Il problema della mail spazzatura è molto diffuso tra tutte le tipologie di utenti: ogni giorno vengono spedite ogni giorno milioni e milioni di mail promozionali di cui gran parte risultano totalmente inutili.

Tra tentativi di phishing e ogni qual si voglia mail inutile, risulta che praticamente solo una minima parte di posta ricevuta abbia la benché minima utilità. Nonostante bloccare i mittenti su Gmail sia piuttosto semplice, spesso gli spammer riescono ugualmente a infastidirti con tonnellate di spazzatura. Una mossa intelligente per proteggersi da spam e virus potrebbe essere quella di utilizzare una delle migliori VPN che permettono di filtrare il traffico internet del proprio PC.

In questo breve articolo affronteremo il problema, analizzando alcune piccole modifiche per la tua casella di posta Gmail che ti consentiranno di avere più respiro e di poter aprire la posta consapevole che questa non sarà piena zeppa di inutile spam.

recuperare account Gmail

Bloccare spam e mail spazzatura su Gmail

Per ovviare a spam e altre mail inutili che affollano la tua casella di posta, esistono alcuni piccoli accorgimenti.

Innanzitutto, dopo aver effettuato l’accesso, è necessario adottare l’ultima versione di Gmail per poter seguire le seguenti istruzioni. Se preferisci l’aspetto grafico classico di Gmail, passa semplicemente da una veste grafica all’altra facendo clic sull’icona a forma di ingranaggio.

Segnalare lo spam a Gmail

Come prima azione possibile per prevenire lo spam selvaggio, devi selezionare singolarmente ogni mail che consideri inutile o dannosa tra quelle ricevute. Quando selezionerai già anche solo la prima, poco sopra appariranno una serie di icone.

Dunque scegli la terza icona da sinistra (quella con il punto esclamativo) per segnalare come spam le mail selezionate.

Ciò garantisce che eventuali email future provenienti da mittenti indesiderati raggiungano direttamente la cartella Spam. Si tratta di un’azione semplice, ma che può smaltire gran parte della spazzatura che affolla la tua casella di posta.

Filtrare e bloccare i mittenti

Per quei mittenti che inviano email ignorando sempre la privacy dei destinatari, è necessaria una soluzione più drastica. Gli algoritmi di filtraggio di Gmail sono abbastanza maturi per contrastare anche gli spammer più fastidiosi, poiché identificano rapidamente la loro presenza. Ciò avviene tramite il menu Filtri e indirizzi bloccati, disponibile in Impostazioni.

Una volta impostato correttamente, Gmail può identificare gli spammer e fermarli prontamente. È molto efficace soprattutto per quanto la prevenzione delle temibili pratiche di phishing. Dopo aver identificato gli indirizzi email degli spammer, sotto Filtri e indirizzi bloccati scegli Crea un nuovo filtro.

Prima di creare un nuovo filtro però, è importante comprendere il concetto di alias delle email. Gli spammer utilizzano una combinazione di alias e righe nell’oggetto della mail per raggiungere la posta in arrivo dell’utente. Ciò significa che puoi evitarli menzionando tutti gli alias (con un segno +).

Dovresti idealmente aggiungere il tuo alias email con un segno + nel campo A durante la compilazione del nuovo filtro. Ciò impedisce che messaggi indesiderati vengano visualizzati nella Posta in arrivo. È importante sapere che non ci sono limiti ai numeri di alias o parole chiave inseribili.

Nell’ultima fase è necessario selezionare l’opzione Elimina. Una volta contrassegnati correttamente gli alias per la rimozione, avrai finalmente zittito gli spammer segnalati.

Prevenire resta comunque una priorità

Invece di lottare con gli spammer che hanno accesso al tuo account Gmail, è meglio tenerli a debita distanza. La maggior parte delle email non necessarie è causata in un momento in cui hai rilasciato ingenuamente il tuo indirizzo e-mail a un servizio che ne ha fatto cattivo uso.

Per evitare di compromettere i dati, potrebbe essere una buona idea utilizzare indirizzi usa e getta, utili per le iscrizioni a servizi o piattaforme (per esempio Emailondeck, Yopmail e Mailinator).

Va però ricordato che, in tal caso, non è possibile più recuperare le password in caso di smarrimento. Come trovare un compromesso dunque? Una buona opzione è quella di utilizzare più mail a seconda del loro uso: una per il lavoro e per i contatti personali, un’altra per gli account dei giochi, per scaricare eBook o per iscriversi ai forum.

In questo modo, avrai sempre e comunque la mail principale “pulita” e libera dallo spam.