AccessoriAccessoriAndroidAppleRecensioniRecensioni

Recensione Amazfit ZenBuds: le cuffie per sonno e concentrazione

Amazfit ZenBuds - confezione

Le cuffie Amazfit ZenBuds non sono delle normali cuffie Bluetooth ma sono degli auricolari leggerissimi e compatti realizzati per migliorare la qualità del sonno e per regalarsi dei momenti di relax o concentrazione nel corso della giornata. Questi auricolari Bluetooth infatti sono studiati per la riproduzione di suoni rilassanti, per l’analisi del sonno e per la rilevazione del battito cardiaco, non sono quindi delle cuffie per ascoltare la musica ed effettuare chiamate. Le ho utilizzate per alcuni giorni, per dormire e per concentrarmi, e ve ne racconto tutti i segreti nella recensione completa.

Confezione

Amazfit ZenBuds - confezione

All’interno della scatola, caratterizzata dallo stile pulito di Amazfit, troviamo una dotazione essenziale che si compone di: cuffie con custodia di ricarica, manuali di istruzioni, cavo USB USB-C per la ricarica e 3 differenti gommini aggiuntivi.

Design e costruzione

Amazfit ZenBuds dimensioni

Le Amazfit ZenBuds si caratterizzano per una forma piacevole composta da una parte in-ear e da un archetto che va ad innestarsi all’interno del padiglione auricolare e che consente una stabilità incredibile, non le ho mai perse durante il sonno, e una comodità che non ho mai trovato in nessuna cuffia bluetooth. Oltre all’eccellente struttura le cuffie risultano davvero leggere, parliamo infatti di un peso di soli 1,78 grammi per auricolare, di fatto non ci si accorge di averle addosso.

Le cuffie nel complesso risultano comodossime da indossare e sono quindi perfette per l’utilizzo durante il sonno o per momenti di concentrazione e di relax.

Buona anche la realizzazione della custodia di ricarica si caratterizza per l’apertura con slide laterale, non particolarmente comoda, e per la presenza sulla parte frontale dei LED di stato e sul retro della porta USB-C per la ricarica.

Qualità dell’audio

Amazfit ZenBuds - 2

Non essendo delle cuffie pensate per la riproduzione musicale non viene facile valutare la qualità dell’audio in riproduzione. Con queste cuffie infatti non è possibile riprodurre musica, ma si possono solamente ascoltare i suoni predefiniti che troviamo all’interno dell’applicazione.

Va precisato, sotto il lato tecnico, che per miniaturizzare peso e dimensioni non è stato possibile inserire un driver di grandi dimensioni, questo riduce quindi anche la qualità audio.

Per la mia esperienza di ascolto la qualità dell’audio non è risultata eccezionale, i suoni risultano ben riprodotti e capaci di riuscire adeguatamente bene nel loro intento, ma sembra esserci sempre un basso fruscio di sottofondo che potrebbe risultare fastidioso per gli utenti più sensibili.

App e funzionalità

La connessione con lo smartphone e l’app Zepp avviene tramite la connessione Bluetooth 5.0 e risulta stabile e veloce e non ho mai riscontrato problemi di connettività.

L’app Zepp, disponibile per Android ed iPhone, che gestisce anche tutti gli altri prodotti di Amazfit ci permette di configurare le cuffie, di controllare lo stato di carica e di utilizzare le due modalità principali: riposo e concentrazione. La modalità riposo è dedicata al sonno e riproduce quindi una traccia audio, scelta fra quelle disponibili fino al momento dell’addormentamento col fine di rilassarci ed aiutarci a dormire meglio. La modalità concentrazione, invece, riproduce una delle tracce audio per un tempo predefinito da un timer ed è realizzata con l’obiettivo di migliorare le nostre prestazioni in fase di studio o di lavoro.

L’app mette a disposizione un buon numero di tracce rilassanti che spaziano dai classici rumori della natura fino ad arrivare a suoni celestiali. Tutte le tracce sono ben realizzate e consentono di ottenere buoni risultati.

Oltre a questo le cuffie sono in grado di risvegliarci tramite una sveglia smart e di tenere traccia di tutti i nostri dati corporei durante il sonno. Grazie all’analisi del battito cardiaco infatti le cuffie monitorano le fasi di sonno leggero e pesante e ci aiutano quindi a capire ed analizzare la qualità del nostro sonno.

Esperienza di utilizzo

Amazfit ZenBuds

Fortunatamente non ho particolari problemi a dormire, le ho volute comunque testare per una notte e devo dire che la fase di addormentato è stata piacevole ed il tracking del sonno abbastanza preciso ed allineato con quello registrato dal mio Apple Watch 6. La funzione di relax pre sonno può tornare molto utile a chi ha problemi ad addormentarsi o altre problematiche legate al sonno. Indossarle durante la notte è stata un’esperienza particolare e a cui non sono abituato, sicuramente col tempo l’uso diventerà più naturale.

Le ho utilizzate di più per la concentrazione. Sono una persona che si distrae facilmente e devo dire che avere le Amazfit ZenBuds mi hanno dato un buon aiuto a rimanere concentrato sulle varie attività durante il corso della giornata. In questo caso le differenti melodie ci consentono di restare sul pezzo e di evitare distrazioni che possono venire da rumori esterni. Va però detto che lo stesso risultato si può ottenere utilizzando una playlist rilassante con un qualsiasi paio di cuffie TWS.

Batteria

Le Amazfit ZenBuds montano una mini batteria da 10 mAh che ci permette di avere circa 12 ore di autonomia e quindi capace di coprire senza nessun problema anche una lunga notte di sonno. Quando vi svegliate vi sarà sufficiente posizionarle nella custodia di ricarica, quest’ultima è dotata di una batteria da 280 mAh che quindi estende l’autonomia a circa 7 notte di sonno.

Prezzo

Le Amazfit ZenBuds sono un leggerissimo capolavoro tecnologico che si fa pagare caro, costano infatti 139 euro ed è un prezzo non propriamente economico per delle cuffie da utilizzare solamente durante la notte.

Conclusioni

Amazfit ZenBuds con auricolari in ricarica

Le Amazfit ZenBuds sono un prodotto strano e recensirle si è dimostrata un’esperienza particolare. Non avendo problemi in fase di riposo non posso esprimere una valutazione completa del prodotto, credo però che siano effettivamente in grado di aiutare una persona con problemi legati al sonno a dormire meglio grazie ai suoni rilassanti. Personalmente ho trovato utile, ma non sufficiente a giustificarne da sola l’acquisto, la modalità concentrazione che mi ha permesso di gestire bene alcuni flussi di lavoro particolarmente complicati.

Le Amazfit ZenBuds sono sicuramente le uniche cuffie indossabili senza problemi di notte grazie alle dimensioni e al peso ridotte e sono un prodotto che consiglio di acquistare a chi ha particolari patologie del sonno e necessita di un aiuto importante in fase di addormentamento.

Immagini di Amazfit ZenBuds

Giudizio finale
Confezione
8.5 / 10
Design e costruzione
9 / 10
Qualità dell’audio
6 / 10
App e funzionalità
8 / 10
Esperienza di utilizzo
7.5 / 10
Batteria
8 / 10
Prezzo
5 / 10
La nostra opinione

Le Amazfit ZenBuds sono un prodotto strano e recensirle si è dimostrata un’esperienza particolare. Non avendo problemi in fase di riposo non posso esprimere una valutazione completa del prodotto, credo però che siano effettivamente in grado di aiutare una persona con problemi legati al sonno a dormire meglio grazie ai suoni rilassanti. Personalmente ho trovato utile, ma non sufficiente a giustificarne da sola l’acquisto, la modalità concentrazione che mi ha permesso di gestire bene alcuni flussi di lavoro particolarmente complicati.

Le Amazfit ZenBuds sono sicuramente le uniche cuffie indossabili senza problemi di notte grazie alle dimensioni e al peso ridotte e sono un prodotto che consiglio di acquistare a chi ha particolari patologie del sonno e necessita di un aiuto importante in fase di addormentamento.

7.4 ★★★★☆
Potrebbero interessarti
AppleGuide

Come nascondere tutte le icone del destkop su Mac

AndroidEditorialeSmartphone

Google e Apple possono installare app sul tuo smartphone?

AndroidNewsSmartphone

OnePlus Nord 2 5G è ufficiale: smartphone di qualità a prezzi convenienti

AndroidConsigli per gli acquistiSmartphone

Migliori rugged smartphone del 2021 | Guida all’acquisto