Guardare Netflix in 4K su un Mac è attualmente qualcosa di molto complicato. Nonostante le piattaforme di Apple siano estremamente diffuse infatti, al momento questa funzione non ufficialmente supportata da macOS.

Per poter visionare i tuoi film e le tue serie TV preferite dunque, quindi dovrai emulare Windows sul tuo Mac e, anche in questo caso, sarai ancora piuttosto limitato in tal senso. Nonostante ciò, attualmente è l’unica via percorribile… ti spiegheremo dunque come portare a termine questa missione per poter sfruttare pienamente il tuo monitor.

Guardare Netflix in 4K su un Mac? Ecco come aggirare il problema!

Dove risiede la fonte di tutti questi problemi? Contrariamente a quanto si può pensare non sono i 4K a creare l’ostacolo. Si tratta infatti di un problema di compatibilità tra i codec e i DRM (Digital Rights Management).

Quando si esegue lo streaming di video su qualsiasi piattaforma, il contenuto video deve essere compreso e letto dal computer. Per fare ciò è necessario adottare un formato di codifica video, e il programma che esegue lo scompattamento di tale formato è chiamato codec. Con l’aumento dei contenuti 4K, il mondo della tecnologia è attualmente in procinto di passare a nuovi codec per consentire a più utenti possibili di fruire di tali contenuti.

I codec sono integrati nel tuo computer ma possono variare a seconda del browser utilizzato. YouTube per esempio, utilizza solo il codec VP9 per i video 4K, ma Safari non supporta tale codec, ​​rendendo dunque necessario utilizzare Chrome per guardare video 4K di YouTube.

Il problema dei DRM

Netflix, dal canto suo, supporta molti codec ma utilizza solo HEVC per i 4K. Dato che Safari è uno dei pochi browser a supportare la riproduzione HEVC con Edge, sembrerebbe che vedere Netflix in 4K su un Mac si un gioco da ragazzi… in realtà non è così.

Un altro problema sorge con DRM utilizzati come protezione. Il DRM che Netflix utilizza per contenuti 4K è il nuovo HDCP 2.2, che macOS Mojave non supporta. Dunque non c’è via di scampo: allo stato attuale avrai bisogno di Windows (o di una macchina virtuale con Windows) per guardare Netflix. Tra l’altro, va detto che l’adozione di HDCP 2.2 non sembra aver firmato i pirati informatici: il tutto si traduce dunque solo con un enorme fastidio per chi paga regolarmente il servizio di streaming.

Non darti comunque per vinto: puoi guardare ugualmente i contenuti in 4K tramite il tuo account su Mac… anche se ciò comporta una procedura piuttosto complessa e piuttosto scomoda.

Come eseguire un avvio parziale in Windows

Windows su un Mac per guardare Netflix

Cosa ti serve per poter effettuare questa operazione?

  • Una TV 4K compatibile con HDCP 2.2, se il display incorporato del tuo Mac non è 4K o superiore. Sia la TV che il cavo HDMI devono essere compatibili con HDCP 2.2 o nulla di quanto descritto in questa guida funzionerà a dovere. Non vedrai alcun vantaggio nello streaming di contenuti 4K su una TV 1080p o sullo schermo 1440p del tuo Mac poiché non è compatibile con questo sistema.
  • Un Mac con un processore Intel Kaby Lake (o superiore). La maggior parte dei Mac realizzati dopo il 2017 ne avrà uno. Solo le CPU Kaby Lake o superiori dispongono di hardware specializzato per la decodifica HEVC. Inoltre Edge supporta solo hardware HEVC decodificato ed è, al momento, l’unico browser adatto allo scopo che ti sei prefissato.
  • Un account Premium di Netflix: questo è l’unico piano con supporto 4K.
  • Infine è necessaria una copia di Windows 10 e la volontà di eseguire il dual-boot del proprio sistema (o per eseguirlo in una macchina virtuale)

Emulare Windows in ambiente Mac

A questo punto puoi seguire la nostra guida su come emulare Windows in ambiente Mac. Nota bene: sarà percepibile un leggero calo di prestazioni perché stai utilizzando due sistemi operativi contemporaneamente.

La virtual machine che raccomandiamo per macOS è Parallels, anche se non è gratuito. Quindi puoi provare come alternativa VirtualBox, anche se le sue prestazioni sono decisamente inferiori.

Dual Boot

Puoi inoltre affidarti al doppio avvio con Bootcamp, effettuando un’installazione di Windows permanentemente sul disco fisso insieme a (o sopra) macOS.

Questa è una soluzione estrema, dal momento che sarete costretti a riavviare in un diverso sistema operativo solo per guardare Netflix, ma offrirà prestazioni migliori rispetto alla semplice emulazione.

Vedere Netflix in 4K con Edge

Qualunque sia l’opzione scelta, una volta eseguito Windows, carica il browser Edge di Microsoft e utilizzalo per vedere i tuoi video (oppure affidati all’app Netflix di Windows). Utilizzando il browser di Microsoft avrai la possibilità di selezionare i contenuti in modalità Ultra HD 4K.

In definitiva, HDCP 2.2 è il problema principale che esclude da tale procedura anche tutti gli altri browser come Chrome e Firefox. Il supporto può essere aggiunto a macOS in futuro, e, in tal senso, eliminerà del tutto la necessità di affidarsi al binomio Windows/Edge. Il problema è che, per voler spingere le vendite dell’Apple TV 4K (che supporta tranquillamente Netflix 4K) il colosso di Cupertino non ha forse voglia di affrettarsi troppo per risolvere questo problema…

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome