I prodotti di OnePlus hanno una serie di novità a dir poco interessanti, tra le quali spiccano la modalità Zen e la Fnatic: ma di cosa si tratta realmente?

OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro hanno conquistato la scena mobile con la loro recente presentazione al pubblico, ponendosi come primi smartphone di fascia alta del brand cinese. Al di là della componentistica però, alcune caratteristiche hanno catturato particolarmente l’immaginario del pubblico. Analizziamo dunque da vicino le due principali.

Modalità Zen e Fnatic: le grandi novità di OnePlus 7

La modalità Zen, fortemente voluta dal ceo di OnePlus Pete Lau, è ideata appositamente per chi vuole “staccare” letteralmente la spina. Non è possibile fermarla una volta avviata e qualunque tipo di notifica viene disattivata per 20 minuti.

In questo frangente si potranno ricevere chiamate o effettuare solo quelle di emergenza. Per quanto riguarda le applicazioni, saranno tutte bloccate tranne la fotocamera. Questa nuova funzione, introdotta con OxygenOs 9.5, si avvia tramite a un pulsante digitale offerto dal sistema operativo.

Si tratta di una feature che ha un chiaro indirizzo, ovvero quello di consentire agli utenti di potersi prendere una pausa di tanto in tanto dai propri dispositivi. Visto l’uso massiccio degli smartphone, anche da parte dei più giovani, questa funzione può essere veramente salutare.

In tal senso, tempo fa, si è mosso anche Google con un’apposita applicazione che lavora in maniera molto simile. Sotto certi punti di vista però, la modalità Zen è leggermente più soft, visto che consente comunque di ricevere chiamate.

La Fnatic

La modalità Fnatic lavora in maniera molto simile, pur per fini totalmente diversi. Si tratta infatti di una funzione appositamente ideata per non avere interruzioni durante le fase di gaming.

Una modalità che probabilmente sarà molto apprezzata dai videogiocatori, anche perché grazie alle specifiche tecniche e al display a 90HZ di OnePlus 7, questo tipo di attività rappresenta uno degli utilizzi più appetibili del dispositivo.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome