Modificare un PDF non è la cosa più facile del mondo: ti spieghiamo il perché

Il formato PDF (Portable Document Format) è una tipologia di file ideata da Adobe Systems nel lontano 1993. Questa estensione consentiva già all’epoca di salvare documenti e renderli leggibili anche senza il supporto del software che li aveva generati.

Da allora sono passati molti anni, ma tale formato è comunque sopravvissuto e tutt’ora è piuttosto diffuso. L’unico grande difetto che questa estensione porta con sé dalla sua stessa nascita è che, modificare un PDF, non è decisamente facile. Si tratta infatti di file teoricamente realizzati per rimanere così come sono una volta creati.

Con gli anni però, sono stati creati software per poter scrivere su questo formato…

Modificare un PDF (o aggiungere del testo) è però possibile grazie a particolari programmi appositamente ideati. Negli ultimi anni infatti, sono molti gli sviluppatori che si sono mossi in questo senso. In questo articolo esploreremo quattro tra i software più interessanti in tal senso.

Modificare un PDF con PDF Buddy

PDF Buddy è un servizio molto rapido e leggero, tramite cui puoi lavorare direttamente via browser. Basta infatti trascinare un file in questo formato all’interno del vostro Chrome/Firefox/Edge o quant’altro per poterci mettere le mani sopra. Grazie a questo sito è possibile aggiungere testo (naturalmente personalizzando i font) o, se ti senti particolarmente ispirato, lanciarti in disegni a mano libera.

Per poter però poi scaricare il file è necessario effettuare una rapida registrazione al sito. Una volta fatto ciò, ti sarà inviato un link via mail per scaricare il PDF modificato.

PDF Element: come intervenire in maniera più decisa sul tuo file

Un altro software molto utile in tal senso è PDF Element. Disponibile sia in versione gratuita che premium (con la funzione OCR che permette di intervenire sui file effettuando modifiche più radicali), è un software dall’interfaccia intuitiva e pulita.

Tra le diverse funzioni che PDF Element offre c’è da sottolineare che è un ottimo convertitore da PDF in Excel, Powerpoint, EPUB, TXT, HTML.

Per maggiori informazioni, ti consiglio di visitare l’articolo a tema che abbiamo precedentemente scritto.

PDF Escape: un altro tool online

Si tratta di un altro sito che offre un servizio davvero molto utile. Con PDF Escape, è possibile agire sul file in questione caricandolo direttamente dal nostro computer o immettendo l’eventuale url in cui si trova il pdf.

Una volta avuto accesso al file (o meglio, a una copia di esso) sarà possibile intervenire con il comando Insert per effettuare disegni geometrici o a mano libera, aggiungere eventuali promemoria o utilizzare un evidenziatore virtuale.

Rispetto a PDF Buddy, questa piattaforma non richiede nessuna registrazione per scaricare i propri lavori.

PDF Filler: per interagire con Dropbox e Google Drive

Ennesimo servizio online (e non solo) che si differenzia dai suoi illustri “colleghi” perché permette di rintracciare i file direttamente su servizi cloud come Dropbox e Google Drive o anche dal tuo servizio mail (Yahoo, Outlook, Gmail e Hotmail).

Modificare un PDF con PDF Filler è piuttosto facile anche se, le funzioni che questo sito permette, sono discretamente limitate: è possibile aggiungere del testo e simboli… poco di più. Quanto basta se però hai necessità di compilare, tra le altre cose, un modulo senza doverti prendere la scocciatura di stamparlo, compilarlo e scannerizzarlo nuovamente.

Esiste anche una versione desktop di questo software per lavorare in un ambiente più professionale.

Soda PDF: tante funzioni per i più esigenti

Soda PDF è un’applicazione che offre molte opportunità all’utenza. Va specificato, innanzi tutto, che esistono diversi formati di abbonamenti al servizio con diverse caratteristiche. Se non sei un professionista però, puoi facilmente accontentarti di Soda PDF online, un servizio gratuito che comunque mostra le enorme potenzialità del programma a pagamento.

Qui è possibile creare, convertire e modificare ogni tipo di PDF. Come puoi notare tu stesso dall’immagine sovrastante, le opzioni non mancano di certo…