La prossima  versione del sistema operativo Google si chiamerà Android M, o almeno questa sarà la prima lettera del suo futuro nome (ancora non si sa’ se resterà solo la lettera o c’è un nome vero e proprio dietro). Dopo la L di Lollipop ci si poteva mettere la mano sul fuoco.

Ma quando avverrà la presentazione al pubblico? C’è chi afferma che succederà durante la prossima conferenza per gli sviluppatori, organizzata al Moscone Center di San Francisco tra il 28 ed il 29 maggio prossimi.

Google, almeno per il momento, non si è espressa in merito, anche se pochi giorni fa’ è sbucato online un indizio davvero interessante. Infatti, quando l’azienda di Mountan View ha pubblicato sul suo blog ufficiale le date della prossima edizione 2015 di Google I/O, l’occhio dei lettori poteva facilmente cadere su un particolare interessante. Nello specifico, nella descrizione della sessione “Android for Work”, che si svolgerà alle 14.30 del 28 maggio, si legge testualmente: “Android M sta portando il potere di Android a tutti i tipi di luoghi di lavoro”.

 

Android M

 

Android M con tutta probabilità verrà presentato durante “Android for Work”

Insomma, non è dato certo, ma Google probabilmente ha scelto questo palco per lanciare la nuova release del suo nuovo sistema operativo per device mobili (e oramai, anche automobili ed indossabili).

Il testo che ha suscitato l’interesse dei lettori è stato immediatamente rimosso e deve essere ancora sostituito. Resta comunque il fatto che in rete si è iniziato a parlare di Android M. Solitamente, durante lo svolgimento della sessione “What’s new in Android”, Google mostra le funzioni dell’ultimo rilascio del sistema operativo mobile. Così almeno è successo l’anno scorso durante lo stesso evento.

Nel 2014 l’azienda mostrò le caratteristiche più interessanti di Android L, quello che poi sarebbe diventato Android 5.0 o Android Lollipop. Quindi è facile aspettarsi che con qualche modifica verrà mostrato a fine mese in quel contesto anche il suo successore. Bisognerà però sicuramente attendere la fine dell’anno in corso per la vera e propria release della nuova versione di Android M.