Cari amici e lettori, oggi la nostra intenzione è stata quella di illustrarvi una delle più recenti uscite sul mercato per quanto riguarda le ‘dash camera’: vi vogliamo parlare infatti della Yi Mini Dash Camera, realizzata dall’azienda cinese Yi Technology.

Questa azienda ha consolidato la propria leadership a livello mondiale per quanto concerne la domotica, la videosorveglianza e dell’imaging, lanciando sul mercato sempre nuovi dispositivi di livello superiore rispetto a quelli della concorrenza.

Molti di voi sicuramente si chiederanno (in particolar modo i non appassionati di tecnologia avanzata): cos’è di preciso una dash camera? Si tratta nient’altro che di una telecamera per auto che si applica dietro allo specchietto retrovisore, con lo scopo di catturare e registrare video e immagini di ciò che accade all’esterno dell’autovettura. Qui di seguito andiamo ad analizzare pregi e difetti della Yi Mini Dash Camera…

Yi Mini Dash Camera

Recensione della Mini Dash Camera della Yi Technology

Cosa troviamo quando acquistiamo il prodotto? Nella confezione sono inclusi il prodotto, un manuale di istruzioni, un cavo per l’alimentazione micro USB dalla lunghezza intorno ai tre metri e mezzo e un caricatore per auto (con una sola porta USB).

Questa Mini Dash Camera, a differenza degli altri prodotti della Yi Technology, è dotata di un unico pezzo (realizzato e assemblato totalmente in plastica) formato dal display, i tasti funzione, il sensore e la parte adesiva. Passiamo ora alle sue dimensioni: è lungo 85 millimetri, con una altezza di 54 millimetri e una profondità di 38 millimetri. Non crea disagi anche per il suo peso, visto che è solo di settanta grammi.

C’è da sottolineare però che non è presente nella confezione una micro SD (minimo otto gigabyte, massimo sessantaquattro), visto che deve essere acquistata a parte (anche se hanno prezzi ormai talmente contenuti che questo non rappresenta un  vero e proprio ‘problema’). Ora analizziamola da tutti i lati: frontalmente troviamo il display e i tasti funzione, mentre dietro c’è la parte adesiva e il sensore. Sulla destra c’è l’ingresso della micro USB, l’ingresso per la micro SD e lo speaker,mentre sul lato sinistro c’è il tasto per la funzione reset e il microfono. I tasti funzione sono i seguenti: power-conferma-impostazioni, galleria-freccia destra, rec e pausa e la freccia sinistra, registrazione di emergenza-tasto indietro. Una volta posizionata dietro allo specchietto retrovisore, ha il grandissimo vantaggio che passa totalmente inosservata dall’esterno, in quanto può apparire come un accessorio in dotazione della nostra auto e non un prodotto a parte, rimanendo completamente aderente al parabrezza. Con la modalità Wi-Fi è inoltre possibile collegare il nostro smartphone direttamente alla dash camera tramite l’apposita app. Come funziona questa telecamera: dobbiamo mettere in moto la nostra automobile e l’apparecchio si accenderà automaticamente e si spegnerà quando il mezzo non è più acceso.

Yi Mini Dash Camera

Una volta in funzione la Mini Dash Camera registrerà brevi filmati continui da 1 o 3 minuti (tocca a noi impostare l’intervallo di registrazione). La funzione di registrazione di emergenza scatta e si avvia automaticamente quando il sensore rileva qualcosa di anomalo (come una brusca frenata) o in caso di incidenti, archiviando e salvando i video nei momenti precedenti all’incidente. Il display dell’apparecchio è un LCD tft (transistor a pellicola sottile) da 2 pollici, con una risoluzione di 960 x 240 pixel. La luminosità non è delle migliori, ma tutto sommato la visibilità è più che sufficiente.

I vide possono essere registrati con una risoluzione massima in FULL HD (1920 x 1080) o in HD (1280 x 720), tutte e due le modalità a 30 fotogrammi per secondo. Tirando le somme si tratta di un buon prodotto e che merita di essere acquistato, ha qualche punto debole ma grazie al rapporto qualità/prezzo ottimo della Yi Mini Dash Camera non possiamo che dargli un bel 7,5.

Yi Mini Dash Camera