Son lontani i tempi in cui i virus erano un problema relegato all’ambiente computer. Al giorno d’oggi, i pericoli sono concreti anche in ambito mobile. Quando ti capita sotto mano un’app Android di cui hai bisogno, spesso potresti installarla senza controllare quanto questa sia affidabile. D’altronde si è portati a pensare che tutto ciò che è presente su Google Play sia sicuro… ma in realtà non è così!

Anche se l’app è sullo store ufficiale di Android, potrebbero essere dannose e rubarti dati e informazioni importanti. Vista la mole di app infatti, Google Play ha difficoltà a individuare tutti i software pericolosi che vengono presentati in gran numero ogni giorno.  Come fare dunque per capire se un’app Android è affidabile?

Scopriamo come installare il Google Play Store su qualsiasi smartphone Android senza permessi di root!

Capire se un’app Android è affidabile: la prudenza non è mai troppa!

Così come per i computer, essere prudenti quando si ha a che fare con software di cui non si è più che certi, è un’abitudine che dovremmo avere tutti. Ancor prima di utilizzare antivirus, firewall e strumenti simili, essere un po’ sospettosi può aiutare a prevenire disastri. Per quanto riguarda i consigli più specifici invece, abbiamo un elenco piuttosto esaustivo da mostrarti.

Occhio allo sviluppatore

Un ottimo modo per valutare a colpo d’occhio se un’app è valida o meno, basta dare un’occhiata allo sviluppatore. Se, per esempio, ha realizzato una sola app, o è un debuttante oppure potrebbe essere sospetto. Va anche analizzata la qualità delle altre app. Occhio anche ai casi di omonimia o di nomi molto simili: alcuni sviluppatori fraudolenti cercano di “imitare” i nomi di produttori famosi per ingannare gli utenti.

Guarda tutti i risultati prima di scegliere l’app da scaricare

Riprendendo il discorso accennato prima, la pagina di risultati di Google Play può essere un po’ troppo affollata in certi casi. Gli sviluppatori, solitamente, presentano al massimo due versioni di un’app: una gratuita e una eventualmente premium. Se vi sono tanti risultati e con icone particolarmente simili, è bene fare attenzione. Un’app contraffatta proverà a imitare l’icona di quella originale, quindi tienilo a mente. In molte occasioni la differenza è davvero minima…

Google Play Store e file apk

Dai un’occhiata alla descrizione

Per capire se un’app Android è affidabile, può essere utile soffermarsi sulla descrizione. Se il testo è stato tradotto malamente, magari con Google Traduttore, potrebbe essere cattivo segno. Un’app degna di fiducia dovrebbe avere una descrizione non troppo breve poiché una descrizione con una lunghezza decente mostra che lo sviluppatore vuole convincere l’utente che vale la pena utilizzarla. Inoltre, dai un’occhiata al nome della società che ha creato l’app. Ci sono spazi extra o caratteri extra prima o dopo il nome dello sviluppatore? In caso affermativo c’è da fare attenzione…

Analizza gli screenshot

Per risparmiare tempo, gli sviluppatori di software contraffatti ruberanno gli screenshot o l’immagine in primo piano da altre app originali. Inoltre, spesso queste immagini potrebbero essere di qualità davvero infima. Non dimenticare di guardare anche il testo negli screenshot. Se hanno frasi che non hanno alcun senso, potrebbe essere un chiaro segnale di manomissione. Un’app autentica ti mostrerà le schermate dell’interfaccia dell’applicazione per mostrarti come si presenta.

Scopri qualcosa in più sul conto degli sviluppatori

Un altro buon metodo per capire se un’app Android è affidabile è fare qualche indagine sugli sviluppatori. Fai attenzione: non usare nessun link presente su Google Play. Per sicurezza, segnatelo su un pezzo di carta e digitalo manualmente sul tuo browser. Fai attenzione che questo utilizzi il protocollo HTTPS.

Attenzione alle applicazioni che richiedono troppe autorizzazioni

Se l’app ha superato tutti i precedenti test, potresti dargli fiducia. Non pensare però che i pericoli siano finiti! Al momento dell’avvio, è bene controllare quali autorizzazioni ti vengono richieste. Se, per esempio, una app di fotoritocco ha chiesto il permesso per la galleria del tuo dispositivo, non ci penseresti due volte a consentirtelo. Tale richiesta infatti, collima con il lavoro che il software dovrà svolgere. Tutto cambia se la stessa app ti chiede autorizzazioni riguardo i tuoi contatti o la tua posizione attuale. Nel dubbio, scarta l’app e cerca un’alternativa.

In conclusione

Seppur spesso non si tratti di veri e propri virus, esistono app contraffatte che possono spiarci e rubarci informazioni personali. Al di là di antivirus e protezioni varie, la prudenza rimane il modo migliore per evitare questo genere di problemi. Anche se Google Play sta facendo dei progressi in questo senso, l’utente deve ancora fare i conti con numero consistenti di app fasulle: utilizzando questa guida però, con tutta probabilità eviterai il peggio.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome