Accessori

Equalizzazione adattiva: cos’è e come influisce sulla qualità audio

airpods max

Tra le tante innovazioni legate al marchio Apple, ne esiste una legata al mondo delle cuffie in-ear e over-ear piuttosto interessante.

Si tratta dell’equalizzazione adattiva (Adaptive EQ) ed è ovviamente promossa dall’azienda di Cupertino come uno dei principali vantaggi legati a prodotti come AirPods Pro e AirPods Max.

Ma di cosa si tratta realmente e come può cambiare la tua esperienza audio? In questo articolo andremo ad approfondire la conoscenza di questa tecnologia così interessante.

airpods pro

Equalizzazione adattiva ed Adaptive EQ: termini legati all’ambito marketing

Apple associa il termine di marketing Adaptive EQ alle sue cuffie wireless premium con cancellazione del rumore.

I già citati AirPods Pro e AirPods Max hanno microfoni che si trovano all’interno dell’auricolare e che svolgono questo compito. Questi microfoni aiutano principalmente l’implementazione della cancellazione attiva del rumore (ANC) dell’azienda, ma regolano anche il modo in cui il suono viene “disperso” all’interno dell’orecchio.

L’interno delle tue orecchie potrebbe essere molto diverso da quello di qualcun altro. La forma, le dimensioni, la presenza o la mancanza di peli e persino l’accumulo di cerume possono influenzare il modo in cui il suono arriva nel nostro timpano. Adaptive EQ è progettato per produrre un’esperienza di ascolto capace di adattarsi a qualunque tipo di padiglione auricolare.

Apple afferma di utilizzare l’equalizzazione adattiva per “regolare le frequenze della tua musica per offrire un’esperienza ricca e coerente che riproduce fedelmente ogni nota” e non fornisce un’opzione per disabilitare la funzione.

Quali AirPod supportano l’equalizzazione adattiva?

Solo gli AirPods Proe gli AirPods Max offrono l’equalizzazione adattiva, visto che la stessa manca negli AirPods di livello base. Ma questa non è la prima volta che vediamo Apple cercare di intervenire con soluzioni per migliorare l’effetto sonoro dei suoi dispositivi.

Gli HomePod per esempio, utilizzano una tecnica simile per analizzare l’acustica della stanza e regolare il suo output. Ciò permette di adattare il suono all’area circostante.

Proprio come l’EQ adattivo, Apple non rivela mai i suoi segreti su ciò che sta accadendo dietro le quinte, ma un brevetto emerso poco dopo l’annuncio di HomePod nel 2017 descrive una tecnica simile a quella oggi diffusa nei dispositivi di punta del settore audio firmati Apple.

Puoi disattivare l’Adaptive EQ?

airpods max

L’EQ adattivo sembra essere sempre in esecuzione, senza opzioni di menu per disabilitarlo in iOS. Alcuni utenti di AirPods hanno ipotizzato che la funzione sia abilitata solo mentre è abilitata la modalità ANC.

Alcuni test su un paio di AirPods Pro dimostrano una leggera differenza nel suono quando si attiva o disattiva l’ANC, ma se questo è dovuto al funzionamento o meno della tecnologia protagonista di questo articolo o semplicemente a un effetto a catena della disattivazione dell’ANC, nessuno esterno ad Apple è in grado di affermarlo.


Fonte howtogeek.com

Potrebbero interessarti
AccessoriAccessoriAndroidAppleRecensioniRecensioni

Recensione Soundcore Liberty 3 Pro: che qualità!

AccessoriAppleConsigli per gli acquistiiPhone

Migliori caricabatterie per iPhone 12 e iPhone 13: quale comprare?

AccessoriAppleGuide

Apple AirPods: 6 fantastiche funzionalità che forse non conosci

AccessoriAccessori

Come funziona la ricarica rapida e con quali telefoni funziona meglio?