L’aumento della connettività Internet e della velocità media, unito a un costo dei chip sempre più basso ha permesso la nascita dell’Internet of Things (“Internet delle cose”).

L’IoT ha cambiato le nostre vite, sebbene a mio modo di vedere ancora non ha avuto luogo lo stravolgimento che tutti profetizzavano: i dispositivi intelligenti nelle nostre case sono aumentati, rendendo più sfumato il confine tra mondo analogico/reale e mondo digitale/virtuale. Tra i dispositivi che fanno parte dell’Internet delle cose un posto importante lo ricoprono le telecamere.

L’abbattimento dei costi nella componentistica ha permesso a moltissime persone di monitorare costantemente la propria casa e altri immobili comodamente dal proprio smartphone, spendendo una cifra irrisoria rispetto alla realizzazione di un mini sistema CCTV.

Vista la riduzione dei costi di cui abbiamo appena parlato, molti produttori hanno scelto di entrare in questo settore: tra le diverse videocamere di sorveglianza qual è la migliore sul mercato? Con tanti prodotti a disposizione è davvero difficile rispondere a questa domanda. D-Link, azienda leader nel settore dei dispositivi di rete in ambito consumer, è sicuramente una delle realtà che ha più investito in questo mercato e ha realizzato la videocamera DCS-8100LH: vale la pena acquistarla? Scopriamolo nella nostra recensione!

Galleria fotografica DCS-8100LH

Caratteristiche tecniche DCS-8100LH

  • Sensore progressivo CMOS da 1 megapixel 1/2.7”
  • Illuminazione minima (in modalità bianco e nero, con LED accesi): 0 lux
  • Distanza minima per oggetti da riprendere: 50 cm
  • Lenti: apertura F2.2, lunghezza 1.8 mm
  • Zoom digitale 4X
  • Infrarossi: filtro rimovibile Infrared-Cut (ICR) copertura 5 metri
  • Angoli di visione:
    • Orizzontale: 180°
    • Verticale: 80°
    • Diagonale: 180°
  • Microfono e altoparlanti integrati
  • Parametri configurabili: Risoluzione, livello minimo di suono e finestra per il rilevamento di movimento
  • Formati:
    • Video: MPEG / 264 per le registrazioni e per la visualizzazione in live streaming, con risoluzione 1280 x 720 pixel a 30 frame per secondo
    • Immagini: JPEG
    • Audio: AAC (32 kbps)
  • Connettività: supporto a reti 802.11 b/g/n con crittografia WPA/WPA2
  • Protocolli di rete supportati: IPv4, IPv6, ARP, TCP, UDP, ICMP, DHCP client, RTP/RTSP, TS
  • Slot microSD per la registrazione di eventi
  • App mydlink per iOS e Android per inviare in diretta notifiche, foto e video scaricabili direttamente sullo smartphone
  • Peso: 3 grammi ± 5%
  • Consumo energetico: 8 watt in situazioni di massimo sforzo
  • Temperatura d’utilizzo: 0 – 40°
  • Umidità d’utilizzo: 20-80%, assenza di condensa
  • Certificazioni: CE, CE LVD, FCC, ICES, RCM

Recensione D-Link DCS-8100LH


La DCS-8100LH è una videocamera diversa dalla concorrenza a partire dal design.

La maggior parte delle aziende sceglie di avere una base solida, con la telecamera che risulta “avvolta” in un tutt’uno con la struttura portante. D-Link, invece, sceglie di utilizzare una struttura differente: la base è circolare, con un’area vuota al centro, collegata alla lente da una cerniera. Sebbene a prima vista possa sembrare fragile, la base è in grado di reggere il peso della videocamera anche a un inclinazione di 100°. Per questo motivo questa videocamera di sorveglianza non fa parte delle PTZ (Pan, Tilt, Zoom): non è possibile, da remoto, ruotare la webcam.

Un altro aspetto che caratterizza questa videocamera è la sua flessibilità. Per via dell’elevata inclinazione e la base leggera è possibile posizionare la videocamera pressoché ovunque, garantendo al tempo stesso un ottimo campo visivo.

Il campo visivo orizzontale è di 180°: è un valore decisamente superiore alla media, visto che la maggior parte delle videocamere hanno un FOV di 100-120°. Ad onore del vero l’aumento del campo visivo era necessario, visto che non si tratta di un prodotto PTZ. Inquadrare maggior parte della casa significa rinunciare ad acquistare molteplici videocamere ed evitare che la vostra videocamera camuffata sia beccata dagli intrusi, visto che non dovrete muoverla da remoto per seguire i movimenti sospetti.

La videocamera Wi-Fi registra in risoluzione HD-ready (1280 x 720 pixel): le registrazioni appaiono in una discreta qualità ed è possibile visualizzare nitidamente i visi delle persone. Non trattandosi di una risoluzione bassa le registrazioni a lungo andare potrebbero saturare la microSD: per questo motivo è anche possibile affidarsi al Cloud con piani appositi.

Ultima caratteristica di cui voglio parlarvi, ma non per questo meno importante, è la presenza di microfono e altoparlanti integrati. Potrete catturare qualsiasi suono nel raggio d’azione della telecamera e comunicare in tempo reale, utilizzando l’app sul vostro smartphone, con chi è nella stanza monitorata.

Verdetto finale su D-Link DCS-8100LH

Al termine di una recensione la domanda fatidica a cui rispondere è solamente una. Vale la pena comprare la videocamera D-Link DCS-8100LH?

Le impressioni sono sicuramente positive. A mio modo di vedere D-Link ha realizzato un prodotto interessante: il design è una ventata d’aria fresca nel settore, dovuto principalmente alla scelta di abbandonare l’approccio Pan Tilt Zoom.

Le caratteristiche tecniche di questa videocamera di sorveglianza la rendono l’ideale per chi vuole monitorare casa 24 ore su 24. Anche l’installazione risulta davvero semplice e il controllo mediante l’app è davvero intuitivo anche per i meno esperti.

Un altro pregio sono le dimensioni sono davvero compatte che insieme al campo visivo e ai gradi di inclinazione raggiungibili, permettono di installare la DCS-8100LH in ogni luogo della stanza che volete controllare.

Ultimo aspetto positivo: la classica ciliegina sulla torta è la presenza degli infrarossi, che permettono di controllare la propria casa anche nelle ore più buie della notte.