Cos'è un telefono burner e perché può essere molto utile

google pixel 6
Seguici su Google News

Fino a qualche anno fa, le persone cambiavano continuamente i loro numeri di telefono. Sia per questioni economiche che per altri motivi, non era raro dover aggiornare la propria rubrica perché un familiare o un amico aveva cambiato il numero.

Ora puoi portare con te il tuo primo numero di cellulare per tutta la vita, mantenendo anche il prefisso di un nuovo continente (se sei disposto a pagare). Questo ha dei lati negativi: avere un altro numero associato a te per tutta la vita, proprio come il tuo codice o il numero della patente di guida, significa che rende facile il tuo rintracciamento. L’abitudine, tra l’altro corretta, di associare questo dato a diversi servizi online, non facilita di certo le cose.

Il modo per aggirare il problema è non dare mai il tuo numero di telefono personale, se non ad amici e familiari. Ci sono molte buone ragioni per questo. Forse acquisti o vendi articoli su Facebook Marketplace, gestisci un annuncio Airbnb, stai cercando un lavoro o hai una carriera che richiede molte telefonate. In questi casi, la soluzione ideale sarebbe optare per una SIM secondaria.

In alcuni casi, iscrivendosi a siti per cercare lavoro, viene richiesto per forza un numero di telefono: appena inserito, si viene sommersi da una quantità enorme di chiamate per offerte di vario tipo. Nonostante la legge italiana abbia timidamente tentato di frenare questa pratica, di fatto, ciò avviene ancora nel momento in cui stiamo scrivendo questo articolo.

In questo senso, i telefoni burner possono essere molto utili: si tratta di smartphone prepagati e senza contratto, spesso dispositivi super economici che puoi acquistare in un negozio. Volendo, puoi utilizzare un telefono di questo tipo per un po’ di mesi/anni e poi gettarlo semplicemente via. Con un device burner non avrai più problemi a bloccare invia definitiva una persona (o stalker, losco marketer o calling center) dal tuo telefono permanente.

Privacy

Telefono burner: telefono e SIM secondarie per proteggere la privacy

Per un secondo numero, puoi affidarti una carta SIM prepagata su un operatore economico se vuoi seguire quella strada. Potrebbe anche essere utile se hai un telefono secondario. Molti nuovi telefoni sbloccati supportano gli standard eSIM in cui la scheda SIM che ti identifica con il gestore è completamente integrata e modificabile solo tramite software remoto. Ma eSIM non è una grande opzione per un burner phone. E lo scambio di carte SIM fisiche per cambiare i numeri di telefono è una seccatura, nella migliore per incrementare il livello di privacy.

Probabilmente hai già un iPhone o uno smartphone Android che non è in grado di gestire due numeri, quindi non vuoi un altro telefono. Per fortuna, ci sono ancora molti modi per ottenere un numero di telefono extra, possibilmente temporaneo, che funzioni con il tuo smartphone (o anche sul tuo tablet).

Nota bene: se desideri solo che i numeri rispondano alle chiamate, tutti i servizi di telefoni burner includono funzione come la segreteria telefonica e l'inoltro di chiamata.

Ci sono alcuni svantaggi di queste app e servizi. Il più grande è che in genere non puoi usarli per chiamare il 911 per chiedere aiuto. Alcuni servizi inseriscono questo limite nei loro termini di servizio, non volendo essere citati in giudizio. In secondo luogo, le aziende dietro alcune di queste soluzioni hanno un numero molto limitato di numeri di telefono da utilizzare.

In ogni caso, se riesci a sopportare tutte queste carenze, i burner phone potrebbero soddisfare le tue necessità di privacy.

Come ottenere un burner phone

Come già accennato, per utilizzare uno smartphone in questo contesto è possibile affidarsi a dispositivi di fascia bassa. Di fatto, in molti casi, un dispositivo di questo tipo può costare facilmente meno di 50 euro.

Se non hai a disposizione un telefono datato, magari precedente a quello che stai usando, ecco alcune alternative interessanti.

Ovviamente non stiamo paragonando questi dispositivi con i migliori smartphone sul mercato ma, tenendo conto del loro utilizzo, possono risultare comunque utili.

Applicazioni utili

Passiamo dunque a una serie di applicazioni utili da abbinare ai burner phone (ma anche a dispositivi tradizionali) in ottica privacy, anonimato e sicurezza.

Burner

Burner ha un nome che parla già da solo. Si tratta di un servizio che offre un accesso a tempo limitato a determinate cifre a un numero protetto. Se il tuo account o la prova gratuita scade senza un aggiornamento, anche il numero scade, andando perso . Un'opzione di abbonamento premium fornisce fino a tre numeri di telefono con minuti e messaggi illimitati.

Burner promette di essere privo di pubblicità al 100%, blocca gli spammer e supporta anche i messaggi con immagini.

Quando effettui una chiamata tramite Burner, in realtà è il tuo smartphone che chiama i server della piattaforma, che a sua volta effettua una chiamata di inoltro al numero che desideri raggiungere (quindi sta effettivamente consumando i minuti del tuo piano chiamate).

Nota bene: attualmente Burner è limitato ai numeri numeri statunitensi e canadesi.

Flyp

Vuoi più numeri a disposizione? Puoi ottenerne fino a cinque con diverse "posizioni" adottando Flyp per iOS e Android. Ogni numero ha chiamate, sms, messaggi con immagini e messaggi vocali illimitati.

È costoso (7,99 dollari al mese, con 7 giorni di trial gratuito) ma semplice e completo. Uno degli extra interessanti è la possibilità di creare una lista bianca di chi può contattare ciascun numero compreso nel pacchetto.

Google Voice

Ebbene sì, anche Google offre un servizio nel contesto dei burner phone. Lo scopo principale di Google Voice è fornire l'instradamento delle chiamate utilizzando un unico numero di telefono, completamente gratuito, che squilla su tutti i tuoi numeri. In questo modo, se arriva una chiamata importante, può raggiungere il tuo cellulare, il numero di casa o quello dell'ufficio: rispondi dunque attraverso il canale che desideri.

L'app Google Voice dispone anche di un dialer che ti consente di chiamare o inviare messaggi di testo: il destinatario vedrà il tuo numero di Google Voice per l'ID chiamante e, se risponde alla chiamata, lo riceverai ai numeri preimpostati (o riceverai un messaggio vocale con tutte le trascrizione del testo). È interamente VoIP, quindi può utilizzare il Wi-Fi o il piano dati del tuo telefono e funziona tramite app su iOS e Android o anche sul web. Se hai un account Google personale, hai già un account Google Voice: non ti resta dunque che provarlo.

Line2

Line2

Line2 è una seconda linea per il tuo telefono, con l'enfasi posta dalla società sull'essere un servizio telefonico aziendale completo e basato su cloud. Ogni account Line2 ha SMS e MMS illimitati e chiamate virtuali.

Eseguendo l'upgrade puoi ottenere fino a 99 linee secondarie. Puoi utilizzare le app per iOS o Android oppure provare Line2 sul desktop con un'app basata sul Web.

TextNow

Con TextNow, ti puoi iscrivere gratuitamente per ottenere un secondo numero di telefono nel tuo prefisso (o un altro), oltre a chiamate e SMS gratuiti tramite le app iOS e Android, purché il tuo dispositivo sia su Wi -Fi. Funziona anche sul desktop.

Se hai bisogno di essere più mobile, TextNow è anche un MVNO. Ha un kit di attivazione da 0,99 dollari che ti offre una scheda SIM per conversazioni e messaggi illimitati ovunque. Risulta infatti possibile adottare questo servizio in ben 230 paesi.

Phoner

Disponibile nelle app per iOS e Android, oltre che come app basata sul Web nel tuo browser, Phoner di Appsverse offre tutto ciò che ti aspetteresti: numeri privati, possibilità di nascondere/mascherare l'ID chiamante, segreteria telefonica, inoltro di chiamata, ricerca inversa del numero e, naturalmente, SMS e chiamate.

Puoi iniziare immediatamente quando prendi un nuovo numero casuale, anche se puoi provare a ottenere un numero locale in circa 30 paesi. L'app consente inoltre di registrare le chiamate e inviare PDF come fax.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech
Argomenti:

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram