iPhoneSmartphone

Emergenza Coronavirus: come disinfettare lo smartphone

disinfettare smartphone

Disinfettare il proprio smartphone, soprattutto con l’attuale emergenza legata al Coronavirus, dovrebbe essere una priorità per tutti. I dispositivi mobile infatti, per loro natura, sono un vero e proprio ricettacolo di batteri e virus.

Essi infatti sono perennemente a contatto con le mani e difficilmente un utente si prende il tempo per poter pulire accuratamente il proprio smartphone. Se consideri che il Coronavirus può sopravvivere su determinate superfici per svariati giorni, viene istintivo prendere ancora più a cuore l’igiene del proprio telefonino.

In questo articolo ci concentreremo proprio su come intervenire sullo smartphone per pulirlo e disinfettarlo senza danneggiarlo.

come pulire lo smartphone - pulizia

Disinfettare il tuo smartphone è una necessità, ancora di più in un momento difficile come quello che stiamo vivendo

Se è vero che lavarsi le mani è essenziale per prevenire il contagio, gli smartphone sono un veicolo estremamente congegnale al Coronavirus. Sotto questo punto di vista, gli stessi produttori si sono mossi per dare consigli utili. Il sito Web ufficiale di Apple, per esempio, mostra una lista di salviette disinfettanti che possono essere usate sul proprio iPhone per disinfettarlo senza intaccare in alcun modo l’integrità del dispositivo.

Samsung ha invece specificato sul proprio sito che è possibile utilizzare una soluzione a base alcolica (massimo 70%) per disinfettare i propri smartphone attraverso un panno in microfibra. Non tutte le case produttrici si sono impiegate a dare istruzioni in tal senso o, in altri casi, semplicemente è difficile reperire il materiale adatto per svolgere una pulizia come indicato. Come possiamo agire dunque?

Ovviamente bisogna muoversi in maniera estremamente cauta quando si intende disinfettare uno smartphone. Alcuni prodotti possono facilmente danneggiare lo schermo o, ancora peggio, i componenti interni. Sotto questo punto di vista, abbiamo alcuni consigli utili per intervenire sul proprio dispositivo.

Nota bene: prima di effettuare qualunque intervento è necessario comunque consultare il sito del produttore del proprio smartphone ed eventualmente mettersi in contatto con lo stesso, onde evitare danneggiamenti. Quanto elencato di seguito è infatti solo puramente indicativo e, su determinati prodotti, anche seguendo alla lettera le istruzioni, si potrebbero causare danni. Massima prudenza sempre e comunque, dunque.

Salviette e MAI alcool puro

Se si tocca il telefono dopo aver toccato una maniglia della porta pubblica o un carrello della spesa, il pensiero più immediato è quello di pulirlo con alcool. Ciò potrebbe essere però un enorme errore.

Tale sostanza pura infatti, andrebbe ad eliminare le sostanze protettive oleorepellenti e idrorepellenti che impediscono all’olio e all’acqua di danneggiare il display e la scocca. Alcuni siti Web suggeriscono di creare da soli un mix di alcol e acqua, ma è fondamentale ottenere la giusta concentrazione per evitare di realizzare una soluzione troppo aggressiva. Ovviamente, in caso di errore delle dosi, le conseguenze potrebbero risultare devastanti per l’integrità del telefono.

Un compromesso decisamente più sicuro è usare salviette disinfettanti che contengono alcol isopropilico al 70%. Anche se molti marchi sconsigliavano, fino a qualche mese fa, tale pratica, oggi sembra essere considerata valida dalla maggior parte dei produttori.

L’alternativa è costituita dall’uso di preparati (come già accennato) con disinfettanti non abrasivi a base di alcool al 70%. In questo caso il preparato va applicato su un panno morbido e privo di lanugine. Fatto ciò è possibile intervenire sul dispositivo, rigorosamente spento.

La luce UV

La pulizia attraverso luce UV è una soluzione alquanto funzionale. Si tratta di strumenti appositi, in grado di eliminare circa il 99% di virus e batteri presenti su uno smartphone in poco tempo e senza causare danni di alcun tipo al dispositivo. Di seguito, mostriamo uno dei modelli più interessanti tra i tanti disponibili sul mercato.

Come pulire le impronte digitali dallo schermo

Le impronte digitali sullo schermo, oltre ad essere particolarmente brutte a vedersi, denotano una scarso igiene del display. Di fatto però, è pressoché impossibile evitare che esse appaiano costantemente su un dispositivo usato di frequente.

Se il problema è legato esclusivamente al lato estetico, basta un semplice panno di microfibra per sistemare la situazione. Se le condizioni del display sono particolarmente pessime, è possibile aggiungere qualche goccia di acqua distillata al panno, per far si che questo sia particolarmente efficace in fase di pulizia.

Un trucco per rimuovere sabbia e lanugine

Sabbia e lanugine sono due problemi per la pulizia dello smartphone. La lanugine, soprattutto, può svilupparsi se utilizziamo delle tasche per conservare il telefono che rilasciano dei fastidiosi pezzettini di tessuto sullo stesso. Attraverso le porte e le fessure del dispositivo, questi elementi esterni possono rendersi piuttosto fastidiosi.

La migliore soluzione, in questi casi, è il nastro scozzese. In tal senso, è possibile posizionare lo stesso lungo i vari interstizi sul bordo della scocca e nell’area dell’altoparlante, arrotolandolo e posizionandolo delicatamente nelle porte. La viscosità del nastro rimuoverà eventuali presenze di lanugine o sabbia presenti.

Per i fori dei diffusori più piccoli che il nastro non può raggiungere si può usare (con grande delicatezza) uno stecchino o provare ad aspirare i detriti con un piccolo aspirapolvere. Questi strumenti possono essere utilizzati anche per altri piccoli elettrodomestici o aree difficili da raggiungere nella propria auto.

Rimuovere le tracce di trucco

Quando si tratta di pulire e disinfettare uno smartphone (soprattutto) l’utenza femminile deve fare i conti anche con le tracce di trucco. Ogni volta che si porta il telefono al viso, infatti, il makeup lascia tracce sul display.

Se utilizzare un detergente può essere una tentazione quasi istintiva, ciò può rivelarsi in realtà molto pericoloso. Questi prodotti infatti, seppur adatti alla pelle del viso, non lo sono per i display degli smartphone. Alcuni prodotti chimici presenti nei detergenti potrebbero danneggiare irreparabilmente lo schermo.

Esistono comunque prodotti struccanti privi di alcool, cloro, ammoniaca e fosfati. Questi dovrebbero poter agire senza causare alcun tipo di problema anche se, come già detto, consigliamo di contattare i produttori prima di prendere qualunque tipo di iniziativa.

Si possono lavare i telefoni impermeabili?

Chiunque sia in possesso di telefoni resistenti all’acqua con certificazione IP67, come la pressoché totalità di modelli rugged phone, può pensare a un vero e proprio lavaggio dello smartphone. In tal senso, è possibile usare un panno umido o bagnato per pulire il proprio dispositivo.

La fase di asciugatura deve essere completata attraverso un panno morbido e asciutto, facendo si che prima dell’accensione anche le porte e gli altoparlanti siano perfettamente asciutti. Un intervento del genere non dovrebbe creare particolari problemi a questi dispositivi visto che hanno una resistenza particolare all’acqua e ad altri agenti atmosferici.

migliori smartphone 2020

Cosa NON usare mai per pulire il proprio telefono

Disinfettare smartphone, in seguito al proliferare del Coronavirus, è dunque diventata una priorità per molti utenti. Nonostante ciò, come abbiamo già detto, molti prodotti possono risultare estremamente dannosi. Di seguito elencheremo quali sono le soluzioni da NON adottare mai e in nessun caso. Molte sostanze infatti possono danneggiare irrimediabilmente lo smartphone trattato:

  • Lavavetri. Si tratta di prodotti indicati a lavorare efficacemente su vetri e specchi, ma non sono per niente adatti agli smartphone. La maggior parte dei modelli sul mercato ha delle patine protettive che sono intaccate da questi particolari prodotti. Si tratta infatti di detergenti leggermente abrasivi e quindi potenzialmente molto dannosi per i display.
  • Detergenti per la cucina. Anche in questo caso, si tratta di prodotti abrasivi e potenzialmente pericolosi per la maggior parte dei telefoni.
  • Tovaglioli di carta. Verrebbe quasi istintivo usare dei tovaglioli di carta per pulire o asciugare lo schermo dopo le operazioni di pulizia. Nulla di più sbagliato. Si tratta di oggetti che possono causare micro danneggiamenti ai display: inoltre la perdita di piccole parti del tovagliolo può andare a peggiorare la situazione.
  • Alcool. Come già detto, questa sostanza è troppo aggressiva per essere utilizzata pura o comunque in soluzioni con una altissima percentuale.
  • Aria compressa. Ebbene sì, anche questa soluzione teoricamente ottima sotto il punto di vista prettamente chimico, può in realtà causare danni a uno smartphone. Qualunque tipo di telefono è delicato, quindi soffiare con forza l’aria nelle porte può causare danni, in particolar modo al microfono.
  • Sapone (per piatti o mani). Anche se queste soluzioni sono delicate sulle nostre mani, non è detto che sia lo stesso per i sensibili componenti che costituiscono uno smartphone. In alcuni casi è possibile utilizzarli (ma senza la presenza di acqua), ma risulta comunque un tipo di operazione leggermente pericolosa.
  • Aceto. Si tratta di un elemento utilissimo per la pulizia della casa ma troppo aggressivo per trattare dei dispositivi elettronici. Anche se alcuni esperti consigliano alcuni preparati diluiti con acqua distillata dalla percentuale minima, si tratta sempre di una sostanza da utilizzare con molta cautela.

Fonte cnet.com

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Articolista, scrittore, copywriter, newser e SEO con la passione per sport, informatica e tecnologia. Ho la fortuna di vivere lavorando a tempo pieno su quelle sulle mie passioni.
    Potrebbero interessarti
    AndroidNewsSmartphone

    Samsung Galaxy Z Fold 2, ecco il nuovo pieghevole: molti miglioramenti, in pre-ordine dal 1 settembre

    AndroidNewsSmartphone

    Samsung Galaxy Note 20 e Galaxy Note 20 Ultra, ufficiali i due nuovi top di gamma: dettagli e prezzi

    AndroidNewsSmartphone

    OnePlus Nord ufficialmente in vendita in Italia: confermati i prezzi delle due varianti

    AndroidNewsSmartphone

    Oppo ufficializza il K7 5G, il nuovo "mid-range" con Snapdragon 765G e 4 cam sul retro