Con Pixel 3 Google potrebbe lanciare definitivamente il guanto di sfida a Samsung e Apple

Nonostante Google si sia già affacciata al mercato degli smartphone nel corso degli ultimi anni, il colosso californiano non ha ancora sferrato un vero e proprio attacco a Samsung o Apple. Con Pixel 3, la situazione potrebbe però cambiare e Google potrebbe divenire il terzo in comodo…

Google Pixel 2 e la versione XL, hanno potuto giovare di telecamere con poco da invidiare ai brand già affermati nell’ambito mobile. Nonostante ciò, i device non sono parsi all’altezza della concorrenza soprattutto per numerosi problemi e bug sia in fase di lancio che nei periodi successivi.

Con Pixel 2 il colosso californiano ha preso le misure: è tempo di inserirsi seriamente nel mercato mobile?

In passato, Google si affidava a fornitori di terze parti per contribuire a rendere i suoi smartphone validi. Dopo aver acquisito il team di HTC l’anno scorso, l’azienda ha ora a sua disposizione una divisione hardware interna. Il risultato di questa assimilazione si vedrà molto probabilmente con Google Pixel 3, uno smartphone che si prospetta come un’interessante novità e che probabilmente vedrà la luce alla fine del 2018

Nonostante Google non abbia rivelato particolari informazioni riguardo tale device, sono diverse le voci che si stanno susseguendo sulle probabili caratteristiche di un dispositivo probabilmente molto interessante.

In questo articolo abbiamo raccolto un po’ tutti i rumor più interessanti e quelli che potrebbero rivelarsi più attendibili: naturalmente tutto ciò che non è ufficiale rimane nell’ambito delle teorie.

Una finestra di lancio in linea con i precedenti Google Pixel?

La voce di corridoio più recente (risalente a poche ore fa) riguarderebbe la conferma del lancio di Google Pixel 3 nel prossimo mese di ottobre. Notizia teoricamente attendibile, visto che le precedenti versioni dello smartphone hanno debuttato sul mercato proprio nel mese autunnale (Pixel 2 e Pixel 2 XL sono stati lanciati il 19 ottobre 2017).

Un altro rumor recente riguarderebbe la presunta aggiunta del notch in stile Apple sul dispositivo di Google. Questa notizia potrebbe non fare contenti tutti…

Tre diverse versioni?

Secondo voci insistenti, Google sarebbe intenzionata a lanciare sul mercato ben tre diverse versioni di smartphone. Quali saranno le differenze e le principali caratteristiche dei tre “fratelli”? Per il momento si conosce solo il presunto nome in codice delle tre versioni, ovvero crosshatch, albacore e blueline.

Una fonte piuttosto attendibile

Se un rumor viene citato da una fonte attendibile come Bloomber potrebbe essere vera, no? In questo caso, la nota testata giornalistica, ha previsto il probabile lancio di una nuova versione di Android contemporaneamente al lancio di Pixel 3.

Questa nuova versione, dovrebbe offrire una serie di miglioramenti come un’ottimizzazione del consumo delle batterie. Il sistema operativo potrebbe anche avere un supporto di Google Assistant.

Android P (questo il teorico nome della nuova versione) sarà anche progettato per adattarsi perfettamente smartphone con la presenza del notch. Un indizio per quanto riguarda il Pixel 3? Ciò non significa che il prossimo smartphone di Google avrà questa funzione, però il fatto potrebbe essere un indizio inequivocabile…

Un nuovo scanner facciale?

Si dice che Google stia lavorando su uno scanner totalmente nuovo, simile a Face ID… ma probabilmente ancora più avanzato. Lo scanner dell’iride su cui Google starebbe lavorando per Pixel 3 potrebbe funzionare su una gran varietà di app Android e forse anche essere utilizzato per verificare i pagamenti mobili effettuati tramite Google Pay.

Nuovi speaker in vista?

Secondo quanto affermato dal sito Android Headlines, vi sono voci che affermano di come Google stia lavorando su dispositivi Pixel 3 per realizzare dei nuovi altoparlanti frontali.

Vale anche la pena ricordare che HTC ha passato anni a cercare di differenziare i propri smartphone proprio puntando sulla loro qualità audio e ora che questo team è stato inglobato da Google, potrebbe sembrare logico che il prossimo prodotto del colosso californiano punti anche su una qualità dell’audio sopra la media.

Snapdragon 845, ma con quanta RAM?

Riguardo il processore ci sono pochi dubbi: con tutta probabilità sarà un Qualcomm Snapdragon 845, in linea con tutti gli smartphone di fascia alta del 2018. Un grande punto interrogativo resta invece la RAM e lo spazio di archiviazione che saranno disponibili sul dispositivo: gli attuali Pixel 2 e Pixel 2 XL sono dotati di 4 GB di RAM con 64 GB e 128 GB di spazio di archiviazione.

In un futuro prossimo, probabilmente scopriremo maggiori specifiche su questi dispositivi che si preannunciano a dir poco interessanti!