La nuova versione di Gmail ha portato una serie di novità che, seppur nei primi istanti possano disorientare, hanno decisamente fatto fare un salto di qualità al servizio di posta elettronica targato Google.

La modalità riservata di Gmail è forse la feature più interessante tra le numerose proposte: si tratta di una serie di funzioni che consentono di poter inviare e ricevere email con un livello di sicurezza superiore.

email

La modalità riservata di Gmail? Solo una delle tante novità

Come già preannunciato, il restyling di Gmail per quanto riguarda la sicurezza (e non solo) racchiude una serie di piccole migliorie.

Tra le altre cose, è possibile liberarsi dello spam molto più facilmente rispetto al passato, così come è possibile posticipare la notifica di delle email, così come esiste una nuova feature denominata Smart Reply per rendere più automatizzare le risposte rapide.

Le mail autodistruttive

Per quanto riguarda la sicurezza però, oltre alla possibilità di proteggere la posta grazie a password e cifrature varie, il vero e proprio passo avanti è stato fatto con le mail autodistruttive, eliminate dopo poco tempo che vengono ricevute e lette.

Quale miglior modo per proteggere informazioni private che vengono inviate tramite Gmail? Per utilizzare questa funzione che sembra uscita da un film di spionaggio, non è necessario faticare più di tanto.

Per fare ciò infatti, bisogna cominciare a scrivere una mail come hai sempre fatto con Gmail: inserisci il ricevente, il titolo, il corpo del testo ed eventualmente prepara un allegato.

Dopo aver composto il messaggio, è possibile controllare sotto il corpo del testo per trovare ulteriori opzioni disponibili. Nella parte inferiore dello schermo, troverai una piccola icona con un lucchetto e un orologio, questo piccolo pulsante ti consente di controllare l’accessibilità della posta che hai inviato e per quanto tempo è possibile accedervi.

Da 24 ore a 5 anni di tempo per leggere la mail

Di fatto, agendo su questa icona, è possibile settare una sorta di “data di scadenza della stessa” scegliendo tra un giorno, una settimana, un mese, tre mesi ma anche lassi di tempo più lunghi come 5 anni.

Tieni comunque sempre ben presente che, se il destinatario non riesce a leggere il messaggio prima che scada il periodo di tempo, non potrà mai mettere gli occhi su ciò che gli hai scritto.

Dopo aver impostato la data, fare clic sull’opzione Salva. Dopo aver salvato, verrà mostrto un codice di accesso che consente al destinatario di accedere alla posta elettronica.

Password tramite cellulare

Per impostare una pass, dovrai utilizzare il numero di telefono del destinatario. Dopo aver eseguito quanto descritto sopra, è possibile finalmente inviare l’e-mail.

Una volta impostato la password, il destinatario non sarà in grado di leggere il messaggio o accedere ai file che sono stati allegati fino non vi sarà una verifica tramite numero di telefono: il ricevente dovrà inserire il codice di accesso che è stato inviato al telefono per dimostrare chi è.

Naturalmente è possibile inviare una mail a tempo anche senza password: in tal caso, chiunque avrà accesso a Gmail, potrà leggere quanto ricevuto sempre entro i termini temporale preimpostati.

Niente copia e incolla

Ultima caratteristica di questa mail iper protette è l’impossibilità di fare copia e incolla del testo. Si tratta di una sorta di protezione facilmente aggirabile (basta infatti fare uno o più screenshot) ma che contribuisce in qualche modo ad aumentare lievemente la sensazione di sicurezza.

Nonostante tutto, la sicurezza non è garantita al 100%

Quanto offerto da Gmail è sicuramente apprezzabile, anche se il sistema non si presenta alla pari dei sistemi professionali che si occupano di crittografare mail e contenuti vari.

A meno che non trattiate di segreti aziendali d’altissimo livello, quanto offerto da Gmail è comunque più che sufficiente per poter dormire sonni tranquilli.