I nuovi software sono ben sviluppati, freschi e con un design moderno. Resterai piacevolmente sorpreso dalla qualità di queste applicazioni che assicurano, finalmente, il massimo ordine. Qualora tu avessi importato dei contenuti in iTunes, potrai continuare a utilizzarli anche nelle nuove interfacce, senza perdere nulla.

Purtroppo, dobbiamo anche accennare al fatto che questi programmi presentano ancora delle imperfezioni. Nulla di eccessivamente fastidioso, capiamoci, ma speriamo comunque che gli sviluppatori Apple risolvano i bug al più presto. D’altra parte, è comprensibile riscontrare dei difetti in software ancora giovani.

Catalyst: le app iPad disponibili nel Mac

Project Catalyst, annunciato durante WWDC 2019, è uno strumento che consente agli sviluppatori di portare le applicazioni studiate per iPad nei computer Apple. Il dubbio era uno: i software sarebbero stati rielaborati per il personal computer o sarebbero stati semplicemente riproposti? Questa seconda ipotesi non piaceva a nessuno, dato che il rischio era quello di trovarsi con centinaia di app inutilizzabili che affiancavano quelle di qualità.

iPadOS

Ecco quello che molti utenti vorrebbero vedere: un iPad in cui è collegata sia una tastiera che un mouse.

Per fortuna, la situazione è radicalmente diversa: le app iPad riproposte per Mac sono attualmente di ottima qualità. Basti pensare che anche Podcast, che è uno dei software principali, è stato realizzato partendo dalla versione per tablet. Gli sviluppatori hanno avuto la decenza di apportare quelle modifiche che hanno contribuito a migliorare l’esperienza degli utenti. Anche altri produttori di app e di videogiochi stanno studiando per assicurare a tutti una qualità alta. Al lancio di Catalina, i software per iPad ristudiate per Mac erano ben 20 e sempre più esperti si stanno avvicinando a questo mondo, tra cui anche il team di sviluppo di Twitter.

Siamo sbalorditi dalla qualità di queste applicazioni che, pur essendo originariamente sviluppate per il tablet, si adattano perfettamente al computer. Speriamo solo che gli sviluppatori continuino a essere onesti con il loro pubblico, offrendo app rielaborate ed evitando di riempire lo store ufficiale con software di bassa qualità.

Trasforma iPad in un secondo schermo

Durante gli scorsi anni, sono apparse sempre più applicazioni sviluppate da terzi che permettevano di trasformare iPad o un dispositivo Android in un secondo schermo del proprio Mac. Con macOS Catalina le cose sono cambiate: Apple ha deciso di inserire uno strumento integrato che permette di compiere questa azione (inutilizzabile con dispositivi Android).

Un iPad e un Mac

iPad potrà essere trasformato in un secondo schermo per il nostro computer firmato Apple.

La funzionalità è facilmente accessibile, basta solo recarsi in Impostazioni, Display e attivare l’apposita voce. Potrai sfruttare questa possibilità ogni volta che desideri, senza vere e proprie limitazioni.

Questa possibilità è molto interessante e funziona incredibilmente bene. Potrai utilizzare iPad come un secondo schermo, utilizzando altri software, o trasformare il tablet Apple in una tavoletta grafica di ultima generazione (oltre che molto precisa), come vedremo nel prossimo paragrafo.

MacOS Catalina: perfetto per gli artisti

Gli artisti resteranno piacevolmente sorpresi dall’esperienza offerta dall’unione di iPad e Mac. Sidecar permette infatti di utilizzare Apple Pencil, la costosissima e precisa penna per display touchscreen, in un Mac. Il tablet Apple potrà essere trasformato in una tavola da disegno e ciò ti consentirà di realizzare i tuoi elaborati con l’innovativa penna.

iPad e Apple Pencil vengono utilizzati per disegnare in un Mac

Gli utenti potranno utilizzare un’Apple Pencil per disegnare su iPad e portare il risultato direttamente su Mac, come se fosse una costosa tavoletta grafica di fascia alta.

Apple Pencil aveva una latenza pari a 20 ms. L’ultimo aggiornamento del sistema operativo di iPad, ovvero iPadOS, ha ridotto questo valore fino a 9ms. Queste combinazioni rendono quindi il lavoro dei creativi senz’altro più semplice. Potrai, ad esempio, realizzare disegni direttamente con Adobe Photoshop o Illustrator. Non è di certo semplice trovare una tavoletta grafica che possa emulare, almeno in parte, la qualità di iPad. Una funzionalità che promuoviamo assolutamente.

Apple Arcade è perfetto per i videogiocatori

Apple Arcade è un servizio che costa 4,99 euro al mese a che offre una galleria in cui sono disponibili ben 100 videogiochi. Il futuro dal gaming, come dimostrato da Google Stadia e PlayStation Now, potrebbero essere questi servizi in abbonamento. Arcade è disponibile su iPhone, iPad, Apple TV e Mac. I videogames disponibili sono sicuramente apprezzabili, pur non essendoci titoli capaci di colpire gli appassionati.

L'immagine promozionale di Apple Arcade

Apple Arcade, disponibile su Mac, iPad e iPhone, consente agli utenti di accedere a oltre 100 titoli videoludici pagando solo 4,99 euro al mese.

macOS Catalina permetterà anche di collegare il controller Sony PlayStation 4 o quello Microsoft Xbox One, così da ottimizzare l’esperienza. I computer Apple, nel passato, sono stati dei dispositivi molto importanti per quanto riguarda i videogiochi, basti pensare i titoli disponibili negli anni ’90. Da parecchio tempo, però, i videogiocatori preferiscono scegliere un PC su cui gira Windows. Apple Arcade, qualora venisse ulteriormente arricchito, potrebbe aprire il sipario a una nuova e inedita scena.

Le piccole e attese migliorie

Dopo aver presentato le principali novità, non ci resta che analizzare le migliorie che, pur essendo secondarie, rendono l’OS ancora più completo.

macOS Catalina: sicurezza e privacy

La società ha deciso di lavorare duramente affinché il sistema operativo possa offrire una sempre maggiore sicurezza agli utenti. Nel 2019, infatti, questa è una tematica molto cara un po’ a tutti. Con Catalina, coloro i quali effettueranno l’aggiornamento otterranno non pochi benefici, come la tutela dei dati personali quando viene effettuata una qualsiasi registrazione.

Controllo vocale

Il controllo vocale è una funzione molto utile e sempre più sviluppatori decidono di inserirlo nei propri software. Il motivo è semplice: esso permette anche a chi ha disabilità di poter utilizzare i dispositivi. Anche Apple ha finalmente inserito questa funzionalità che, se pur ancora imperfetta, rappresenta sicuramente un bel passo avanti.

come usare Siri

macOS Catalina: Screen Time

Una funzionalità presente già da mesi in iPhone e iPad è Screen Time. Essa permetterà ai genitori di supervisionare i figli e gestire il tempo massimo d’utilizzo di un determinato dispositivo. Inoltre, l’azienda di Cupertino ha anche inserito una funzione che regalerà ai figli dei premi quando essi effettueranno delle attività educative.

Alcune app ridisegnate

Tre applicazioni hanno ricevuto degli aggiornamenti molto interessanti. Prima di tutto, sia Note che Promemoria sono state ridisegnate appositamente per la nuova versione di MacOS. QuickTime, sempre per accrescere la professionalità dei Mac, come avevamo già detto in precedenza, è stata arricchita da nuovi strumenti, tra cui Picture-in-Picture e Movie Inspector. In particolare, il secondo tool permette agli utenti di visionare le informazioni dei file video.

macOS Catalina: foto e Mail

Catalina ha introdotto nei Mac compatibili la nuova applicazione Foto che pochi mesi fa è apparsa in iOS 13. Essa consentirà ora di creare automaticamente album fotografici e di vedere velocemente degli scatti vecchi. Per quanto riguarda Mail, ovvero l’app per gestire la posta elettronica, gli sviluppatori hanno deciso di inserire un blocco di specifici mittenti, il silenziamento dei thread e l’annullamento dell’iscrizione alle newsletter. Purtroppo, questo specifico software non offre ancora il livello qualitativo che molti utenti si aspettano. Dovremmo, quindi, attendere ancora un po’.

Addio alle app a 32 bit, librerie XML e problemi con Adobe

Questo upgrade, purtroppo, non permetterà più di utilizzare le oramai obsolete app a 32 bit. Queste, però, sono ancora utilizzate dagli utenti, dato che assicurano ugualmente un’ottima esperienza. Qualora tu voglia ancora sfruttare i software di questa tipologia, ti consigliamo di attendere ancora prima di effettuare l’aggiornamento o trovare una valida alternativa.

Apple tiene inoltre a sottolineare che anche le applicazioni che sfruttano i file XML potrebbero avere numerosi problemi. I file con questa estensione non saranno infatti più disponibili. Essi vengono principalmente utilizzati da coloro i quali devono gestire playlist musicali abbastanza ampi.

La schermata principale di Photoshop CC

Photoshop CC, l’applicazione professionale più avanzata del mondo per la progettazione grafica e l’elaborazione delle foto, è l’ultima versione del software sviluppato da Adobe. Esso è un punto di riferimento per i professionisti.

Utilizzi Adobe Creative Suite? Allora, anche in questo caso, sarebbe opportuno attendere, dato che Adobe ha sottolineato che potrebbero emergere dei problemi. Bada bene: i software del produttore funzionano ancora, ma potrebbero apparire dei bug che verranno definitivamente eliminati durante le prossime settimane.

MacOS Catalina: considerazioni finali

Le nuove funzionalità incluse in MacOS Catalina sono molto interessanti e potranno soddisfare le esigenze dei professionisti, dei videogiocatori e di un po’ tutti gli utenti. Queste migliorie, che rappresentano una ventata d’aria fresca dopo un periodo privo di upgrade importanti, rendono questa versione imperdibile.

Un laptop Apple

macOS Catalina può essere installato in molti computer firmati Apple (a partire dalle versioni del 2012).

Purtroppo, non è tutto oro ciò che luccica: il sistema operativo presenta ancora dei problemi che potrebbero peggiorare l’esperienza degli utenti. Il nostro consiglio è quindi quello di attendere ancora qualche settimana, in modo da dare ad Apple il tempo di correggere tutte quelle piccole imperfezioni di cui abbiamo precedentemente parlato. Ovviamente, i bug sono un problema che dovrebbero affliggere solo le primissime versioni di Catalina. Se vuoi provare i nuovi strumenti, senza rischiare eccessivamente, potresti effettuare l’aggiornamento in un PC Apple secondario.

MacOS Catalina è, a tutti gli effetti, l’update più importante che ha interessato i personal computer prodotti dalla società di Cupertino degli ultimi anni. Apple ha fatto un notevole passo in avanti, offrendo delle soluzioni incredibili che hanno bisogno solo di alcune piccole revisioni.

Non hai trovato il regalo giusto per Natale? Consulta la nostra super guida al regalo di Natale tech perfetto!
Bio autore

Sin dall'età più tenera ho un forte legame con l'informatica, il mondo del cinema e l'arte. Gli studi che ho deciso di intraprendere mi hanno permesso di accrescere queste passioni.
Potrebbero interessarti
AccessoriAccessoriAndroidAppleConsigli per gli acquisti

Smartwatch ed Accessori smartphone: i migliori da regalare per Natale 2019

AppleGuideiPad

Come utilizzare i widget in iPadOS | Guida

Mac

Cosa fare se la tastiera del Mac smette di funzionare

AppleGuideMac

Le migliori scorciatoie da tastiera per macOS, come crearle e modificarle | Guida