Google Home potrebbe rivoluzionare le nostre case!

Da anni si parla di intelligenza artificiale applicata alla vita di tutti i giorni e di casa smart: con Google Home, questo connubio può finalmente diventare una solida realtà.

Questo avanzatissimo software infatti, recepisce i comandi vocali dell’utente traducendoli in azioni. In parole povere sarà possibile gestire una serie di funzioni che, fino a poco tempo fa, necessitavano di mouse, tastiera o di armeggiare su uno smartphone.

Interagire con l’IA per avvicinarsi alla fantascienza

Una novità più che preannunciata: negli Stati Uniti infatti, gli assistenti virtuali sono già attivi da diverso tempo. Tra l’altro, oltreoceano questo mercato è già attivo e concorrenziale, con Amazon che risulta un’agguerrito concorrente per Google.

Grazie alla traduzione nella nostra lingua però, finalmente è disponibile anche in Italia questo fantascientifico assistente virtuale che, con il tempo, sarà probabilmente in grado di effettuare una serie di operazioni ancora più complesse rispetto a quanto sa già fare.

Cosa fa Google Home

Le operazioni che questo strano aggeggio può compiere sono innumerevoli:

  • gestione dei dispositivi Wi-Fi presenti in casa
  • regolazione delle luci
  • regolazioni del termostato
  • gestione di un’agenda virtuale
  • ricerche vocali su internet
  • totale controllo sugli elettrodomestici smart
  • gestione di software per la riproduzione audio

Le applicazioni di questa tecnologia non solo sono da considerarsi interessanti, ma promettono anche di stravolgere (in senso positivo) la nostra vita quotidiana.

In parole semplici, Google Home è una sorta di trasposizione fisica di Google Assistant!

Com’è fisicamente e quanto costa?

Google Home è un dispositivo dotato di microfono che potrebbe facilmente essere confuso con uno speaker dal design futuristico. Il design risulta sobrio e moderno, facilmente collocabile in qualunque tipo di abitazione.

Sul mercato sono presenti due distinti tipi del dispositivo: Google Home, la versione principale e Google Home Mini, una versione più economica con un raggio d’azione leggermente più limitato.

I costi sono di 149 euro per il primo modello e di 59 euro per la versione più economica. Entrambi saranno acquistabili a partire dal 27 Marzo su Google Store.

Amazon bruciato sul tempo?

Google Home ha vinto la guerra con Amazon per quanto riguarda la tempestività, almeno per quanto riguarda il nostro paese. Amazon Echo infatti (il diretto concorrente) è disponibile nel vecchio continente in Germania e nel Regno Unito… ma non ancora in Italia.

Questo vantaggio potrebbe essere decisivo per conquistare una posizione di predominanza nel nostro paese? O forse Amazon Echo ha qualche asso nella manica per contendere questa nicchia di mercato a Google?