Al giorno d’oggi, la privacy è una vera e propria priorità per gli internauti. Abbiamo potuto recentemente constatare che essa è perennemente in pericolo e, nonostante Apple lavori in questo senso ottimamente, la prudenza non è mai troppa.

D’altronde è la parola Internet e Privacy si sposano difficilmente: quando navighi in rete, a prescindere da browser o sistema operativo usato, ogni tua mossa viene registrata dal tuo ISP.

 

iPhone privacy sicurezza

Safari è un ottimo browser per quanto riguarda la privacy

In tal senso Safari è un browser che consente di limitare, per quanto possibile, i danni: al di là delle opzioni di default, esistono una serie di settaggi non molto conosciuti che possono rendere questo software l’ideale per navigare proteggendo la propria intimità.

La password dell’iPhone

Andiamo a monte del problema: ancor prima del browser in sé, la sicurezza va protetta con una password adeguata del tuo iPhone. Al di là dell’effetto e della rapidità con cui puoi accedere al tuo dispositivo tramite Touch ID o Face ID, la password rimane molto importante.

Assicurati che essa sia difficile da individuare in quanto, se un malintenzionato ne viene in possesso o la indovina, può facilmente intervenire sulle modalità di accesso più avanzate di cui ho appena parlato.

Siri e Safari

La sinergia tra Siri e la ricerca con Safari può essere molto utile: Siri può imparare di più sul modo in cui esegui la ricerca e può includere utili suggerimenti per le future ricerche.

Tutto interessante… ma la privacy? Per alcune persone l’assistente virtuale si spinge un po’ troppo oltre. Se intendi limitare Siri, puoi facilmente disattivare l’integrazione con il browser in questo modo:

  • vai su Impostazioni
  • seleziona Safari e poi Siri e ricerca
  • tocca l’interruttore Ricerca e suggerimenti Siri e disattiva la funzione

Anche se disattivi questa opzione, potresti comunque visualizzare Suggerimenti Siri quando digiti una ricerca in Safari. Questo avviene a causa di “Safari Suggestions”, che usa Siri per raccomandare siti basati sulle query digitate.

Anche se utili, potrebbero risultare un po’ invadenti: ovviamente significa che Siri sta utilizzando i dati raccolti dall’attività del tuo iPhone. In tal caso è possibile agire disattivando i suggerimenti Safari:

  • vai su Impostazioni
  • seleziona Safari
  • deseleziona Suggerimenti Safari

Google

Inutile girarci a torno: Google è ormai re incontrastato dei motori di ricerca. Peccato che sia anche la piattaforma più invadente per quanto riguarda la privacy. Quale motore di ricerca utilizzare dunque per il nostro browser?

Una gradita sorpresa potrebbe essere DuckDuckGo: si tratta di un collega di Google decisamente meno conosciuto, ma ideato appositamente per essere maggiormente rispettoso per quanto riguarda la privacy.

La società che gestisce DuckDuckGo non memorizza i tuoi dati, non ti mostra gli annunci in base alla cronologia delle ricerche e non ti tiene traccia delle modalità di navigazione pubbliche e private.

Per sostituire the big G, basta:

  • andare su Impostazioni
  • selezionare Safari
  • andare su Motore di ricerca
  • scegliere DuckDuckGo come predefinito

Servizi di localizzazione

I servizi di localizzazione consentono al tuo iPhone e alle sue app di accedere alla tua posizione corrente. Le app GPS devono costantemente vedere la tua posizione per darti indicazioni precise, mentre le app meteo usano la tua posizione per fornirti informazioni meteo geolocalizzate.

Il modo in cui Safari utilizza la tua posizione dipende davvero dai siti a cui accedi. Se un sito ha bisogno o vuole accedere alla tua posizione per fornirti un servizio, riceverai un popup che chiede la tua autorizzazione. Se accetti, il sito può utilizzare la tua posizione finché lo utilizzi. Se lo rifiuti, ti verrà chiesto la prossima volta che visiti la piattaforma in questione.

Come è facile intuire, trovarti sempre e comunque è tutto fuorché rispettoso della tua privacy. Safari è un browser piuttosto attento in questo ambito e ti offre due opzioni quando devi affrontare questo problema: puoi infatti impostare come Mai o Durante l’utilizzo dell’app per limitare la tua localizzazione.

Nel primo caso il browser impedirà a qualsiasi sito di chiedere la tua posizione. Se ritieni che non avrai mai bisogno di un sito o un servizio che controlli la tua posizione, puoi scegliere questa opzione.

Con l’opzione Durante l’utilizzo dell’app, Safari e il sito stesso vedranno la tua posizione solo mentre stai utilizzando il software in questione. Una volta che l’app viene chiusa, l’accesso si interrompe.

Compilazione automatica

Una funzione piuttosto comoda, vero? In questo modo è possibile compilare in modo istantaneo i form presenti sul web con informazioni come nome, indirizzo, data di nascita, indirizzo email e altro. Il discorso funziona anche con nomi utente e password, oltre a carte di credito e simili.

Ti sei mai reso conto di quanto tutto ciò sia potenzialmente pericoloso? Disattivare la compilazione automatica potrebbe essere molto utile per evitare spiacevoli inconvenienti. Per fare ciò devi: andare su Impostazioni,scegliere Safari e selezionare Compilazione automatica. A questo punto puoi prendere diverse strade:

  • Con Usa informazioni di contatto consenti al browser di compilare automaticamente solo informazioni di contatto come nome, indirizzo, email e data di nascita
  • Con Nomi e Password, scelta sconsigliata, dai il consenso alla memorizzazione di nome utente e password
  • Con Carte di credito, anch’essa sconsigliata, permetti a Safari di memorizzare le carte di credito

Siti visitati frequentemente

La funzione dedicata ai Siti visitati frequentemente può risultare una feature apprezzabile: ti consente infatti di visionare un elenco di siti a cui sei incline ad accedere piuttosto spesso. Tuttavia, se non vuoi che nessuno veda quali siti visiti, o non ti senti a tuo agio con Safari che monitorizza questi dati, puoi comunque disabilitare la funzione.

Per fare ciò devi:

  • andare su Impostazioni
  • scegliere Safari
  • disattivare Siti visitati frequentemente
sicurezza
sicurezza

Blocca popup

Anche se rispetto a qualche anno fa i popup sono meno invadenti, risultano estremamente fastidiosi soprattutto su dispositivi mobile. L’apertura di una nuova finestra, il caricamento dei dati e il tempo per la chiusura può risultare molto frustrante per un utente.

Perché dunque non bloccare queste interruzioni così fastidiose? Va detto che molti siti, per funzionare, pretendono che l’utente non blocchi i popup.

Se, a prescindere da quanto detto, vuoi comunque bloccare queste fastidiose distrazioni devi:

  • andare su Impostazioni
  • selezionare Safari
  • attivare Blocca popup

Naturalmente, se poi dovessi usare un sito che funziona solo con i popup disattivati, puoi tornare e modificare nuovamente l’impostazione.

Prevenire il tracciamento tra siti

Il monitoraggio tra più siti avviene quando un sito web che visiti è in grado di controllare la tua attività su Internet anche dopo averlo lasciato. Piuttosto spaventoso, vero?

È come quando trovi un po’ ovunque gli annunci per le scarpe dopo averne visto una paio su Amazon: lasci quella pagina web con un cookie che consente agli inserzionisti di individuarti e indirizzarti su altri siti che vendono calzature.

Anche se Safari non interrompe del tutto questo genere di attività, attivando Prevenire il tracciamento tra siti, Safari ti informa periodicamente di eliminare tali dati di tracciamento. Non è un sistema perfetto, ma aiuterà a ridurre le terze parti seguendo ogni tua mossa.

Blocca tutti i cookie

Ritorniamo sul discorso cookie: essi  sono usati per tracciare gli utenti sui siti web. Un sito può utilizzare un cookie per riconoscere quando un determinato utente torna ai propri server.

È possibile abilitare Blocca tutti i cookie per ridurre drasticamente le capacità di tracciamento dei siti Web, tuttavia molti servizi non funzioneranno correttamente in questo caso.

Se ritieni che la tua attività su Internet non venga intralciata bloccando tutti i cookie, vai avanti e abilita questa funzione per godere di molta più privacy quando navighi in rete.

Avviso sito Web fraudolento

Non puoi fidarti di nessuno su Internet, e Safari cerca di darti una mano con gli avvisi dei siti web fraudolenti per evitare spiacevoli inconvenienti. Si tratta di uno strumento utile che ti avvisa quando Safari pensa che stai visitando un sito con intenzioni malevole, di solito a causa di sospetto phishing.

Quando utilizzi Safari con Avviso siti fraudolenti attivato, il tuo iPhone può ricevere informazioni calcolate dal sito a cui stai tentando attraverso alcuni appositi servizi che schedano e monitorano siti sospetti.

Questi servizi aiutano Safari a decidere se il sito web che stai visitando è sicuro o meno. Se ritengono che il sito sia potenzialmente pericoloso, riceverai un avviso popup che ti informa che il sito Web potrebbe nascondere attività non propriamente lecite.

Accesso alla videocamera e al microfono

Se sei un navigatore che non frequenta sempre gli stessi siti, prima o poi ti imbatterai in qualche piattaforma che richiederà l’accesso alla fotocamera e al microfono del tuo iPhone per funzionare correttamente.

Se si desidera utilizzare questi siti, non c’è altro modo che acconsentire alle loro richieste tramite la funzione Accesso videocamera e microfono. Se non vuoi correre rischi, basta disattivare di default l’impostazione, rinunciando però ai servizi offerti dai suddetti siti.

Apple Pay

Se hai abilitato Controlla Apple Pay, il tuo dispositivo consente ai siti Web di vedere se hai abilitato Apple Pay sul tuo iPhone.

Mentre può essere un modo conveniente per accedere velocemente ad Apple Pay quando si effettua un acquisto, questa impostazione può risultare un po’ invadente sotto il punto di vista della privacy.

Calcola anche che puoi comunque pagare gli articoli con Apple Pay, anche se la suddetta opzione è disabilitato… quindi a meno di particolari esigenze, disattivare tale feature può essere una buona idea.

Cancella cronologia e dati del sito web

Navigando sul Web inevitabilmente il tuo dispositivo lascia delle tracce del suo passaggio. Dalla tua cronologia delle ricerche ai cookie raccolti lungo il percorso, ci sono molte informazioni sul tuo iPhone che consentono a chiunque abbia accesso di vedere cosa hai fatto recentemente.

Se vuoi assicurarti che ciò non accada, valuta la possibilità di utilizzare la funzione Cancella cronologia e dati del sito web. Questa opzione cancellerà tutti i dati di navigazione, inclusa la cronologia web e i cookie. Nota bene: questa operazione non cancellerà le password salvate o i preferiti.

Dopo aver toccato questa opzione, seleziona semplicemente Cancella cronologia e dati per completare il processo. Si tratta di un’operazione che dovrebbe essere ripetuta periodicamente, a intervalli regolari che dipendono da quanto e come navighiamo solitamente.