Stare troppo tempo davanti al portatile può far male alla schiena

Chi lavora o comunque utilizza frequentemente il computer, dovrebbe fare molta attenzione a come si siede davanti al monitor. Usare troppo il portatile poi, può essere devastante per quanto riguarda la postura.

Secondo l’opinione comune tra tutti gli studiosi, il monitor del computer (sia esso desktop o laptop) dovrebbe essere all’altezza degli occhi o poco sotto: utilizzando un portatile, spesso questo non accade e, sul lungo termine, le conseguenze per la nostra schiena potrebbero essere devastanti.

Come evitare di rovinare la propria postura?

Esiste il modo di far conciliare la necessità dell’uso intenso di un portatile con la salute della nostra schiena?

Al di là di trovare il giusto compromesso di altezza per poter avere il monitor all’altezza del viso (o poco sotto) esistono alcuni strumenti piuttosto interessanti in tal senso. Esistono infatti una serie di supporti, più o meno complessi e di diversa fattura, che aiutano a mantenere una postura corretta.

I modelli più complessi inoltre, si adattano non solo alla scrivania ma anche a chi desidera lavorare a letto, sul tavolo o in qualunque situazione possibile e immaginabile. Se poi si considerano i prezzi decisamente alla portata di tutti, questo genere di gadget dovrebbe essere una priorità per chiunque possiede un computer portatile.

Non solo monitor: anche la tastiera può causare problemi

Innanzi tutto va tenuto in considerazione che, anche l’ergonomia della tastiera, ha un certo peso. Mentre per i computer desktop basta affidarsi a una delle tante keyboard ergonomiche, quando si tratta di laptop c’è poca scelta: la tastiera di default è quella e bisogna accontentarsi.

In questo caso la soluzione può essere quella di acquistare una tastiera Bluetooth: questa soluzione consente di posizionare la keyboard in maniera decisamente più consona e dunque non affaticare i polsi anche dopo una lunga giornata di lavoro.

Il buon senso prima di tutto

Naturalmente ci sono delle regole che andrebbero seguite per non danneggiare il nostro fisico mettendolo sotto stress per tante ore al giorno. La prima buona abitudine è fare esercizio fisico e, questa direttiva, non è solo utile per chi usa tanto il computer.

In seconda fase, è importante fare piccole pause ma frequenti: ogni tre quarti d’ora per esempio, è buona abitudine alzarsi e fare qualche passo. Ciò aiuta gli occhi a non sforzarsi, ma influisce positivamente anche sulla struttura ossea e muscolare del tuo corpo.