Rivoluzione in casa Xiaomi, presentato Xiaomi Mi A1 il primo smartphone dell’azienda cinese che monterà Android Stock al posto della MIUI

Xiaomi Mi A1, presentato dalla stessa casa in un evento a Nuova Dehli, in India. Lo smartphone pressochè uguale a livello Hardware al neo-uscito Mi 5X, che aveva già portato grandi novità nella fascia medio-bassa di Xiaomi.

Il nuovo Xiaomi Mi A1 potrebbe davvero essere la mossa vincente per portare Xiaomi in mercati ancora inesplorati come ad esempio quello Europeo, infatti la grande novità dello smartphone è l’assenza della MIUI, ROM di Xiaomi amata dai suoi utenti. La MIUI è stata pensata per l’utenza asiatica, per questo Xiaomi, in collaborazione con Google ha deciso di cambiare direzione verso un mercato globale, scegliendo Android Stock come SO per il suo smartphone.




Il Mi A1 monta un processore Snapdragon 625 a 14nm, insieme a 4GB di RAM e 64GB di memoria. Il Pannello Display è un LCD 5.5″ Full HD. Lo smartphone monta due Fotocamere con doppio Flash LED, come in Xiaomi Mi6, ma a differenza di quest’ultimo il sensore d’imponte digitali è situato nel retro dello smartphone. La batteria è da 3080mAh con porta USB-C.

Nel retro si può notare la scritta “Android One”, tipica di questa gamma “sponsorizzata” da Google. Xiaomi ha rimosso come già detto la MIUI ma non ha rinunciato a lasciare all’interno dello smartphone la sua ottima app della Fotocamera.

Xiaomi Mi A1 uscirà con Android Nougat 7.1.2, ma l’azienda ha promesso entro la fine dell’anno che lo smartphone riceverà Android O. Il prossimo anno invece sarà uno dei primi smartphone a ricevere l’update ad Android P. Il prezzo di lancio nel mercato globale dovrebbe aggirarsi all’incirca sui 200€, ma non sarà venduto in Italia, soltanto in Grecia ed Europa dell’Est.

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .