Consigli per gli acquisti

5 migliori visori per la realtà virtuale

Migliori visori per la realtà virtuale: Aukey VR-O1

I visori per la realtà virtuale sono un gadget tecnologico estremamente affascinante che, negli ultimissimi anni, sta vivendo la sua definitiva consacrazione.

A livello puramente estetico, questi si presentano come una sorta di occhiali particolarmente voluminosi. Una volta indossati, questi permettono all’utente di immergersi in una realtà virtuale (o aumentata, a seconda del tipo di dispositivo utilizzato).

In questo articolo affronteremo questo oggetto hi-tech molto interessante, andando a comprendere come funziona e poi individuando tutti i principali prodotti presenti sul mercato.

Migliori visori per la realtà virtuale

Che differenza c’è tra i visori per la realtà virtuale e quelli per la realtà aumentata?

I termini realtà aumentata e realtà virtuale vengono spesso confusi. In realtà si tratta di due settori che, seppur limitrofi, vanno a identificare qualcosa di estremamente diverso.

Nel caso della realtà virtuale infatti, si va a definire una costruzione ex novo di un mondo che circonda l’utente. In questo senso, rientrano per esempio dei videogiochi che, invece di offrire un’esperienza visiva attraverso lo schermo, permettono al videogiocatore di immergersi totalmente nel gioco.

Nel caso della realtà aumentata invece, il mondo digitale va a sovrapporsi a quello reale. Ciò avviene tramite la sovrapposizione di contenuti visivi e percettivi digitali all’ambiente reale circostante (un esempio lampante di ciò è Pokémon GO). Questi strumenti dunque, si limitano ad “aggiungere” dei particolari a ciò che abbiamo attorno, senza creare qualcosa di parallelo.

I migliori visori divisi per fascia di prezzo

I visori per la realtà virtuale

Come in tutte le categorie tecnologiche, anche in questo caso abbiamo prodotti di differente fascia di prezzo con relative differenze a livello tecnico. Va infatti detto che queste periferiche, si presentano con variazioni di prezzo che spaziano da circa una decina di euro (i modelli “demo” in cartone) fino a dispositivi che ne costano centinaia e centinaia.

Prima di parlare dei singoli modelli, è bene soffermarsi su cosa possono offrire i visori per la realtà virtuale. Di seguito andremo ad analizzare quelli che sono i principali parametri da prendere in considerazione prima di effettuare la scelta:

  • Connettività – Come puoi collegare il visore al dispositivo che intendi utilizzare come fonte? Alcuni prodotti offrono soluzioni wireless, mentre altri più datati sono ancora ancorati ai cavi. Soprattutto nel primo caso, possono assumere un’importanza fondamentale i driver per utilizzare nel miglior modo possibile la periferica.
  • Indossabilità – Questo fattore viene troppo spesso sottovalutato e, soprattutto per chi usa frequentemente un visore, può avere un peso specifico notevole. Non si tratta solo di una questione di peso, ma anche di come questo viene distribuito nonché del tipo di fascia che regge il dispositivo e del materiale con cui è fatta.
  • Compatibilità – Ovviamente, comprare un visore per la realtà virtuale senza sapere se è compatibile o meno con i dispositivi che si hanno già in casa è pura follia.  Alcuni strumenti di questo tipo funzionano con sistemi Android o iOS, mentre altri sono compatibili con determinate console.
  • Controller – Abbinare un visore con un controller adeguato è fortemente consigliato. In alcuni casi, è possibile utilizzare quello in dotazione con la console che si intende usare, mentre in altre occasioni (dipende molto anche dai titoli giocati), conviene trovare altre soluzioni da abbinare a tale dispositivo.

I migliori visori per la realtà virtuale

Passiamo dunque al lato più pratico, presentando quelli che sono i migliori modelli attualmente presenti sul mercato.

FIYAPOO Occhiali VR

FIYAPOO Occhiali VR

Cominciamo la nostra lista con dei visori per la realtà virtuale dedicati esclusivamente all’ambito mobile, ovvero FIYAPOO Occhiali VR.

Si tratta di un set, composto anche da pratiche cuffie,  che nell’ambito degli smartphone offre una compatibilità impressionante: di fatto, questo visore funziona con tutti gli smartphone Android e gli iPhone da 4,7 pollici a 6,6 pollici. Il design offerto è confortevole, con cinghie e cuffie regolabili nonché adatte a un utilizzo anche piuttosto prolungato. Il materiale utilizzato, ovvero pelle PU, risulta morbida e traspirante oltre ad essere estremamente semplice da pulire.

Sul lato prettamente tecnico, il materiale ottico SLR PMMA offre un angolo di visione a 100 gradi. La doppia regolazione indipendente permette anche ai miopi di utilizzare senza problemi questo dispositivo. Dulcis in fundo, il prezzo di FIYAPOO Occhiali VR è estremamente abbordabile, nonostante la sua qualità complessiva a dir poco apprezzabile.

Cuffie VR Zerone

cuffie vr zerone

Un’alternativa al precedente modello sono senza ombra di dubbio le Cuffie VR Zerone.

Questo particolare set VR offre un design particolare, capace di garantire massima traspirazione e totale dissipazione del calore. Di fatto, si tratta di un visore adatto sia a chi prevede lunghi utilizzi, sia chi vuole fruire del prodotto anche nella stagione estiva.

La regolazione FD e OD risulta piuttosto semplice, con una struttura che prevede una doppia lente asferica indipendente in PMMA triangolare. Ottima anche la compatibilità, visto che quanto offerto da Zerone si adatta a qualunque smartphone Android o iPhone dai 3,5 a i 6 pollici.

Occhiali 3D AYI

Occhiali 3D AYI

Gli Occhiali 3D AYI costituiscono un visore ideale non solo per giochi, ma anche per il cinema in 3D. Si tratta di uno strumento realizzato con cura anche per quanto riguarda i materiali e i componenti interni.

Oltre a un peso ridotto, che favorisce il comfort, anche le dimensioni sono relativamente contenute. Il materiale predominante è l’ABS, mentre si può apprezzare la presenza di una ventola di raffreddamento autonoma. La pressione su occhi e viso è praticamente nulla e, proprio per questo motivo, è possibile utilizzare questo visore anche per lunghi periodi.

Occhiali 3D AYI offre anche una lente interna con regolazione della miopia a 0-600 gradi abbinata a una regolazione dalla visione a 200 gradi. Il tutto offre un’esperienza visiva ancora più convincente e tangibile. La periferica in questione si dimostra estremamente compatibile con pressoché qualunque modello di smartphone Android o di iPhone (dai 4 ai 6,3 pollici).

Oculus Quest 2

Oculus Quest 2

Oculus Quest 2 è la soluzione proposta da Facebook per questo settore. Si tratta, senza ombra di dubbio, di uno dei visori più avanzati attualmente in circolazione, anche se il prezzo li rende poco accessibili a una buona fetta di utenza.

Per quanto riguarda impostazione e calibrazione, basta un’app mobile per gestire ogni sua funzionalità. Il display offre il 50% di pixel in più rispetto al primo modello Quest, garantendo un’esperienza d’immersione mai vista prima.

I controller Touch offrono un’ergonomia migliorata e comandi intuitivi che permettono all’utente di vedere replicati i propri gesti nella realtà virtuale con estrema precisione. Collegando il visore a un computer da gaming compatibile tramite il cavo Oculus Link (venduto separatamente), è possibile accedere a centinaia di giochi ed esperienze in realtà virtuale per PC.

HP – Gaming Visore Reverb Virtual Reality

HP - Gaming Visore Reverb Virtual Reality

Quando si parla di HP – Gaming Visore Reverb Virtual Reality si fa riferimento a uno dei visori per la realtà virtuale più costosi attualmente sul mercato.

Questo offre una chiarezza dell’immagine straordinaria, grazie ai doppi pannelli LCD 2160 x 2160 (uno per occhio) abbinati a una striscia rgb completa e un campo visivo esteso a 114 gradi. Il peso relativamente contenuto (si parla di 433 grammi) e la possibilità di volgere lo sguardo verso l’alto, il basso e di lato, permette a questo visore di essere uno dei più convincenti sul mercato.

Per quanto riguarda l’indossabilità, una cinghia elastica e morbida favorisce l’utilizzo anche per lunghi periodo , mentre la mascherina facciale risulta staccabile e lavabile in lavatrice. La connessione avviene tramite tecnologia Bluetooth con qualunque tipo di PC che utilizzi questa soluzione wireless.

Non perderti le nostre guide e recensioni, seguici su Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Romano, laureato in Lettere, amante della scrittura e del suo ruolo nel descrivere e raccontare il mondo della tecnologia, del digitale e del web.
    Potrebbero interessarti
    AndroidConsigli per gli acquistiNewsSmartphone

    Top 10 degli smartphone più venduti | Aprile 2021

    Consigli per gli acquistiPC

    Come scegliere il tuo primo PC 2 in 1 | Approfondimento

    AccessoriAppleConsigli per gli acquistiiPhone

    Migliori caricabatterie per iPhone 12: quale comprare?

    Consigli per gli acquistiPC

    5 migliori dispositivi NAS per archiviare dati