AppleEditoriale

iCloud+: cos’è e come funziona il nuovo servizio in abbonamento

A inizio giugno, Apple ha presentato iCloud+, il suo nuovo servizio in abbonamento. Questa particolare applicazione migliora notevolmente le già ben conosciute performance del vecchio iCloud aggiornandolo di tre tool innovativi.

icloud+

Tra le news relative a questo prodotto c’è il fatto che recuperare il proprio account sarà molto più semplice e veloce. Apple, infatti, mira a semplificare i suoi sistemi per gli utenti e renderli così tanto più intuitivi. Alleggerire la fatica aumentando le competenze e le capacità dei vari software, d’altronde, è sempre stato una delle strategie di marketing migliore che il brand abbia mai seguito per farsi conoscere al grande pubblico e creare una generazione intera di utenti attivi.

Le prime grandi novità di iCloud+ rispetto al tradizionale servizio iCloud

Tutti quanti, almeno una volta, abbiamo avuto problemi di accesso al nostro account e non ci siamo ricordati qualche dato del nostro ID. A chi non è mai accaduto, un grande applauso. Ma la verità è che è molto semplice perdere “le chiavi di casa” e spesso non sappiamo come rimediare alla nostra disattenzione.

Oggi con iCloud+ è possibile aprire la porta grazie a uno dei nostri contatti aggiunti di recente, il quale potrà aiutarci a generare un codice che serve affinché possiamo generare una nuova password. Insomma, metaforicamente parlando, sarà come fare una copia delle chiavi e darla ai tuoi amici.

Oltre alla possibilità di recupero dell’account, grazie ad iCloud+ abbiamo accesso a un’ulteriore funzionalità, ossia Legacy Contact. Si tratta di un testamento per la designazione di un erede del nostro account quando, per diversi motivi, non potremo più essere noi stessi a gestirlo. Potrebbe essere utile soprattutto per coloro che nel proprio iCloud conservano molti dati e file lavorativi utili a qualcuno e che in questa maniera non andranno mai persi del tutto.

I tre servizi principali dell’abbonamento iCloud+ che potrebbero cambiarci la vita

icloud+

Possedere un account iCloud è una cosa davvero molto utile, se non addirittura necessaria, per qualcuno (soprattutto chi lavora al computer e ha quindi molti dati da dover conservare e condividere in tempo reale). Detto ciò, Apple è riuscita a migliorare notevolmente il suo servizio aggiungendo un upgrade in abbonamento. Parliamo di iCloud+, le cui funzionalità principali sono sicuramente quelle dei servizi HomeKit Secure Video, Hide My Email, Private Relay e il nome di dominio personalizzato. Ne parliamo in maniera più approfondita qui di seguito.

HomeKit Secure Video

Il servizio standard di iCloud al quale tutti gli utenti hanno potenzialmente accesso dà l’opportunità di utilizzare fino a cinque videocamere per la sicurezza della casa. Il che vuol dire che si possono gestire le videocamere di sicurezza e tenere d’occhio la proprietà privata anche quando si è via, in viaggio, tranquillamente tramite tutti i dispositivi collegati a internet. Una cosa già fantastica di per sé, almeno fino all’arrivo di iCloud+. Abbonandosi, infatti, il numero massimo di videocamere si annulla e in questa maniera diventa illimitato. Si tratta di una vera e propria opportunità, oltre che di un’estrema comodità, che vale davvero la pena acquistare per riuscire a sentirsi più tranquilli e sereni, soprattutto dopo che si parte per una vacanza.

HomeKit Secure Video funziona in questa maniera, a seconda del tipo di piano selezionato:

  • Coloro i quali sceglieranno di abbonarsi al piano iCloud+ da 50 GB potranno aggiungere una videocamera in più
  • Coloro che sceglieranno il piano da 200 GB aggiungeranno fino ad altre cinque videocamere
  • Coloro che sceglieranno il piano da 2 TB avranno accesso alla potenzialità illimitata

Hide My Email

Questo è un servizio infinitamente utile, soprattutto se si è costretti, per motivi di lavoro, a utilizzare la propria email personale, poiché non si possiede quella aziendale. Infatti, grazie a questa funzionalità è adesso possibile inviare delle lettere di posta elettronica da indirizzi generati in maniera casuale, per tenere il tuo privato e non visualizzabile. Questo servizio era in parte già prestato da altri tool, ma iCloud offre sicuramente una maggiore privacy. Il servizio di Apple è quindi molto improntato sulla difesa dei dati sensibili e sulla sicurezza dei suoi utenti.

Private Relay

Arriviamo adesso alla news che tutti quanti aspettavano già da un po’ di tempo, e in particolare gli utenti di Apple. Per riprendere il discorso della sicurezza amplificata e delle misure inasprite in tal senso, ecco che arriva come maggiore supporto anche il Private Relay di Apple, che è una sorta di rete virtuale in grado di crittografare ogni dato in uscita dal tuo dispositivo e dividerlo in due parti. Nessuno, neppure Apple stessa, può accedere al tuo traffico in uscita e men che meno riuscire a registrarlo e conservarlo in degli archivi. Insomma, solamente chi ha la chiave di lettura, ossia le persone alle quali invii i tuoi dati o i tuoi file, possono leggerli. Mentre per tutti gli altri essi restano protetti e pressoché invisibili.

Nome di dominio personalizzato

Ultima, ma non certo per importanza, novità di iCloud+, il servizio in abbonamento di Apple lanciato di recente, è che si potrà dare un nome personalizzato al dominio occupato dal nostro cloud. Icloud sono, a tutti gli effetti, degli spazi virtuali privati nei quali conserviamo i nostri dati. In questa maniera li possiamo paragonare tranquillamente a dei veri e propri siti internet, soltanto che non sono pubblici e non si possono raggiungere liberamente tramite internet. Non basta cercare il nome di una persona su Google per riuscire a entrare nel suo Cloud. Ma apparte questa differenza, Icloud sono spazi su dei domini e da oggi possono essere nominati esattamente come i siti web. Si sceglie così un nome dominio e si può dare anche ad altri account la possibilità di utilizzare questo spazio.

La funzionalità in questione può offrire un’altra fantastica chicca: si possono generare delle email di cloud personalizzate, come le email aziendali. Quindi, se apri un cloud e lo chiami “Famiglia Rossi”, iCloud+ genererà l’email “xxx@famigliarossi.it” che potrete utilizzare tu e tutti quanti i membri del tuo nucleo famigliare che usano lo spazio di conservazione dei dati.

Quindi abbiamo visto le novità relative a iCloud+, che siamo sicuri piaceranno a tanti dei nostri lettori. Ma ora vogliamo andare a ritroso e spiegare, per quelle poche persone che ancora non sono informate, cos’è nello specifico ICloud e tutti i servizi e i vantaggi che offre all’utente

iCloud: cos’è e quali sono i servizi e i benefici che offre

Sicuramente in questo momento storico saranno pochissime le persone che non sanno cos’è ICloud e a loro diciamo che si tratta semplicemente di un servizio offerto da Apple che consente agli utenti di iPad, iPod Touch, mac e Iphone(ma anche a chi usa un pc con il sistema operativo Windows) di creare delle copie di sicurezza dei propri dati su Icloud Drive, un vero e proprio hard disk on line, e poi andare a sincronizzarli con tutti i dispositivi.

In pratica grazie a questo formidabile servizio sarà possibile avere tutti i propri dati e cioè foto, dati, contatti, calendari e tanto altro sempre a disposizione e sempre a portata di mano.

Per la precisione i servizi e applicazioni Apple sincronizzabili sono:

  • iCloud Drive
  • Foto
  • Note,
  • Contatti,
  • Safari
  • Portachiavi,
  • Trova il mio iPhone/Mac/iPad
  • Torna al mio Mac

Ma chiaramente un servizio utile bisogna saperlo usare al meglio in modo da sfruttarne tutte le potenzialità.

Innanzitutto ti ricordiamo che per imparare a usare iCloud è assolutamente obbligatorio per te avere un ID Apple: nel caso tu non l’abbia dovrai semplicemente andare nel sito ufficiale dell’Apple, compilare un modulo di iscrizione e cliccare su un link che arriverà nella tua casella di posta o in alternativa dovrai registrarti ai servizi on line di Apple utilizzando il famoso programma gratuito iTunes.

Oltre a questo dovrai impostare iCloud come sistema predefinito nel tuo dispositivo( iPod Touch, iPhone, iPad)con lo scopo di riuscire ad eseguire il backup dei dati sul tuo dispositivo. A questo punto sarai in grado di modificare e gestire i dati che hai archiviato e inoltre li potrai modificare e salvarne anche altri cliccando sul tasto impostazioni che trovi nella home screen.

Dopo aver fatto questi passaggi sarai in grado di gestire liberamente tutto lo spazio che hai a disposizione su iCloud, come meglio credi, controllando in ogni momento tutti i file di backup e i dati che hai precedentemente archiviato. Ricordati che quando avrai attivato iCloud sul tuo iDevice tutti i file delle applicazioni e i dati di sistema non solo verranno salvati in modalità on line ma saranno sincronizzati tra tutti i dispositivi.

Ora vediamo insieme alcuni dei servizi che iCloud ti offre, che sono considerati aggiuntivi ma che ti assicuriamo che possono esserti molto utili.

iCloud: quali sono i servizi aggiuntivi che possono essere utili?

icloud+

Una persona che usa iCloud può avere la possibilità di utilizzare dei servizi che non sono assolutamente accessori ma hanno una grande utilità pratica. Per esempio molto apprezzato da tanti utenti è il sistema Backup che consente di poter usare lo spazio di archiviazione presente su iCloud Drive.

Quest’ultimo serve per poter attivare un backup completo in uno dei device Apple quali iPad o iPod Touch o i Phone come si fa anche sul PC in iTunes in modalità locale.

Altro servizio veramente molto amato si chiama Libreria foto di iCloud ed è praticamente un’aggiunta a un’altra opzione che si chiama Streaming Foto, che è gia attivo di base su ogni iPad e iPhone.

L’opzione Libreria foto di iCloud permette di archiviare tutti i video e le foto che una persona ha realizzato con il suo device su iCloud e inoltre può accedere on line attraverso il sito iCloud.com. Ma a differenza di Streaming Foto c è un particolare da non sottovalutare e cioè che bisognerà sottoscrivere un abbonamento visto che si andrà a occupare lo spazio su iCloud Drive.

Per quanto riguarda gli abbonamenti mensili di iCloud compresi i vari servizi e anche per quel che concerne l’espansione dei piani di archiviazione, conviene tenersi sempre informati sugli aggiornamenti e sulle varie offerte andando sul sito ufficiale di Apple.

Chiaramente questo servizio cosi utile nasce per essere utilizzato tramite i dispositivi Apple, ma non tutti sono informati sul fatto che lo si può usare , e ora vedremo come, anche grazie a un PC Windows e anche attraverso un qualunque browser web.

Lo scopo di chi ha ideato iCloud è quello di renderlo disponibile per un numero di persone più elevato possibile, al di là delle tantissime persone che ormai hanno dispositivi a marchio Apple.

Come usare iCloud attraverso un browser web?

Ci sono persone che ovviamente a volte hanno bisogno di usare iCloud ma magari in quel momento non hanno a disposizione nè il loro device Apple come per esempio l’Ipad e magari non possono nemmeno utilizzare il PC con il quale usano questo importante strumento.

Ma la soluzione esiste anche in questo caso e cioè utilizzare un browser web ed entrare nel sito www.icloud.com. A questo punto basterà mettere il proprio nome utente e la password che in genere si usano per utilizzare il proprio iCloud, seguire le istruzioni e poi andare ad accedere nella propria casella di posta iCloud, cliccando sull’icona Mail.

A questo punto si potranno usare tutte le funzioni di questo utilissimo servizio come si fa solitamente con un device Apple.

Utilizzare iCloud attraverso un PC Windows: come fare?

Anche in questo caso la procedura è molto semplice. Infatti basterà semplice scaricare l’apposito i client per poi andare a configurarlo, seguendo le istruzioni che vengono indicate. Alla fine degli step che ti verranno indicati ti verrà richiesto il riavvio del PC e successivamente potrai utilizzare il servizio iCloud andando a cliccare sulla finestra apposita.

A questo punto ti basterà inserire nome utente e password per accedere al servizio e dovrai però necessariamente la spunta in ogni elemento del proprio computer che si vorrà sincronizzare, come per esempio calendari e attività, posta o contatti.

Ricordiamo infine che i preferiti verranno sincronizzati attraverso Chrome o Internet Explorer e le foto saranno salvate nell’apposita cartella.

Potrebbero interessarti
AppleEditorialeNews

Smartphone venduti senza caricabatterie: cosa c'è dietro?

AppleMacNews

Apple presenta i nuovi MacBook Pro 14'' e 16'': ufficiali anche gli AirPods 3

AndroidAppleMacNewsSmartphone

Apple, Google, Samsung: tre eventi in tre giorni, tantissime novità

AppleGuideiPhone

Come preparare il tuo iPhone per un aggiornamento di iOS