Super Smash Bros. non ha bisogno di presentazioni; da anni incarna il desiderio di miriadi di videogiocatori: un picchiaduro con tutti i personaggi targati Nintendo e molto, molto altro. Con i suoi primi tre capitoli, infatti, il titolo ha segnato la storia videoludica vendendo decine di milioni di copie e concentrando su di sé il consenso di critica e pubblico. Con queste premesse, il 28 novembre in Europa è uscito il quarto episodio della tanto amata saga sulla console Wii U. Riuscirà a non tradire le aspettative e mantenere intatto il nome dei suoi predecessori?

 

Super

Innanzitutto occorre sottolineare come il videogioco, sebbene apparentemente non subisca sostanziali mutazioni dai titoli precedenti, in quanto esponente del genere picchiaduro, in realtà sia stato da Nintendo arricchito e perfezionato sotto vari aspetti; l’azienda giapponese ha infatti cercato di rendere l’esperienza del videogiocatore più varia e di conseguenza più longeva, inserendovi diverse modalità di gioco e particolari veramente degni di nota.

Personaggi e arene da urlo!

Ciò che comunque salta immediatamente all’occhio non può che essere l’inserimento di nuovi personaggi giocabili, provenienti da alcuni dei videogame, non necessariamente targati Nintendo, più amati di sempre, che portano il numero complessivo di lottatori addirittura a quarantanove, un record mai raggiunto dalla saga. Pacman, Megaman, Shulk e Greninja sono infatti solo alcuni degli ultimi arrivati, che certamente non fanno altro che rendere i combattimenti più vari e incrementare dunque la possibilità di scelta del videogiocatore.

Super

Le novità però non si fermano qua; Super Smash Bros. infatti non solo presenta nuovi scenari, come PAC-MAZE, Isola di Tortimer, Castello del Dr.Wily e tanti altri, ma offre pure una nuovo approccio verso quest’ultimi attraverso l’opzione Omega, che permette di giocare le arene in una loro versione appiattita, non presentando cioè gli ostacoli che potrebbero pure arrecare danno al personaggio, o peggio, scagliarlo fuori dallo schermo.

Modalità per tutti i gusti!

Un altro fattore sicuramente determinante di questo capitolo della saga è la vasta gamma di modalità di gioco. Difatti, aldilà della classica mischia, sarà possibile giocare la mischia da tavolo, dalla chiara ispirazione a Mario Party, le gare di Home-Run e Scoppia-Bersagli, due minigiochi somiglianti quasi a una qualsiasi app per cellulare, la Mischia Multipla, nella quale ci troveremo a dover sconfiggere, senza mai morire, un numero di nemici da noi prestabilito e soprattutto la Mischia a otto, che semplicemente permette di inserire all’interno della battaglia non più un massimo di quattro, ma ben di otto giocatori, incrementando incredibilmente in questo modo il divertimento offerto da una singola lotta.

Super

È necessario in ogni caso evidenziare la mancanza di una modalità campagna, come “L’Emissario del Subspazio” di Super Smash Bros. Brawl, che, non solo dava al videogiocatore la possibilità di provare praticamente tutti i personaggi presenti all’interno del gioco, ma lo coinvolgeva anche in un’avventura unica senz’altro non tipica di un genere come il picchiaduro, carenza certamente non sopperita dall’inserimento di tutte le sopracitate nuove modalità di gioco.

Interessante è invece il recente inserimento della possibilità di personalizzare i combattenti; ogni lottatore infatti potrà essere modificato ed equipaggiato al fine di renderlo più veloce, forte o resistente a seconda del gusto del videogiocatore. Tale opportunità però non muta molto l’esperienza di gioco, in quanto sarà sempre possibile scegliere se inserire o meno nello scontro i personaggi personalizzati e, in ogni caso, questa novità non verrà neanche contemplata nella sezione online.

Super

Super Smash Bros. è infine ovviamente compatibile anche con i recenti Amiibo Nintendo e offrirà anche la possibilità di provare delle piccole demo dei giochi originali, dai quali vengono estratti i lottatori selezionabili nella mischia.

Super Smash Bros.: la certezza del divertimento

Insomma, l’azienda giapponese si è ancora una volta superata, realizzando un videogioco, che, pur non contenendo al suo interno la favolosa campagna dell’episodio per Wii o i perfetti sistemi di combattimento del capitolo per GameCube, non può far altro che divertire il pubblico. Che cosa dunque vogliamo di più da un videogame?

PRO

  • È Super Smash Bros.!
  • I nuovi personaggi sono fantastici e vari
  • Nuove e innovative modalità di gioco
  • La mischia a otto è divertentissima…

CONTRO

  • …ma manca una modalità storia
  • alcune nuove modalità di gioco non sono molto entusiasmanti
Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .