AndroidGuide

Come disattivare i sensori di uno smartphone Android con un tocco

Gli smartphone Android più recenti includono la possibilità di disattivare tutti i sensori con un tap. Si tratta di una funzione molto comoda, ma nascosta, che consente di interrompere, momentaneamente, il funzionamento dei sensori che non possono essere disattivati tramite le normali impostazioni accessibili all’utente.

Per disattivare la connessione dati o il tracciamento della posizione, infatti, chi ha uno smartphone Android può ricorrere alle apposite opzioni presenti nelle Impostazioni. Abbassando il menu delle notifiche, inoltre, sono presenti dei toggle rapidi che consentono di attivare e disattivare tali funzionalità. Ad esempio, per risparmiare batteria è possibile, con un tap, disattivare la connessione dati.

Con Android 10 e versioni successive, però, è possibile sfruttare una funzione ancora più completa che consente di disattivare rapidamente tutti i sensori non accessibili dalle normali impostazioni. Per l’accesso a questa comoda funzione è necessario attivare le Opzioni sviluppatore e successivamente seguire una breve procedura.

Attivando questa funzione si potranno disattivare il microfono, le fotocamere ed altri sensori normalmente non disattivabili dalle Impostazioni.

Scopriamo, quindi, come disattivare con un tocco i sensori del proprio smartphone Android!

Attivare le Opzioni sviluppatore

Per poter disattivare i sensori del proprio smartphone Android, o più in generale per poter accedere a funzionalità aggiuntive, è necessario attivare le Opzioni sviluppatore tra le impostazioni del dispositivo. L’attivazione di tali opzioni è molto semplice in quanto la procedura da seguire non richiede operazioni particolari.

È importante sottolineare, in ogni caso, che la modifica di tali opzioni può risultare “pericolosa” se effettuata da utenti meno esperti. Pertanto, è consigliabile operare sempre con la massima attenzione per evitare di andare ad alterare i parametri di funzionamento dello smartphone, peggiorandone le prestazioni.

Da notare, inoltre, che l’attivazione delle Opzioni sviluppatore è un’operazione perfettamente legale. Scegliere di attivare tali opzioni, infatti, non comporta alcuna alterazione per quanto riguarda la validità della garanzia. Come sottolineato sul sito ufficiale di Android, l’utilizzo delle Opzioni sviluppatore per la disattivazione dei sensori è utile agli sviluppatori ed offre agli utenti la possibilità di avere un maggiore controllo sul proprio smartphone.

Per l’attivazione delle Opzioni sviluppatore è necessario accedere alla sezione delle Impostazioni del proprio smartphone Android in cui viene riportato il numero di build. La procedura da seguire dipende dal modello di telefono in uso, con alcune differenze sostanziali. In linea di massima, se nelle Impostazioni è presente una funzione cerca basterà inserire nel campo di ricerca le keyword “numero” e “build” per individuare l’opzione desiderata.

Con uno smartphone Samsung Galaxy, ad esempio, la voce Numero Build è disponibile in Impostazioni > Informazioni sul telefono > Informazioni software > Versione Build. Sugli smartphone della gamma Google Pixel, invece, bisogna andare in Impostazioni > Sistema > Info sul telefono > Numero Build mentre sui OnePlus si dovrà andare in Impostazioni > Informazioni sul telefono > Numero Build.

Una volta individuata la voce in cui viene indicato il Numero Build (o la Versione Build), per attivare Opzioni sviluppatore è necessario eseguire sette tocchi ripetuti di tale voce. In questo caso, si tratta di una procedura standard che consente di attivare su qualsiasi smartphone Android le opzioni aggiuntive pensate per gli sviluppatori.

Da notare, inoltre, che dopo un certo numero di tocchi consecutivi il sistema mostrerà un pop-up di avviso. Tale messaggio riporterà un testo di questo tipo “sei a X passi da diventare uno sviluppatore”. A questo punto, l’utente può decidere di continuare con la serie di tocchi, completando l’attivazione di tali opzioni oppure interrompere la procedura.

Per confermare l’attivazione delle Opzioni sviluppatore è richiesta una conferma aggiuntiva. Il sistema richiederà l’inserimento del PIN, del pattern o della password che viene richiesta, normalmente, per effettuare l’accesso al sistema operativo. In questo modo, si ha un livello di sicurezza aggiuntivo che impedisce agli utenti non autorizzati di attivare tali opzioni su di un dispositivo.

Al completamento della procedura apparirà un messaggio “La modalità sviluppatore è stata attivata”. Una volta attivate, le Opzioni sviluppatore saranno disponibili in Sistema. Per gli smartphone Samsung Galaxy, invece, la voce per accedere a tali opzioni si trova nel menu Impostazioni, alla fine dell’elenco, dopo Informazioni sul telefono.

Come disattivare i sensori dello smartphone con un tocco

Completata l’attivazione di Opzioni sviluppatore sarà possibile sfruttare la funzionalità di Android che consente la disattivazione rapida dei sensori dello smartphone. Per prima cosa è necessario accedere al menu di Opzioni Sviluppatore. In questo menu sono presenti tantissime voci che consentono un controllo completo sulle funzionalità dello smartphone.

Per procedere con la disattivazione dei sensori è necessario andare nella sezione Riq. Sviluppo. Impostazioni rapide che si trova tra le prime voci dell’elenco delle Opzioni sviluppatore. In tale sezione, accessibile solo a chi ha uno smartphone Android 10 o versioni successive, è possibile trovare un elenco di opzioni rapide da attivare o disattivare con un semplice tap.

sensor off android

Effettuato l’accesso a questa nuova sezione, è possibile disattivare i sensori dello smartphone, con un tap, semplicemente premendo su Sensors Off. Successivamente, l’utente potrà effettuare la procedura inversa per riattivare tutti i sensori.

A questo punto, se non c’è la necessità di intervenire su altre opzioni, è possibile disattivare l’accesso alle Opzioni sviluppatore tornando nella sezione precedente e premendo sull’apposita opzione che consente di disattivare tali opzioni.

Cosa succede dopo aver attivato Sensor Off

L’abilitazione dell’opzione Sensor Off comporta un’immediata disattivazione di buona parte dei sensori del proprio smartphone. Con questa modalità di funzionamento attiva, infatti, lo smartphone disattiverà in automatico il microfono, tutte le fotocamere, l’accelerometro, il giroscopio ed altri sensori presenti sotto la scocca che normalmente non possono essere disattivati tramite le impostazioni.

Se l’utente proverà ad avviare un’app che ha bisogno di uno dei sensori disattivati per poter funzionare verrà visualizzato un messaggio di errore. Da notare, inoltre, che è possibile continuare ad utilizzare il proprio smartphone anche dopo aver attivato l’opzione Sensors Off. In questa modalità di funzionamento, ad esempio, la connessione dati e il Wi-Fi saranno disponibili e sarà possibile accedere alle varie app (che però non potranno utilizzare i sensori disattivati.

Perché disattivare i sensori dello smartphone

La funzione Sensor Off garantisce la possibilità di disattivare, immediatamente, una vasta gamma di sensori. Come sottolineato in precedenza, grazie a questa funzione vengono disattivate le fotocamere e i microfoni oltre a sensori come l’accelerometro e la bussola. La disattivazione coinvolge anche il GPS ed altri sensori secondari eventualmente presenti.

Da notare, invece, che restano attive le funzionalità telefoniche, il Wi-Fi, la connessione dati e la connettività Bluetooth. Di conseguenza, attivando Sensor Off, lo smartphone sarà ancora utilizzabile per tutte le sue principali mansioni anche se quasi tutte le app dovranno fare i conti con le limitazioni legate all’assenza di sensori attivi.

Scegliere di disattivare tutti i sensori, in base alle situazioni, può essere un modo utile per risparmiare batteria oppure eliminare distrazioni aggiuntive. Le motivazioni alla base dell’utilizzo di Sensor Off sono lasciate alla fantasia ed alle necessità dell’utente.

Non perderti le nostre guide e recensioni, seguici su Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Potrebbero interessarti
AndroidApp androidGuide

Come usare Google Assistant su Fitbit | Guida passo passo

AndroidAppleGuideGuide

Di quanta RAM ha davvero bisogno uno smartphone?

AndroidNewsSmartphone

Samsung Galaxy XCover 5, ufficiale il nuovo smartphone "rugged". Grande resistenza, ma specifiche così così

AndroidNewsSmartphone

Samsung Galaxy A82 5G compare su Geekbench: il processore è Snapdragon 855